La Timewave Zero rivoluzionata dall’ evento Covid – 19

20 01 2021

In seguito all’ evento del Covid – 19 le mie considerazioni e prospettive sulla Timewave Zero sono cambiate. Non si può infatti negare quanto questo evento ridimensioni l’ 11 settembre del 2001 e si proponga come l’ evento più trasformativo della Storia da quando sono in vita, quindi dal 1990 in poi. Questa prospettiva ci aiuta a posizionarlo sul grafico timewave. E’ abbastanza logico posizionare questa settimana di metà marzo (dall’ 8 marzo 2020) come punto di inizio di un periodo di eccezionale novità, che sul grafico timewave arrivano ogni tot anni e durano sempre 64 giorni. Non è detto che debba proprio essere così, ma se fosse, sappiamo che il prossimo punto di eccezionale novità (oppure il Punto Zero) arriverebbe a 2 anni e 38 giorni di distanza dal punto in cui vogliamo posizionare la discesa nella novità (propongo 8 marzo 2020 ma potrebbe essere in un qualsiasi giorno fra l’ 8 e il 16 marzo 2020). Quindi la data zero dovrebbe essere necessariamente nel 2022 – 2024 – 2026.


Ho raccolto tutte le date che finiranno nella Storia del cataclisma Covid ( 18 ottobre i giochi militari a Wuhan, conclusi il 27 ottobre, giorno dell’ annuncio dell’ abbattimento del capo dell’ Isis, il 17 novembre – 1 dicembre quando vennero segnalati i primi casi di Covid, il 31 dicembre 2019, quando vennero avvisate le “autorità di monitoraggio epidemie”, il 2 – 3 gennaio 2020 quando venne abbattuto Soleimani in Iraq. 9 gennaio la prima morte per Covid, il 20 gennaio quando la epidemia comparve per la prima volta nelle notizie internazionali. Il 23 gennaio quando venne avviata la quarantena di Wuhan, estesa poi alla zona di Hubei, il 30 gennaio 2020 quando venne dichiarata la epidemia, l’ 11 febbraio quando venne coniato il nome di Covid. Il 21 febbraio 2020 quando la epidemia comparve a Milano, e nei giorni successivi anche in Corea del Sud e in Iran, e il 26 febbraio quando venne proibito l’ accesso alla Mecca per la prima volta nella Storia (ironicamente nell’ anniversario del primo attacco alle Torri Gemelle nel 1993), il 27 febbraio 2020 quando avvenne il primo dei 4 crolli finanziari di questo periodo. E già tutte queste date potrebbero essere posizionate come inizio di eccezionale novità, ma viste le incredibili trasformazioni mondiali che stanno capitando in questo pazzo marzo 2020 proporrei come ufficiale la data della messa in quarantena dell’ Italia fra l’ 8 marzo e il 10 marzo 2020, mentre anche avveniva il secondo crollo finanziario (lunedì nero 9 marzo) e il giovedì nero, il 12 marzo. Ma anche l’ 11 marzo 2020 (un altro di questi 11 marzo (Spagna, Giappone)) quando venne dichiarata la pandemia. Con il secondo lunedì nero del 16 marzo 2020 abbiamo ufficialmente superato il crollo economico del 1929. Tutte queste date entreranno nella Storia ufficiale del mondo, mentre l’ 11 settembre 2001 improvvisamente si vedrà ridurre lo spazio cartaceo dedicato.

3 gennaio 2020 + 64 giorni – 8 marzo 2020 / 9 gennaio 2020 – 14 marzo 2020 / 20 gennaio 2020 – 25 marzo 2020 / 23 gennaio 2020 – 28 marzo 2020 /30 gennaio 2020 – 4 aprile 2020 / 11 febbraio 2020 – 16 aprile 2020 / 27 febbraio 2020 – 2 maggio 2020 / 21 febbraio 2020 – 26 aprile 2020 / 8 marzo 2020 – 11 maggio 2020 / 10/ 11 marzo 2020 – 13 – 14 maggio 2020/ 9 – 12 marzo 2020 – 12 – 15 maggio 2020

3 gennaio 2020 – 9/10 febbraio 2022 # 9 gennaio 2020 – 15 febbraio 2022 # 20 gennaio 2020 – 26 febbraio 2022 # 23 gennaio 2020 – 1 marzo 2022 # 30 gennaio 2020 – 8 marzo 2022 # 11 febbraio 2020 – 20 marzo 2022 # 21 febbraio 2020 – 30 marzo 2022 # 27 febbraio 2020 – 5 aprile 2022 # 8 marzo 2020 – 15 aprile 2022 # 9/10/11/12 marzo 2020 – 16 – 19 aprile 2022

Da qui si può calcolare quando è avvenuto il precedente eccezionale salto di novità, nel 2017 o 2018.

26 novembre 2017 – 29 gennaio 2018 # 2 dicembre 2017 – 4 febbraio 2018 # 13 dicembre 2017 – 15 febbraio 2018 (il giorno delle proteste dopo l’ ennesimo school shooting americano di troppo) # 16 dicembre 2017 – 18 febbraio 2018 # 23 dicembre 2017 – 25 febbraio 2018 # 4 gennaio 2018 – 9 marzo 2018 (il giorno in cui Trump ha accettato l’ invito del leader nord coreano) # 14 gennaio 2018 – 19 marzo 2018 (il giorno dopo la rielezione di Putin e il giorno della dichiarata estinzione di una specie di rinoceronte) # 20 gennaio 2018 – 25 marzo 2018 (in gennaio la Turchia annuncia una missione militare in Siria, in marzo parte la operazione di manifestazioni March for Our Lives degli studenti americani) # 30 gennaio 2018 – 4 aprile 2018 # 31 gennaio – 3 febbraio 2018 – 5 – 8 aprile 2018 ( 8 aprile 2018 quando avvenne un altro attacco Sarin in Siria)

In queste settimane, ad ogni modo, sto analizzando delle timelines che prevedono la Data Zero nell’ estate 2021 (14 – 16 luglio o 4 agosto 2021) e in quel contesto tutta questa vicenda avviene nel periodo fra il 1929 (fine febbraio 2020) e la rievocazione della seconda guerra mondiale (aprile – maggio 2020) dove Italia e Spagna rappresentano la “guerra di preparazione” della Guerra Civile Spagnola prima che si diffonda in tutto il mondo. Ma il grafico che queste date implicano non sembra allinearsi bene alla percezione dell’ impatto con la eccezionale novità, di inaudito livello, di queste settimane.

Inoltre bisogna considerare anche i cicli storici implicati dalla teoria della timewave zero, sia quelli diretti e standard, sia quelli trigrammatici. Quelli standard prevedono che siamo all’ interno di un ciclo di 67 anni iniziato pressochè intorno al 1953 (anno della scoperta del DNA – 28 febbraio 1953 – 10/11 giugno 2020 e 25 aprile 1953 – 6 agosto 2020). Io proporrei di considerare che siamo già da tempo all’ interno del ciclo dei 384 giorni dove tutta la Storia umana viene compressa ancora più rapidamente. Nel ciclo dei 67 anni ogni 6 giorni viene rievocato e compresso un singolo anno di Storia. Proporrei quindi di considerare questa epidemia italiana come una rievocazione trigrammatica di due potenziali eventi: 1347 la Peste Nera, visto lo zeitgeist dei nostri tempi, oppure della Peste Manzoniana della Lombardia del 1629 – 30. Questo implicherebbe che la data zero è imminente, e avverrà nel 2021.

Se però vogliamo considerare questa epidemia come una risonanza storica diretta (non trigrammatica) di quei due specifici eventi, dobbiamo quindi mettere ( ottobre 1347 – 21 febbraio 2020 – 23/24 ottobre 2030) oppure (22 ottobre 1629 – 21 febbraio 2020 – 3 maggio 2026) e quindi la data zero sarebbe ancora molto lontana (nel 2026).   

C’è anche la possibilità che questa è la finestra di tempo che Mckenna indicava come “precursore dell’ Eschaton” e che lui in base alla Timewave settata per il 2012 si attendeva nel 1996 (fra febbraio e maggio 1996). Meyer invece aveva posizionato questa finestra di tempo all’ 11 settembre 2001 ottenendo una Data Zero nel 2018. Se scegliamo invece di posizionarla al periodo fra 31 dicembre 2019 e 24 marzo 2020 come periodo più significativo e trasformativo delle decadi recenti otteniamo una finestra di tempo per la Data Zero che va dal 27 ottobre 2036 al 19 gennaio 2037 (5 novembre 2036, 16 nov 2036, 26 nov 2036, 8 dicembre 2036, 24 dic 2036, 3 gennaio 2037, 5 – 6 gennaio 2037, ognuna ha la particolare potenzialità di essere quella vera, The One)


Se però vogliamo far iniziare il ciclo dei 384 giorni in una di queste date recenti propongo il periodo 23 – 25 gennaio 2020, che implicherebbe come data zero 12 febbraio 2021, una data per la quale avevo trovato alcune risonanze storiche. Per le altre date la data zero implicata rientrerebbe comunque nella finestra di tempo con limite 4 aprile 2021.

Curiosamente, in un altro ciclo trigrammatico, il ciclo dei 28 anni (di distanza fra un altro di questi grandi picchi di frizione e il punto zero) il 21 febbraio 2020 è collegato direttamente alla fondazione della Unione Europea il 7 febbraio 1992, della quale quindi rappresenterebbe la Data Zero!

Nel ciclo trigrammatico dei 33 anni (una versione alternativa del ciclo dei 67 anni ) vediamo collegati il 25 febbraio 1986 (riforme sovietiche) e il 18 ottobre 2019, il 26 aprile 1986 (Chernobyl) con il 17 dicembre 2019, il 14 giugno 1988 (devastanti incendi nel parco del supervulcano Yellowstone) e (4) febbraio 2022, 23 giugno 1988 (dichiarato iniziato il Global Warming) e il 13 febbraio 2022, e l’ 11 agosto 1988 (fondazione di Al Qaeda) e il 3 aprile 2022.

Noi del blog ( a dire il vero io) a gennaio avevamo individuato, seguendo la timeline del 2022, la potenzialità. secondo il grafico Sheliak, diverso dal Kelley e dal Watkins usati da Peter Meyer, sviluppatore del software, di una enorme e duratura discesa nella novità in un periodo compreso fra il 9 gennaio 2020 (prima vittima del Covid – 19) e l’ 11 febbraio 2020 (coniato nome del Covid) che sarebbe culminato fra il 17 luglio 2020 e il 19 agosto 2020, e questa è una forte potenzialità che sia effettivamente accaduto in questo modo, una cosa che valorizzerebbe le timelines che avevamo analizzato negli anni scorsi in seguito alla rivoluzione dei Gilet Gialli in Francia: 21 giugno 2022, 10 luglio 2022, 24 luglio 2022. Secondo questa prospettiva, allora fra il 14 maggio e il 16 giugno 2020 dovremmo vedere la fine dei periodi di quarantena, con la risonanza diretta del debutto delle automobili e dell’ enorme cambiamento che hanno apportato nella società. La versione dei grafici Kelley e Watkins per questa timeline non sembra essere corretta, visto che posiziona un eccezionale discesa nella novità più avanti, fra maggio e agosto 2020, mentre noi sappiamo che dovrebbe essere già iniziata.

LA GUERRA AL COVID IN RISONANZA CON LE GUERRE MONDIALI DEL NOVECENTO

“COVID-19 is, in effect, World War III (or later) in terms of the level of innovation we’re seeing. Almost every aspect of society is faced with significant challenges, forced to adjust, to adapt.”

(Il Covid – 19 è a tutti gli effetti una sorta di Terza Guerra Mondiale (o altro numero) in termini del livello di innovazione e cambiamenti che stiamo osservando. Quasi ogni aspetto della società ha affrontato enormi sfide e ostacoli , forzata ad adattarsi e a cambiare)

Ecco quindi una altra prospettiva: allacciare la “guerra al coronavirus” direttamente alle due guerre mondiali del ‘900. Otteniamo così date zero nel 2021: (11 novembre 2019 anniversario e 28 giugno 1914 – 14 luglio 2021 oppure 12 marzo 2020 la prima celebrità colpita dal Covid è stato Tom Hanks con moglie, che potrebbe allacciarsi all’ assassinio dell’ Arciduca e moglie il 28 giugno 1914 – data zero qui sarebbe 15 novembre 2021) (Se invece connettiamo l’ 8 – 11 marzo 2020 al 1 settembre 1939 otteniamo data zero 17 – 21 giugno 2021)





Approfondimento timewave zero – nuovo software online e le risonanze storiche (standard e trigrammatiche)

20 01 2021

APPROFONDIMENTO TIMEWAVE ZERO – nuovo software online e le risonanze storiche ( standard e trigrammatiche )

https://twz.noonian.io/

https://twz-doc.noonian.io/index.php/blog-posts/

E’ un gran giorno per gli studiosi del grafico e della teoria della Timewave Zero ( sistema di tempo frattale )! Giorni fa ( cliccate sui link ) è stata lanciato una nuova versione “moderna” del software ( anche se evidentemente deve ancora essere perfezionato – in questo momento da pc fisso non è possibile accedere al grafico, ma sul tablet Ipad funziona ) che si può utilizzare proprio come quello di Peter Meyer.

Per qualche motivo, mi era venuta voglia di cercare qualche software timewave “clandestino” e ho trovato questo software legale e liberamente accessibile. Da adesso lo studio della ciclicità storica della timewave verrà molto agevolata.

Visualizza immagine di origine
Risultato immagine per novelty theory

“L’I Ching interpreta il tempo come un numero finito di elementi distinti e irriducibili, allo stesso modo in cui gli elementi chimici compongono il mondo della materia. Per i saggi taoisti della Cina pre-Han, il tempo era composto da sessantaquattro elementi irriducibili.”    

https://images-na.ssl-images-amazon.com/images/I/71SAPAtcOnL.jpg                                                                                            

Nessuna descrizione della foto disponibile.

1900 – 2021 – Kelley – 4 agosto 2021

Nessuna descrizione della foto disponibile.

1900 – 2021 – Sheliak – 4 agosto 2021

Nessuna descrizione della foto disponibile.

1900 – 2022 – Kelley – 10 luglio 2022 e sotto il grafico Sheliak per stessa data zero

Nessuna descrizione della foto disponibile.
Visualizza immagine di origine

La TIMEWAVE si basa su due versioni di serie di cicli storici: quella STANDARD e quella TRIGRAMMATICA. La serie standard parte da un ciclo storico di 4306 anni ( che non è comunque il primo, ma è il primo della narrazione storica umana ) che parte dagli anni 2280 A. C. nella sesta dinastia dell’ Antico Egitto, un ciclo di 67 anni che ( se la Data Zero si trova fra 2020 e 2023 ) fra il 28 febbraio 1953 ( scoperta del DNA, alla quale è collegato l’ I Ching, al quale è collegata la timewave – Data Zero 10, 11 giugno 2020  ) e il febbraio del 1956    ( quando debuttano Elvis e Monroe – Data Zero giugno 2023 ), un picco di inizio di discesa nel fattore Novità che rappresenta una tappa fondamentale che si situa fra agosto 1975 e fine 1978, a 44 – 45 anni di distanza dalla Data Zero, un ciclo di 384 giorni, e uno di 6 giorni.

All’ interno di ciascuno di questi cicli, l’ intera storia umana viene rivissuta e riepilogata a velocità sempre maggiore e ad intensità sempre maggiore, e nella versione ( dimensione o livello ) standard della timewave un anno singolo di Storia viene compresso nello spazio di 6 giorni.

La serie di cicli trigrammatici si svolge più rapidamente, per esempio si comincia da un ciclo di 2154 anni         ( anni 130s A. C. ) ( prima guerra degli schiavi nell’ Impero Romano, e il Confucianesimo viene adottato dalla Cina ) e poi segue un ciclo di 269 anni che parte dai 1750s ( fase della Rivoluzione Industriale ) ( per esempio se la Data Zero è 4 agosto 2021 si allaccia all’ esperimento dell’ aquilone di Benjamin Franklin nel 1752 ), segue un ciclo di 33 anni ( 1986 – 2020, 1987 – 2021 ( per esempio 19 ottobre 1987 – 12 giugno 2021 ), 1988 – 2022, 1989 – 2023 ), a cui segue il picco di discesa verso la novità a 28 anni di distanza dalla Data Zero ( 1992 – 2020, 1993 – 2021, 1994 – 2022, 1995 – 2023 ), a cui segue un ciclo di 4 anni, 2 mesi e mezzo di distanza dalla Data Zero, un ciclo di 6 mesi e 12 giorni, un ciclo di 24 giorni, e infine un ciclo di 3 giorni.

Nella dimensione trigrammatica, un anno singolo di Storia viene compresso in 3 giorni.

Guardando a tutti i potenziali allacci, la Data Zero si può stimare come classifica: luglio 2022, luglio 2021, 12 giugno 2021, seguito da 21 giugno 2022, 25 maggio 2021, 25 maggio 2022, 10 – 11 giugno 2020, febbraio 2023, giugno 2023.

DETERMINARE LA DATA ZERO

Visualizza immagine di origine

“Lo sciamanesimo non è una curiosa preoccupazione degli antropologi culturali: lo sciamanesimo è il modo in cui la religione è stata praticata nei suoi primi milioni di anni. Fino a circa 12.000 anni fa, non esisteva altra forma di religione su questo pianeta; era così che le persone raggiungevano un qualche tipo di accesso al sacro.”

Human history represents such a radical break with the natural systems of biological organization that preceded it, that it must be the response to a kind of attractor, or dwell point that lies ahead in the temporal dimension. Persistently western religions have integrated into their theologies the notion of a kind of end of the world, and I think that a lot of psychedelic experimentation sort of confirms this intuition. The basic intuition, that the universe seeks closure in a kind of omega point of transcendance, is confirmed.

History is ending. I mean, we are to be the generation that witnesses the revelation of the purpose of the cosmos. History is the shock wave of the eschaton. History is the shock wave of eschatology, and what this means for those of us who will live through this transition into hyperspace, is that we will be privileged to see the greatest release of compressed change probably since the birth of the universe. The twentieth century is the shudder that announces the approaching cataracts of time over which our species and the destiny of this planet is about to be swept.

Fin dal 2013 mi sono impegnato a calcolare la potenziale Data Zero “definitiva”, ma ovviamente ci sono così tanti aggiustamenti da fare e calcoli da produrre che è quasi impossibile anticipare una Data Zero certa. Sicuramente è possibile fare una ottima stima, perché Meyer ci ha spiegato come bisogna fare per trovarla:

Innanzitutto bisogna guardare i punti chiave di allaccio ai cicli storici, per esempio bisogna trovare un “evento fondamentale” della massima importanza negli anni ’70 del ‘900 e calcolare un tot di giorni per arrivare alla Data Zero che si trova a circa 45 anni di distanza dal Grande Picco, che segnala l’ inizio della discesa e quindi il punto di maggiore frizione e “attrazione” verso l’ Eschaton. E io ne ho raccolti alcuni. ( Per esempio 31 luglio 1976 la faccia su Marte – 12 giugno 2021, agosto 1976 comincia epidemia di ebola – luglio 2021, 28 luglio 1976 super sisma in Cina – 9 – 10 giugno 2021, settembre 1976 muore Mao in Cina – luglio 2021, 3 settembre 1976 le prime immagini a colori di Marte – 14 luglio 2021 ); da questo punto di vista le date del 1977 per una data zero nel 2022 sono forse più “soddisfacenti”, per esempio 12 agosto 1977 lo Shuttle – 21 giugno 2022, 15 agosto 1977 il wow signal del Seti – 24 giugno 2022, 3 settembre 1977 il pc Commodore, 5 settembre 1977 il lancio di una delle Voyager – 15 luglio 2022, ma anche per il 2023 una particolare data che è importante per la Cina (dicembre 1978 la riforma economica – 1 novembre 2023 ).

Poi bisogna stimare un punto di inizio del ciclo dei 67 anni e calcolare un tot numero di giorni. ( Qui in particolare spicca il 28 febbraio 1953 della scoperta del DNA – 10 – 11 giugno 2020 ), Rock Around The Clock del 1954 ( luglio 2021 ) Con le trigrammatiche questo procedimento appare più semplice, visto che il ciclo dei 269 anni ci porta chiaramente a prendere come punto di riferimento la Rivoluzione Industriale, che noi sappiamo essere iniziata nel 1750. Fra queste spicca la data del giugno 1752 di Franklin e il suo esperimento ( 4 agosto 2021 ) ed è più semplice trovare un punto di allaccio a metà – fine anni ’80, come anche è facile trovare delle potenziali tappe per il Picco nell’ era dell’ inizio della diffusione di Internet. Si viene anche aiutati dal ciclo intermedio che permette di stabilire una tappa negli anni più recenti ( 4 anni, 2 mesi e mezzo di distanza ), per esempio date nel 2015 – 2016 per il 2020, e altre fra cui spicca la data dell’ inizio del procedimento Brexit ( 29 marzo 2017 – 12 giugno 2021 ), la data dell’ attacco in Siria ( 6 aprile 2017 – 21 giugno 2021 ), l’ Oggetto Interstellare Oumuamua del 2017, la presa di potere di Jinping ( 11 marzo 2018 – 25 maggio 2022 ) e l’ incontro diplomatico fra le Coree ( 27 aprile 2018 – 10 luglio 2022 ).

Più semplicemente, con la formula di Meyer si cerca di collegare gli eventi attuali usando la versione standard del grafico, per esempio per valutare le potenziali del 2022 mi ero allacciato al collegamento “Rivoluzione Francese 1789 – Gilet Gialli 2018” ( 17 novembre 2018 – 10 luglio 2022 – 1 dicembre 2018 – 24 luglio 2022)  e da lì sono andato avanti, sempre tenendo conto della regola 1 anno – 6 giorni, mentre adesso con la crisi del Covid appare chiaro come essa sia collegabile alla Seconda Guerra Mondiale, che quindi favorisce le potenziali per il 2021.

Con questo sistema la mia classifica di favorite vede: al primo posto 4 agosto 2021, poi le 3 date di luglio 2022, e quella del 14 – 16 luglio 2021. Anche se, per essere precisi, paragonando la crisi Covid alla seconda guerra mondiale, con la regola di 1 anno – 6 giorni, bisogna valutare che l’ allaccio al settembre 1939 si trovi in marzo 2020 ( o forse anche prima ) piuttosto che inizio aprile o fine aprile 2020 ( per esempio la data della dichiarazione di pandemia, 11 marzo 2020 – 1 settembre 1939 – 21 giugno 2021 ). Mi sono anche fatto una timeline della crisi Covid che parte dal 22 novembre 2019 fino al 24 marzo 2020.

Ad ogni modo, è chiaro che l’ intensità degli eventi si è compressa ed è aumentata di molto negli scorsi mesi, cosa che fa pensare che la data dell’ Eschaton della timewave sia sempre più vicina, senza andare fino al 2023, io mi concentrerei su 2021 e 2022. E’ chiaro che il diffondersi del ” Virus – Alieno – Extraumano – Oggetto ignoto ” è una delle ultime anticipazioni dell’ “Oggetto trascendentale” di Mckenna, che rappresenta quello che succederà nella Data Zero, l’ impatto, per la Storia umana, con un Grande Attrattore, che ha plasmato e influenzato tutte le epoche del passato. Più ci si avvicina, più se ne avverte la fragranza, se vogliamo, e ora sappiamo di essere vicinissimi alla fonte.

Poi c’è anche la possibilità di valutare quel periodo di 2 mesi di grandissimo influsso di novità che Mckenna posizionava a 16 anni di distanza dalla Data Zero, per esempio si va fra il 2003 e il 2005 per la stima fra 2020 e 2022.

E inoltre è possibile valutare la serie più recente di “salti di novità” che accadono puntualmente ogni tot anni sul grafico, e sono 64 giorni di grande influsso di novità, ognuno dei quali rappresenta una sorta di anticipazione dell’ Eschaton. Per quanto riguarda questa analisi, i risultati più soddisfacenti li danno in classifica queste timelines: 16 luglio 2021, 12 giugno 2021, 24 luglio 2022.

Questa estate, sul grafico Kelley, saremo in grado di valutare se avverrà uno di questi salti di novità, fra il 14 maggio e il 16 giugno 2020 dovrebbe iniziarne uno, se la Data Zero è nel 2022. Anche se in realtà avevamo già stabilito che il grafico più corretto è quello di Sheliak, sul quale si può notare come la discesa molto intensa nella novità ha indovinato le principali date della crisi Covid ( 13 dicembre 2019 – 9 gennaio 2020 – 28 gennaio 2020 – 11 febbraio 2020 ) e quindi tecnicamente si dovrebbe vedere il culmine di questo influsso fra il 20 giugno e il 19 agosto 2020. Da questo punto di vista, la versione Sheliak per il 2021 vede date come 10 gennaio 2019 – 21 giugno 2021 (Venezuela), 13 dicembre 2018 – 25 maggio 2021 (Gilet Gialli) e 23 febbraio 2019 – 4 agosto 2021 (Venezuela) e quindi ci avviciniamo al ciclo dei 384 giorni.

In psychology, novelty seeking (NS) is a personality trait associated with exploratory activity in response to novel stimulation, impulsive decision making, extravagance in approach to reward cues, quick loss of temper, and avoidance of frustration.[1] It is measured in the Tridimensional Personality Questionnaire as well as the later version Temperament and Character Inventory and is considered one of the temperament dimensions of personality. Like the other temperament dimensions, it has been found to be highly heritable. High NS has been suggested to be related to low dopaminergic activity.[2] In the revised version of the Temperament and Character Inventory (TCI-R) novelty seeking consists of the following four subscales:

  1. Exploratory excitability (NS1)
  2. Impulsiveness (NS2)
  3. Extravagance (NS3)[3]
  4. Disorderliness (NS4)

IL VENTESIMO SECOLO (+ 2000 – 2001 ) NELLA DIMENSIONE TRIGRAMMATICA DELLA TIMEWAVE ZERO

Visualizza immagine di origine

Grazie al nuovo software è stato possibile trovare una altra prospettiva sulla ricorsività storica per il Ventesimo secolo.

Grazie all’ ausilio delle risonanze storiche trigrammatiche è possibile trovare collegamenti “eleganti” quanto “inquietanti” come per esempio: ( data zero 21 giugno 2022 – il massacro al concerto del Bataclan del 2015 si allaccia al concerto di Woodstock del 1969, e anche al primo spettacolo teatrale al Globe Theatre del 1599).

Ora sappiamo che, con minime variazioni fra una data e l’ altra, sulle timelines per la potenziale nel 2021:

1900 – 2001 equivalgono a ( 4 agosto 2021 ad esempio ): 1048 – 1863, 10 settembre 2019 – 13 aprile 2021, 24 maggio 2006 – 14 febbraio 2019, 9 maggio 2021 – 21 luglio 2021. Quindi vediamo come 101 anni vengono compressi, e nella prima classificazione, ogni singolo anno ripercorre 8 anni del passato remoto, lungo 813 anni, come anche lungo 12 anni, 9 mesi e 11 giorni, e 1 anno, 7 mesi e 2 giorni e qualche settimana nel 2021.

Sempre con minime variazioni fra una data e l’ altra, sulle timelines per la potenziale nel 2022:

1900 – 2001 equivalgono a ( 10 luglio 2022 ad esempio ): 1042 – 1856, 10 agosto 2020 – 13 marzo 2022, 17 marzo 2007 – 8 dicembre 2019 – 14 aprile – 25 giugno 2022.

Prendiamo in esame 1048 – 1863 uguale 1900 – 2001, ogni 8 anni di passato remoto viene compresso in un singolo anno del Ventesimo secolo:

Vediamo come il “secolo delle guerre mondiali” si allaccia al periodo delle Crociate, a partire dalla prima, 1095, collegata al 1905, la fase gotica nel 1910, Saladino dal 1911, l’ assassinio di Becket intorno al 1914 – 1915, e poi in prima guerra mondiale abbiamo Saladino al potere, la battaglia di Legnano e la sconfitta di Barbarossa, le battaglie dei samurai in Giappone, lo shogun, la caduta di Gerusalemme, la morte di Barbarossa, nel 1917 la resa di Acri e la cattura di Cuor di Leone, poi dopo entro il 1919 abbiamo la ascesa dei Mongoli, il sacco di Costantinopoli, il declino dell’ impero bizantino, Kublai Khan entro il 1927, Marco Polo che torna dalla Cina entro il 1931, la epoca di Dante dal 1932, nel 1933 la Crisi del ‘300, la fine dell’ Ordine dei Templari, Dante. Nel 1934 abbiamo l’ arrivo della polvere da sparo in Europa, i cannoni, gli aztechi, nel 1936 durante la guerra civile di Spagna ci si allaccia all’ inizio della Guerra dei 100 anni, dal 1937 la Peste che devasta l’ Europa.

Durante la seconda guerra mondiale abbiamo la dinastia Ming, lo scisma d’ Occidente, la grande battaglia di Kosovo del 1389, la ascesa di Tamerlano e il sacco di Baghdad dove si fecero stragi e pile di teschi, la morte di Tamerlano, la espansione della Cina, nel 1945 la battaglia di Agincourt, la fine dello scisma, la battaglia di Tannenberg (Polonia contro cavalieri teutonici), dopo negli anni seguenti abbiamo Giovanna d’ Arco, le caravelle, Aztechi e Incas, nel 1949 la invenzione dell’ alfabeto Coreano, entro il 1950 la invenzione della stampa, nella decade dei ’50 abbiamo anche la epoca dei Medici in Italia, il Rinascimento, nel 1953 Ivan III di Russia contro il Khan della Orda d’ Oro e la fondazione della Russia, poi i Tudor, e nel 1955 la scoperta della America ( debutta culturalmente il primo Disneyland ), Tordesillas, Savonarola, le spezie, Vasco da Gama. Nel 1956 la scoperta del Brasile, il David di Michelangelo, la Ultima Cena di Da Vinci, nel 1957 il nome di America spunta fuori, poi la Cappella Sistina e nel 1958 abbiamo Martin Lutero, il Sacro Romano Impero, i Conquistadores contro gli aztechi, Magellano, nel 1959 la ribellione dei contadini in Germania, Solimano contro la Ungheria e Vienna, il sacco di Roma. Negli anni ’60 abbiamo le vicende di Enrico VIII e Bolena, gli Incas conquistati, Pizarro, Tommaso Moro, poi Copernico e la sua rivoluzione nel 1961 del primo uomo nello spazio, il Concilio di Trento verso il Concilio Vaticano II, nel 1542 un sacerdote difende la causa degli indigeni, poi entro il 1962 abbiamo Ivan il Terribile di Russia e la costruzione di San Basilio a Mosca, nel 1963 Ivan diventa cattivo, accordo fra cattolici e protestanti, e persino un allaccio a Kennedy, e cioè la morte accidentale del Re di Francia, nel 1559, ucciso da una lancia conficcatasi nell’ occhio.

Poi abbiamo Galileo entro il 1965, con il primo atlante, la battaglia di Lepanto, il massacro di Parigi, poi nel 1966 l’ arrivo del cacao in Europa, il primo giro del mondo. Nel 1967 l’ epoca dei corsari di Francis Drake, nel 1968 collegato al Maggio Francese vi è l’ editto di Nantes per la libertà religiosa, il debutto al Globe Theatre di Shakespeare, le compagnie di India, e l’ acme dell’ Impero di Spagna. Nel 1969 Guy Fawkes, i sonetti di Shakespeare, la novella di Don Chisciotte.

Negli anni ’70 abbiamo la tratta degli schiavi, l’ arrivo del tabacco in Europa, Pocahontas, nel 1971 i padri pellegrini in America, l’ inizio della Guerra dei 30 anni a Praga, e ancora il mercato degli schiavi. Nel 1972 la costruzione di San Pietro, il processo di Galileo, la fondazione di New York, la scoperta del funzionamento del cuore. Nel 1973 la febbre dei tulipani, la rivolta in Catalogna, Descartes, e la liberazione del Portogallo e anche l’ isolamento del Giappone. Nel 1974 ad allacciarsi all’ Impeachment di Nixon abbiamo il processo al Re Inglese nella guerra civile britannica, il collasso dei Ming, la fine della guerra dei 30 anni. Nel 1976 la scoperta dei microorganismi, e la resa di New York agli inglesi. Nel bicentenario degli Usa la monarchia inglese viene restaurata. Nel 1977 l’ incendio di Londra e nell’ anno del wow signal al Seti abbiamo il telescopio di Newton, poi nel 1978 della riforma cinese abbiamo la rivolta dei Ming, nel 1979 il Re Sole, Versailles, Newton e la gravità e la matematica, e allacciato alla crisi ostaggi all’ ambasciata statunitense abbiamo l’ assedio di Vienna da parte degli Ottomani, e la fine della loro espansione verso l’ Europa entro il 1980.

Negli anni ’80 abbiamo la caccia alle streghe, la modernizzazione della Russia, il primo trattato fra la Cina e un paese estero, Pietro il grande lo Zar, e la invenzione di un primitivo calcolatore digitale – meccanico. Nel 1981 abbiamo il motore a vapore del 1698, la fondazione di San Pietroburgo, nel 1982 abbiamo la Russia che si conferma come potenza nei baltici, la nascita della Gran Bretagna, e nel 1983 in uno degli anni caldi della guerra fredda abbiamo la invenzione del termometro, i turchi cacciati dai balcani, il rovesciamento dell’ impero persiano, la era della pirateria, e la ulteriore modernizzazione della Russia.

Nel 1985, più o meno quando venne inventata la stampante 3d abbiamo la invenzione della spoletta volante, inizia il più lungo regno di Cina, Linneo fa classificazione della natura, nel 1986 abbiamo la Prussia come potenza, nel 1987 abbiamo la rivoluzione industriale di metà ‘700 che inizia in Inghilterra, e la prima enciclopedia, nel 1988 abbiamo il dizionario della lingua inglese, la guerra dei 7 anni, Caterina la Grande, l’ assassinio dell’ imperatore russo.

Nel 1989 abbiamo ancora la guerra dei 7 anni, Mozart, Caterina di Russia, lo stamp act che genera la rivolta in america, Watt e il motore a vapore.

Si continua, più o meno all’ inizio della Pax Americana e della ascesa della potenza unipolare statunitense abbiamo nel 1990 la Rivoluzione Americana, Washington, la spartizione della Polonia, e nel 1991 abbiamo la dichiarazione di indipendenza americana (1783), la rivoluzione della industria tessile, la fabbrica moderna, la produzione su larga scala, la scoperta di Urano (il primo nuovo pianeta, mentre negli anni ’90 si scoprono i pianeti “Oltre Nettuno” della astrologia postmoderna), e l’ allaccio fra la eruzione del Pinatubo e quella del 1783 del Laki.

Più avanti, nel 1992 abbiamo la costituzione americana, il primo presidente Usa, il Times, Ottomani cedono la Crimea, e la Rivoluzione Francese, e anche la rivolta degli schiavi di Haiti (forse un allaccio alle proteste violente di Los Angeles?), i diritti delle donne e dell’ uomo, il Regno del Terrore. Nel 1993 abbiamo la prima vaccinazione, ancora il regno del terrore di Francia, le guerre napoleoniche, la batteria di Volta, la stele di Rosetta e gli studi sui geroglifici, la divisione della Polonia, e la capitale statunitense. Nel 1994 abbiamo la ascesa di Napoleone, la locomotiva a vapore, la fine del Sacro Romano Impero, la abolizione della tratta degli schiavi in Gran Bretagna, il Romanticismo. Nel 1995 il declino di Napoleone, Waterloo, il congresso di Vienna, i ludditi, nel 1997 l’ incendio del parlamento inglese, nel 1998 la battaglia di Alamo, la Regina Vittoria, le navi a vapore (notare la associazione con il film Titanic, più o meno), la Cina assoggettata all’ Occidente, il Great Trek in Sudafrica, il Circolo Pickwick nell’ era di Harry Potter.

Nel 1999 il Quarantotto, Marx e il comunismo, la satira, il codice morse, il telegramma, la corsa all’ oro. Nel 2000 la crisi dei Taiping in Cina, la Grande Esibizione Britannica che affascina il mondo, proprio mentre la cultura americana pre – 911 è al culmine della sua percezione di sicurezza, il telegrafo, rotto isolamento del Giappone ( siamo al culmine del fascino della cultura giapponese ), la nascita del partito Repubblicano negli Usa. Nel 2001 abbiamo il Darwinismo, la – Guerra civile statunitense – proprio nell’ anno del 911, la rivoluzione di Garibaldi, forse collegata alle proteste violente di Genova, l’ Unione di Italia, emancipazione degli schiavi in Usa, Guerra e Pace di Tolstoj, la uccisione di Lincoln, forse anche questo collegato al 911.

Dal 1864 in poi siamo nell’ epoca post – 11 settembre, quindi verso l’ impero tedesco, la seconda guerra afghana, la invenzione del telefono, le battaglie contro i nativi americani, le automobili, lo scramble europeo dell’ Africa, la connessione fra lo tsunami del 2004 e il maremoto del Krakatoa nel 1883, il primo segnale radio in tempo per l’ emergere di Twitter nel 2006, ed entriamo nell’ epoca delle guerre mondiali entro il 2008, forse con l’ assassinio della Bhutto. Il massacro di Amritsar potrebbe essere connesso all’ attacco Indiano del 2008, poi in tempo di Crisi economica abbiamo i problemi di iperinflazione in Germania, entro il 2009 la Urss, poi nel 2010, con la crisi greca e dell’ Euro abbiamo il 1929 e la depressione economica. Forse lo schianto dell’ Hindenburg è collegabile allo schianto che ha portato via il governo polacco con un aereo nel 2010, l’ epoca dei grattacieli e dell’ Empire mentre nel 2010 sorge il Burj Khalifa a Dubai.

Dal 2011 siamo in epoca di Seconda Guerra Mondiale, dove forse Hiroshima si allaccia a Fukushima o alla fissione nucleare del 1938 che inizia la era atomica. Nel 1939 abbiamo anche il monito di Einstein sul nucleare. Dal 2012 siamo in fase di guerra fredda, poi gli anni ’50 contenuti nel 2013 (per esempio la crisi egiziana di Suez e i massacri in Egitto del 2013 con il colpo di stato) oppure il 1955 di Disneyland nell’ anno del film “clandestino” horror girato a Disneyland. Poi James Dean come Paul Walker.

Nel 2014 sotto presidenza di Obama siamo alla rivisitazione dei ’60 di Martin Luther King, con le rivolte dei ’60 e forse la morte di MLK legata alle vicende razziali di Ferguson del 2014. Nel 2015 abbiamo la crisi petrolifero – energetica scatenata dall’ Iran nei ’70, e fra il 2014 e il 2015 abbiamo il Sessantotto. Nel 2019 viene sconfitto l’ Isis, come nel 2003 viene sconfitto Saddam. Nel 2020 siamo nell’ epoca della grande crisi del 2008, la epidemia del 2009 – 10, Wuhan forse allacciabile a Fukushima 2011.

RISONANZE STORICHE – 9/11 SULLE TRIGRAMMATICHE

Nessuna descrizione della foto disponibile.
Nessuna descrizione della foto disponibile.

L’ 11 settembre 2001 è ben rappresentato sul grafico con data zero 14 luglio 2021, e anche su quella con data zero 10 luglio 2022, 15 luglio 2022 e 21 giugno 2022, 25 maggio 2022, e anche su quelle del 10 giugno 2020 data zero e 12 luglio 2020 data zero, rispetto alle altre in lista che ho analizzato.

Sulle timelines con data zero nel 2021 l’ 11 settembre si allaccia agli anni della Guerra Civile Usa, e per 4 agosto 2021 anche al 748 della rivoluzione Abbaside e del massacro di Baalbek, mentre su quella per 12 giugno 2021 si allaccia alla campagna di Gettysburg del 1863 e alla battaglia cinese da 30.000 vittime di Suiyang nel 757. Per quella del 21 giugno 2021 si allaccia sia alla guerra civile Usa che alle turbolenze della civiltà Maya nel 755, con sconvolgimenti sociali, guerre, e l’ inizio dell’ emirato di Cordoba.

Sulle timelines per il 2022, per esempio 10 luglio 2022, non c’è allaccio alla guerra civile Usa, ma c’è invece allaccio al procedimento di impeachment per Trump nel dicembre 2019 (10 luglio e 24 luglio 2022).

RISONANZE STORICHE – PARIGI 2015 SULLE TRIGRAMMATICHE

Qui vediamo, per 4 agosto 2021 un allaccio fra 13 novembre 2015 e 24 aprile 1655, il massacro di Pasqua dei Valdesiani, 1500 vittime. Per 15 luglio 2022 un allaccio con il 28 aprile 1969 quando si dimette De Gaulle, per 24 luglio 2022 un allaccio con il 28 dicembre 1968, l’ attacco all’ aeroporto di Beirut, la Parigi del medio oriente, che fra l’ altro venne attaccata il giorno prima di Parigi nel 2015. Nel 1593 abbiamo anche l’ allaccio all’ arrivo di Enrico IV a Parigi. Per 21 giugno 2021 abbiamo allaccio al 1976, agosto, attacco sniper in Kansas, e le dimissioni di Chirac, e nel 1662 Fouquet viene bannato dalla Francia. Per data zero giugno 2020 c’è allaccio all’ 8 settembre 1727, un incendio ad uno spettacolo di marionette in Inghilterra, con molte vittime, per data zero 25 maggio 2021 c’è allaccio al 1667 (24 maggio, guerra di devoluzione, i francesi contro i flanders, la prima guerra di espansione francese). Per 25 maggio 2022 c’è allaccio con il 1970 ( era stato pianificato attacco a sala da ballo per soldati in Usa, affonda il sommergibile francese Eurydice).

Ma il più elegante e convincente, forse, allaccio con il 13 novembre 2015 e la strage al teatro Bataclan durante un concerto, abbiamo allaccio a Woodstock 1969, il bagno di sangue di Abo nel 1600, e la prima performance al Globe Theatre del 1599.

Per quanto riguarda invece LA STRAGE DI NIZZA 2016 (14 LUGLIO) abbiamo trovato allacci con la guerra dei 30 anni (luglio 2022) e l’ inizio dell’ intervento francese nel 1636, con anche la prima performance di El Cid a Parigi, ma l’ allaccio più sorprendente al 14 luglio 2016 è quello con il 20 maggio 1770, la stampede di Parigi alle celebrazioni del matrimonio reale, con più di 100 vittime. Nello stesso anno abbiamo il massacro di Boston, e il terremoto di Port – Au – Prince, e una battaglia fra Russi e Ottomani con migliaia di vittime. Questo però se la Data Zero si trova in giugno 2020.

Interessante anche un allaccio che ho trovato per Data Zero 4 agosto 2021, per i giorni fra 8 e 10 marzo 2020 della messa in stato di quarantena dell’ Italia e gli anni di inizio ‘300 di Dante, con il suo “viaggio” di ispirazione per la Divina Commedia, l’ esilio a Firenze del 1301 e quando venne messo “al confino” nel 1302.

The principal device of the Timewave Zero theory is a fractal function (constructed using numerical values derived from the King Wen Sequence of I Ching hexagrams) which maps time onto ‘novelty’. This theory was developed by Terence McKenna (1946-2000) from the early 1970s to the late 1990s, and was first described by him in the book The Invisible Landscape (1974), written with his brother Dennis. This theory follows from

the “revealed” axiom that all phenomena are at root constellated by a wave form which is the hierarchical summation of its constituent parts, morphogenetic patterns related to those in DNA. … We argue that the theory of the hyperspatial nature of superconductive bonds, and the experiment we devised to test that theory, yielded … a modular wave-hierarchy theory of the nature of time that we have been able to construe, using a particular mathematical treatment of the I Ching, into a general theory of systems, which illuminates the nature of time and organism and provides an idea model which explains the interconnection of physical and psychological phenomena from the submolecular to the macrocosmic level.

— Dennis and Terence McKenna, The Invisible Landscape, original (1975) edition, pp. 101-103

… and we have assumed the most recent such epoch to have begun in 1945. The end of World War II and the development of atomic weapons and their use in war are forms of novelty whose appearance attended the shift of epochs that created the post modern world. If our understanding is correct, then the same 67+-year cycle at, or near, the end of a 4300 year cycle will terminate around the year 2012 …

Op.cit., p. 124

timewave imageAlfred North Whitehead proposed … that history grows toward what he called a “nexus of completion.” And these nexuses of completion themselves grow together into what he called the “concrescence.” A concrescence exerts a kind of attraction, which can be thought of as the temporal equivalent of gravity, except all objects in the universe are drawn toward it through time, not space.  As we approach the lip of this cascade into concrescence, novelty, and completion, time seems to speed up and boundaries begin to dissolve. The more boundaries that dissolve, the closer to the concrescence we are. When we finally reach it, there will be no boundaries, only eternity as we become all space and time, alive and dead, here and there, before and after. Because this singularity can simultaneously co-exist in states that are contradictory, it is something which transcends rational apprehension. But it gives the universe meaning, because all processes can be seen to be seeking and moving in an effort to approximate, connect with, and append to this transcendental object at the end of time.

— Terence McKenna, Timewave Zero and Language

Inizio modulo Fine modulo

The movement into the future always involves the revisioning of the past.  … History turns on a spiral, and with each turn it comes back on a new level to the initial position, from the Freemasonry of Mozart’s Magic Flute to the Hermeticism of the Renaissance to the syncretism of Plutarch’s Roman Empire to the New Kingdom and the reformation of Egyptian religion to the Old Kingdom and the founding of civilization.

— William Irwin Thompson, The Time Falling Bodies Take To Light, pp. 208-210

Not the least part of the fascination that history exerts over [some of] us, especially if we belong to an old country with longer memories and perspectives, is to recognize the recurrence of similar situations, to watch the parallels that occur, the patterns that unfold in familiar shapes though never precisely the same. The game has an intellectual, no less than an aesthetic, interest: we should be able to learn from these recurring situations, these patterns of events and parallels of conduct, not to make comparable mistakes.

— A. L. Rowse, The Early Churchills, p. 218

The Oversoul as Saucer

Visualizza immagine di origine
Visualizza immagine di origine

There is building in global society an increasingly intense expectation of the intervention into human history by UFOs. It is very similar in tone to the buildup of messianic expectation in the Hellenistic world in the several centuries preceding the birth of Christ. The leaders of Roman society may have been caught off guard by the appearance of Christ, but they had no one to blame but themselves since milllions of people in the ancient world were expectantly awaiting some kind of messiah. So today, science and govenment koo-koo the idea of world contact with the UFOs, while the contact cults grow ever larger and more insistent that contact is about to occur.

Imagine, therefore, what you may never have seriously imagined before. Imagine what would happen if the UFOs were to appear. Imagine a spaceship of the close encounters of the third kind variety suddenly appearing in orbit around the Earth. Television and mass media would carry its image to every man, woman and child on the planet. Governments would be paralyzed. Science would be helpless to explain where it came from or how it got here. Millenarian hysteria would break out everywhere. The UFO would be hailed as savior and denounced as antichrist. The end of the world would appear imminent, and all this would occur before the contact was more than a visual image. Then the UFO would begin its revelation. Vast displays of beneficent power can be expected. Perhaps it would mysteriously neutralize all weapons of mass destruction, or it might use some sort of ray to cure all terrestrial cancer. Whatever it does one may be sure that its actions will be impressive. Its actions will convert millions to the UFO religion in a space of hours. Indeed, its actions will be specifically designed to overwhelm us with the reality of its power and presence. That will close the first stage of the revelation.

The second stage will be the teachings. Telepathically imparted, the specifics of the teachings cannot be anticipated, but they will urge love, voluntary simplicity, concern for one another, renunciation of war, perhaps renunciation of the destructive application of science. Whatever the teachings, the UFO will promise immense reward to those who follow them and dire consequences for those who do not. And the teachings will be delivered in so poetically perfect a way, so rich in understanding and appealing nuances that no one will doubt their origin in a being wise and good and immensely superior to ourselves. The delivery of the teachings will set the stage for the third and last and most shocking phase of the revelation: the departure.

The saucer, promising vaguely to return, will simply disappear. The entire process could take less than a month. If this seems a short time recall that the entire public career of Christ lasted only three years. Christ’s career occured in a world where information could move no faster than a horse’s gallop. Yet three years in one small part of the world was all that was necessary to launch a world religion that was vital for 1500 years. In a world of electronic communication the impact of the saucer’s arrival, miracles, teaching and departure would be incalculable — even if it all occured within a month. The saucer would leave in its wake a science utterly unable to provide any answers to the important questions concerning what had gone on. The vast majority of people would be fanatical converts to the teachings of the saucer, and any institution in opposition to those teachings could expect to be swept away almost overnight. The departure of the UFO would create a sense of abandonment, the agony of which could be expected to echo in the human psyche for centuries. The only panacea would be the religion of the saucer, the religion left behind.

Science would be discredited and soon abandoned in favor of a thousand or more years of exegesis of the saucerian message. Is it not a familiar pattern in the light of our discussion of Christ and Rome?

Visualizza immagine di origine

Proprio come emerge da questi commenti che riprendono quelle intuizioni mckenneane: il Cristianesimo è stato un SUPER attrattore storico, che in qualche modo è riuscito a superare in estensione altri grandi attrattori storici del passato come le prime grosse culture mesopotamiche, l’antico Egitto, la Grecia e Roma (parlando delle nostre latitudini storico-culturali)…e forse, se ci pensate, è stato questo super-attrattore storico magari proprio perché il potere da lui assunto è riuscito a essere come un riassunto ricorsivo di quelle altre realtà-attrattori storici precedenti che ho citato. Se ci pensate, il momento di forte discontinuità rispetto al passato che possiamo chiamare “eschaton” – o “prima venuta” – è avvenuto in un tempo relativamente ristretto: 500 a.C – 500 d. C: mille anni di quell’apogeo di Grecia e Roma che, eredi soprattutto delle grandi culture mesopotamiche e del nord Africa, avrebbero condotto a quel Gesù Cristo che sarebbe divenuto una discontinuità storica tale (una singolarità vera e propria) da attirare e far ruotare intorno a sè tutta la storia occidentale futura. Una “eggregora” storica se vogliamo. Quindi la cosiddetta “seconda venuta” sarebbe un qualcosa di così potente ed esteso a livello di magnitudo storica tale da sganciare la mente occidentale dall’era iniziata col Cristianesimo e farla agganciare a un altro attrattore: un evento così enorme e onnicomprensivo tale da far dimenticare alle masse occidentali tutto il passato da almeno 2000 anni a questa parte. Gesù Cristo forse fu cosciente di essere una singolarità storica.

https://civiltascomparse.wordpress.com/2017/11/03/terence-mckenna-aveva-predetto-flashforward-senza-saperlo/

FlashForward

3 NOVEMBRE 2017 Forse i sogni stessi sono una traccia di questo evento futuro che ha attraversato le epoche come una sorta di riverbero

Immaginiamo che lo scenario escatologico previsto da Terence Mckenna si realizzi per davvero. Questa è la narrazione di uno scenario ipotetico, frutto di una INTUIZIONE riguardo allo scenario che si sarebbe verificato, secondo Terence Mckenna, durante il primo pionieristico esperimento di viaggio nel tempo. Lui non è arrivato a questa esatta conclusione, ma le sue stesse parole si allineano perfettamente allo scenario descritto nel libro Flashforward pubblicato nel 1999 con una serie tv dedicata uscita nel 2009. Potremmo essere davanti a uno scenario da film nella realtà, ma le dinamiche secondo cui questo fenomeno potrebbe realmente verificarsi sono ad ora inspiegabili. Ma se Mckenna ha ragione, questo fenomeno si verificherebbe in concomitanza con il primo esperimento di viaggio nel tempo.

Ho realizzato cosa stava descrivendo Terence Mckenna nel suo modello di “ primo viaggio nel tempo “: l’ ho capito leggendo il libro Flashforward
Mckenna diceva che mettere in pratica il viaggio nel tempo avrebbe significato comprimere il tempo in un singolo punto nello spazio – tempo, determinando un fenomeno imprevisto che avrebbe fatto apparire il futuro immediatamente sovrapposto al presente. Lo ha chiamato fenomeno del God Whistle.
Avevo già compreso che avrebbe implicato una singolarità tecnologica, ma non ero ancora arrivato a visionare per bene tutto questo processo da lui ipotizzato:
Bene, quindi se un individuo dovesse testare il viaggio del tempo per la prima volta, secondo il modello di Mckenna, ciò vorrebbe dire che un millesimo di secondo dopo la coscienza di ogni essere umano ( e forse persino creatura animale ) sulla Terra verrebbe trasferita in uno stato mentale non ancora sperimentato da creatura alcuna, simile alla fase REM del sonno. Ma a differenza del libro Flashforward dove si vede un tempo 20 anni nel futuro, o della serie , dove vediamo un tempo 6 mesi nel futuro, – noi vedremmo tutta la nostra vita come se qualcuno ci trasmettesse un file nel cervello – quindi tutto il possibile futuro da noi percepibile. Ciò potrebbe avere implicazioni inaudite e assolutamente imprevedibili.

Nel grafico timewave c’è un solo punto nello spazio tempo che fa collassare il sistema. Mckenna aveva persino pensato si sarebbe trattato della fine dell’ umanità…Ma non sarà così …sarà infatti l’ unico momento nella storia dell’ umanità dove mancherà un osservatore e uno stato di coscienza. Inoltre ci sarà la minore attività umana e cosciente nella storia del pianeta. E sarà una esperienza che ogni umano ( e forse ogni creatura animale abbastanza cosciente di sè ) potrà vivere. Dunque questo evento è l’ unico in grado di far davvero collassare il sistema, cambiare la nostra percezione del tempo, la nostra percezione di libero arbitrio, cambierebbe ogni cosa, dalle religioni alle filosofie, e la scienza dovrà trovare un modo di fronteggiare questo enigma globale. Mi chiedo però se vedremo la nostra vita come si svolgerà senza possibilità di cambiarla, quasi come una sorta di punizione globale per aver osato provare a viaggiare nel tempo ( mi ricorda la leggenda del frutto proibito ) oppure sarà uno dei milioni di futuri possibili.

Anche se l’ evento flashforward durasse pochi minuti tutta la storia del millennio futuro girerebbe intorno orbitando attorno a quei minuti. Un evento di visioni globali di questo genere riscriverebbe tutti i propositi e obiettivi, tutte le leggi umane e ogni persona contribuirebbe a fornire un mattoncino del futuro così da generare una immagine di tutti i tempi – e comunque anche se le visioni ci dovessero fornire informazioni sulle tecnologie future dovremmo realisticamente aspettarci una nuova grande stasi perchè tutta l’ umanità sarà concentrata sullo scoprire la verità e analizzare tale evento in ogni sua sfaccettatura. Saremmo obbligati a fermare il presente per studiare questo fenomeno.

In effetti un collegamento con l’ 11 settembre 2001 * ( data di ancoraggio per stimare la data zero secondo Meyer ) c’è, sarà una specie di analogia, sicuramente come nel libro un Flashforward provocherebbe danni globali , purtroppo anche potenzialmente milioni di vittime ( senza coscienza del presente non potremo renderci conto dei pericoli ) e il transito di ogni veicolo subirebbe un arresto quasi totale, visto che la gente per lungo tempo, molto più lungo del 2001, non si fiderebbe più di nessun veicolo, la gente diventerebbe incredibilmente più attenta a evitare qualunque rischio nel caso si ripetesse il fenomeno Flashforward. Non so se il fatto che difficilmente sarà replicabile fungerà da rilassante a lungo andare, certo se fosse replicabile in un secondo tempo, le implicazioni sulla paura dei rischi forse si estenderebbe indefinitamente come ora abbiamo paura del terrorismo…Se nel 911 i cieli erano sgombri da aerei in un possibile aftermath della data zero questo tempo potrebbe estendersi per settimane/mesi/anni/ che dir si voglia addirittura, e non solo al cielo, ma anche alla terraferma e all’ acqua. Ne scaturirebbe un timore reverenziale come della guerra nucleare nel Novecento.

* Potenziale allaccio alle quarantene della crisi Covid – 19?





Review of Timewave Zero after The Covid Events

20 01 2021

Visualizza immagine di origine

Following the Covid event – 19 my thoughts and perspectives on Timewave Zero have changed. There is no denying how much this event scales back on September 11, 2001 and is proposed as the most transformative event in history since I was born, then from 1990 onwards. This perspective helps us place it on the timewave chart. It is quite logical to place this week of mid-March (from 8 March 2020) as the starting point of a period of exceptional novelty, which on the timewave chart arrive every about 2 years and always lasts 64 days. It doesn’t have to be like this, but if it were, we know that the next point of exceptional novelty (or Point Zero) would come 2 years and 38 days away from where we want to place the descent in the novelty (I propose 8 March 2020 but could any day between 8 and 16 March 2020). So the date zero should necessarily be in 2022 – 2024 – 2026.

2010 Kelley number set

There is also a possibility that this is the point that Mckenna called “precursor to the Eschaton” that he expected in 1996 (Feb to May 1996). Meyer positioned this point on 9/11 for his version of Timewave Zero with a 2018 zero date. If we choose the period between December 31 2019 and March 24 2020 as the most novel period in recent decades we get a Zero Date between October 27 2036 and January 19 2037 (November 5 2036, Nov 16 2036, Nov 26 2036, December 8 2036, Dec 24 2036, January 3 2037, Jan 5 – 6 2037 each of particular potential to be The One).

I have collected all the dates that will be selected for history books of the Cataclysm Covid (October 18 the military games in Wuhan, concluded on 27 October, the day of the announcement of the downing of the isis leader, on 17 November – 1 December when the first cases of Covid were reported, On 31 December 2019, when the “epidemic monitoring authorities” were notified, on 2 – 3 January 2020 when Soleimani was shot down in Iraq. 9 January the first death for Covid, on January 20 when the outbreak first appeared in international news. On January 23, when the Wuhan quarantine was initiated, then extended to the Hubei area, on January 30, 2020 when the outbreak was declared, on February 11 when Covid’s name was coined. On February 21, 2020 when the outbreak appeared in Milan, and in the following days also in South Korea and Iran, and on February 26 when access to Mecca was forbidden for the first time in history (ironically on the anniversary of the first attack on the Towers Twins in 1993), on 27 February 2020 when the first of four financial collapses of this period occurred. And already all these dates could be positioned as the beginning of exceptional novelty, but given the incredible transformations of the world that are happening in this crazy March 2020 I would propose as official the date of the quarantine of Italy between 8 March and 10 March 2020, while the second financial crash (Black Monday 9 March) and Black Thursday, March 12, also took place. But also on March 11, 2020 (another of these 11 March (Spain, Japan)) when the pandemic was declared. With the second Black Monday of 16 March 2020 we have officially performed worst than the economic collapse of 1929. All these dates will enter the official history of the world, while September 11 2001 suddenly will see its paper space reduced.

January 3, 2020 + 64 days – March 8, 2020 / January 9, 2020 – March 14, 2020 / January 20, 2020 – 25 March 20 20 / 23 January 2020 – 28 March 2020 /30 January 2020 – 4 April 2020 / 11 February 2020 – 16 April 2 February 27, 2020 – May 2, 2020 / February 21, 2020 – April 26, 2020 / March 8, 2020 – May 11, 20 20/ 10/ 11 March 2020 – 13 – 14 May 2020/ 9 – 12 March 2020 – 12 – 15 May 2020

January 3, 2020 – 9/10 February 2022 – January 9, 2020 – February 15, 2022 – January 20, 2020 – February 26, 2022 – January 23, 2020 – March 1, 2020 – March 20, 202 20 – 20 March 2022 – 21 February 2020 – 30 March 2022 – 27 February 2020 – 5 April 2022 – 8 March 2020 – 15 April 2022 – 9/10/11/12 March 2020 – 16 – 19 April 2022

From here you can calculate when the previous exceptional leap of novelty occurred, in 2017 or 2018.

November 26, 2017 – January 29, 2018 – December 2, 2017 – February 4, 2018 – December 13, 2017 – February 15, 2018 (the day of protests after yet another American school shooting too) – December 16, 2017 – February 18, 2018 – December 23, 2017 – February 2 January 4, 2018 – March 9, 2018 (the day Trump accepted the invitation of the North Korean leader) – January 14, 2018 – March 19, 2018 (the day after Putin’s re-election and the day of the declared extinction of a rhino species) – January 20, 2018 – March 25, 2018 (in January Turkey announces a military mission in Syria, in March the march for Our Lives of American students is launched) – January 30, 2018 – April 4, 2018 – January 31 – February 3, 2018 – 5 – 8 April 2018 (April 8, 2018 when another Sarin attack took place in Syria)

In these weeks, however, I am analyzing timelines that predict the Zero Date in summer 2021 (July 14 – 16 or August 4 2021) and in that context this whole story takes place in the period between 1929 (end of February 2020) and the re-enactment of the Second World War (April – May 2020) where Italy and Spain represent the “war of preparation” , the Spanish Civil War before it spreads around the world. But the graph that these dates imply does not seem to align well with the perception of impact with the exceptional novelty, of unheard of level, of these weeks.

timewave 2021 (14 lug - 16 lug) (2020).png
timewave 2021 4 ago (2020).png

In addition, we must also consider the historical cycles implied by the theory of timewave, both direct and standard, as well as trigrammatic ones. Standard ones predict that we are within a 67-year cycle that began around 1953 (the year of DNA discovery – February 28, 1953 – June 10, 11 2020 and April 25, 1953 – August 6, 2020). I would suggest that we have been in the 384-day cycle for some time now, where all human history is compressed even more quickly. In the 67-year cycle, every 6 days a single year of history is recalled and compressed. I would therefore propose to consider this Italian epidemic as a trigrammatic re-enactment of two potential events: 1347 the Black Plague, given the zeitgeist of our times, or the Manzonian Plague of Lombardy of 1629 – 30. This would imply that the zero date is imminent, and will happen in 2021.

However, if we want to consider this epidemic as a direct (non-trigrammatic) historical resonance of those two specific events, we must therefore put (October 1347 –  February 21 2020 – October 23,24 2030) or (October 22 1629 – February 21 2020 –  May 3 2026) and therefore the date zero would still be very far (in 2026).

Visualizza immagine di origine

However, if we want to start the 384-day cycle on one of these recent dates, I propose the period January 23, 25 2020, which would imply a date of February 12 2021, a date for which I had found some historical resonances. For the other dates, the implied zero date would still fall within the time window with a limit of April 4, 2021.

Visualizza immagine di origine

Curiously, in another trigrammatic cycle, the 28-year cycle (between one of these great friction peaks and zero point) February 21 2020 is directly linked to the founding of the European Union on 7 February 1992, of which it would therefore represent its own Zero Date!

In the trigrammatic cycle of 33 years (an alternative version of the 67-year cycle) we see linked 25 February 1986 (Soviet reforms) and 18 October 2019, 26 April 1986 (Chernobyl) with 17 December 2019, 14 June 1988 (devastating fires in the Yellowstone supervolcano park of the (4) February 2022, June 23, 1988 (declared Global Warming started) and February 13, 2022, and August 11, 1988 (Al Qaeda’s founding) and April 3, 2022.

We bloggers (actually it’s just me) in January had identified, following the timeline of 2022, the potential happening of, according to the Sheliak chart, different from the Kelley and Watkins used by Peter Meyer, software developer, of a huge and lasting descent in novelty in a period between January 9, 2020 (first victim of the Covid – 19) and 11 February 2020 (coined name of the Covid) that would have culminated between July 17, 2020 and August 19, 2020, and this is a strong potential that actually happened in this way, something that would enhance the timelines that we had analyzed in recent years following the Yellow Gilet revolution in France: June 21, 2022, July 10, 2022, July 24, 2022. From this perspective, then between 14 May and 16 June we should see the end of quarantine periods, with the direct resonance of the debut of cars (1880s) and the huge change they have brought to society. The Kelley and Watkins chart version for this timeline does not appear to be correct, as it places an exceptional drop in the novelty later, between May and August 2020, while we know it should have already started.

Visualizza immagine di origine

COVID WAR AS A RESONANCE TO THE TWO WORLD WARS

“COVID-19 is, in effect, World War III (or later) in terms of the level of innovation we’re seeing. Almost every aspect of society is faced with significant challenges, forced to adjust, to adapt.”

There is another potential perspective: connecting the “Covid War” to the Global Wars of 20th century gives a zero date in 2021: (November 11 2019 anniversary of WWI end – June 28 1914 – July 14 2021) (March 12 2020 first celebrity hit by Covid was Tom Hanks and wife, maybe a resonance of the assassination of the Archduke and wife on June 28 1914 – zero date would be November 15 2021). Instead if we connect March 8 – 11 2020 to September 1 1939 we get June 17 – 21 2021 as a Zero Date.





Fossili dal futuro: misteri dell’ inconscio ed echi dal lontano remoto

2 12 2020

Il nostro futuro si nasconde nei retroscena del passato



Quello di cui vi parlerò oggi è un “esperimento ad extremis” nel quale tenteremo di anticipare l’ inimmaginabile esplorando il mio immaginario del passato, il mio bizzarro e incomprensibile fascino per una determinata categoria di scenari.
RICORDATE: TUTTO E’ POSSIBILE, PERSINO L’ INIMMAGINABILE Quando penso all’ inimmaginabile mi riferisco al mirabolante e impossibile cambiamento di stile di vita del quale la scrittrice J. K. Rowling ha avuto esperienza: da madre single depressa immersa nella povertà e ai margini della società, lasciata a sopravvivere a sè stessa a celebrità mondiale, scrittrice miliardaria più ricca della Regina, influencer globale.
“Le statistiche non centrano nulla. Se fa parte del tuo equipaggiamento di esperienze, lo è sempre stato e l’ impossibile diventerà improvvisamente realtà, contro ogni aspettativa”
Mi sono spesso chiesto se ciò che la manteneva viva e creativa fosse una strana sottovaluta consapevolezza inconscia di ciò che la aspettava nel futuro. Che ci fosse come un richiamo dal futuro, e che la sua depressione veniva da una sorta di scissione mentale, una profonda mancanza di ciò che doveva ancora arrivare.
Devo ammetterlo, un po’ mi sento così anche io, ma da un altro punto di vista e per diversi motivi. Vedete, la mia vita è sempre stata abbastanza agevole da un punto di vista oggettivo, vivo della rendita materiale dei miei genitori, sono inserito in una famiglia benestante, con una grande casa e sono accompagnato da un certo numero di Deus Ex Machina che si potrebbe dire inevitabilmente mi portano a evitare di sprofondare e mi trasportano da una vita all’ altra, in un continuo reinventarsi. Oggettivamente non mi dovrei sentire come se qualcosa mancasse.
Ma in realtà qualcosa mi manca: a livello sentimentale sono tutt’ ora abbastanza impreparato, poco fornito di un background di esperienze, e attualmente non sembrano esserci miglioramenti in vista. Sono quasi rassegnato ad una vita di solitudine, almeno dal punto di vista sentimentale, la mia vita sembra un caso senza speranze.

A dire il vero non sono nemmeno sicuro di essere veramente adulto. Certo, a livello intellettuale comprendo cose che la maggior parte delle persone non riescono a capire, e sono in grado di esprimermi in modo adulto. Ma sinceramente ho la sensazione di essere ancora un ragazzo intrappolato in una vita che continua a cambiare, anche se la sua evoluzione procede a rilento, in modo molto graduale.  

Ho trascorso la seconda metà dei miei vent’ anni (ancora adesso nel 2020) a recuperare quel che mi mancava di aver vissuto in adolescenza. Storie d’ amore escluse, ovviamente. In qualche modo ho mandato indietro l’ orologio e mi sono circondato di giovani, anche molto più giovani di me.

Nella prima metà dei miei vent’ anni, mentre cercavo a fatica di uscire dalla profonda ingenuità e inconsapevolezza che mi contraddistingueva negli anni precedenti, si potrebbe dire che mi trovavo a interpretare ruoli abbastanza “fuori percorso” (ma del resto la differenza è la storia base della mia vita): il mio amico fraterno aveva 14 anni e la sua famiglia era diventata una succursale della mia, sono stato costretto a maturare e interpretare il ruolo di fratello maggiore – padre alternativo, o almeno io così mi sentivo, incastrato.


E poi c’ era il mio fascino e fissazione con i “gruppi di amici”. Ma in realtà il mio lifestyle da compagnie di amici e “membro della gang” per così dire, in modo amichevole, non è arrivato prima del 2014, quando avevo 24 anni. Eppure la mia infanzia si divideva fra la narrazione e la interpretazione di una vera e propria “realtà virtuale” alternativa nella quale mi immergevo in modo quasi psichedelico, dividendo la narrazione con mio fratello, e la lettura delle avventure di questo gruppo di SEI (+ 1) (Perché oltre agli originali sei c’ erano anche David – Erek ) amici, personaggi narrati in modo talmente realistico e approfondito che per me erano come amici reali, li consideravo amici reali. Mentre tutto il mondo si dilettava con Harry Potter, io ero ancora una volta un outsider, un raro italiano collezionista di Animorphs.
Questa connessione rappresenta una specie di potenziale indizio per il mio futuro, come se in un certo senso io stessi costantemente creando la mia realtà, autore di me stesso, attingendo da residui di immaginario infantile e manifestando aspetti della mia vita attuale.
In fondo vi ho già spiegato che una ( o forse due) dei figli immaginari dei quali narravo come un piccolo oratore da bambino esiste già. Nel mio piccolo, si potrebbe dire che ne sono convinto. E’ la figlia di una mia coetanea che abita nella mia stessa via e che io ho sognato e visto a livello onirico sei e cinque anni prima che nascesse. Del resto quella particolare bambina aveva un ruolo centrale nella mia narrazione, e svolgevamo un rituale di nascita, ed era sempre lei a nascere.
Spesso desidero una macchina del tempo per andare a riascoltarmi quando ero bambino, a riguardare quei disegni, per carpire tutti i dettagli.
A volte credo di essere un pioniere della psicologia, che sto esplorando un nuovo continente, basato sugli echi dal futuro, riverberi di qualcosa che non c’è ancora, che si riversa e influenza, crea, e modifica, equilibra e allinea, si potrebbe precisare, il passato con il futuro.
Perché nessuno se ne rende conto? Perché nessuno vuole uscire dai confini artificiali della psicologia e uscire a esplorare il mistero? Perché deve arrivare un anonimo utopista come sono io?    
La psicologia è basata sulla commiserazione dell’ illusione, ma io ho l’ impressione che quei canti di sirena provengano da realtà potenziali reali piuttosto che sull’ auto illusione.

La mia adolescenza è stata vissuta con un contorno di sceneggiati televisivi, quasi tutti basati su storie di famiglia, e sinceramente in qualche modo sentivo dentro di me quasi come se tutte quelle cose non fossero normali per un maschio, in qualche modo c’era qualcosa di femminile in me, ma non saprei bene definirlo.
E così il numero SETTE tornava nella mia vita, con una enorme, invadente, pervasiva ossessione per SETTIMO CIELO – 7TH HEAVEN, lo sceneggiato su una famiglia con 7 figli. Nella mia vita ossessioni collezionistiche di questo genere si sono verificate con gli Animorphs, Topolino e Settimo Cielo. La grande triade. Questo succedeva nel 2004, e sarebbe andato avanti per anni. Lo show televisivo è finito in America nel 2007 e in Italia nel 2009.

Fra il 2006 e il 2008 ero fissato con un altro fenomeno impossibile. Desideravo un fratellino, e sognavo mia madre incinta, ma mia madre era già troppo vecchia per produrre un altro figlio, ma chi lo poteva dire al più ingenuo adolescente che ci fosse in circolazione? E se anche questa fissazione avesse origini nel futuro? E’ come se ci fosse una scissione, come se ci fosse stata una misteriosa connessione fra il mio inconscio che percepiva il futuro e la mia vita del presente, a confronto con la fredda realtà della ?illusione?.Nel 2007 e nel 2008 sognai una bambina che si chiamava Giulia, dapprima sognai la sua nascita, la vidi da bambina piccola, e nel 2008 era già un poco più grande. Questo primo evento ha acceso ovviamente il mio fascino per le potenzialità oniriche e le mie illusioni e aspettative. Ma chi se lo sarebbe aspettato che nel 2013 mi sarebbe stato raccontato di una certa bambina e che mi sarei reso conto che ora esisteva? E così nel 2013 il mio immaginario – utopia – illusione si è riattivato, ma ancora una volta i tasselli del puzzle erano ancora al di là della mia comprensione.

Nel frattempo, nel 2007 le mie eccentriche fascinazioni si focalizzavano su un altro argomento: i gemelli. E ovviamente io dovevo eccedere in qualcosa, dovevo rendere tutto il più strano possibile, e così, in qualche modo, credo attraverso Myspace, trovai un contatto con i SEI GEMELLI della famiglia americana dei Dilley’s. Le due femmine sono state mie amiche di penna per un periodo, e ricordo che una di loro mi aveva chiesto consiglio su come comportarsi con un ragazzo che le piaceva, ma sono ovviamente memorie molto oscure, di un tempo dove non registravo ancora quel che mi succedeva, dove la mia memoria non era costantemente allenata. Ma ricordo che ben presto in quel piccolo mondo così lontano la voce si sparse, e così acquisii come amici di penna anche alcuni dei loro amici, e almeno due di loro sono ancora nella mia lista di amici di FB, anche se ogni contatto si è interrotto. Mi ricordo che appunto le voci correvano sull’ amico italiano, qualcuno di quei maschi nella foto credo abbia persino visto un mio video dell’ epoca dove mostravo la mia casa e il mio albero di Natale …

Insomma, era tutto molto strano, ancora non mi rendevo conto di quanto lo fosse. Io, un anonimo ragazzino italiano, personaggio chiacchierato in una comunità di bizzarri gemelli di una cittadina americana …

Chi poteva immaginare che nel 2013 mi sarei ritrovato ad essere fissato con la indagine del mio passato remoto, arrivando a sfogliare le pagine dell’ agenda di mia madre del 1989, cercando tracce di quel che già nel mio intimo sospettavo. La menzione di un secondo embrione che nelle prime settimane di gravidanza di mia madre si accompagnava a me, che però era in fase di retrogressione, secondo la sindrome allora sconosciuta e inesplorata del “gemello fantasma” che si disintegra entro il primo trimestre (Vanishing Twin Syndrome) e che rappresenta un retroscena ignoto per 1 su 8 oppure 1 su 50 dei figli singoli nel mondo.

Ecco ancora una volta la fonte della fissazione: il futuro.

Nel frattempo nel 2010, già veterano dei grest dell’ oratorio, iniziavo il mio primo stage lavorativo pagato, un centro estivo, dove inizialmente mi era stato affidato un bambino autistico che ricordo ad un certo punto esclamò: “Non sei mio padre!”. Nello stesso anno conoscevo il mio “quasi – cugino” che nel 2010 e 2011 ogni tanto mi chiamava papà quasi come se avesse finalmente trovato qualcuno a cui dirlo, e il mio “secondo fratello – amico fraterno”.

Nel 2014 la mia vita prendeva una altra strada, e iniziava l’ era delle COMPAGNIE, dei GRUPPI. E vista la differenza di età, già allora, mentre mi ritrovavo sul gruppo di whatsapp della gang, intitolato “siamo una famiglia”, se in qualche modo simbolico, questa cosa avrebbe trovato corrispondenza in una famiglia numerosa nel futuro, possibilmente costituita da molti maschi e una femmina … come se dietro le trame della realtà ci fosse una matrice che costruisce le tematiche, mette insieme parole chiave e come il software dello webbot manifesta la realtà corrispondente, cucita apposta per l’ individuo.

Questo è un ragionamento associato al “pensiero frattale”. Il futuro prende spunto dalle associazioni intricate e complesse con il passato, creando una “diversa uguaglianza”, una ripetizione costante della stessa sostanza, a magnitudo diverse.

Quello era il mio gruppo, i miei ragazzi, la mia banda. Nel mio solito egocentrismo innato, senza di me non sarebbe stata la stessa cosa, la stessa esperienza.


Questa storia delle COMPAGNIE, dei GRUPPI, si è ripetuta e resettata da zero nel 2017 e nel 2020. Nel 2017 la esperienza con la prima compagnia era arrivata ormai alla saturazione e non ho dovuto fare niente per uscirne. La seconda compagnia mi è stata servita pronta e impacchettata per Pasqua, e quindi lo scambio è stato rapido e immediato. Nel 2020 invece semplicemente una sera c’è stato un incontro per strada e la mia vita si è resettata di nuovo. Ancora una volta avevo bisogno che il mio amico fabbricatore di Deus Ex Machina mi prendesse e mi portasse via, introducendomi in un nuovo scenario, e magicamente, senza nessuno sforzo, così è stato, come se fosse sempre stato scritto che così doveva andare. Ovviamente in questi giorni tornando indietro con le mie registrazioni di eventi mi sto rendendo conto che c’ erano delle chiare anticipazioni di ciò che sarebbe accaduto, perché nulla arriva nelle nostre vite veramente in modo improvviso, ci sono sempre indizi nascosti, sta a noi interpretarle nel modo corretto, anche se la verità ci è sempre celata inizialmente.
Sia nella compagnia del 2017 che in quella di adesso nel 2020 c’ erano ad un certo punto tutti maschi e una sola ragazza. Anche quella del 2014 era iniziata così.
Diciamo che a livello simbolico sincronico la compagnia del 2020 è ancora più particolare e credo racchiuda diverse anticipazioni sul futuro. Allo stesso modo è un vero ritorno alle origini.

La compagnia del 2017 mi ha fatto conoscere le due ragazze di Life is Strange, e nella mia strana testa che si diletta con le connessioni a unire i puntini di un disegno straordinariamente complesso anche questo si connette alla mia potenziale situazione futura.


Ma ancora più curiosamente, con la compagnia del 2017 sono andato al cinema a vedere il film di IT. I ragazzi di IT, quelli che erano per me come i nuovi Animorphs. Ho letto il libro in 2 anni fra il 2015 e inizio 2017.

SETTE ovunque … sei maschi e una femmina. Ancora una volta il mio immaginario rapito da personaggi descritti in modo ancora più profondo, tanto da renderli persone a tutti gli effetti. Il desiderio di far parte di loro, il desiderio di conoscere gli attori e di vivere la loro vita attraverso i loro occhi, per avere esperienza della “amicizia perfetta”.
Nel 2017, subito dopo aver conosciuto la prima dei membri del mio futuro gruppo, e poco prima di conoscere gli altri, sognavo il 4 aprile una ragazza che mi mostrava un test di gravidanza positivo.

Sei mesi dopo, in forse la nostra unica interazione attualmente, la madre della bambina dei miei sogni del 2007 e 2008 arrivava sul mio posto di lavoro e mi consegnava il certificato di salute della prima figlia. Sì, perché davanti a me era arrivata una ragazza incinta. Da un commento online, ho appreso che la seconda bambina era attesa per un giorno che era esattamente a 9 mesi di distanza dal mio sogno , anche se ancora adesso non so esattamente quale sia il giorno in cui è nata.

Non era proprio un giorno qualunque. Era a due giorni dall’ ottavo anniversario dell’ inizio della mia saga onirica di sogni ricorrenti sulla famiglia di questa ragazza, che inizialmente si concentravano sul fratello che ho conosciuto, ma poi si è estesa a includere tutti quanti.

Curioso questo incontro. Nelle nostre vite apparentemente totalmente separate e sconnesse, unite solamente da una coincidenza come primi due individui ad aver appreso la esistenza, io a livello immaginistico ipotetico utopico, lei a livello concreto, di una bambina. Nel mondo reale in cui viviamo c’era questa bambina già da prima, nella mia immaginazione e illusionistiche aspettative, e poi nel concreto. Nelle nostre vite separate si era verificata una CONGIUNZIONE momentanea. Un piccolo niente, ovviamente, anche se in teoria poteva essercene una altra, ma un signore la ha sorpassata ed è venuto a chiedermi informazioni. Chi crea questa realtà apre e chiude i cancelli a suo piacimento. Se deve succedere una congiunzione, accade, ma poi si torna alla realtà, anche se noi sappiamo quanto complessa essa sia.

C’è un curioso intrigante fenomeno di cui ho sempre avuto esperienza. Nel momento in cui le aspettative si abbassano, fino ad annullarsi ed essere convinti di aver perso le speranze, improvvisamente la realtà si attiva e ti deposita il pacchetto regalo. Come se la realtà volesse vederti rassegnato appena prima di premiarti.

Adesso siamo nel 2020, in una realtà di forti limitazioni sociali, ma per me non vale lo stesso scenario. E’ accaduto all’ improvviso, contro ogni aspettativa, in un anno di lentezza e rimpasto del passato. Il reset, a modo mio. Improvvisamente mi ritrovo a vivere scenari molto dinamici, ad essere circondato da gente, amici che si definiscono fratelli, ancora una volta una grande famiglia “allargata”, per così dire.

Una brezza di vita in un anno di morte.

E, sì, sto avendo sogni ricorrenti sui gemelli, ancora una volta in modo simile al 2007, come se ci fossero ancora segnali da ciò che avverrà.

Ma non è tutto. Il 26 novembre 2020 si è verificata una curiosità intrigante. Ho fotografato il NUMERO SETTE nel cielo. Era un segno diretto e mirato a me???


Quest’ anno, in quarantena, ho ripreso a guardare le prime stagioni, un po’ dimenticate, di SETTIMO CIELO, da quando avevo appreso che uno dei due gemelli della famiglia, si intende l’ attore, è morto in un incidente, a 21 anni.
Nel frattempo, dal 2019, ho una migliore amica, che nella mia testa anomala ed eccentrica rappresenta una diretta anticipazione della ragazza mia coetanea. Le due hanno entrambe un aspetto piacevole, lo stesso nome, hanno frequentato la stessa scuola, e hanno 10 anni di differenza, e la seconda ha lo stesso compleanno che attribuivo alla bambina Giulia del mio scenario immaginario da bambino, della “famiglia inventata”.
Nel 2019 ho appreso che la mia coetanea vive a pochi metri da casa mia, anche se attualmente è impegnata.
La bambina Giulia è nata in origine come nome per una bambolina – pupazzo di una bambina bionda che tenevamo in casa quando ero bambino (non chiedetemi perché, non conosco le origini di questa forse imbarazzante curiosità), e questo settembre, mentre rovistavo fra gli scatoloni in soffitta, una scatola è caduta e la bambola – pupazzo è uscita fuori. Appena prima avevo trovato un libro per bambini con il nome della protagonista che è quello della mia coetanea madre della bambina ( e della mia migliore amica che rappresenta la sua anticipazione frattale, nella mia testa).

Più o meno sia il pupazzo che la protagonista del libro per bambini assomigliano a questa figura, quindi in qualche modo c’è una connessione (anche dove oggettivamente non c’è).
Con questo aspetto della mia migliore amica si presenta quindi ancora una volta una specie di esperienza portale, si preparano potenzialmente le fondamenta, i retroscena, le anticipazioni, le radici, la eco di un incontro nel futuro, con quella coetanea, quando qualcosa di a me ignoto succederà (qualcosa che in un certo senso un po’ mi disturba, perché c’è una connessione, che solo io sono in grado di vedere, fra lo stile di vita di quell’ uomo e il mio compagno di classe morto in un incidente, e chi legge questo blog conosce i dettagli, e c’è anche una connessione con un lutto subito dalla mia migliore amica, quindi temo che possa succedere qualcosa) …
Nella mia immaginazione io arriverò a svolgere il ruolo di “persona clonata” del suo partner, per lei, come succede sempre a me con le persone che conosco, arriverò e tutto cambierà.
Sembra una totale impossibilità, non ci sono tracce di una speranza di incontro, ma del resto non c’era certo traccia della presenza della mia migliore amica attuale prima del nostro effettivo fatidico destinato incontro.
Ancora una volta, come da adolescente, mi diletto con l’ impossibile.

Ho già ipotizzato in precedenza, analizzando i cicli della mia vita, che questo fatidico incontro con questa ragazza avverrà nel corso del 2022.

Ora voglio avanzare una ipotesi che va al di là di tutto, uno scenario “potteriano – Rowlingiano”. Prima il nulla, e poi l’ eccesso, lo straordinario. Prima la soglia della povertà da senzatetto, e poi i miliardi e la fama mondiale.

Quel genere di capovolgimento totale, ma in un altro contesto, potrebbe avvenire teoricamente in qualsiasi vita, se i designers di questa realtà lo hanno previsto.

Persino nella mia. E vi giuro che stavo scrivendo ora questa frase, ma ho premuto il tasto sbagliato ed è uscito fuori un 7.

Dove siamo, cosa siamo, nella realtà reale? La sparerò grossa. Molto.

Siamo nel 2023, e tutto nella mia vita cambia all’ improvviso. Una storia pronta per la narrazione mediatica. L’ incontro della speranza, costruito sulla speranza di ricominciare e di andare avanti dopo una sfortuna.

Leggevo l’ altro giorno della storia di due genitori che persero i loro 3 figli in un incidente stradale, il giorno dopo il compleanno del maschio. Un anno dopo, quasi esattamente lo stesso giorno dell’ incidente, davano alla luce 3 gemelli, 2 femmine e un maschio, come i figli originali.

Ricordate. Per anticipare il futuro bisogna considerare anche l’ impossibile, l’ inimmaginabile, il non precedentemente anticipabile, bisogna essere smart, abili e coraggiosi.

E, apparentemente, evidentemente, pensare l’ impossibile è più forte di me.

E così, immagino. A tutti gli effetti è probabile, quasi certo, che io mi stia illudendo, ma il contesto che sto immaginando nella mia testa fornirebbe un allaccio, e una fonte di intensissima catalizzazione, un vortice che si riverbera nel tempo, influenzando tutto, costruendo i dettagli della mia vita a sua immagine e somiglianza.

Sto immaginando che, successivamente al nostro incontro, avvenga qualcosa di straordinario. Come tante coppie che hanno vissuto una simile esperienza, inizia in modo semplice. Cerchiamo semplicemente di manifestare il nostro amore l’ uno per l’ altra, e decidiamo di andare alla ricerca del maschio, dopo che lei in precedenza ha prodotto due femmine. E improvvisamente, ci ritroviamo a gestire una famiglia di 9 bambini.

Queste cose accadono. Anche a chi ha già prodotto figli in precedenza. Anche dopo i 30 anni. Ho fatto le mie ricerche. Molti di questi casi addirittura si verificano mentre la coppia cerca il secondo o il terzogenito.


Ecco. Ora dopo questo sfogo immaginifico posso tornare alla mia carente e contro – utopistica realtà di ragazzo solo e sentimentalmente in grave difficoltà. Fino a ???




La ciclicità nella mia vita

29 11 2020

LA CICLICITA’ NELLA MIA VITA

Negli anni, fin dal 2013, anche grazie alle idee accumulate con il blog, ho cominciato ad analizzare la mia vita e a capire che la mia vita, e di conseguenza anche quella degli altri, è divisa in fasi e cicli, e gli eventi che accadono in determinati anni sono collegati, simili e analoghi a quelli che accadono in certi altri anni. In particolare, appare chiaro come esista un ciclo di 3 anni e multipli di 3, che collega, come una catena anni distanti fra loro di 3.

Sono riuscito ad entrare nei dettagli perché mia madre teneva diari da prima che nascessi fino a quando avevo 12 – 13 anni, e nel 2013 li ho letti tutti, quindi so che cosa stava succedendo in ogni giorno della mia infanzia. Io poi ho continuato la tradizione dal 2010 – 2011, e, in una conta di pagine aggiornata al settembre 2019, ho accumulato più di 890 pagine di diari.

Ho diviso la mia vita in fasi. La mia “prima vita” è finita con la fine delle superiori nel giugno 2009, l’ inizio dell’ anteprima della seconda fase è iniziata il 6 ottobre 2009 e sono entrato nel pieno della “seconda fase” nel 2014, fra il 18 febbraio e il 6 settembre. Questa “seconda vita” si è conclusa intorno alla fine del 2017 e l’inizio della anteprima della “terza fase” è iniziato nel marzo – aprile 2019 e sono entrato nel pieno della “terza fase” il 16 ottobre 2020, quando ho conosciuto alcuni membri della mia nuova compagnia attuale. Ognuna di queste fasi è stata segnata come una boa anche nelle sue “tappe” di date specifiche e significative, da sogni ricorrenti collegati alla famiglia del mio conoscente nel 2009, un ragazzo che ho conosciuto il 21 marzo 2008, quando era amico del mio “piccolo fratello”.     

ANNI COLLEGATI AL 1989: (1992, 1995, 1998, 2001, 2004, 2007, 2010, 2013, 2016, 2019, 2022)

Nel 1989 mio nonno, mio omonimo di nome e cognome, fece l’ incidente che l’ avrebbe fatto morire l’ anno dopo; mio zio aveva 13 anni e venne ospitato dai miei genitori assieme alla nonna, sua madre. 3 anni dopo, mio zio a 16 anni passò tutta l’ estate in vacanza con la mia famiglia, sia in puglia che in veneto. Nel 1995 ci siamo trasferiti nella città dove vivo adesso, da Torino. Nel 1998 ho iniziato a mettere gli occhiali. Nel 2001 sono stato ricoverato una settimana. Da notare la assonanza fra 9/11/1989 e 11/9/2001. Nel 2004 ho preso la varicella al mio compleanno. Nel 2007 sono stato male a scuola. Nel 2010 ho incontrato un mio compagno di classe motociclista poche ore prima che morisse in un incidente stradale. Sempre nel 2010 tutta la mia famiglia, me compreso, ha avuto una intossicazione alimentare che ci ha portato in ospedale. Nel 2010 ho trascorso le vacanze estive con mio zio. Nel 2010 sono entrato per la prima volta nella casa del mio “amico fraterno”, casa dove avrei vissuto per diverse ore al giorno per 1 anno e mezzo, a partire dall’ anno dopo. Nel 2013 un ragazzo che conoscevo, motociclista, è morto in un incidente. Nel 2016 un mio amico ha fatto un incidente in moto, ma non ci sono state gravissime conseguenze. Sempre nel 2016, mio fratello ha fatto un incidente in auto, senza conseguenze, solo uno spavento. Nel 2019 mi sono fatto male in bici 3 volte, una di queste nell’ anniversario della morte del nonno.

ANNI COLLEGATI AL 1990: (1993, 1996, 1999, 2002, 2005, 2008, 2011, 2014, 2017, 2020)

Nel 1990 sono nato io, nel 1993 è nato mio fratello, nel 1999 è arrivato a casa il nostro gatto, nel 2008 avevo un amico che consideravo un “piccolo fratello”, e lui stesso diceva ad altri che eravamo fratelli, nel 2011 cominciavo a vivere diverse ore al giorno a casa del mio “amico fraterno” e avevo un amico che era per me un “quasi – cugino”, nel 2014 quest’ ultimo è tornato nella mia vita, e ho conosciuto la mia prima compagnia dopo una vita di amicizie a due. Nel 2017 ho conosciuto e iniziato a frequentare una nuova compagnia, e nel 2020 ho trovato una nuova compagnia. In particolare uno di questi già lo conoscevo da un anno, e abita a pochi metri di distanza dal mio ex ”amico fraterno”, ci assomiglia, ha lo stesso carattere ed è praticamente come averlo conosciuto di nuovo. Nel 1996 ho iniziato a frequentare il centro nuoto, e nel 2014 ho iniziato a lavorare al centro nuoto, interrompendo nel 2020. Nel 1999 ho preso la play 1, nel 2002, la play 2, e nel 2002 il primo cellulare, nel 2008 mi sono messo su Facebook. Nel 2011 tornavo a giocare ai videogiochi con il mio “amico fraterno”, nel 2014 ho scoperto whatsapp e sono diventato blogger. Nel 2017 entravo in una compagnia di appassionati di videogiochi e compravo la play nuova. Nel 2017 inoltre ho scoperto la saga di Life is Strange. Nel 1990 moriva mio nonno paterno, nel 2002 mio padre aveva la ernia del disco, e moriva la sorella di mio nonno, nel 2008 ho avuto diversi problemi, nel 2014 sono caduto in bici e sono stato male 15 giorni. Nel 2017 mio fratello è stato operato. Il mio “quasi – cugino” è tornato nella mia vita diverse volte, nel 2011, 2014, 2020.Il 2011 (Fukushima) e il 2017 (Comiccons e videogiochi, e corso di giapponese) sono stati gli “anni del Giappone”. Il 2020 è “l’ anno della Cina”. Nel 2005 e 2020 sono stato coinvolto in una rivalità femminile. Nel 2008 ho conosciuto il mio conoscente sul quale nel 2009 avrei iniziato ad avere sogni ricorrenti sulla sua famiglia. Nel 2014 gli ho parlato dei miei sogni, lui mi ha ringraziato per averlo informato ma non sapeva cosa dire e per lui non erano significativi.    

ANNI COLLEGATI AL 1991: (1994, 1997, 2000, 2003, 2006, 2009, 2012, 2015, 2018, 2021)

Sia nel 1994 che nel 1997 che nel 2006 sono venuti i miei cugini materni al mare al sud. Nel 1997 il mio primo viaggio all’ estero, a Parigi, e nel 2015 sono avvenuti gli attacchi a Parigi. Feste in soffitta nel 2000, 2003, in una sala dell’ oratorio nel 2009, e nel 2015 la soffitta divenne luogo di aggregazione di amici. Una mia storia d’ amore è iniziata il giorno dopo il mio 13esimo compleanno, si è approfondita nel 2004, e nel 2005, fino a finire il giorno prima del 13esimo compleanno di mio fratello, nel 2006. Nel 2009 mi innamoro di una compagna di classe che era diventata gentile con me dopo un incidente nel 2006. Nel 2015 ho scritto due volte a sua madre, per parlare del passato. Nel 2006 scrivo il mio primo racconto, di 70 pagine. Nel 2009 scrivo un copione cinematografico. Nel 2018 ho scritto davvero molto. Nel 2009 scopro la teoria della Timewave Zero e di Terence Mckenna. Nel 2012 c’è il “fenomeno 2012” e la timewave nella sua versione 2018. Nel 2000 il mio gatto stava per morire, ed è morto nel 2015, dopo un mese di malattia. Sia il 2012 che il 2018 sono stati anni stagnanti, di transizione, con scarsi cambiamenti, senza un carattere definito rispetto agli altri.      


PREVISIONI PER IL 2021
Dal 1991, visto che sono stato battezzato, e i miei genitori hanno iniziato a fare i lavori che stanno facendo adesso (solo mio padre ora), potrebbero esserci offerte di lavoro o la partecipazione ad un battesimo. Dal 1994, la ipotesi di una grave alluvione nella mia zona, un altro attacco a Parigi. Nel 2000 si sposava mio zio e nasceva mio cugino. C’è stata una festa di compleanno in soffitta. C’è stata una alluvione grave nella mia zona. Nel 2021 esce il secondo numero del fumetto degli Animorphs, e nel 2000 cominciavo a collezionare i libri e appassionarmi alla saga. Questa saga aveva come protagonisti un gruppo di amici, che per me erano come persone vere. Diciamo che a livello simbolico questa focalizzazione su un gruppo di amici fittizi di letteratura si sarebbe tradotto e trasformato nel mio approfondimento dell’ amicizia con i componenti della mia futura compagnia 15 anni dopo. Nel 2000 inoltre cominciava la mia amicizia con il mio amico storico, che nel 2003 è caduto, evento dalle conseguenze gravi, e nel 2018 ha avuto un figlio. Nel 2003 cominciava la mia storia sentimentale, che si sarebbe approfondita in altri anni. Festa in soffitta per il compleanno. Feste primaverili in Corsica. La morte di mia zia nel 2003, la mia prima partecipazione ad un funerale. Nel 2006 cominciavo a scrivere, una fan fiction dedicata agli Animorphs. Nel 2006 andavo a Bruxelles. La mia babysitter dell’ infanzia si è sposata. La mia prima partecipazione ad un matrimonio (ricordiamo l’ allaccio al matrimonio del mio amico nel 2018). Una nostra auto veniva demolita. Finiva la mia storia sentimentale. Ho conosciuto una amica di penna. Ho conosciuto un nuovo amico d’ estate. Ho partecipato alla festa di un certo Niccolò, cosa che potrebbe avere allacci simbolici ad un evento futuro. Una mia compagna di classe faceva un incidente stradale. Nel 2009 ho iniziato a frequentare l’ università a Vercelli, e lo stesso giorno che è iniziata, nella mia città ho conosciuto due miei futuri amici, che volevano conoscermi. Nel 2009 ho avuto una bella festa di compleanno, per la quale ho preso in prestito una sala dell’ oratorio. Nello stesso anno, inoltre, approfondivo l’ amicizia con due fratelli albanesi e andavo a casa loro. Nel 2009 inoltre è iniziata la mia “saga onirica” di sogni ricorrenti, collegati fra di loro, che avrebbero costituito un mistero per anni. Nel 2012 praticamente vivevo a casa del mio “amico fraterno”, dal quale andavo tutti i giorni. Aveva nevicato moltissimo quell’ anno. Ho iniziato un secondo stage lavorativo in una segreteria scolastica. Ho fatto un altro tentativo all’ università, durato solo pochi mesi. Mi sono appassionato di disegni artistici. In primavera ho cominciato ad avere il mio problema all’ orecchio, e sono stato preoccupato fortemente per un mese. Ogni tot giorni andavo a frequentare uno stage lavorativo a Torino. Moriva mia nonna paterna.
Un professore che conoscevo dallo stage mi dava passaggi in auto per l’ università. Il mio “amico fraterno” visitava per la prima volta casa mia. Si era creata una rivalità fra lui e il mio “quasi – cugino”. Compravo la nuova Play. Mio fratello andava a vivere a Torino. Con il mio “amico fraterno” in autunno iniziava un periodo difficile.
Il 2015 è stato l’ anno più “sociale” di tutti per me, la compagnia di amici che avevo si è allargata e ho conosciuto una marea di persone nuove. In particolare ho legato con il mio amico rumeno. Nel 2015 inoltre moriva il mio gatto dopo una malattia. Ho iniziato ad appassionarmi dei libri di Stephen King. In modo simile al 2009, sono stato per la prima volta a casa di due fratelli di origini straniere. Due nostri amici di famiglia sono morti all’ improvviso. Come nel 2012 con il mio “amico fraterno”, aiutavo a studiare il mio amico rumeno. Conoscevo la famiglia di uno degli amici della compagnia. Nell’ autunno del 2015 mi era stato proposto un lavoro di 8 ore di insegnamento di inglese ai bambini, ma poi è stato cancellato l’ incarico. Due miei amici si sono trasferiti. Il 2015 per me è stato un anno di profondi cambiamenti. La soffitta era diventato un punto di riferimento fisso per la compagnia. In estate la compagnia si è divisa in due “fazioni” diverse. Ho provato a recuperare l’ amicizia con il mio ex “amico fraterno” ma non è andata bene. Come era avvenuto con il mio “amico fraterno”, ho iniziato ad andare molto spesso a casa del mio amico rumeno, e all’ epoca eravamo migliori amici. Al contrario, nel 2018 non ho trascorso un anno particolarmente sociale, frequentavo ancora per quasi tutto l’ anno la compagnia conosciuta nel 2017, ma poi si sono divisi e li ho persi di vista. E’ stata una bella estate in puglia. Il mio “quasi – cugino” è tornato in autunno e ho ricominciato a frequentarlo. Il mio amico storico ha avuto un figlio. Nel 2018 ho iniziato davvero a scrivere molto, e ho mandato le prime lettere alle case editrici, senza ricevere risposta. In dicembre cominciavo di nuovo ad appassionarmi della teoria di Mckenna della timewave. A Natale ho scritto al mio ex “amico fraterno”, in un altro tentativo di recuperare la amicizia con lui, ma non ci sono riuscito. Mi sono interessato di nuovo ai disegni creativi. Ho iniziato a scrivere Psychosis e Discordia, due progetti lunghi, e ho finito il mio saggio di Storia sulle leggi della Storia. Ma in generale non è stato un anno ricco di novità nel sociale, piuttosto scarso in verità.    
 
PREVISIONI PER IL 2022
Da tempo ipotizzo che il 2022 sia l’ anno della prossima “grande svolta” nella mia vita, in modo simile ai drastici e grossi cambiamenti del 2010, e del 2014, che hanno ricreato da zero la mia vita. Nel 1992 due amici di famiglia, due fratelli, facevano un incidente stradale, e mio padre li ha aiutati in ospedale. Nasceva mio cugino. Mio zio aveva 16 anni e ha trascorso la estate assieme a noi, sia in campagna che al mare. Assieme a me sembrava mio fratello maggiore, poiché io avevo solo 2 anni. Mio padre ha finito la specializzazione universitaria e ha finito di studiare. Nel 1995 ci siamo trasferiti nella casa dove vivo adesso, dopo anni di vita a Torino. E’ nata mia cugina. Ho conosciuto la mia babysitter di infanzia, che era come una grande sorella per noi. Mio padre visitava gli Stati Uniti. Nel 1998 io e mio fratello abbiamo avuto una nuova camera condivisa. Ero amico con due fratelli, compagni di classe di mio fratello. Iniziavo a portare gli occhiali. La estate del 1998 è stata molto bella, ho frequentato anche un corso di nuoto al sud, e ho vinto una gara di nuoto. Nel 2001 avveniva l’ attacco dell’ 11 settembre, che era il mio secondo giorno di prima media. A 11 anni ero appassionato di Pokemon, Digimon e carte da gioco e gameboy. E anche degli Animorphs e dei Piccoli Brividi. Mio fratello si appassionava di pianoforte. C’è stata una festa di compleanno in soffitta. Sono stato al compleanno del mio compagno che 9 anni dopo sarebbe morto in un incidente. Ho avuto il mio primo cellulare, per Natale.
 In modo simile al 2016, una festa di compleanno al quale ho partecipato è finita male. Nel 2004 mi ero appassionato di una serie tv sulla storia di una famiglia. Mi sono ammalato gravemente al mio compleanno e sono stato male per 15 giorni. Ho ricominciato la mia storia sentimentale con la ragazza del 2003 poco dopo. Ho iniziato ad andare a casa sua. Ho conosciuto un mio coetaneo, un mio migliore amico dell’ epoca. Ho cominciato a frequentare il Liceo Classico. Ho conosciuto una mia migliore amica dell’ epoca. Il mio amico storico portava le stampelle per tutto l’ anno, dopo la caduta del 2003 e veniva infine operato. Frequentavo anche il centro nuoto e la British School. Mia nonna materna si ammalava. Moriva uno dei migliori amici di mia madre, un parroco. Al mio primo anno delle superiori, spesso andavo a trovare due ragazzi dell’ ultimo anno che avevo conosciuto nei primi giorni. Iniziavo lezioni private con una ragazza insegnante, a casa mia.
Nel 2007 avevo il mio primo sogno premonitore, e cominciavo ad interessarmi di onirica e teorie sui sogni. Ho sognato la nascita di una bambina che sarebbe nata, stesso nome, aspetto quasi uguale, stessa stagione dell’ anno, estate, stessa località, sei anni dopo. Nello stesso anno è finita la serie televisiva che mi appassionò nel 2004. Nel 2007 conoscevo anche il mio “piccolo fratello” all’ oratorio, e andavo a visitare New York a dicembre. In autunno facevo da assistente alle lezioni di catechismo e poi accompagnavo a casa il mio “piccolo fratello”. Sono stato nominato “migliore animatore dell’ anno” al grest dell’ oratorio. Sono stato male a scuola. Sono stato ad un ritiro spirituale con amici e lo staff dell’ oratorio.
Nel 2010, un anno iniziato in modo tranquillo, da maggio la mia vita ha iniziato a cambiare completamente, in seguito alla morte del mio compagno di classe il 25 aprile. Una mia amica con cui avrei condiviso le mie passioni di misticismo e teorie alternative, è tornata nella mia vita all’ improvviso. Ho conosciuto la ragazza del mio compagno di classe defunto, e ci siamo scritti per un po’, e lei aveva lo stesso compleanno di una mia migliore amica del futuro, che avrebbe passato un anno difficile nel 2019. Ci sono stati poi i centri estivi, dove inizialmente mi era stato affidato un bambino autistico, ma io avevo difficoltà a gestirlo. A dicembre ho iniziato il mio primo stage di segreteria scolastica. Sono stato due volte a Torino con amici, e stavo per iscrivermi ad un collegio in zona. In autunno mi sono appassionato ad una fan fiction professionale di continuazione della saga degli Animorphs, che ho trovato su un sito dedicato. Nel 2010 inoltre c’è stata anche la “guerra del furto” fra la mia famiglia e quella di un mio “nuovo amico”. Un agosto molto turbolento. Nel 2010 siamo finiti in ospedale in famiglia per una intossicazione alimentare.
In agosto inoltre ho conosciuto il mio (ora non più) “amico fraterno”, e a dicembre entravo per la prima volta in casa sua e conoscevo sua madre.
In luglio e agosto ho conosciuto il mio “quasi – cugino” che ha la particolarità di essere la persona che mi ha fornito più collegamenti sociali di tutti gli altri, e diciamo che senza di lui la mia vita non sarebbe mai stata la stessa. L’ incontro con lui ha quindi cambiato la mia vita. Ma questo sarebbe successo solo quattro anni dopo.
Nel dicembre 2010, ho assistito ad una conversazione della madre di un mio conoscente, durante il mio orario di lavoro nella segreteria scolastica. Per me questo conoscente rappresenta un mistero, perché dal 2009 sono 11 anni che continuo ad avere sogni ricorrenti sulla sua famiglia, dove le nostre famiglie si conoscono bene. Questo incontro con sua madre è avvenuto 3 giorni prima di visitare la casa del mio “amico fraterno”.
In modo simile al 1989, mia nonna paterna, vedova di mio nonno dal 1990, è venuta a vivere in soffitta a causa dei suoi problemi di salute, e non ha più visto la puglia da allora. Come per mio nonno, questo evento avvenne a dicembre, prima di Natale. Inoltre nel 2010 mi scrivevo spesso con mia zia, e incontravo ogni tanto la mia ex ragazza.
Nel 2013, la mia amicizia con il mio “amico fraterno” cominciava a peggiorare di giorno in giorno, e io non ce la facevo più a vivere praticamente a casa sua. Qualche settimana dopo l’ unica cena che ho passato con la sua famiglia, quando avrei capito che mi avrebbe voluto in quella casa anche le sere, ho interrotto bruscamente la nostra amicizia e sono stato a casa sua per l’ ultima volta l’ 8 marzo 2013. Dopo due tentativi suoi di farmi cambiare idea, il 10 aprile 2013 è finita definitivamente la nostra amicizia. Frequentando lui, mi ero allontanato da tutti, e quindi mi sono ritrovato da solo per tutto l’ anno seguente, più o meno, a seconda del periodo.
Frequentavo solo, per lo più via digitale, la mia amica con cui condividevo teorie e argomenti mistici.
In modo simile al 1989, mio nonno materno è morto in aprile, il mio ultimo nonno in vita.
Il 2013 per me è stato un viaggio interiore, una esplorazione del mio passato personale, e ho iniziato a leggere tutti i diari di mia madre e a recuperare dati sulla mia infanzia. Mi sono segnato le date importanti della mia vita e ho cominciato a ricostruire la mia biografia.
In luglio ho trovato un blog che mi stava appassionando, e ho conosciuto il suo scrittore, che negli anni sarebbe diventato il mio amico di penna più costante e duraturo. Ci parliamo quasi ogni giorno da sette anni. Ma ancora non ci siamo mai incontrati dal vivo, sebbene io lo vedo in video durante i suoi reportage sui luoghi del mistero.
Un altro amico adulto conosciuto quell’ anno fu il padre di un mio compagno di classe.
Inoltre nel 2013 mi appassionavo di nuovo di fumetti, e di astrologia professionale.
Il 27 agosto 2013 sono stato sorpreso da una scoperta impressionante: la bambina che avevo sognato nel 2007 e 2008, e che mi aveva portato a interessarmi di interpretazione dei sogni e sogni premonitori, era nata qualche giorno prima. Ho condiviso le mie considerazioni con la mia amica. Questa bambina è la figlia della sorella mia coetanea del mio conoscente del quale sognavo la famiglia da anni.
E’ stato per questo che in settembre ho provato a rimettermi in contatto con lui, ma non siamo diventati amici.
In seguito ho ricontattato il protagonista della “guerra del furto” del 2010 (iniziavo ad essere consapevole dei cicli della vita) e ho iniziato una amicizia digitale con lui, parlando del passato e di confidenze.
Il 2016 per me è stato un anno particolarmente difficile, frustrante e turbolento, pieno di eventi spiacevoli. Mio fratello ha fatto un incidente d’ auto, spaventando i miei genitori, ma senza conseguenze. Il mio amico rumeno veniva spesso in soffitta, ma nel corso dell’ anno la nostra amicizia avrebbe incontrato notevoli difficoltà. Mio fratello si è arrabbiato un giorno con due miei amici in soffitta, e per un po’ non ho potuto invitarli. Ho partecipato al matrimonio del mio amico storico. La mia festa di compleanno in soffitta si è trasformata in un disastro fuori controllo. Inoltre diluviava molto forte. Un mio amico ha fatto un incidente in moto. Ogni tanto uscivo la sera con un mio coetaneo, un mio migliore amico di adolescenza. Io e un mio amico, una sera, dopo una visita alle giostre, siamo stati circondati e lui aggredito da un gruppo di teppistelli locali che cominciavano a dare problemi a persone che conoscevo. Con la compagnia, è stato l’ anno più difficile, tanti problemi. Un membro della compagnia si è trovato in difficoltà durante l’ anno e si è trasferito per un periodo.
In analogia con il mio 2001 dei Pokemon, in estate 2016, la mia compagnia in parte si era appassionata del fenomeno Pokemon Go.
In autunno mi sono appassionato ad un social network di amici di penna internazionali, e ho parlato con una persona da quasi ogni nazione del mondo.
Nel 2016 ho partecipato al mio unico “after” notturno, in soffitta. Per qualche volta, sono uscito con una altra compagnia, in estate, il migliore amico del mio “amico fraterno” del passato, ma lui non partecipava.
Nel 2016 inoltre mi sono riletto tutti gli Animorphs, e ho creato una timeline della saga, libro per libro.
In quell’ anno, alla compagnia si era aggiunto una persona che mi aveva preso di mira, e che a me stava particolarmente antipatico, ma poi si è scusato con me.
Un mio conoscente, la prima volta che è venuto in soffitta, si è sentito male e ha sporcato il pavimento.
Nel 2016 inoltre ho creato episodi per una serie tv di mia invenzione, che poi avrei scoperto nel 2020 essere molto simile alla serie Netflix di The Society.
Nel 2019 due protagonisti nella mia vita, dal mio punto di vista soggettivo del 2016, sono tornati nella mia vita per un periodo, e simbolicamente, mi è parso che fossero collegati ai due fratelli figli della migliore amica di mia madre, con cui passavo il tempo mentre vivevo a Torino, da piccolo, prima del 1995. Uno di loro era quello che mi stava antipatico nel 2016, ma nel 2019 si comportava meglio, e mi ha invitato a casa sua alcune volte, una volta anche da solo.
Invece un altro amico della vecchia compagnia che è tornato nel 2019 lo associo simbolicamente a mio zio, per alcune analogie.
Nel 2019 ho iniziato a seguire le lezioni di teoria della patente, cosa che però si sarebbe allungata a dismisura fino a inizio 2021, anche se la teoria l’ ho finita nel 2019.
Come ai vecchi tempi, non accadeva dal 2016, ho avuto una sorta di “festicciola di compleanno” in soffitta, con i due ragazzi menzionati poco prima e dove ho conosciuto la mia futura migliore amica, la protagonista assoluta del mio anno 2019, dal mio punto di vista.
A febbraio ho passato settimane malato, febbre alta e tosse.
Gran parte della estate è stata passata con gli amici sui gradini della mia scuola superiore, collegamento al 2004 e al 2007.
Nel 2019 ho scoperto che la sorella mia coetanea, del mio conoscente, collegato assieme alla sua famiglia, al mio mistero dei sogni ricorrenti da anni, vive con la figlia nella mia stessa via.
Come ho fatto io nel 2007, il mio amico blogger ha visitato New York nel 2019.
La mia migliore amica del 2019 ha lo stesso compleanno della ragazza del mio compagno morto in un incidente nel 2010, quella ragazza alla quale ho scritto per alcune settimane, cercando di consolarla in qualche modo, condividendo anche canzoni- poesie dedicate a loro due, scritte da me. Entrambe inoltre sono di origine siciliana.
La mia migliore amica del 2019 in questo anno ha subito un lutto e io le sono stato vicino, per quel che potevo. Questa situazione mi ha anche fatto pensare che doveva essere molto simile a quello che stava passando la mia famiglia nei tragici giorni del 1989 quando mio nonno finì ricoverato per l’ incidente. E secondo me si allaccia anche al ricovero di mia nonna nel 2010, a livello simbolico.
Una altra connessione che mi viene in mente è il mio “viaggio interiore” alla scoperta dei pensieri privati di mia madre nel 2013 sulle sue agende.
Considero la mia attuale migliore amica come un “elemento anticipatorio” di una ragazza che conoscerò più avanti nel tempo, probabilmente nel 2022, che diventerà molto importante per me. Io so già di chi si tratta, perché le analogie sono molto chiare. E’ un incontro già scritto, uno di quelli che cambiano la vita, anche se attualmente non so come possa avvenire.
La mia amica è una versione di dieci anni più giovane di questa ragazza. Persone che fanno una vita simile ma non si conosceranno mai. O almeno, non  che io sappia.
 Oltre a lei, nel 2019, come nel 2004, sono tornate le amicizie al femminile, scarseggianti per anni. Un poco la conoscevo già, la mia migliore amica attuale, ma ci siamo conosciuti bene al 40esimo anniversario di matrimonio dei miei genitori, lo stesso giorno. Abbiamo iniziato a uscire io e lei un mese dopo.
Lei è la impersonificazione del personaggio di Rachel negli Animorphs, dal mio punto di vista.
Avevo quindi già conosciuto a livello simbolico una ragazza come lei, attraverso la saga letteraria degli Animorphs.
Nel 2019 ho recuperato la amicizia con il mio amico rumeno all’ improvviso, ma qualche mese dopo è avvenuta una situazione (simbolicamente) simile alla “guerra del furto” del 2010 e alla fine dell’ amicizia con il mio “amico fraterno” nel 2013, e sono stato malissimo. Ad ogni modo, nel corso dell’ anno io e lui saremmo stati ancora amici, più avanti, ma non sarebbe più stato lo stesso.
Il ragazzo della “guerra del furto” è un altro “clone”, esempio di persone che condividono una serie di analogie, senza conoscersi di persona, o solo superficialmente, connesse in modi simili a me, una persona che entrambi hanno conosciuto lungo il loro percorso di vita. Lui è connesso al mio amico rumeno. Hanno quasi lo stesso compleanno e sono molto simili. Inoltre ho conosciuto il primo nel 2010, una settimana dopo che il secondo si è trasferito in Italia.
Ho conosciuto il mio amico rumeno 4 anni e 5 giorni dopo l’ anniversario della “guerra del furto”, e 3 mesi dopo aver interrotto l’ amicizia digitale con questo ragazzo.
Nel 2019 diciamo che ho conosciuto la “versione femminile” del mio “quasi – cugino”. E’ una considerazione soggettiva e personale, ma ci sono notevoli analogie fra le due persone.
Intorno all’ 8 marzo, anniversario della fine dell’ amicizia con il mio “amico fraterno” mi sono allontanato dal mio “quasi – cugino” per un periodo, e c’è stata una discussione.  
Ho partecipato al battesimo del figlio del mio amico storico, in modo analogo al matrimonio del 2016.
Anche l’ amico della compagnia vecchia che aveva incontrato difficoltà nel 2016 è tornato nella mia vita, in modo abbastanza approfondito, visto che io e lui assieme siamo stati vicini alla nostra migliore amica, anche se poi più avanti durante l’ anno sono rimasto solo io perché fra di loro le cose non sono andate bene.   
Nel 2019, anche se non ne ero ancora consapevole, ho conosciuto il primo dei componenti della mia nuova attuale compagnia, un ragazzo connesso al mio conoscente dei sogni ricorrenti e alla mia migliore amica, visto che si conoscono bene. Lui inoltre è anche connesso con il mio ex “amico fraterno” visto che ne costituisce un “clone” fra i più accurati e precisi dei quali io abbia mai fatto esperienza. Ci siamo conosciuti quasi un anno esatto prima che mi facesse conoscere la sua compagnia.