La copertina 2015 di The Economist e il party in maschera dei Rothschild del 1972

31 01 2015

La copertina che il settimanale inglese “The Economist” ha dedicato al 2015. Cliccare sopra per vedere meglio i particolari.

E’ senz’altro singolare che la copertina speciale (somigliante a una specie di caccia al tesoro) del celebre settimanale inglese “The Economist” dedicata al 2015 abbia un’atmosfera e dei particolari che ricordano quelli di un BALLO SURREALISTA tenuto nel 1972 dalla potentissima dinastia finanziaria Rothschild  presso il castello de Férrieres, una delle più vaste tenute appartenenti alla famiglia dello scudo rosso.

Le seguenti immagini ricordano un sacco di cose: il surrealismo del XX secolo, i videoclip come quelli di Madonna e Lady Gaga, il film Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick, i festini dell’epoca post 1966 di Roman Polanski, Sharon Tate e certe atmosfere di Rosemary’s baby. Oltre che, naturalmente, i video di musica Witch House. Inoltre, la copertina 2015 di “The Economist” ricorda fortemente la copertina del primo album post 1966 dei The Beatles: Sgt Pepper’s lonely hearts club band.

Il castello de Férrieres, appartenente ai Rothschild.

Gli inviti sono scritti alla rovescia. E’ richiesto uno specchio per leggerli.

Ecco gli ospiti del ballo, Guy de Rothschild & Marie-Hélène de Rothschild vestita di una testa gigante cornuta con lacrime fatte di diamanti veri.

Baronessa Marie-Hélène de Rothschild e barone Alexis de Redé.

Il barone Alexis de Redé ha una maschera a multiple facce, una cosa simile compare nel film di Kubrick Eyes wide shut.

La baronessa de Rothschild indossa corna.

Questo costume ricorda il quadro di René Magritte “Il figlio dell’uomo”, e fa riferimento a Eva che mangia il frutto proibito nel giardino dell’Eden.

Il barone Alexis de Redè, con un cappello creato da Salvador Dalì e la signora Espirito Santo.

Gabbie per uccelli.

La celebre icona hollywoodiana Audrey Hepburn dentro una gabbia per uccelli.

Salvador Dalì, assieme a sconosciuta, davanti alla sua famosa versione del viso dell’attrice hollywoodiana Mae West.

Sul tavolo per cena vi sono bambole smembrate e teschi fracassati. Un’immagine che si ripete in innumerevoli video musicali.

Un cadavere-manichino sul tavolo per cena.

http://www.hangthebankers.com/photos-from-a-1972-rothschild-illuminati-party/





Stellar Door – The War

28 01 2015

Strano titolo per un pezzo di musica hypnagogic pop. Le immagini e i suoni del video sembrano provenire da dimensioni spaziotemporali lontanissime, da infanzie preistoriche….





Come la storia si ripete – in immagini

23 01 2015

La storia umana si sta ripetendo in un processo a spirale, che grazie alla teoria della timewave zero, e’ possibile non solo studiare e analizzare, ma anche anticipare. Questo processo e’ matematicamente calcolabile, e si è’ svolto in un ciclo di 4306 anni, e un altro di 67 anni, e ora siamo nel ciclo dei 384 giorni. Tutta la storia umana viene replicata in versione moderna come se vivessimo in un loop dove ogni evento storico gode di una chance in più di replicarsi, magari in un paese diverso, ma che in certi aspetti fa da paese specchio. Entro Marzo- Aprile 2015 questa serie di cicli avrà fine, e nascerà qualcosa di totalmente nuovo, che farà finalmente vivere al di fuori Dell’ eterno ritorno del tempo storico, in un altro tempo, essendo il punto Zero la fine del tempo come lo conosciamo. La storia ha un obiettivo in vista, e ci stiamo avvicinando all’ incontro con qualcosa di completamente inedito. Qui ho inserito sia le ripetizioni storiche di primo grado ( nella complicata classifica di livelli di ripetizione storica della teoria della timewave ) sia quelle di secondo grado, poiché la teoria implica che gli ultimi due anni prima della data zero siano come fratelli gemelli, siccome nel penultimo finisce il ciclo dei 67 anni, e inizia quello dei 384 giorni, facendo in modo che gli eventi moderni si ripetano in due circostanze specchiate. Alcune di queste ripetizioni storiche sono solamente a livello simbolico, magari per via di alcune curiose sincronicita’.

Egitto Faraonico e Germania nazista – questione degli ebrei e del leader/ dio assoluto image image

Esodo degli Ebrei da Egitto ( 1250 a.C. ) e dalla Germania ( anni ’40 del ‘900 )   Davide Re D’ Israele ( 1003 a.C. ) e Israele rinasce come nazione Maggio 1948

image image

Morte di Mahavira, fondatore del Giainismo, India ( 527 a. C. ) e morte di Gandhi, Mahatma, Gennaio 1948 image image

Cartagine distrutta da Roma, 146 a.C. E Hiroshima/ Nagasaki Agosto 1945 image image

Giulio Cesare vs John Kennedy – La potenza Romana e la superpotenza Statunitense image image

Gesù Cristo ( fino al 33 d.C. ) e Giovanni Paolo II ( 1978-1981-2005 ) Impero Romano vs Urss e Cristiani vs Solidarnosc image image

Crollo Impero Romano d’ Occidente, 4 settembre 476 e Fine Unione Sovietica, 26 Dicembre 1991   Prima Crociata , 27 Novembre 1095, Papa Urbano II, Clermont Francia, e Inizio Guerra al Terrore, 7 Ottobre 2001 image image

Assedio e Resa di Acri, 12 Luglio 1191 – 10 Agosto 1191 e 11 Settembre 2001

image image

Impero globale dei Mongoli, Gengis Khan e superpotenza Americana decade anni 2000 Assedio di Baghdad , Iraq , 13 Febbraio 1258 e 20 Marzo – 12 Aprile 2003

image image

Francesco, 24 Febbraio 1208 e Papa Francesco , 13 Marzo 2013

image image

Periodo Peste Bubbonica, 1347 e Estate 2003, in entrambi i casi l’ Europa subisce numerosissime perdite umane image image

2 Papi Eletti in Scisma , Roma e Avignone, 20 Settembre 1378 e immagine dei due Papi 23 Marzo 2013 image image

Grande incendio di Londra , 2 Settembre 1666 e Londra sotto attacco, 7 Luglio 2005 image image

Terremoto e tsunami di Lisbona, 1 Novembre 1755 , e terremoto con tsunami di Fukushima, 11 Marzo 2011 image image

Rivoluzione Francese ( 14 Luglio 1789 ) e Occupy Wall Street ( 17 Settembre 2011; prima protesta lanciato invito 13 Luglio 2011 ) – Presa della Bastiglia e Occupazione di Wall Street ; il 99% in rivolta come i proletari della Francia settecentesca image image

Eliminato Luigi XIV ( 21 Gennaio 1793 ) e uccisione Ghaddafi ( 20 Ottobre 2011 )

image image

7 Novembre 1917, Rivoluzione Russa, ed Euromaidan, 21 Novembre 2013 image image

18 Luglio 1925, Mein Kampf manifesto di Hitler, e 22 Luglio 2011, Breivik pubblica il suo manifesto   Guerra Civile Spagnola, 18 Luglio 1936 e Guerra Civile Ucraina, 18 Febbraio 2014

image image

Guerra Fredda inizia, Marzo 1946, e Seconda Guerra Fredda, Marzo 2014 image image

Guerra in Corea, 25 Giugno 1950, e Crisi Coreana 2013

image image

James Dean, 30 Settembre 1955 e Paul Walker, 30 Novembre 2013

image image

Allunnaggio 21 Luglio 1969 e atterraggio della prima sonda su una cometa in movimento, Philae- Rosetta , 12 Novembre 2014 image image

Challenger , 28 Gennaio 1986 e Virgin Galactic Spacecraft Two, 31 Ottobre 2014 image image

Tiananmen Square , proteste primavera 1989, e Manifestazioni di Hong Kong 2014 image image

9 Novembre 1989, caduta simbolica del muro di Germania, e 17 Dicembre 2014 disgelo Usa- Cuba image image

11 Settembre 2001, Torri Gemelle, Capitalismo , e 7 Gennaio 2015 , Charlie Hebdo, libertà di espressione

image image

Famose proteste Inglesi, 2 Giugno 1780 Proteste di Gordon e Agosto 2011 image image

Disastro navale di Shiun Maru, 11 Maggio 1955 e disastro navale di Sewol, 16 Aprile 2014 image image

Proteste razziali di Los Angeles 1992 , e proteste razziali di Novembre 2014, Ferguson image image

Terrore in Australia, Port Arthur 28- 29 Aprile 1996 , ricercato Martin Bryant e Sydney , al Martin’s Place, crisi ostaggi,15-16 Dicembre 2014 image image

I due ” lone gunmen ” che hanno fatto più vittime di sempre…Martin Bryant e Anders Breivik His rampage was the deadliest shooting by a lone gunman in history until 2011 when Anders Behring Breivik shot and killed 69 people at a summer camp on a Norwegian island following his killing of eight others in a car bombing in Oslo.ù

image image

Crisi Economica Russia Agosto 1998 e crisi del Rublo, Dicembre 2014   Guerra di Corea , 25 Giugno 1950 e Crisi Coreana, Primavera 2013

image image

Meteorite avvistato in Russia, 12 Febbraio 1947, e Meteorite impatta città in Russia, 15 Febbraio 2013 image image

massacro in Iran 8 Settembre 1978 , e Massacro in Egitto, 14 Agosto 2013 image image

Crisi Iran 1979, 4 Novembre , e Crisi Siriana, periodo Agosto- Settembre 2013 dopo l’ attacco a gas del 21 Agosto 2013 image image

San Diego, massacro in ristorante, 18 Luglio 1984, e assedio di Mall in Kenya, 21 Settembre 2013 image image

Hale- Bopp, cometa, Marzo 1997 e Cometa Ison, Novembre 2013 ( per l’ entusiasmo che si è’ andato a creare, dove la Ison doveva essere la cometa meglio visibile dai tempi di Hale- Bopp )

image image

Diana, 31 Agosto 1997, e Walker, 30 Novembre 2013

image image

Some content on this page was disabled on December 9, 2015 as a result of a DMCA takedown notice from Cade J. Campbell. You can learn more about the DMCA here:

https://en.support.wordpress.com/copyright-and-the-dmca/





La fine esami di maturità dei ragazzi della III C

22 01 2015

 

 

Immagine

….. IO comunque voglio DIRE una cosa: ditemi Voi chi NON si commuove davanti alla SCENA de “I RAGAZZI DELLA TERZA C” in cui finalmente terminano l’ ESAME di MATURITA’ e abbandonano per SEMPRE la SCUOLA teatro delle loro “mille avventure”, e, mentre escono, ognuno incontra IL NUOVO SE STESSO pronto a RIMPIAZZARLO nell’ Eterno Ritorno della Storia che si ripete, tutti incontrano “I NUOVI LORO”, perché il LORO TEMPO è stato fatto e adesso tocca agli ALTRI, tutti che ENTRANO mentre loro ESCONO per l’ULTIMA volta, e alla FINE rimane il solo CHICCO LAZZARETTI a osservare il CORRIDOIO, dove in anni e anni ne hanno combinate di ogni, ora DESERTO. Silenzio. E’ finita. Gli ANNI ’80 stanno volgendo al TERMINE. Poi esce. la VITA ADULTA lo aspetta, per SEMPRE. Tiratemi fuori IL LAUREATO, FANDANGO, Y TU MAMA TAMBIEN, AMERICAN GRAFFITI finché Vi pare, ma io non riesco a vedere questa scena senza PIANGERE. Quindi vuol dire che il vecchio, fuckin’ VERO Cinema ha fatto il suo sporco e UNICO lavoro: EMOZIONARE.

Davide Scovazzo





Fidel Castro morto

21 01 2015

E’ difficile pensare ad altre FIGURE ARCHETIPICHE, SIMBOLICHE, ALLEGORICHE, carismatiche ancora viventi, come a quella di Fidel Castro Ruiz.
Il suo cappello con visiera, il suo sigaro, il suo abito, verde come il cappello, e la barba!
L’evocazione del suo nome si trascina dietro tutto un’insieme di ambienti, di situazioni, di atmosfere fine anni cinquanta inizio anni sessanta del XX secolo.
Alla pari col suo “nemico” JFK, il suo compagnero Che Guevara, con Marilyn Monroe, i The Beatles, Martin Luther King.
Leggenda, mito, retoricità storica.
Tutto ciò che non esiste più in quest’epoca anonima di centri commerciali e social network.
Eppure l’esistenza fisica di Fidel Castro pare proseguire.
PERO’
succede periodicamente circolino voci che lo danno per morto.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/fidel-castro-morto-1081218.html

 

Come se fosse impossibile che Castro sia ancora in vita, quasi più per la sua lontananza coi tempi di oggi che per la sua anzianità anagrafica.

Anche per MANDELA (figura discretamente mitica) succedeva la stessa cosa.

 

 

 

ps: pare che, effettivamente, Fidel sia ancora vivo, infatti ha scritto una lettera al suo amico MARADONA, altro personaggio mitologico.

http://www.repubblica.it/esteri/2015/01/12/foto/cuba_fidel_castro_scrive_lettera_a_maradona_telesur_prova_che_non_morto-104823541/1/#1





Accoppiamento di due immagini

21 01 2015

Spesso, soprattutto ultimamente, mi sono domandato se non sarebbe meglio fare un blog normale e semiprofessionale, di soli articoli, lunghi, ben argomentati, con fonti chiare e citazioni ben messe e non, come tante volte faccio (anzi, il più delle volte), post quasi di sole immagini o video o link.
…ma poi mi rendo conto che lo spirito che anima questo blog è A-RAZIONALE (non “irrazionale”.)
Il pubblicare una nuova cosa, un nuovo post, è dato unicamente dalla mia ispirazione del momento.
Posso avere “in caldo” qualcosa per lungo tempo…e, a un certo punto, so che è arrivato il momento di postarla, non prima e non dopo.
Anche se ciò, a volte, può essere dovuto a sola combinazione.
E mi colpisce anche quando scrivo, o metto, una nuova cosa, e vi linko altre pagine del blog che ci stanno proprio bene con la nuova cosa che intendo postare, anzi, mi sembra quasi che, all’epoca, le avessi postate quasi come in previsione della cosa che sto scrivendo, ovviamente senza rendermene conto.
In questo caso, sono rimasto suggestionato da due immagini:

Foto di gruppo dell’amministrazione di George W. Bush, quella dei cosidetti “neocon”, quelli del turbocapitalismo aggressivo, dei colossi petroliferi, delle armi, della corte suprema, del patriot act, della guerra preventiva e infinita, che tanto spettacolo han dato di sè nel 2001-2006, in una maniera “storica”, “classica”, quasi appartenente a un lontano passato, pre-smartphone e pre-social network.

Associata mentalmente a

Attacco informatico hacker sulla rete da parte dei paesi BRICS (Brasile Russia India Cina Sudafrica) e altri non allineati, “in corso” il 23 dicembre 2014…non so se la cosa sia una bufala o un’interpretazione arbitraria, ma mi ha colpito, mi ha suggestionato, e ci stava bene nella mente assieme a quell’altra immagine.
Faceva parte del CLIMA PSICHICO delle giornate immediatamente successive al Solstizio d’inverno dell’anno appena trascorso.

Ciò che mi hanno evocato, nel loro accoppiamento, è INESPRIMIBILE MA CONCRETO.





Un pensiero sull’ ignoto infinito del’ Oltre

20 01 2015

Ed eccomi di nuovo qui, con una delle mie riflessioni personali…le mie sono sempre molto simpatiche, sarcasticamente parlando, perché non sono capace di fare small talk io, devo sempre parlare di qualcosa di grande e importante, di profondo e intangibile, qualcosa di irreversibile come andarsene verso l’ Oltre.

Si, avete capito…intendo la Fine, la Dipartita, in sostanza, la Morte. E’ una mia reazione questa ai recenti eventi locali, che non possono non farmi riflettere, pur da un luogo molto lontano perché non ne sono coinvolto direttamente, e teoricamente non sono mai stato colpito direttamente da eventi del genere se non dalla morte di nonni o zie…

Sono nato mentre il mio onomimo nonno stava più verso di la che verso di qua, ancora prima dei 60 anni, per poi morire più o meno un anno esatto dal giorno in cui venni concepito…quindi in qualche modo qualche lieve imprinting c’è stato…anche solo sepolto dentro qualche arcano angolo della mia mente…

Ho conosciuto la morte in uno dei giorni più caldi della storia, nel pieno di Agosto 2003, alla giovane età di 13 anni, e anche se era una zia incapace di comunicare in modo coerente per problemi di nascita, ne sono rimasto abbastanza spiazzato…non importa quanta luce ci fosse in quei giorni, per me era tutto buio…

image

Per quanto riguarda la morte animale, si potrebbe dire che la prima vera esperienza e’ stata quella del mio piccolo merlo nero, che viveva sul terrazzo di casa mia, e che un giorno, di ritorno a casa, ho raccolto da morto, proprio il giorno in cui la baby sitter doveva venire a conoscerlo…

Ma una scena in particolare mi rimarrà impressa…il passerotto ferito che raccolsi una volta in Puglia, e portai a casa della nonna, e che durante il pranzo, sono andato a fare visita, e nel momento in cui arrivai da lui, il passerotto decise di andarsene li davanti a me…ho visto un corpo attivo diventare spento e inattivo…

La morte trasforma, scombussola tutti i legami umani, li cambia, li rinnova, li consuma, li confonde, li rafforza, li rompe…

Anche i conoscenti in un certo senso assumono quindi una dimensione quasi simbolica…come il ragazzo che fu mio compagno di classe per 8 anni ma che non ebbi mai modo di conoscere bene, che nel giorno in cui se ne andò, incontrai e osservai per qualche minuscolo secondo in centro città…ricordo ancora come era vestito…e lo sguardo…e poi la mattina dopo mia madre mi informa della sua morte…

E’ una cosa decisamente sconcertante…E questo e’ il più vicino dei modi in cui la morte mi abbia in qualche modo coinvolto…la morte mi ha sfiorato, forse più vicino di tutte quelle volte in cui ho rischiato grosso sulla bicicletta…e ne sono stato cambiato…perché da allora, ogni persona intorno a me può andare via, e ogni persona ha un tempo, un tempo da usare al meglio dei modi, perché poi non si sa…

Sono ancora convinto che tutto va esattamente come deve andare, che nonostante la certezza Dell’ ingiustizia della morte, c’è qualcosa sopra tutti noi, al di la di tutti noi, che crea delle storie, che non è’ cattivo, ma e’ soltanto un maestro, un designer delle vite del mondo, e insomma io credo che ci siano delle cose destinate ad accadere, perché la morte e’ in se’ l’ ultimo evento di tutti noi, il momento in cui la nostra realtà cambia per sempre, ma la morte NON è’ la fine, e’ una transizione, e ci sono cose, cose buone, cose che sono ora ai più incomprensibili, ma che un giorno tornando indietro con la mente, si capiranno, che non avrebbero avuto modo di accadere fossero le cose andate in modo diverso…

La mia storia e’ cambiata dopo queste cose, il mio modo di pensare e’ stato quasi del tutto eroso via e plasmato a nuovo da questi eventi…

La morte ha un effetto smascheratore di tutte le ipocrisie, di tutte le innaturali barriere che poniamo verso il mondo, perché può essere capace di unire chi non era unito, e di avvicinare chi aveva bisogno di essere avvicinato.

Noi abbiamo, tutti noi, bisogno di riflettere, di crescere ed evolverci mentalmente, psicologicamente, filosoficamente, e arrivano momenti e periodi nella vita in cui dobbiamo sederci un attimo, e prendere coscienza di questa vita sfrenata e veloce che abbiamo , e fermarci, prendere fiato, pensare, perché il pensiero crea, il pensiero e’ tutto ciò che rappresenta noi stessi, perché non siamo altro che il nostro pensiero…

La mente non ha confini, non ha un luogo vero, c’è, c’è e basta, e non e’ detto che sia nata nel giorno in cui siamo stati concepiti, e non e’ quindi nemmeno detto che non possa continuare a esserci anche quando il corpo la libera e la lascia andare…