La follia di Christopher Knowles – terza parte

20 06 2020
Bene, questa è la terza e ultima puntata dedicata a un approfondimento su Christopher Knowles e il suo particolare tipo di sincro-misticismo, basato sulle connessioni-coincidenze (e su quello che Loren Coleman chiamerebbe “linguaggio del crepuscolo”) che lui vede tra diverse rockstar morte in modo improvviso (le ULTIME rockstar storiche, possiamo dire, negli anni ’90, quali Chris Cornell, Kurt Cobain, Jeff Buckley), le mitologie della ricchissima “pop culture” anglofona che ha invaso e dominato l’intero mondo occidentale – e non solo – le mitologie celtiche pagane e alcune figure della musica pop o new wave da classifica viste da Knowles come particolarmente catalizzatrici, quali Courtney Love certo, e soprattutto quella “Nostra Signora” (la cantante Elisabeth Fraser dei Cocteau Twin) la quale dal gestore di “The Secret Sun” – come ormai sanno bene quelli che lo seguono, e ci seguono – viene considerata come una “sibilla oracolare” con capacità di tipo profetico.
 
Attenzione, vi avviso che questo è un post molto lungo.
 
Tutti coloro che approfondiscono (veramente) le ORIGINI di quel tipo di musica “leggera (?) e popolare” assai mediatizzata dagli anni ’50 del XX secolo in poi, che genericamente viene definita “rock”, vengono presto a conoscenza di come essa abbia radici nei miti pagano-celtici del nord dell’Europa e nei loro ancestrali legami con le forze del mondo naturale (terra, aria, acqua, fuoco), con le forze “paniche e dionisiache”. 
 
Annotazione 2020-06-19 145913
 
 
 
Sesso. Droga. Musica ad alto volume. Vestiti sgargianti. Abbaglianti giochi di luce. Tutto questo si può ritrovare in un grande concerto rock o in un bollente ciance club, ma era anche parte dell’antico fenomeno culturale conosciuto come “Religioni Misteriche”. In questo libro, Christopher Knowles dimostra come le religioni misteriche si siano reincarnate in una nuova forma musicale definita “rock’n’roll” e spiega come i rituali arcaici dei Misteri abbiano trovato nuova vita nelle sottoculture del Nuovo Mondo come la Santeria, la Massoneria e il Mardi Gras. Il libro traccia inoltre lo sviluppo dei generi più popolari del rock, come il punk e il metal, e svela come gli artisti moderni più iconici ricoprano lo stesso ruolo archetipico delle antiche divinità. Scopriamo, così, quanto ricche e ancestrali siano le affinità tra i riti pagani e i costumi musicali della nostra società postmoderna. Qui s’incontrano le prime dive del pop, gli headbanger e i guitar heroes, e si legge la storia inedita della Woodstock puritana. Una folle corsa che va dall’Età della Pietra all’Età dello Spazio.
 
 
In determinati momenti dell’anno si aveva un’immersione completa nelle forze del mondo della natura, un’immersione collettiva e orgiastica con terra, vento, acqua, fuoco durante i festival: si credeva di riuscire ad aprire le porte (“the doors”) alla percezione del soprannaturale. Un tipo di religiosità, va da sè, in netta antitesi con il Cristianesimo, con cui dovette spesso giungere a patti visto che ha finito per condividere gli stessi territori (le “britannie” in primis.) Sostanzialmente, la magia di, per esempio, uno come Aleister Crowley, è basata su – o perlomeno molto influenzata da – questo tipo di ritualismo primordiale. 
 
Il contatto profondo tra l’essere umano e le forze indomite della natura (amplificate) genera qualità oracolari: per niente a caso, la sibilla di Cuma entrava in trance profetica stimolata dalle straordinarie particolarità dei territori laziali e campani.
 
p_files_2020speedball.jpgo0c1f0w0d1200aCh1200
 
Nonostante ciò, il rock in Italia si basa comunque su dinamiche d’importazione dal mondo anglofono (subendo dunque influssi più celtico-pagani che cumani), anche se, tenendo conto di ciò di cui si sta trattando, forse nel 1995 il gruppo rock italiano dei Timoria ebbe qualità premonitive (o premonitorie?) riguardanti l’anno che ci sarebbe stato una generazione (25 anni) dopo. Svolgendo quindi un’ “operazione futuro” già vista in questo blog quando ricordammo di come i musicisti rap Articolo 31 l’anno dopo (1996) fecero uscire un brano dedicato non al 2020 ma al 2030.
Nel titolo c’è proprio un riferimento a una di quelle morti improvvise di star, la morte di River Phoenix a causa di un’iniezione di un mix di droghe chiamato appunto “speedball”, attore – uno di quelli diventati icone a causa della loro morte prematura – di cui si è trattato in questo blog, soprattutto a opera del mio collega Teoscrive. Quando disse di come un suo amico pensava di essere la reincarnazione di Phoenix.
 
 
 
 
Anche se sono stupito da titoli dell’album quali “Mi manca l’aria”, “Val Padana superiore”, “Europa 3” e “Guru”, volendo fare un po’ l’avvocato degli scettici, potrei dire che questo 2020 avrei già potuto io stesso, più o meno, profetizzarlo facilmente proprio in quegli anni 1993-1995, come ben so ricordandomi delle mie paure del futuro di allora, tra cui c’era appunto (come in “2020 speedball”) la realtà virtuale usata per riprogrammare la popolazione nutrendola di conformismi in computer grafica 3D immersiva in modo da non farla pensare alla propria condizione meschina al di fuori.
 
Interessante comunque la scelta dell’ “orange” nella copertina, un colore che in passato fu, guardacaso, una delle ossessioni di Knowles, il quale lo vedeva ovunque sui mass media.
 
A proposito di “The Secret Sun”, del suo linguaggio e del linguaggio degli altri blog sincro-mistici, per aiutare a capire il senso della loro direzione, voglio citare un passo tratto dall’introduzione al libro “Da Atlantide alla Sfinge” di Colin Wilson, in cui viene detto di un tipo di CONOSCENZA definita “lunare”, qualitativamente differente dalla conoscenza definita “solare” a cui siamo abituati, quella della logica, della razionalità cioè della “causa-effetto dal passato al futuro in modo lineare”:
 
Fu circa due anni dopo, nell’autunno del 1993, che un vecchio amico, Goeffrey Chessler, mi chiamò: Chessler aveva commissionato uno dei miei primi libri, Starseekers. In quel momento stava lavorando per un editore specializzato in libri illustrati su temi dell’ “occulto”, come Nostradamus, e voleva sapere se avevo qualche suggerimento. Non avevo spunti ma, poiché sarei passato da Londra pochi giorni dopo, accettai di cenare con lui in un luogo comodo per entrambi: un hotel all’aeroporto di Gatwick. Lì ci scambiammo idee, parlammo di varie possibilità e casualmente menzionai il mio interesse per la Sfinge. Mentre sviluppavo la mia idea spiegando come secondo me il modo di pensare a una civiltà perduta di Hapgood fosse probabilmente completamente diverso rispetto a quello dell’uomo moderno, Geoffrey mi suggerì di scrivergli una bozza sull’argomento.
 
Tengo a precisare che già verso la fine degli anni ’60 un editore americano mi aveva chiesto di scrivere un libro sull’ “occulto”; l’argomento mi ha sempre interessato ma tendevo ad affrontarlo cum grano salis. Quando chiesi consiglio al poeta Robert Graves questi mi disse di lasciar perdere; eppure fu proprio in White Goddess di Graves che trovai una distinzione di base, fondamentale per il mio libro: la distinzione tra conoscenza solare e conoscenza lunare. La conoscenza moderna, cioè razionale, è un tipo di conoscenza solare, basata su parole e concetti, che frammenta il proprio oggetto con la dissezione e l’analisi. Graves sostiene che il sistema cognitivo delle antiche civiltà si basava sull’intuizione che coglie le cose nell’insieme.
Graves dà un esempio pratico di questa teoria nel racconto The Abominable Mr Gunn. Quando andava a scuola, aveva un compagno di nome Smilley che riusciva a risolvere problemi matematici alquanto complessi semplicemente osservandoli. Quando l’insegnante, Mr Gunn, chiese come facesse, l’allievo rispose: <<Mi è venuto in mente>>. Mr Gunn non gli credette e pensò che avesse visto le soluzioni alla fine del libro. Quando Smiley replicò che nella soluzione c’erano due cifre sbagliate, Mr Gunn lo fece prendere a bacchettate e lo obbligò a risolvere i problemi “normalmente”, fino a quando Smilley perse quella sua strana capacità.
 
Oggi si direbbe semplicemente che Smilley era un fenomeno, un prodigio con una mente simile a un calcolatore. Ma questa spiegazione non basta. Esistono dei numeri chiamati numeri primi, come il 7, il 13 e il 17, che non possono essere divisi esattamente per nessun altro numero. Non esiste un semplice metodo matematico per scoprire se un numero alto è un numero primo, l’unico sistema è dividerlo per numeri più piccoli, operazione alquanto noiosa. Anche il più sofisticato computer opera allo stesso modo. Eppure nell’800 fu chiesto a un prodigio del calcolo se un certo numero a dieci cifre fosse un numero primo; dopo una pausa di riflessione questi rispose: <<No, può essere diviso per 241>>.
 
Oliver Sacks ha descritto due gemelli mentalmente ritardati, ricoverati in un ospedale psichiatrico di New York, in grado di “recitare” alternativamente numeri primi a 20 cifre come strofe di una filastrocca. Scientificamente parlando, cioè secondo il nostro sistema razionale di “conoscenza solare”, ciò non è possibile. Eppure i prodigi del calcolo ci riescono. E’ come se le loro menti volassero, simili a uccelli, al di sopra del campo numerico vedendo la risposta.
 
Ciò significa un’unica cosa: sebbene il nostro sistema di conoscenza solare ci sembri così completo e autonomo, deve esistere qualche altro sistema cognitivo che raggiunge i risultati in modo completamente diverso. E’ un’idea che lascia perplessi, è come cercare di immaginare una dimensione diversa dalla lunghezza, dalla larghezza e dall’altezza. Sappiamo che nella fisica moderna esistono altre dimensioni ma le nostre menti sono incapaci di concepirle.
 
Annotazione 2020-06-19 143702
 
Annotazione 2020-06-19 143824
 
Mi sono reso conto che è che è stato un week end di vacanza e tutti sono impegnati con altre cose, ma una ricerca random mi ha gettato ancora una volta “dentro la tana del bianconiglio” e ho sentito il bisogno di condividere. 
Così ri-visitiamo qualche argomento familiare perché qualche nuovo collegamento folle e impossibile sembra essere venuto fuori in seguito all’ultimo post. 

Sono stato informato di come “Chris Cornell” equivalga a 408 nella gematria ebraica, e di come 4/08 (8 aprile) sia la data statunitense in cui venne rinvenuto il corpo dell’amico di Cornell, Kurt Cobain.

Vedendo il corrispettivo di “Chris Cornell” nella gematria inglese (816) notiamo che la data statunitense 8/16 (16 agosto), sembra essere una giornata infausta cioè propizia per incidenti aerei catastrofici, dal momento che in quella data ne sono avvenuti diversi.

Come abbiamo visto nel post precedente, “Nostra Signora” e i musicisti del suo gruppo, fecero il loro debutto alla Tv USA lo stesso giorno in cui venne rinvenuto il corpo di Kurt Cobain.

Diciamo che quelli non erano proprio tempi ideali per un’esibizione simile, poiché all’epoca la “Sibilla” si trovava alle prese con dei ricoveri per traumi e quando si trovava sul palco sembrava perdersi in un suo mondo interiore, cantando come se parlasse a esotici uccelli alieni nella loro madrelingua. 

Era come vedere uno di quegli sketch britannici che fanno brutte parodie mettere su, appunto, una brutta parodia di un’esibizione dei Cocteau Twins, un po’alla stregua di questo scimmiottamento di Kate Bush risalente a un bel po’ di tempo fa (che ci crediate o no, prende il nome da Jean Cocteau…)

Va anche notato che il giovane Jeff Buckley l’aveva accompagnata con le proprie gambe al tour e in quale città i Cocteau Twins si esibirono quella notte? 

Avete indovinato: Las Vegas.
E proprio come lo era la crudele lama di Barbablu
scendendo sulla sua testa,
In fretta i fratelli con le loro spade,
hanno abbattuto l’assassino,
Salvando la vita della loro sorella guadagnando
molta gloria e fama,
Ricevendo oro, platino e
gioielli rari,
E per sempre vissero contenti
nelle proprietà di Barbablu.
Un altro pezzo del puzzle va al suo posto considerando la canzone con cui la band si stava esibendo: “Bluebeard”, Barbablu.
 
La canzone è stata scritta durante la separazione della Fraser da Robin Guthrie, il quale fu apparentemente ricoverato per una brutta tossicodipendenza da cocaina e prende le mosse dal folclore della Francia antica. Possiamo entrare dentro questa storia in un secondo momento, ma ho pensato fosse interessante partire da dove finisce.
 
La storia folcloristica di Barbablu ha infatti termine con la moglie di Barbablu che lo uccide in un determinato posto a lui appartenente (non una serra ma – a seconda delle versioni – un armadio, un seminterrato, un gabinetto… ) e finisce per ereditare la sua grande fortuna.
 
Quindi,  in aggiunta alla valanga sconvolgente delle altre premonizioni, sincronismi e profezie, il giorno in cui fu scoperto il corpo senza vita della più grande rockstar mondiale negli anni ’90, “Nostra Signora” fece la sua prima apparizione alla Tv nazionale statunitense cantando una canzone basata su una storia che finisce con un uomo assassinato per ordine di sua moglie, la quale poi prende le sue ricchezze.
 
Esiste un blog sulla morte di Kurt Cobain,“Cobain Evidence Blog” gestito da un avvocato chiamato “Kurt Fraser”: potevate seriamente attendervi qualcosa di diverso a questo punto della tempolinea?
Fin qui ho resistito nel tirare in ballo le teorie sull’assassinio di Chris Cornell, basandomi sul fatto che lui aveva ammesso di soffrire di una grave depressione e le teorie da me lette non sono abbastanza ben argomentate. Di solito, sono più interessato a conoscere la verità piuttosto che “avere ragione.”
 

https://www.crazydaysandnights.net/2007/02/blind-items-revealed.html

Una delle escort straniere che utilizza un condominio di Miami Beach come suo indirizzo di casa, è stata avvistata nell’ultima settimana di febbraio a un evento privato del magnate. Era presente anche questa attrice, per lo più attrice cinematografica, che tutti voi sapete. Non è stato un grande evento vista la presenza di sole 50-60 persone. La settimana successiva, un’ ex amante del magnate, con cui aveva passato una notte dopo un decennio che non si vedevano, è morta in un incidente d’auto. Sono sicuro non sia un caso abbia dovuto parlare con l’investigatore privato il quale ha seguito ogni traccia possibile sulla morte del cantante.

Il sito web https://www.crazydaysandnights.net (gossip hollywoodiano) sembra talvolta lasciar pensare ci possa essere qualcosa in certe teorie, e tende a far cadere dei “drop” qui e là in certi post, come penso quello qui sopra.
 
Non ho idea a cosa si riferisca quell’aggiornamento, ma i miei radar si accendono sempre quando persone connesse a investigazioni su omicidi cominciano a morire.
Ann Wilson: Chester Bennington ebbe paura dopo la morte di Chris Cornell. La cantante Ann Wilson ha detto di aver parlato con Chester Bennington a proposito della morte di Chris Cornell e le diceva di quanto temesse sarebbe venuto presto il suo turno.
Anche questo mi ha fatto riflettere: e se Ann Wilson stesse provando a voler far capire qualcosa senza dirla esplicitamente? 
 
Magari non ho bisogno di seguire le teorie di qualcun altro; forse ho solo bisogno di consultare la nostra amata Sibilla. 
 
Cosa potrebbe dire lei di tutto questo?
Non ci sto di certo con la testa, ma ho la forte sensazione che la straziante canzone-lamento “Frou-Frou Foxes in Midsummer Fires” (“Le volpi di Frou Frou nei fuochi di mezza estate”) può essere letta come profezia della morte di Chris Cornell.
 
E alla luce della sincro vista prima riguardante “Barbablu”, potrei non essere incline a considerarlo un “semplice suicidio”.

Facciamo un po’ ora il punto della situazione:

‘Frou-Frou’ è un’espressione francese riguardante l’alta moda. Chris Cornell era proprietario di un ristorante (Black Calvados) a Parigi nel quartiere della moda;

• “Foxes” ricorda il Fox Theater, il posto dell’ultima esibizione di Chris Cornell. 

• I “fuochi (falò) di mezza estate” si svolgono il giorno di San Giovanni  e dalla parte opposta della via su cui è situato il Fox theatre c’è proprio una chiesa dedicata a San Giovanni;

• La durata della canzone riportata ufficialmente — 5:35– può essere suddivisa in 5/18/17 (18+17=35), la data americana della morte di Chris Cornell;

• Nell’album, il brano “Frou-Frou” segue “Wolf in the Breast” e “Road, River and Rail,” entrambi pieni di presagi della morte di Jeff Buckley;

• Notiamo il refrain ripetuto, “In day, and night to come,”, “di giorno e la notte che viene”, un indicatore di come la Sibilla stia profetizzando;

• Può suonare come una stupidaggine ma non riesco a distogliere l’attenzione a quando poi canta di “cherry colored.” Perché? 

CHeRry COloREd — CHRis CORnEll

 
Perché gli spiriti non parlano un inglese corretto e mi fa pensare a qualcuno che gioca con un nome che continua a ronzargli in testa.

Il rogo di esseri umani nei fuochi

Dobbiamo ancora chiederci il senso del bruciare le effigi nel fuoco in quei festival. Dopo l’indagine precedente la risposta alla domanda sembra ovvia.
Poiché i fuochi sono spesso accesi per bruciare le streghe, e poiché l’effigie da essi bruciata viene talvolta chiamata “la Strega”, potremmo naturalmente essere disposti a concludere che tutte le effigi consumate dalle fiamme in queste occasioni rappresentino streghe (o stregoni) e che l’usanza di bruciarli è semplicemente un sostituto del bruciare gli uomini e le donne stessi, poiché secondo il principio della magia imitativa (omeopatica) praticamente si distrugge la strega stessa nel distruggere la sua effigie. Questa spiegazione della combustione di figure di paglia a forma umana durante quei festival, nel complesso è forse la più probabile.
Tuttavia, è possibile che questa spiegazione non si applichi a tutti i casi e che alcuni di essi possano ammettere e persino richiedere un’altra interpretazione. Perché le effigi così bruciate, come ho già osservato, difficilmente si possono separare dal simbolo della stessa morte che viene bruciato.

I “falò di mezza estate” hanno la fama di essere documentati nel volume Il ramo d’oro, di James Frazer nello stesso capitolo in cui viene trattato del cosiddetto “wicker man” (uomo di paglia, spaventapasseri) da bruciare. 
 
Pressappoco lo stesso rituale, basato su un antico tipo di sacrificio umano celtico, riguardante la fertilità e l’adorazione del sole.

Abbiamo visto che serpenti e volpi è solito venissero bruciati nei “falò di mezza estate”; c’era la credenza che streghe germaniche e gallesi assumessero forma di serpenti e di volpi.  Quando ci ricordiamo della grande varietà di animali in cui le streghe possono trasmutarsi a piacimento, con questa ipotesi sembra facile spiegare la varietà di esseri viventi incendiati nei festival sia nella Gallia antica che nell’Europa moderna; tutte queste vittime, possiamo supporre, venivano gettate in olocausto, non perché si trattasse di animali, ma perché veniva creduto fossero streghe che avessero assunto una forma animale per i loro nefasti propositi.

Un vantaggio nello spiegare in questo modo i sacrifici celtici antichi è che mostra un certo perché nel trattamento riservato dall’Europa alle streghe dai primordi fino a tre secoli fa, quando l’influenza crescente del razionalismo screditò le credenze nella stregoneria e quindi interruppe la pratica di bruciare le streghe.

“Nostra Signora” si sta riferendo al rogo delle volpi nei roghi di mezza estate, bruciate al posto di quelle streghe che potevano “gettare il malocchio” ai raccolti. 
 
(Contrariamente alle illusioni neo-pagane frutto di una non ricerca, gli antichi pagani non erano più affezionati alle streghe e alla stregoneria rispetto ai cristiani che li avevano soppiantati). 

Così, se facciamo fede agli indizi nella canzone, potremmo assumere che la Sibilla ancora una volta sta pronunciando profezie criptiche di sacrifici rituali di sangue guardando oltre le nebbie dell’allora futuro che sarebbe stato apocalittico (cioé il nostro presente?) 
L’illustre cognome CORNELL ha le sue origini in quella rocciosa area di costa spazzata dalle onde del mare nel sud-ovest dell’Inghilterra, nota come CORNOVAGLIA.
Quindi uno dei significati del cognome “Cornell” è “(proveniente) dalla Cornovaglia” una delle antiche nazioni celtiche delle isole britanniche.* 
 
Oggi la Cornovaglia è nota come il centro predominante in Britannia nella celebrazione di…

https://it.wikipedia.org/wiki/Penzance

… oh hey, look: the Midsummer Fires! (Note Ouroboros and Twins, notate gli urobori e i gemelli!)

I “Midsummer Fires” non sono proprio paragonabili all “Edinburgh Fire Festival” come ampiezza, magniloquenza e dispendiosità ma… diamogli tempo.
 
Oltretutto, l’area (e l’aria) intorno a Edimburgo, è efficacemente e sovrannaturalmente caricata da…
Tutto questo revivalsmo pagano è stato al centro di un recente film horror, Midsommar, il cui argomento è pressappoco quel tipo di tradizioni. Con in più degli omicidi.
 
Come diceva mia mamma, “E’ sempre divertente/fin quando qualcuno/ non viene sacrificato ritualmente.”
Midsommar potrebbe anche essere chiamato Garlands, dal momento che fa vedere più ghirlande per metro quadrato di ogni altro film mai realizzato. 

Per inciso abbiamo visto come “Frou-Frou” sia in sincro con la connessione tra Chris Cornell e il quartiere della moda a Parigi (in cui è situato “Black calvados”, il ristorante di cui Cornell era proprietario), ma l’espressione “froufrou” assume– o una volta assumeva– una connotazione gay.

Tenete presente che con ciò non voglio dire che Cornell fosse gay…
…ma non sto nemmeno dicendo che fosse totalmente etero.

Quindi abbiamo alcune sincro strabilianti provenienti da una canzone con un titolo che è molto facile pensarlo come una sciocchezza priva di senso. Pure io l’ho creduto per decenni. Ed è invece uno dei più sofisticati codici segreti mai visti in vita mia.

Forse ora anche voi iniziate a rendervi conto dell’incredibile genio oracolare di Nostra Signora. Forse iniziate anche a pensare cosa ciò potrebbe voler dire per il vostro proprio futuro. Il tempo passa, amici.
Donna di sangue, cagna di sangue
C’è una corona, una corona che si gonfia
Premendo le mani, contro questa cicatrice
Non c’è calore, non c’è calore da sentire.

Garland(s) (sinonimo di “corona”ri-pubblicato il 20 marzo
la settimana in cui la faccenda della pandemia del virus era più terrorizzante che mai.

E QUI LE COSE SI FANNO STRANE. SEMPRE PIU’ STRANE…

In un’intervista del 2014 a The Skinny, il bassista Simon Raymonde dei Cocteau Twins disse che scrisse una canzone sulla morte di suo padre, l’arrangiatore Ivor Raymonde, che morì mentre la band stava registrando l’album “Heaven or Las Vegas”. I compagni di band di Simon, Elisabeth Fraser e Robin Guthrie, sono diventati recentemente genitori di una bambina e gran parte dell’album riflette il loro gioioso stato d’animo. Quel brano fa eccezione ed è in contrasto.

Dice Raymonde: “Si passa da ‘Pitch the baby’, che è una canzone gioiosa sul fatto che Elisabeth abbia dato alla luce una bambina e quanto ciò sia stato fonte di felicità a ‘Frou Frou Foxes In Midsummer Fires’, appunto la mia canzone, piuttosto miserabile a dire il vero, ma Elisabeth è riuscita a renderla bella.

Vediamo perciò che “Frou-Frou Foxes” è già in sè un esplicito lamento, in questo caso dedicato al papà di Simon Raymonde, l’influente produttore musicale Ivor Raymonde. Così com’è capace di fare, la Sibilla trasforma in bellezza l’angoscia del suo compagno di band Simon.

Ivor Raymonde oggi non è molto ricordato, ma lo è un sacco del suo lavoro. In primis la sua direzione musicale del primo album dei Walker Brothers, che presenta la versione definitiva del brano”The Sun Ain’t Gonna Shine Anymore”, “il sole non sorgerà più.”
 
Inevitabilmente, quel brano in se stesso è collegato a un omicidio, in questo caso un omicidio molto conosciuto, almeno nel Regno Unito, commesso dal famigerato gangster Ronnie Kray.
 

https://thekraytwins.fandom.com/wiki/The_Sun_Ain%27t_Gonna_Shine_Anymore#:~:text=The%20Sun%20Ain’t%20Gonna%20Shine%20Anymore,Beggar%20in%20Whitechapel%2C%20in%201966.

“The Sun Ain’t Gonna Shine Anymore” è un brano del 1966 dei Walker Brothers. La canzone (in testa alle classifiche britanniche e statunitensi) è famosa per essere quella che stava girando nel jukebox durante l’assassinio di George Cornell dentro il pub “The Blind Beggar” in Whitechapel a Londra nel 1966.

George, Cornell, nientemeno!

Naturalmente, il gangster Ronnie Kray che uccise George Cornell fu uno dei gemelli, “Twins”, assieme a suo fratello Reggie. Entrambi interpretati da Tom Hardy nel film del 2015 Legend.

Così abbiamo un Cornell, i Twins, Ivor Raymonde (padre del bassista dei Cocteau Twins)… mmm, cosa manca all’appello?

Certo, il COMPLICE di George Cornell…
Frankie Fraser.
 
Sul serio, Il complice di Cornell si chiamava Fraser.
 
 “Mad Frankie” Fraser. 
 
Controllate voi stessi su Wikipedia:
 
Non solo, ma condivideva con la sibilla dei Cocteau Twins anche il secondo cognome: Davidson!
 
Confrontate se non ci credete:
E dal momento che Nostra Signora è l’ “oracolo dell’Apocalisse”, non può che acquistare senso il fatto che questa strana versone di “Sun Ain’t Gonna Shine” venne adoperata per il trailer originale di The Walking Dead.

Che di recente ha visto la partecipazione di Samantha Morton, la quale, per qualche incomprensibile ragione, continua a fare capolino in queste storie.

Così ci informa una nostra amica, Chay:  “Sun Ain’t Gonna Shine Anymore” viene presentata alla fine di Seeking A Friend for the End of The World, “Cercasi amore per la fine del mondo” (2012), e sembra che il titolo di quel film si ispiri a una frase di una canzone di Chris Cornell “Preaching the End of the World” dal suo album di debutto come solista: Euphoria Morning.

La cosa strana è che Courtney Love era legata strettamente anche a un’altra icona punk defunta: John Graham Mellor ovverosia Joe Strummer. 
 
La Love recitò assieme a Strummer nel dirompente “Straight to Hell Dritti all’infernodel 1987 diretto dall’Alex Cox di “Repo man-il recuperatore” e “Sid & Nancy” mentre si trovava in Messico assieme ad amici.
 
E in “Dritti all’inferno” spunta inoltre di nuovo Dennis Hopper, che fa una comparsata.
 
Courtney Love avrebbe poi vissuto a tempo indeterminato assieme a Strummer e la sua famiglia nella sua casa di Londra. Si dice vivesse in un seminterrato mentre provava a lanciare la sua carriera, ma conoscendo le inclinazioni dei due sono sicuro che gli accordi in tal senso erano a base della ben nota triade “sesso, droga e rock’n roll”.
 
Notate bene che sia la Love che Strummer erano in contatto con agenzie d’intelligence.
Un’altra cosa singolare è che Strummer morì intorno al solstizio d’inverno, apparentemente per una malattia cardiaca non diagnosticata. 
 
Non so dire se l’attrazione verso le sostanze psico-chimiche da parte di quell’uomo non abbia contribuito ad avere come risultato ultimo il suo decesso, ma posso notare che morì in un altro giorno sacro agli antichi druidi.

Strummer e i Clash inaugurarono l’USA Festival del 1983, 
che in puro stile Clash venne funestato da problemi tecnici, (compreso il peggior suono di chitarra elettrica mai fatto uscire da Mick Jones dalla sua attrezzatura) e da parecchie incoerenze da parte dello stesso Strummer.


C’è da notare che l’USA Festival — un parto mentale di Steve Wozniak, co-fondatore della Apple– si tenne a San Bernardino.
Date un’occhiata alla t-shirt indossata da Eldon Hoke, altrimenti detto “El Duce”, un’altra leggenda del punk rock associata a Courtney Love, a cui è successo anche a lui di giungere a una fine prematura.

Si gettò o venne gettato in mezzo a un treno in corsa che stava arrivando, tre giorni dopo che aveva parlato con Nick Broomfield dichiarando che Courtney Love aveva tentato di ingaggiarlo per assassinare Kurt Cobain.

* Qualche storico collega il cognome Cornell a “Cornelle,” termine francese per corona. Non dimentichiamoci che Nostra Signora profetizzò nella colonna sonora de “Il corvo”, in cui morì un altro luminare della Generazione X. La sua voce venne aggiunta DOPO il fatto (“Time baby III” dei Medicine), facendomi pensare che gli stessi produttori del film fossero a conoscenza del suo talento oracolare.

 

Versione originale:

https://secretsun.blogspot.com/2020/05/somebody-got-murdered.html

 





Altre sinCRONicità sul CRONOvirus

22 04 2020
E’ almeno dai giorni di questo primo articolo tutto dedicato all’argomento (https://civiltascomparse.wordpress.com/2020/02/27/siamo-nell-era-della-corona-simbolismi-a-cascata-la-fine-dell-inizio-e-qui-gente/) che noi del blog abbiamo notato la somiglianza tra le parole “CORONAvirus” e “CRONOvirus”: ebbene, come c’era da aspettarselo, non siamo stati affatto gli unici.
 
State leggendo ora un articolo che penso e spero sarà l’ULTIMO sull’argomento e abbiamo deciso di affidarsi ad Arrowsmith di “Black dog star”, facendo la versione italiana di questo suo aggiornamento, http://blackdogstar.blogspot.com/2020/04/the-cronus-virus-its-time.html, il primo dal 2013.
 
Black dog star, la “stella del cane” così è definita SIRIO, poiché si trova nell’omonima costellazione. Una strana stella doppia, poiché Sirio A è la stella più luminosa del cielo intorno a cui ruota in un’orbita elittica Sirio B, una nana scura del tutto non visibile dalla Terra senza speciali strumenti. Il ciclo di Sirio B è di 50 anni: esattamente nel 1969 le due stelle erano alla massima distanza (apoapsis) e 25 dopo alla minima distanza (periapsis.)
 
sirius-b-orbit-apoapsis-periapsis-4-v3
 
 
Arrowsmith ha deciso di aggiornare il blog “Black dog star” dopo ben sette anni che non lo faceva a causa di un’ispirazione dovuta a un fraintendimento mentre chiacchierava con sua figlia del sistema solare.  Approfondendo l’argomento del pianeta Saturno, Arrowsmith ha spiegato che il nome in greco antico di Saturno è Κρόνος, Cronos.
 
E’ facile, soprattutto per un bambino, confondere le parole Coronavirus e Cronovirus.
Come abbiamo già avuto modo di vedere in altre occasioni (https://civiltascomparse.wordpress.com/2020/01/09/lassassinio-di-soleimani-i-cicli-saturno-plutone-e-la-congiunzione-del-12-gennaio/) il pianeta Saturno è relazionato agli eventi qui sulla Terra.
 
Esiste dunque un legame tangibile tra Saturno-Cronos e il Coronavirus?

Nella mitologia romana, Saturno è il fondatore della civilizzazione, dio dell’agricoltura, ordine sociale, conformismo e restrizioni. I famosi anelli del pianeta Saturno che lo circondano e lo racchiudono, riflettono l’idea delle limitazioni umane. Saturno simboleggia anche l’ autorità e il nostro senso di responsabilità e dovere.

Strutture di pensiero che si adattano eccome al clima attuale: ci viene richiesto infatti di conformarci alle regole e a quell’ordine sociale che è il regno supremo di Saturno. Ci viene richiesto di essere responsabili e di agire per il bene di tutta la comunità. #iorestoacasa, mantengo il distanziamento sociale, mi lavo spesso le mani. Anche le libertà di movimento sono state ristrette in modi che non abbiamo mai visto prima nelle nostre vite.

Anche un allineamento planetario che ci sarà durante l’anno sembra connesso a questa liason Corona-Cronos.

Il 20 luglio 2020 alle 22:00 UTC la Terra si troverà tra Saturno e il Sole, portando Saturno all’ opposizione.
Un’ opposizione è un’ opportunità per osservare il pianeta con gli anelli e gli altri giganti gassosi. Negli anni in cui ci troviamo tra un pianeta gigante e il Sole, il pianeta è generalmente più vicino alla Terra e dunque appare più luminoso.
 
Quando è opposto al Sole, Saturno è visibile al suo meglio per tutta la notte. Oltretutto, abbiamo anche la Luna nuova alla data dell’opposizione di Saturno (20 luglio 2020), garantendo quindi un cielo privo della luminosità lunare.
 
Così abbiamo Saturno, la Terra e il Sole che si allineeranno nell’estate 2020, annunciati dall’arrivo di un nuovo ciclo lunare. (https://earthsky.org/?p=2909.)

Il virus era precedentemente conosciuto come “nuovo coronavirus 2019” prima che l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo nominasse Covid-19 lo scorso gennaio.

 
Per proseguire questo discorso riguardante l’allineamento della prossima estate, mi soffermo sulla diciannovesima carta del mazzo dei tarocchi – Il Sole.
Penso che questa carta francese – Le Soleil – riassuma piuttosto bene la nostra situazione. Vediamo due innamorati in piedi dentro un ANELLO (l’allineamento con Saturno?) che si abbracciano sotto il Sole. Dietro di loro un muro di mattoni da poter interpretare forse come una chiusura dentro le pareti di casa.

Se vi stessi facendo una lettura dei tarocchi e vi si presentasse l’immagine seguente del Sole, potrebbe trattarsi di un presagio fortuito.

 
La carta del Sole nella versione “Rider Waite” dei tarocchi, probabilmente il mazzo più popolare al mondo uscito per la prima volta nel 1910, è una carta che merita un’indagine approfondita.

Ancora una volta abbiamo il muro dentro cui isolarsi ma stavolta quei due innamorati sono sostituiti da un bambino che cavalca un cavallo pallido.

Ho sempre interpretato la bandiera rossa come simbolo del saluto del bambino ai raggi del sole, portatori di vita, ma se guardiamo la cosa nel contesto del coronavirus-cronovirus, l’immagine del tarocco assume un nuovo significato.

Quella bandiera rossa, dunque, in questo caso, punta il luogo dove tutto è incominciato.

Se vogliamo cercare, potremo persino trovare un riferimento sottile alle 5 stelle della bandiera cinese.

La Cina arrabbiata per quella vignetta sul coronavirus in un giornale danese

Un giornale danese ha pubblicato una vignetta raffigurante una bandiera cinese con delle figure somiglianti al virus al posto delle simboliche stelle gialle. La Cina ha chiesto le scuse al giornale dal momento che quella vignetta è divenuta VIRALE sui social media.
E il fatto che la figura del bambino sia a cavalcioni sul cavallo bianco cosa vorrebbe dire? E’ una caratteristica importante nella versione “Rider Waite” del tarocco del Sole. Forse una connessione coi “quattro cavalieri apocalittici” ma mi è sembrato un po’ troppo scontato.
 
Poi mi sono imbattuto nella locandina del film di prossima uscita: Mulan.
Originariamente, la data di uscita di Mulan sarebbe dovuta essere il 27 marzo ma, a causa dell’escalation della crisi, la Disney ha deciso di spostarla al 24 luglio, che è solo quattro giorni dopo l’opposizione Sole-Terra-Saturno del 20 luglio.
 
Utilizzando una delle tattiche più potenti nell’arsenale dei sincro-mistici,  ho messo a testa in giù una sola lettera.
Il mercato degli animali di WULAN… cioè WUHAN
 
Gli scienziati dicono come sia molto probabile che la provenienza del virus siano stati i pipistrelli attraverso un altro intermediario animale  così come successe per un altro coronavirus – quello della pandemia di SARS del 2002 – passato dai pipistrelli a ferro di cavallo agli zibetti-gattoformi (attraverso un morso di pipistrello?) prima di infettare gli umani.
Recentemente abbiamo visto una nuova inversione di tendenza nelle dichiarazioni degli scienziati poiché le prime infezioni ai primi umani devono essere avvenute nel novembre 2019—se non in un tempo pregresso—tenendo presente il lasso di tempo tra l’incubazione della malattia e l’emersione dei sintomi. Se è avvenuto così, c’è la possibilità che il virus si sia diffuso in modo silente tra la popolazione della città di Wuhan—e forse altrove—prima che il gruppo di casi proveniente dall’ormai famigerato mercato venisse scoperto nel tardo dicembre.
 
 


Nel film “Soul”, uscito nel giugno dell’anno passato, Joe Gardner (“giardiniere”, Crono-Cronos-Saturno è anche un dio dell’ agricoltura) ha un’esperienza di pre-morte e viene trasportato fuori dal suo corpo. In delle immagini del trailer del film potete vedere degli anelli somiglianti a quelli di Saturno discendere sulla Terra.

Notate inoltre l’ “anima” che gli esce dal centro del petto nella locandina del film.

Nel doppiaggio, la voce americana di Joe Gardner è quella di Jamie Foxx.
 
Colui che insegna al giovane Robin Hood e ai suoi seguaci come fare prevenzione contro le infezioni.
Nei cinema il 21 novembre.

Poi abbiamo “Top Gun: Maverick” (il sequel di “Top Gun”.) Il film è stato posticipato fino al dicembre 2020, un’anno dopo l’esplodere della vicenda a partire da Wuhan: immagini simili possono essere viste oggi in giro per le strade del mondo. Il tizio sulla destra è stato recentemente fotografato alla stazione di King Cross a Londra.

Per “maverick” si intende qualcuno considerato come non convenzionale, non ortodosso e indipendente. Questo virus sta spingendo un mucchio di persone fuori dalla loro “zona di comfort”, forzandole a pensare al mondo al di fuori della loro bolla personale, e probabilmente ciò contribuirà all’emergere di una nuova generazione di “maverick”, di “liberi pensatori”, è ciò potrà essere una buona cosa per il futuro del pianeta Terra.
 
Procedendo all’indietro nella carriera di Tom Cruise alla ricerca di ulteriori possibili indizi riguardanti il virus, notate questa locandina del film “Magnolia.” Con l’immagine ancora fresca del tarocco del Sole, quando si vede questo enorme fiore sulla locandina non ci si sorprende poi tanto ad assistere a un Tom Cruise fissare intenzionalmente degli “anelli di Saturno” collocati proprio in mezzo al fiore di magnolia.

in “The Last Samurai” ci sono anche possibili connessioni con l’estremo oriente, il cavallo e la bandiera rossa, come vediamo nella seguente locandina.

E nella locandina del primo film di Top Gun troviamo anche il Sole.

La corona solare è la parte più esterna dell’atmosfera del Sole. La corona è normalmente nascosta dai raggi del Sole cosicchè è difficile vederla senza usare strumenti particolari. Tuttavia la corona può essere vista durante un’ eclisse solare totale.

Avendo trovato un collegamento diretto tra il Sole e il Corona(virus) Provando a pensare a un film in cui un’eclisse totale di Sole gioca un ruolo centrale (a parte “L’eclisse” di Michelangelo Antonioni) viene in mente “Pitch Black” che fece iniziare la carriera di Vin Diesel nell’anno 2000.

https://it.wikipedia.org/wiki/Pitch_Black

L’eclisse totale del film avviene quando un pianeta con gli anelli, ispirato chiaramente a Saturno, si allinea col Sole.

Bloodshot è uscito a marzo,  mentre la pandemia era in pieno svolgimento. Nel film, Vin Diesel muore e riesce a risorgere grazie al potere della nanotecnologia. Con il Sole alle spalle, e una migliorata capacità di guarigione, riesce a fissare lo sguardo direttamente verso la corona.

L’attore Cillian Murphy in “Sunshine”.

L’ultimo film di Cillian, il sequel di “A Quiet Place”, sarebbe dovuto uscire in marzo ma uscirà in settembre.

A proposito poi del film del 1962 “L’eclisse” già citato in precedenza:

https://it.wikipedia.org/wiki/L%27eclisse

«L’eclisse è una scommessa folle: presentandoci dei personaggi “inattivi”, alla deriva in paesaggi vuoti, il regista ci invita a scoprire le tempeste che si agitano all’interno dei personaggi.»
(Alain Resnais)

e inoltre

I luoghi dove Piero e Vittoria erano soliti incontrarsi, ora appaiono senza i loro protagonisti: l’angolo di strada, l’edificio in costruzione accanto, la fermata d’autobus e i volti delle persone che Vittoria incrocia quando torna a casa a piedi. Scende la sera, nella città si accendono le luci. Nella completa oscurità la vista rimane quasi accecata dal bagliore di un lampione che illumina una strada.

e ancora:

gli oggetti inerti e le architetture metafisiche (che molti hanno associato ai quadri di Giorgio De Chirico) si sostituiscono completamente ai personaggi («Gli ultimi 10 minuti silenziosi e senza narrazione, da cui scompaiono la Vitti e Delon, sconcertarono il pubblico; oggi appaiono di una bellezza abbacinante» commenta Alberto Pezzotta[3]).

Non ricordo di aver mai visto quel film, potrei anche azzardarmi a non stupirmi se vedendolo, o rivedendolo, oltre all’eclisse quella del 15 febbraio 1961 (https://civiltascomparse.wordpress.com/2014/06/06/la-carriera-di-fabrizio-de-andre-e-le-due-eclissi-totali-di-sole/), ci trovassi dei riferimenti a Saturno-Cronos o costellazioni, pianeti, congiunzioni, opposizioni…

Tornando a Cillian Murphy, eccolo nel film del 2002 “28 Days Later” riguardante un’epidemia:

La stessa scena nel 2020, con sullo sfondo la torre del Big Ben ferma fino al 2021. (https://www.quilondra.com/attrazioni-londra/big-ben.html):

https://civiltascomparse.wordpress.com/2012/08/08/il-big-ben-ha-detto-stop/

https://civiltascomparse.wordpress.com/2012/08/16/il-big-ben-ha-detto-stop-2/

L’attrice Anya Taylor-Joy interprete assieme a Cillian Murphy nel tv show “Peaky Blinders.”

Il nuovo film con Anya Taylor-Joy,  “Emma”, è uscito quest anno nel giorno di San Valentino.

L’attore Jude Law nella seguente locandina di “King Arthur” indossa la corona mentre in “Contagion” indossa la mascherina.

Nel film “Gattaca” Jude Law realizza il sogno di suo padre di raggiungere Saturno.

Fa questo donando il suo sangue per la buona riuscita della missione.

Le trasfusioni possono curare il covid 19.

https://www.ilgazzettino.it/nordest/padova/coronavirus_veneto_sangue_guariti_ai_malati_covid_sperimentazione-5152096.html

Plasma dei guariti per curare malati Covid: iniziate le prime trasfusioni

Jude Law ha anche interpretato un film del 2011 che in questi ultimi tempi ha avuto un ritorno di fiamma in termini di popolarità, il già citato “Contagion”.

L’altro attore di “Contagion”, Matt Damon, ci porta poi a un altro film da lui interpretato, “Interstellar”, in cui un “varco spazio-temporale” si apre in prossimità del pianeta Saturno. L’umanità è alla ricerca di un nuovo pianeta abitabile e Matt Damon è uno dei primi astronauti a viaggiare attraverso il portale, lo “stargate”.

“Trolls World tour” vede la partecipazione di Justin Timberlake, presente anche in due film inerenti il CRONO: “In time” e “Hugo”.

Nell’età antica, Κρόνος CRONO venne interpretato occasionalmente come Χρόνος CHRONOS, la personificazione del tempo nei culti orfici.

Il filosofo romano Cicerone (I secolo a.C.) disse come il nome greco “Κρόνος” identifica sia “Crono” che “Chronos”: la divinità dell’orfismo che mantiene i corsi e i cicli delle stagioni e dei periodi del tempo. 

La copertina seguente del TIME con le lettere della parola “coronavirus” che sembrano disposte in modo un po’ confuso praticamente apposta per rendere ambigua la differenza tra “CORONAvirus” e “CRONOvirus”.

Κρόνος rappresenta l’aggressività distruttiva del tempo che divora tutte le cose, un concetto che venne illustrato con i re Titani che mangiarono gli dei olimpici — il passato che consuma il futuro, le vecchie generazioni che sopprimono le nuove generazioni.

https://it.wikipedia.org/wiki/H%C3%A4nsel_e_Gretel

Hänsel e Gretel si smarriscono. Vagando per la foresta, i bambini raggiungono una radura in cui sorge una piccola casa, che con meraviglia scoprono essere fatta interamente di dolci, in particolare di marzapane. Spinti dalla fame, i due ne staccano dei pezzi per mangiarne, finché non vengono sorpresi da una vecchietta, che fa capolino da una finestra. Molto affabile, questa li invita a entrare e i bambini accettano con gratitudine; la signora offre loro un’ottima cena e li fa coricare in morbidi letti. Al risveglio però la vecchia svela la sua vera natura: si tratta di una terribile strega, che, sfruttando come esca la sua casa di marzapane, cattura bambini per poi divorarli. La strega costringe Gretel a farle da sguattera e rinchiude Hänsel in una gabbia e lo mette all’ingrasso, intenzionata a mangiarlo per primo.

“Gretel & Hansel”, film uscito a inizio 2020.

L’attore Guillermo Del Toro in “Cronos”.

Il quadro Crono e i suoi figli di Giovanni Francesco Romanelli, una raffigurazione seicentesca del titano Crono come “Padre Tempo” con in mano una falce pronta per il raccolto.

La particella CRONO, dal greco antico Κρόνος  si trova appunto in diverse parole che chiamano in causa il tempo: CRONaca, CRONOlogia, sinCRONizzazione, sinCRONicità.

Durante il Rinascimento l’indentificazione di Saturno-Crono con il Chronus orfico diede origine alla figura di “Padre Tempo“, nella figura di un uomo vecchio con la barba, dalla lunga veste somigliante a un saio, che impugna una falce in una mano e un orologio (clessidra) nell’altra.

Chi scrive, conobbe questo personaggio da bambino poichè apparve in certi film di animazione dei puffi (in coppia con “Madre Natura”) che andavano in onda alla tv in particolare nel periodo delle feste natalizie.

https://it.wikipedia.org/wiki/Personaggi_dei_Puffi#Padre_Tempo

Diamo uno sguardo ancora ad altre recenti uscite di film che collimano con questi pattern che stiamo facendo notare.

La locandina di “The Green Knight”, in uscita a maggio, illustra la connessione tra CORONA e CRONO.

Il tempo è venuto

Con John David Washington

E’ il figlio di Denzel Washington e sta chiaramente seguendo le orme del papà (il “Padre Tempo”)

Time runs out, il tempo è scaduto

La data prevista di uscita di “Tenet” è il 17 luglio, tre giorni prima l’allineamento in opposizione tra Saturno, la Terra e il Sole.





Banksy e supernova

16 02 2020
 
 
 
San Valentino 2020 a Bristol, situata sul fiume Avon (novA),
città natale del misterioso artista graffitaro Banksy
la cui identità rimane sconosciuta.
 
Il 14 febbraio è comparso un murales raffigurante una ragazzina incappucciata che lancia con una fionda un’ esplosione di rose su un muro di casa tra dei palazzi popolari di Bristol. Murales rivendicato da Banksy (il cui nickname è spesso storpiato in “Bansky”.)

L’esplosione si trova esattamente tra i due pilastri del cartello con scritto “Marsh Lane”.

 
Lo stesso giorno (!) è stata presentata in una galleria di Berlino un’immagine, 
che mostrerebbe il vero volto di Banksy per la prima volta.
 
Da “Star Trek Picard”: “Una missione per trasferire 900 milioni di cittadini romulani in mondi fuori dall’esplosione della supernova.” “Un’impresa logistica più ambiziosa di quella delle piramidi. “– “Sensibilizzare sull’impatto persistente della supernova.” — “Le piramidi furono un simbolo di vanità colossale” — “Pensavo fossimo qui per parlare della supernova”.
La stella supergigante rossa Betelgeuse della costellazione di Orione, stella candidata a diventare una supernova, ultimamente cattura l’attenzione perché si mostra impallidita.

http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/spazio_astronomia/2020/02/15/la-stella-betelgeuse-impallidisce-e-diventa-un-mistero-_b4bb5838-9d11-4c6e-a192-88248324d7fd.html

L’autore dell’articolo originale (http://syncnetz.blogspot.com/2020/02/banksy-supernova.html) ha poi inserito altre immagini di opere di Banksy a Berlino (città nella terra dell’autore dell’articolo originale), a me è venuto in mente questo manifesto di una mostra di Banksy tuttora in corso nella mia città, manifesto di cui scattai una fotografia proprio in quel novembre in cui cominciai a veder sorgere la costellazione di Orione nel cielo del tardo autunno. La foto la scattai pensando di inserirla in un social network, ma poi non l’ho più fatto.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/02/15/banksy-vandalizzato-il-murales-di-san-valentino-insulti-sopra-allopera-apparsa-a-bristol-solo-due-giorni-prima/5706940/

Dopo l’uscita dell’articolo sul blog originale, il murales è stato vandalizzato, attirando così ulteriormente l’attenzione mediatica su di esso!





Il passaggio dalla “decade ruggente” dei Venti (della mia vita) alla mia imminente “terza vita”

10 02 2020

dustin_hunter_evans_1214721478

E’ proprio così, signore e signori, sto per uscire dalla decade dei Venti della mia vita per giungere in una “nuova era”, quella dei Trenta.

In questo articolo, analizzerò le dinamiche del cambiamento di scenario e di “passaggio fra le ere” nella mia vita.

IL PASSAGGIO DALL’ INFANZIA ALL’ ADOLESCENZA: Nell’ ambito di questo modello di pensiero, la fine dell’ Era Infantile si posiziona durante l’ anno Undicesimo, quindi per me il 2001: ed ecco che eventi come L’ IMPATTO NEL MIO IMMAGINARIO DELL’ 11 SETTEMBRE, il primo dei “tre big bang”, poiché nel mio undicesimo anno mi sono lasciato alle spalle l’ innocenza e purezza infantile, per cominciare a conoscere un mondo diverso. La metaforica “nuvola nera” che si è addensata e soffermata sull’ inconsapevole figura che era il bambino che ero fungeva quindi da “base” per una “saga del malessere e dell’ agitazione interiore” che si sarebbe concentrata alla massima potenza durante il mio “tormentato 2008”. Ricordo molto bene le intense preoccupazioni dei miei genitori a riguardo del mio inspiegabile cambiamento di carattere e atteggiamento…la conoscenza del male, attraverso le cronache di un crimine che ha avuto come vittima un mio coetaneo, ammazzato dalla sorella e dal fidanzato di questa, e di come tutta la mia classe delle elementari nel periodo immediatamente successivo è stata sottoposta ad una sorta di “questionario” riguardo a paure, preoccupazioni e cose del genere. La tematica delle “storie d’ amore” , emersa da quella giornata che si potrebbe definire un po’ “il vero big bang dei Dieci”, il 2 marzo 2003, quando mi sono dichiarato alla mia migliore amica durante una festicciola a casa mia, per il mio tredicesimo compleanno. Il culmine sarebbe avvenuto durante il 2009, l’ anno dell’ Amore Non Corrisposto, catapultato nel mezzo di un High School Love Story, senza futuro …E la scoperta del mio particolare caso di scoliosi, per la quale mi è stato detto che ci sono solo 5 individui in tutta Italia che presentano questa particolare manifestazione, e quindi tutto ciò che riguardava la salute e il corpo fisico. 

L’ IMPATTO CON GLI ANNI VENTI , “I RUGGENTI”: Anche per questa nuova era della mia vita posso isolare una data precisa, il 6 ottobre 2009, “il big bang n. 1 dei Venti” (la base per la successiva manifestazione della mia vita sociale trasformata) , quando ho conosciuto due nuovi “futuri amici” per strada, invece che all’ Università, e la mia vita ha intrapreso un percorso totalmente differente. Non solo, nella settimana successiva è iniziata la “saga onirica” potenzialmente precognitiva che ha acceso il mio immaginario mistico per anni. Curioso che il 6 ottobre 2009 sia anche la data dell’ inizio della serie “Flashforward” sulla precognizione!

Ma quella era solo una – anticipazione -, una ventata d’ aria fresca che si accompagnava ad un “ciclone di novità”, che si sarebbero manifestate in un “falso anno quieto” che si è acceso come fuochi d’ artificio, metaforicamente, a partire dal “25 aprile 2010”, una data nera della mia generazione locale, quando un nostro compagno di classe di elementari e medie è morto in un incidente d’ auto, e abbiamo “appreso la mortalità”. Un tema che simbolicamente o concretamente si sarebbe ancora manifestato nel corso dei Venti, la scomparsa della nonna paterna nel 2012, la “piccola morte” che è stata la separazione improvvisa e non temporanea dal mio “secondo fratello” , il “grande spavento” di dicembre 2014, quando un mio amico si è sentito male al bar ed è stato portato al pronto soccorso, fortunatamente senza conseguenze, il “secondo grande spavento” di maggio 2015 quando un altro mio amico è stato portato all’ ospedale, anche questo senza conseguenze, il piccolo incidente d’ auto di mio fratello nel gennaio 2016, un momento critico e potenzialmente altamente pericoloso della mia vita nel febbraio 2016 , e l’ “effetto mentale della mortalità” che ha tormentato il mio 2018, durante l’ anno 28, e parte del 2019 ( gli anni fra il 27 e il 29 sono gli anni astrologici del “confronto con la propria mortalità” ), la conoscenza di una persona che ha affrontato una malattia terminale, durante quest’ anno, e “il terzo big bang dei Venti, rappresentato dall’ incontro con il mio “secondo fratello” e sua madre, il 18 agosto 2010 (immediatamente seguito dal manifestarsi dei “giorni di fuoco” di agosto, e dello “scontro atomico” fra i miei genitori e la famiglia di un mio amico), e 17 dicembre 2010 (lo stesso giorno dell’ inizio della Primavera Araba) anche se tecnicamente la persona che mi ha fornito le conoscenze che avrebbero determinato la mia “successiva vita di gruppo e compagnie” era stata un’ altra, il mio “pseudocugino”, sempre conosciuto nel 2010. Ma il suo impatto sulla trasformazione della mia vita sociale non si è manifestato fino al 2014.

A dire il vero, della mia vita si potrebbe dire che ci sono state “tre persone fondamentali”: mio fratello fino al 2010, il mio “secondo fratello” dal 2010 al 2013, e il mio amico rumeno dal 2015, ed escludo il mio amico storico di tutta una vita perché lui ha indirizzato “il suo impatto” in altri ambiti, in altre circostanze della mia vita. Quindi posizionerei anche un “altro big bang” al 18 marzo 2015, quando ho iniziato a conoscere meglio il mio amico rumeno, durante l’ anno più trasformativo e intenso della mia vita finora, un anno che mi ha fatto sfornare centinaia di pagine di diario …  

Al momento credo di poter affermare che “l’ anteprima della mia terza vita” è iniziatail 3 marzo 2019 e l’ 11 aprile 2019. Il 3 marzo il mio amico rumeno è tornato nella mia vita dopo una pausa di due anni, in una piacevole serata, e l’ 11 aprile sono stato per la prima volta assieme da solo con la mia “potenziale migliore amica”, che nella lista delle “persone che hanno cambiato la mia vita” è diventata la prima ragazza classificata. L’ amicizia con lei ha portato ad un “nuovo bagaglio di esperienze e immaginario”, ma come accadde per quella sorta di “anomalia della mia vita” con il mio “secondo fratello”, durante la quale ho vissuto a cavallo fra due famiglie, ho la netta impressione che – lei sia una anticipazione della prossima ragazza che sarà la prima femmina in assoluto a determinare l’ inizio di una “nuova era” nella mia vita, e io la conosco già, posso individuarla, ma non posso rivelarla a nessuno, non nella veste della potenzialità che rappresenta. E’ stata “quantisticamente osservata” ma non è stata ancora “concretizzata”. In un certo senso, il periodo fra aprile e giugno 2019 rappresenta per me un “nuovo fenomeno anomalo” perché ho messo da parte la mia vita sociale per concentrarmi su una “micro – saga” completamente estranea.

        Visualizza immagine di origine  Visualizza immagine di origineVisualizza immagine di origine     Visualizza immagine di origine 

LO TSUNAMI DEVE ANCORA ARRIVARE! La mia è l’ anticipazione che il 2020 replicherà lo “shock” simile al 2010, e che sto per conoscere “la persona che mi traghetterà nella TERZA VITA”.

Dustin Hunter Evans in Miracle Dogs Too

E la mia anticipazione è che la CONCRETIZZAZIONE DEL MIO MISTERO ONIRICO rappresenterà il fulcro, il nucleo del “Big Bang” che fungerà da base per la mia terza vita.

Sono diventato un vero esperto nelle anticipazioni, nella decifrazione di eventi simbolici e segnali dal futuro, mi sembra di vivere in un mondo POST – THE ARRIVAL, dove lo svolgimento del flusso del pensiero si modifica, e si comincia a PRE – CORDARE. Ed è questo procedimento CHE VOGLIO INSEGNARVI. Voglio insegnarvi AD ANTICIPARE.

Il campanello d’ allarme? Da inizio ottobre c’è uno “zeitgeist” in corso…

Avevo scritto inizialmente che mi aspettavo un importante segnale al 25 ottobre 2019 … ebbene, fra il 23 e il 24 ottobre ho fatto un’ altra scoperta sincronica e significativa che si allaccia alla “saga dei sogni” ! Che sta a significare che nonostante tutto, questo filone sincronico viaggia molto vicino ai “luoghi della mia vita”, potenzialmente in attesa di una sorta di “Grande rivelazione” che finalmente spieghi tutto.

Ho fiducia. Il filone non si muove più attraverso i sogni, ma predilige episodi distanti fra loro di sincronicità. 

Inoltre c’è stato un segnale molto forte che indica che la mia SECONDA VITA è finita. La saga videoludica di Life is Strange 2 è finita, e ha significato molto per me, vista la tematica del “legame fraterno”. E’ accaduto il 3 dicembre 2019. E in quello stesso periodo il mio amico, che rappresentava una continuazione diretta del filone simboleggiante il mio “amico fraterno” (2011 – 2013), è partito e andato via. Il finale di Life is Strange 2 è stata una esperienza molto emotiva e catartica per me, molto di più che per Life is Strange 1.  

Dopo il periodo di alta intensità di inizio estate 2019, dal 9 giugno a inizio luglio, vi è stato quindi un altro periodo di alta intensità di cambiamento, fra fine novembre e inizio dicembre 2019. 

Il 2020 sarà quindi l’ ANNO DECISIVO. 

Risultato immagini per daniel and sean life is strange 2

 

 





Le ere del mondo e l’ età dei popoli

17 01 2020

Visualizza immagine di origine

Avevo spiegato in un altro articolo che per me i segni zodiacali possono essere associati ognuno ad una specifica età dell’ individuo:

PESCI – CANCRO il neonato e il bambino piccolo / ARIETE – il bambino / GEMELLI – ACQUARIO – l’ adolescente / SCORPIONE – SAGITTARIO il ventenne, ma anche il CANCRO / VERGINE – BILANCIA – TORO la persona adulta in divenire, poi LEONE l’ adulto pieno / CAPRICORNO l’ anziano / PESCI – CANCRO il pensionato e alla fine della vita.  

Ecco qui le epoche storiche associate all’ età della “popolazione storica”:

(Le ere astrologiche sono sempre doppiamente polarizzate da segni opposti, ma a me piacerebbe anche introdurre una “versione tripletta” …)

Visualizza immagine di origine

PESCI – VERGINE: Ecco che la popolazione storica ha appena iniziato il suo percorso escatologico, e quindi abbiamo le grandi religioni e i messia come Siddharta il Buddha, Mahavira del Giainismo, Gesù e il Cristianesimo in divenire, e più avanti le comunità monastiche, con il risveglio monastico di Cluny (909). / Questo è il segno della solitudine e della meditazione, dell’ indefinito e delle potenzialità, della empatia e della sensibilità, associato alle acque dell’ oceano come anche quella del battesimo, il segno dell’ idealismo ma anche delle assenze e delle sparizioni, dell’ amore incondizionato, della percezione di qualcosa di esterno al mondo reale, dove ci si concentra sulle grandi domande, e sul desiderio di infinito e assoluto. E soprattutto ci si prepara alla fine dei tempi, con visioni, premonizioni, intuizioni, magie e miracoli, apparizioni e sparizioni. Il popolo si pone dubbi sulla sua identità collettiva, fugge, evade la realtà, impara la carità, il perdono e il soccorso reciproco, ma anche la sofferenza e il sacrificio. Per questo Buddha insegna a rinunciare ai desideri, Mahavira insegna a non arrecare danno a nessuna creatura della natura, e Gesù insegna il perdono e la carità. La Vergine non crede nell’ infinito e nell’ assoluto ma nel definito, non medita ma si iperattiva, non si affida alle potenzialità ma al talento, non è empatico ma riservato e modesto, non sparisce ma è responsabile e indispensabile, si rende utile, ma pretende che gli altri abbiano lo stesso suo comportamento, quindi amore condizionato. Qui volendo potremmo aggiungere la tripletta del Sagittario, il segno delle religioni e della fede, delle leggi e della filosofia. Abbiamo quindi il codice di Hammurabi, l’ accademia di Platone, e le conversioni di massa del 597, ma anche Maometto nel 610, fino all’ università di Bologna del 1088.

Visualizza immagine di origine

 ARIETE – BILANCIA: Abbiamo la eruzione di Santorini, le olimpiadi greche, le guerre greco – persiane, fino a Nerone e Roma in fiamme, l’ eruzione del Vesuvio, e i gladiatori nel Colosseo, con le loro battaglie e duelli. / Qui si sviluppa l’ ego individuale, le popolazioni cercano di prevalere e primeggiare, ci sono eventi immediati e semplici, rustici e spartani, la storia è interamente concentrata sull’ attività maschile, sono popoli dinamici ed energici, ma anche dediti prevalentemente all’ aggressività e alla guerra, e all’ utilizzo del fuoco. Sono anche altamente irrazionali e impulsivi, ma anche generosi e passionevoli. Cacciano, lapidano, aprono nuove strade, sono veloci, sprintosi e scattanti, agonistici, bellicosi, irascibili, militareschi. Incursioni, corpo a corpo, accampamenti. Autonomi, indipendenti, decisi e sicuri di sé. Sospettosi, diffidenti e paranoici, sanguinari. La Bilancia invece presenta la costituzione e l’ epoca d’ oro di Atene, la democrazia ateniese, il primato di Atene. Aggiungiamo la tripletta del Leone e otteniamo i Faraoni Egizi, Aton e il Dio Sole di Amenhotep, Ramses II, il David di Israele, e i gladiatori che si battono contro i leoni, ma anche i Cristiani perseguitati, fino a Carlo Magno nell’ 800.

Visualizza immagine di origine

GEMELLI – SAGITTARIO: Abbiamo la storia della fondazione di Roma e dei gemelli Romolo e Remo, e le intuizioni di Archimede con il suo Eureka. / Questa è una epoca di movimenti e dinamicità intellettuale, dove si cominciano a esplorare le “superfici delle cose” e nuovi modi per comunicare. E’ un’ epoca “sociale e leggera”, un periodo di “adolescenza storica” primaria, dominata da un movimento nervoso e iperattivo. Progresso rapido, spostamenti di masse, accelerazione, frenesia, irrequietezza, con l’ attenzione collettiva rivolta ai linguaggi e alle città, al mondo locale, e anche sulla vita mondana e superficiale, su informazioni preziose e interessanti, i contatti fra i popoli, lo studio, qui si tramanda oralmente e per via scritta. La popolazione non vive molto, sono quasi tutti molto giovani. Si cercano figure – modello e un mentore. Dal polo opposto del Sagittario abbiamo il mentore saggio Aristotele che insegna al giovane e selvaggio Alessandro Magno.

Visualizza immagine di origine

ACQUARIO – LEONE: Qui abbiamo il tema della liberazione, e quindi Ciro che libera gli Ebrei dalla cattività Babilonese e la rivolta degli schiavi di Spartaco. La età storica dell’ acquario è focalizzata sulla libertà, sul cambiamento, al potere disfattivo del vento, alla trasgressione alle regole e all’ avversione contro i potenti, all’ apertura generale e incondizionata verso qualunque cosa che apporti cambiamento. Vi è più imprevedibilità, ma anche più diplomazia. Un’ epoca radicale, drastica, improvvisa, impetuosa, indefinita, sorprendente, strana. La vita sociale si svolge in collettivo, gruppi, bande, senza regole rigide. Epoca anarchica e libertina, rivoluzionaria, sregolata, idealizzata.

Visualizza immagine di origine

SCORPIONE – TORO: Abbiamo qui la Diaspora ebraica del 1350 a. C. , il Sacco di Roma di Attila, il crollo dell’ Impero Romano, le razzie vichinghe, il riconoscimento della ereditarietà dei feudi, fino all’ arrivo delle millenarie paure dell’ anno 1000.  E’ un’ epoca di stragi e uccisioni, di guerre civili, lotte interiori, un’ epoca tormentata, un’ epoca negativa e oscura. I popoli sono messi alla prova, e c’è una espressione del lato oscuro dell’ uomo. E’ anche un’ epoca focalizzata sul nomadismo, sulle invasioni e razzie e saccheggi, alla ricerca di misteri, cose nascoste e poteri occulti. Dal polo del Toro vi è anche una atmosfera di calma bucolica e di furie taurine, difesa del territorio, vita dedita all’ agricoltura, e alle risorse economiche e alimentari.

   Visualizza immagine di origine

SAGITTARIO – GEMELLI: Qui abbiamo la diffusione del Cristianesimo, con le varie conversioni, per esempio come quella del 597, e abbiamo anche l’ arrivo di Maometto e la creazione dell’ Islam nel 610, fino alla prima università italiana del 1088. E’ un’ epoca focalizzata sull’ Oltre e sul lontano, popolazioni che fanno costante uso del cavallo, grandi viaggi epici, battaglie con archi e frecce, un’ epoca di fede, sicurezza e fiducia in sé. Un’ epoca di grandi maestri e figure di riferimento intellettuale.

Risultato immagine per magna charta

BILANCIA – ARIETE: Abbiamo la Magna Charta del 1215, la democrazia parlamentare a debutto nel 1265, e la Beatrice che ispirò Dante Alighieri nel 1274. Dal polo dell’ Ariete abbiamo invece lo scisma fra sunniti e sciiti, la battaglia di Roncisvalle, lo scisma Cattolico – Ortodosso del 1054, i samurai giapponesi nel 1185, la Divina Commedia, fra luci e fuochi. Il rosso di Dante contro il bianco di Beatrice.

Visualizza immagine di origine

Successivamente abbiamo l’ epoca del Toro – Scorpione, con la Gilda dei Mercanti del 1356, l’ emergere del Gotico nel 1137, Saladino, la persecuzione catara, i Mongoli contro Baghdad e la sua devastazione del 1258, lo spostamento del Papato ad Avignone nel 1309, il debutto degli Aztechi nel 1325 e i loro sacrifici umani, ma soprattutto la Crisi del Trecento (1315-17), e l’ arrivo della Peste Nera nel 1347, fino allo Scisma d’ Occidente nel 1378.

Per quanto riguarda l’ epoca del Leone abbiamo la Rivoluzione Copernicana del 1543, mentre per quanto riguarda il Capricorno abbiamo la stampa del primo libro nel 1455, il David di Michelangelo del 1504, e la Cappella Sistina del 1508. Ancora nello Scorpione abbiamo il massacro degli ugonotti di Francia nel 1572, la caduta della dinastia Ming nel 1644, e la psicosi delle streghe di Salem nel 1692. Per il polo Pesci – Vergine si può includere anche qui la Peste Nera, e poi la compilazione del catasto per il censimento inglese del 1085, le scoperte di Newton nel 1687, e anche qui le streghe di Salem.

Nel polo Ariete – Bilancia abbiamo il Taj Mahal, mausoleo dell’ amore (1631), la inquisizione a Galileo (1633), la nascita del Regno Unito nel 1707, la musica di Bach, la riforma e meritocrazia di Pietro il Grande del 1722, la spoletta volante, il ponte di ferro nel 1781 e la dichiarazione dei diritti dell’ Uomo nel 1789. Nel 1804 abbiamo il Codice Napoleonico, nel 1815 la grande eruzione del Tambora, ma anche il Congresso di Vienna e la successiva Pax Britannica, fino ai diritti degli animali nel 1824. Nel polo Gemelli – Sagittario abbiamo i Padri Pellegrini del 1620, San Pietro del 1626, la inquisizione a Galileo, la scoperta dell’ Australia nel 1770. Ma è soprattutto una epoca precedente a riprendere queste atmosfere sagittariane, nel 1095, con le Crociate, l’ ordine dei monaci cistercensi, i viaggi di Marco Polo in Cina, Giovanna d’ Arco, la Inquisizione Spagnola, la Reconquista, e l’ evento per eccellenza della Scoperta dell’ America nel 1492. E poi fino alla Riforma Protestante del 1517, Leonardo da Vinci, e i Conquistadores del 1519.

Risultato immagine per america discovery 1492

Polo Acquario – Leone ( LA VERA ERA DELL’ ACQUARIO?): Abbiamo infatti qui le scoperte di Benjamin Franklin sui fulmini nel 1752, la Tassa della rivolta, le prime emancipazioni degli schiavi a partire dal 1772, la ribellione del Tea Party di Boston, la dichiarazione di Indipendenza Americana del 1776, la mongolfiera nel 1783, fino alla Rivoluzione Francese e ai diritti dell’ uomo, la repubblica degli schiavi di Haiti, la abolizione della tratta degli schiavi (1807), la liberazione del Sudamerica, Bolivar, 1833 l’ impero britannico che bandisce la schiavitù, i moti dell’ ottocento, la Liberia del 1847 come nazione, il Quarantotto, la Russia che abolisce la servitù, e poi anche l’ America, fino alla lampadina di Edison del 1879 e la Statua della Libertà nel 1886. Dal polo del Leone abbiamo infatti il periodo dell’ Assolutismo di Napo – LEONE, e la caduta dei potenti nobili di Versailles, ma anche l’ anno senza estate e l’ epoca Vittoriana.

Visualizza immagine di origine

Dal polo Scorpione – Toro osserviamo: 1842, anestesia, 1895 i raggi x, 1843 prima vignetta satirica, il Quarantotto, 1851 Moby Dick, 1898 la mitragliatrice, 1861 la guerra civile Usa, 1863 la metropolitana, 1883 la eruzione e il maremoto di Krakatoa, 1888 Jack The Ripper, il suicidio di Van Gogh e il 1899 di Freud. La prima foto nel 1827 e il supporto per fotografie del 1839, la febbre dell’ Oro del Quarantotto, la figura di Carl Marx, 1895 il cinema di Lumière, 1896 il Klondike e la corsa all’ oro (che è anche quella di Zio Paperone!), 1850 la macchina per cucire, 1867 il capitale di Marx, 1870 il Papa contro la modernità, 1876 Little Big – HORN contro il generale Custer, e quindi le battaglie degli “uomini di natura incontaminata”, i Nativi Americani contro i bianchi invasori, fino al massacro di Wounded Knee e l’ esodo dei nativi verso le riserve.

Visualizza immagine di origine   

Torna la giovinezza dei popoli nel progresso, con il POLO SAGITTARIO – GEMELLI: il dizionario della lingua inglese nel 1755, il 1799 con i geroglifici egizi svelati, il regno della Gran Bretagna, i treni a vapore, la febbre delle ferrovie, la dinamo, la bicicletta, il telefono, il telegramma, le vignette satiriche, il codice morse, il Circolo Pickwick, e la lampadina di Edison. Poi anche il segnale radio, e la radio, il Tour de France, e il primo volo, ma anche prima le olimpiadi, il suffragio femminile e il dirigibile.

POLO VERGINE – PESCI: Qui abbiamo la spoletta volante del 1733, la classificazione dell’ ordine naturale di Linneo nel 1735, la compilazione della enciclopedia e l’ Illuminismo, il terremoto di Lisbona e il conseguente maremoto, 1779 la produzione su larga scala e la fabbrica moderna, il 1796 con le vaccinazioni, fino alla macchina per cucire. Per quanto riguarda il Pesci abbiamo il fenomeno di Lourde nel 1858. Invece per la Vergine abbiamo nel 1859 la scoperta dei micro – organismi, la teoria di Darwin … la croce rossa nel 1864, la tavola degli elementi nel 1869.

POLO BILANCIA – ARIETE: Qui abbiamo la “guerra mondiale zero” del 1756, le Olimpiadi del 1896, le battaglie Indiane, Krakatoa e la dinamite.

_____________________________________________________________________________________________ 

Visualizza immagine di origine

Per quanto riguarda il secolo del NOVECENTO, possiamo vedere tracce di archetipi gemellari nella diffusione delle automobili, della radio (1924), della televisione, dei dirigibili fino ad Hindenburg, e il cinema sonoro del 1927, fino al debutto di Topolino nel 1928, tracce verginee con il proibizionismo, il dibattito sull’ evoluzionismo e il riduzionismo, nella scoperta del DNA, fino alla realizzazione dei primi computer, la sconfitta del vaiolo, la mappatura del genoma, nel fenomeno degli operai di Solidarnosc, fino al Live Aid per l’ Etiopia. Ci sono anche tracce marcatamente arietine, nelle guerre mondiali, soprattutto la prima, per l’ esaltazione per la guerra dei giovani, la rivoluzione Russa, il Barone Rosso, il primo razzo, la guerra civile spagnola, e Guernica, fino alla guerra del Vietnam. Ultimi strascichi dell’ era dell’ Acquario lasciano tracce nella decolonizzazione africana dal 1957, fino alla figura di Fidel Castro, Che Guevara, le rivoluzioni del Sessantotto, e i metodi contraccettivi, fino agli hippies e a Woodstock per concluderla. Ampio spazio è anche lasciato al Leone e ai suoi archetipi, come ultimo strascico del polo opposto all’ Acquario, con i premi oscar del 1929, i parchi divertimento come per eccellenza Disneyland del 1955, i giovani ribelli e sempre giovani come James Dean, le celebrità assolute come Elvis e Marilyn Monroe, fino alla sua scomparsa, il Concilio Vaticano, il Baby Boom, l’ assassinio di Kennedy e la sua presidenza regale, il fenomeno delle band musicali e dei Beatles, Che Guevara e la sua immagine, il trapianto di cuore, Martin Luther King e la sua missione, fino a Jimi Hendrix del 1970, poi la scomparsa di Elvis, il fenomeno di Star Wars, Guerre STELLARI, il Papa Giovanni Paolo II, Papa Superstar, John  Lennon fino a Diana, la principessa dei sogni, e come ultima parentesi la scomparsa e il fenomeno di Michael Jackson nel 2009, come anche tutta la sua carriera. Altro ampio spazio è lasciato alla Bilancia in opposizione al polo dell’ Ariete, poiché nel dopoguerra abbiamo le Nazioni Unite, il bikini, i processi di Norimberga, Gandhi e la sua non – violenza, la dichiarazione universale dei diritti dell’ uomo, la lotta di Rosa Parks, il fenomeno degli scontri razziali, il sogno di Martin Luther King, fino alla Perestroika della trasparenza e alla fine della guerra fredda. Qui abbiamo anche la nascita di Israele, l’ Apartheid sudafricano.

Ma le tracce archetipiche più forti e influenti provengono dalla tripletta CAPRICORNO – CANCRO – SCORPIONE, ancora adesso presente: Pensiamo all’ affondamento del Titanic, allo sciopero generale britannico, all’ ALLUNAGGIO del 1969 fino al dibattito sull’ aborto dal 1973, le figure di Diana e di MADRE Teresa, e i recenti disastri naturali riguardanti l’ acqua: lo tsunami del 2004 e l’ uragano Katrina, come anche quelli del 2017, il fenomeno del “ritorno in voga” postumo di Michael Jackson, la figura maschile androgina, e dal polo del Capricorno abbiamo ovviamente le dittature pre – guerra, come il nazismo di Hitler e il fascismo di Hitler, la Unione Sovietica di Stalin, i grattacieli americani come l’ Empire State Building, l’ epoca della Depressione Economica globale, fino alla figura della lady di ferro Thatcher, la figura del Papa Giovanni Paolo II, il crollo della superpotenza sovietica, fino all’ attacco dell’ 11 settembre a due GRATTACIELI, poi le figure stakanoviste di Bill Gates e Steve JOBS, l’ embargo petrolifero e la AUSTERITY, come anche quella moderna, lo scandalo Watergate, le avventure nello spazio, che è l’ UTERO DELLA TERRA come pianeta, e quindi lo Shuttle con i due disastri, fino alla crisi economica del 2008, come anche quella dell’ Euro del 2010, e i match epici di Mohammed Alì, poiché il PUGILATO fa parte del territorio archetipico Capricornino, poi abbiamo appunto la GUERRA FREDDA, il Piano Marshall, il Blocco di Berlino e il MURO di Berlino come anche il simbolismo dei MURI dell’ epoca attuale, tutti argomenti che rientrano in ambito capricornino, poi la Repubblica Popolare Cinese, Mao Zedong, e i Kim della Corea del Nord e l’ isolamento di questa nazione, e poi l’ EVEREST, la montagna più grande che viene finalmente scalata, il ROCK’N’ROLL, la CORSA ALLO SPAZIO, Fidel Castro e Cuba fino all’ uomo nello spazio, i satelliti spaziali, fino al CROLLO DEL MURO che divideva la Germania, nel 1989.  

Dal polo SCORPIONE abbiamo: 1938, la annessione austriaca, H.G. Wells e la invasione da Marte, la notte dei Cristalli, la era atomica, la seconda guerra mondiale, la scoperta delle pitture rupestri della – caverna – di Lascaux, la decriptazione del codice enigma, Pearl Harbor, la soluzione finale, lo sbarco e la missione del D – DAY, la deportazione di Anne Frank, l’ Olocausto e poi Dresda, Tokyo, Hiroshima, Nagasaki, le armi nucleari apocalittiche, il suicidio di Hitler, fino alla crisi degli ostaggi in Iran, il disastro industriale di Bhopal, l’ epidemia degli anni ’80 che tutti conosciamo, l’ incidente nucleare di Chernobyl, la guerra del Vietnam, lo spionaggio e il maccartismo, gli assassinii politici, la fuga del Dalai Lama, il muro di Berlino, fino alla Crisi Cubana, il mondo in bilico, i metodi contraccettivi, le Olimpiadi del Terrore di Monaco, il dibattito sull’ aborto, negli anni ’90 le stragi di Srebrenica e la pulizia etnica jugoslava fino al genocidio del Rwanda, la Intifada palestinese, il massacro di Tiananmen e la sfida dell’ uomo ignoto al carro armato, fino alla guerra del golfo e alla invasione del Kuwait, il primo presidente – nero americano, il collasso della Jugoslavia e le guerre civili balcaniche. Poi fino al terrorismo internazionale, gli uragani, gli tsunami, e il terremoto di Haiti. Ma soprattutto la letteratura horror e i libri, per esempio, di Stephen King.

___________________________________________________________________________________________

Visualizza immagine di origine

Visualizza immagine di origine

  E ora? La Storia dei Popoli fra gli anni ’90 e gli anni 2000, in particolare dal 2005 con Youtube, ha raggiunto la età del pensionamento e si avvicina al declino sempre più conclamato!

L’ ERA DELL’ ACQUARIO C’è STATA ED E’ FINITA! ORA SIAMO IMMERSI NELLA RETROMANIA!

Il popolo è vecchio, la civiltà è anziana, la Storia sta finendo … ricomincerà con tutta una serie di storie e avventure nuove?

CAPRICORNO:  Hegel (“Dalla facilità con cui lo spirito si contenta, si può misurare la grandezza di ciò che ha perduto”) Eraclito (“che accada quanto vogliono, per gli uomini, non è la cosa migliore”)  – Indipendenza ( SIAMO SOLI NELL’ UNIVERSO?), severità, rigore, lavoro e sudore, lacrime e mood invernali, i blues. Quelli del Minimo Solare imminente? Veduta dall’ alto (La cima della montagna, la vetta prima dell’ Eschaton?), freddezza e controllo del territorio (Il Grande Fratello e 1984), la logica e la razionalità (filosofi rigorosamente bianchi e occhialuti, vecchi bacucchi che non hanno più niente da dirci), la ricerca del successo (I Talent Show) e la ambizione sfrenata come ultima missione. Baudrillard (“Ogni sistema che si avvicina ad una operatività perfetta è prossimo alla sconfitta”), il culto del lavoro e il dramma della disoccupazione (Doveri e compiti, niente svaghi), la ricerca del potere assoluto (Seduti in cima al mondo), il realismo che si ripiega su sé stesso ( Troppo vecchi per continuare a sognare ), la scarsa comunicatività ( gli incontri con gli amici e tutti chini sul cellulare ), lo studio del Tempo, e quindi della Timewave e della “montagna frattale”, e quindi anche della Storia dei popoli, il declino della empatia (cuori di pietra), il materialismo ( anche femminile! I diamanti sono i migliori amici della donna … )  – Il distacco da ogni dipendenza, e quindi anche il non – bisogno di Dio come supporto, il potere politico e la passione per politica e geopolitica, i potenti che dirigono gli eventi, il distacco dalle radici e dalle tradizioni, ma anche il conservatorismo, il culto dei fatti, il culto della produzione e del capitalismo, il business, la scalata al potere, l’ autoritarismo che ritorna, l’ austerità, la mancanza di immaginazione, la passione per la lettura e la solitudine, la programmazione, la strategia, il materialismo. I tempi lenti della burocrazia, i metodi e le metodologie, l’ ordine pubblico, le convinzioni salde, robusti punti di riferimento, l’ isolamento globale, nazionale e individuale, il raffreddamento globale, direttori, dirigenti, imprenditori, manager, librerie, musei, biblioteche.

CANCRO: La maternità, e il potere femminile, il femminismo, ma anche il rifiuto della maternità, la vita in famiglia fino al limite di certi giovani, la stanzialità e l’ irremovibilità delle nazioni, la memoria dei bei tempi andati, la ricerca del passato e il culto della glorificazione e consumazione del passato, la restaurazione di esso, la vita notturna e le malinconie notturne, la fantasia, creatività e narrazione, la salvezza dei sogni di Modigliani e i sogni Disneyani, le paure e i timori dei salti nel buio, le malattie dell’ umore come il bipolarismo e la depressione stagionale, le persone pigre e la ricerca dell’ ozio, la stanchezza costante del vivere, il sonno e lo studio dei sogni, la potenza e l’ influenza dei genitori, i lamenti in pubblico. – La MADRE Natura, la ragazzina Greta, gli “umori” del clima e i cambiamenti climatici, la donna forte contro l’ uomo brutto e cattivo e potente, la nostalgia imperante della nostra epoca, i bambini dittatoriali, la regressione psicologica, il nucleo famigliare e la disfatta della famiglia in atto, la casa e il design e l’ architettura e l’ arredamento zen, l’ impressionabilità, crescere lentamente, i maschi femminilizzati e le femmine maschiaccio, la fine del macho, la patria, la introversione, i ripari e i rifugi, la passività, i ghetti, il ritiro, la ricarica delle energie, i giovani giapponesi che si chiudono in casa e nelle loro stanze, i luna park e le giostre, i romanzi e la letteratura, le alluvioni.