Approfondimento timewave zero – nuovo software online e le risonanze storiche (standard e trigrammatiche)

19 05 2020




Una nuova previsione per il Ventunesimo secolo

22 03 2020




La guerra non è iniziata, è finita

20 03 2020

4161A7CD-639A-475A-9002-8686F5A10A85non penso che questo nuovo superevento creerà dei precedenti. Il 9/11 è stato un evento estremo la quale magnitudo non si è mai ripetuta, tutti gli altri attacchi, persino quello di Parigi, sono stati eventi di moderata intensità ben lontani dalla “sensazione globale” del 2001. Diciamo che teoricamente questo è stato un progredire al contrario, ci sono stati “piccoli moderati Covid” negli scorsi anni che non hanno mai fatto scalpore, e da questi si è arrivati al superevento. Tante scosse di assestamento hanno dato origine al sisma principale. Quindi la tensione si allenterà. Ricordiamoci che più un evento è estremo, meno potenzialita’ ha di ripetersi. C’è stato solo un (duo) Hiroshima – Nagasaki nella storia, e si potrebbero fare altri esempi. Lo stesso esempio si potrebbe fare con Nizza, ci sono stati altri eventi di simile stampo, ma di intensita’ molto minore, molto meno sentiti del 2016. Certo, se si pensa a Guernica, si può pensare che sia una eccezione che conferma la regola, perché poi comunque grandi bombardamenti di quel tipo non si sono piu’ verificati post ww2. Se uno guarda ai cicli storici potrebbe anche preoccuparsi un po’ anche considerato allaccio 1933 – 2020, ma anche questi cicli devono comunque confrontarsi con la fame di cambiamenti del flusso della timewave, e ricordiamoci comunque che questo 2020 è allacciato anche al 1968, oltre che al 1988 (quindi prossimo al 1989) quindi c’è speranza di vedere qualche regime che cade e si scioglie come neve al sole. Penso anche alla analogia (e al ciclo di allaccio con il 2020) della guerra mondiale che finisce con il botto. Ecco, il nuovo evento atomico è questo, il colpo finale di una guerra mondiale numero 3 arrivata alla fine. Il climax prima dell’ imminente scioglimento della tensione. Confido in questo. Noi abbiamo più prospettive degli altri, ne sappiamo una più di loro.
Pensate infatti che 6 anni fa debuttava L’ Isis a riaccendere lo zeitgeist degli attacchi terroristici, ma la guerra era finita da un pezzo, da marzo 2019 quando hanno “sconfitto” Isis fino al 27 ottobre quando hanno fatto fuori il califfo.
Si allaccia quindi al ciclo storico 1939-1945.
Certo, dopo c’è stata la guerra fredda, ma guarda caso nessun (altro) attacco nucleare sulle città e contro le nazioni.
Solo la “paura” di qualcosa che non potranno più permettersi.
E se tanto mi dà tanto, da questo nuovo 1945 che è il 2020 verranno fuori tante di quelle cose scandalose che mi sa che il regime lo ha fatto fuori dal vaso stavolta.
I nodi verranno al pettine.
A questo punto mi viene da fare la analogia con gli altri “anni caldi” del terrorismo, 2001-2005 e paragonarli alla prima guerra mondiale 1914-18.
questa analogia con la guerra fredda e la tensione nucleare inquieta un pochino, ma se la Storia si ripete, allora non ripeteranno mai più lo scalpore del 2020, ci ricorderanno solo che potrà accadere, ci faranno fare esercitazioni, sarà come ricordarci lo olocausto senza mai ripeterlo, oppure farci credere che un nuovo 9/11 sia possibile senza mai metterlo in atto veramente. Fino a quando (come il potenziale attacco nucleare delle ricerche del blog) non accadrà di nuovo solo quando sarà anacronistico. Noi comunque sappiamo che nel futuro qualunque processo storico che prima prendeva spazi di decenni verrà compresso e incapsulato in breve tempo, molto più rapido dei precedenti tempi storici. Non avremo una guerra fredda di decenni, solo piccoli allacci nei punti cruciali, riverberi, tentativi, come la faccenda dei missili di Cuba, chd che ci faranno sudare freddo per poi spegnersi come accendini scarichi. Vedrete.





Siamo nell’ Era della Corona: simbolismi a cascata – la fine dell’ inizio è qui, gente

27 02 2020

07ECF66E-993A-4365-B3C7-F49D8A35DECB

“Osservate bene questo simbolo, la Corona. È iniziata una nuova era nel sincromisticismo, un nuovo filone. Pare che ce lo ricorderemo per molto, molto tempo, tanto è che ne siamo letteralmente bombardati in questi giorni.”

MA QUANTE COSE POSSONO ESSERE UNA CORONA ?

Un virus: Coronavirus (aka CRONO – VIRUS?) 

“Si chiama ‘Abisso’ la nuova edizione del libro che contiene la ‘wuhan 400’ in arrivo al 13 marzo, nono anniversario di Fukushima, un po’ come dire ‘abisso della timewave’ XD”

https://civiltascomparse.wordpress.com/tag/timewave-theory/

AC5DB392-13B1-41B6-A5F6-7D5774677D2A

2010 Kelley number set

https://www.urbandictionary.com/define.php?term=Koontz

“Corona in senso medico: ‘Medicine/Medical. (of a baby in childbirth) to reach a stage in delivery where the largest diameter of the fetal head is emerging from the pelvic outlet.’ (‘corona’ significa “quando spunta fuori il volto della nuova creatura in divenire” …)”

“Parole legate al contesto di corona: culmine, pinnacolo, zenith, acme, vertice, cima, summit, picco, vetta, climax, ultimate…”

“Crow significa anche ‘pianto di neonato’ in inglese onomatopeico.”

“Oppure il canto del gallo al mattino … alba di una nuova era …a posto siamo XD

LA GALLIA!”

10B2B0E0-19E6-4D47-8713-79F1A8CAEB3B

EF294690-2E10-462B-85D3-419BC5764803

“Dire la corona = recitare il rosario”

“‘Coronamento’ in senso di compimento”

“Nella loc. (fis.) ‘effetto corona’, fenomeno di dispersione di energia elettrica che si manifesta sulla superficie dei conduttori elettrici ad alta tensione sotto forma di effluvio luminoso accompagnato da un caratteristico crepitìo.”

“Parigi come ‘Paride’, colui che rapì Elena e iniziò la guerra di Troia … Trojan è il virus … e il cavallo Di Troia? Paride che colpì il tallone di Achille”

“PENSA, i media di tutto il mondo non stan facendo che ripetere milioni di volte questa parola inondando la coscienza collettiva, qualcosa vorrà dire.”

 “Comunque sono praticamente sicuro che a livello di ‘zeitgeist’ la ‘sequenza tellurica di pre sisma’ è iniziata … quanto durerà non è dato saperlo, ma abbiamo chiaramente un ‘background’ per qualcosa di enorme in avvicinamento … mi ricorda il 2011 quando abbiamo dapprima avuto la primavera araba, poi Fukushima e la Siria, insomma, 2 eventoni dopo quella che sembrava la nuova era … Cieux ha ragione, siamo su un binario molto particolare.”

“E’ più o meno quello che volevo dire io prima, troppe cose nello stesso tempo stanno andando avanti senza che nessuna di queste si avvii a una ‘normalità’ anzi, come si vede ora, possono prendere pieghe inusitate mai viste prima. Ora come ora, distratti da questa emergenza ci dimentichiamo di tutta la roba mondiale apparentemente in sospeso ma che è come un fiume sotterraneo che non si ferma e attende il momento propizio per (ri) spuntare in superficie, magari in stile geyser.”

“E’ la legge della serialita’, il 2020 è sinceramente l’ anno più turbolento dal 2011, e noi sappiamo come ogni cosa viene anticipata, dagli echi, noi abbiamo cominciato dalla cina a sentire ‘la musica’, per un po’ sembrava che Wuhan fosse la nuova Fukushima! Ecco, adesso ci penso, allora è proprio vero che stavolta tocca all’ Europa, che in fondo, non penso che i siriani a febbraio 2011 pensassero di ritrovarsi con la guerra sotto casa per un decennio, insomma, adesso con il passaggio all’Italia ci siamo avvicinati alla fonte della musica, manca quindi poco che entriamo nella sala musica a tutto volume! Il paragone con il 2011 è intrigante!”

“Secondo me c’è uno ‘zeitgeist’ da legge marziale, che non possono “permettersi“ di mancare una così buona occasione e non scatenare un casino, io lo avevo detto che il nuovo 9/11 è imminente.”

“Il ‘nuovo tempo’ che sostituirà il ‘vecchio tempo’ in cui ancora ci troviamo, all’inizio lo percepiremo come una specie di virus informatico che danneggia o addirittura distrugge la società. Ma una società basata sul ‘vecchio tempo’ non potrà mai funzionare nel ‘nuovo’ e allora….”

MA ADESSO, si entra davvero in gioco: 

” ‘Corone’ dell’ orologio: Watch crowns are a necessary, and very important, part of a watch. The most common functions of a watch crown are to allow you to change the time, to change the date, to wind the watch, and to stop the watch (to extend the battery life).”

EEBA36B1-32EC-4285-B3BB-B8BCFF927225

“Corona: il pulsante posizionato lateralmente all’orologio per impostare data e ora.”

“Occhio, cavolo!!!! Fra poco si – cambia ora – !!!!!!!!

28-29 marzo 2020″

EAC0EB6F-B597-4D52-A9A1-2A661532DABC

” ‘Corona orologio’ significa cambiamenti in arrivo sulla lancetta del ‘doomsday clock’ ?”

https://it.wikipedia.org/wiki/Orologio_dell%27apocalisse

47A8EB0C-6F22-4D85-A6D5-067F43B3CB7D

“SABATO 28 MARZO 2020 … mmm, sembra un buon giorno per iniziare un NUOVO ORDINE MONDIALE, non credete? Si propaganda il risparmio energetico!”

THE – CROWS – ARE COMING! ‘I cieli si oscureranno …’ come diceva la profezia? I cieli si oscureranno … durante il giorno della Terra si spengono le luci!”

B20ABFDE-359B-4DA6-BD23-5F1A9FFB3EFD

F5BB63A0-CE0F-40AE-8968-E69069260D00

“Join the International Dark-Sky Association for a week of celebration, learning, and action!”

“2020 International Dark Sky Week is Sunday, April 19 – Sunday, April 26!”

“Il simbolo dell’ accensione e lo 0/1 della matrice! Il simbolo di accensione, in inglese «power» è ormai conosciuto da chiunque abbia un elettrodomestico in casa. Se in passato si è sempre optato per l’utilizzo delle parole «On» e «Off» in corrispondenza della relativa funzione oggi esiste solo un pulsante. Ma che significato ha questo simbolo? Le origini risalirebbero alla Seconda Guerra mondiale quando gli ingegneri militari cominciarono a usare, 0 e 1, cifre del sistema binario per indicare l’accensione e lo spegnimento di un determinato apparecchio. Nel 1973, la Commissione Elettrotecnica Internazionale ha poi scelto il simbolo dato dall’unione dei due numeri come standard. Ecco quindi spiegato il cerchio aperto con una linea al suo interno. Un’icona che indica «power» appunto «accensione».”

148012E3-E3F2-4991-AEDF-FD05EE2A33EE

C46A958E-7F77-4A2A-8EDA-EB6DCE8AE938

399FF313-D69D-459D-B60F-5923EE89751A

LA CORONA è il LOGO della KEEP CALM! (Keepcalm and posters)

https://www.keepcalmandposters.com/

76B6C278-E1A2-4B27-A9B8-CE43BE4E075B

“Crown of a nuclear bomb explosion over Mururoa atoll, French Polynesia, Pacific Ocean.”

CAPOLINEA

419C5B1B-4271-4E28-80E2-63BFFA7A0E3B

“2020 paragonato al 2011, la equazione – Wuhan è Fukushima, il ‘coronavirus’ è la ‘primavera araba’, l’ Italia è Egitto o Libia, ora attendiamo di capire da cosa verrà rappresentata la nuova Siria … lo ‘zeitgeist’ con la guerra chimico – batteriologica – legge marziale è in atto. Direi che mettersi in allerta rossa è dire poco. Le ‘frequenze sincroniche’ sono in fibrillazione.”

“NESSUNO IN SIRIA A FEBBRAIO 2011 pensava di trovarsi davanti ad una guerra civile lunga un decennio!”





Il politicamente corretto negli USA forse sta tirando le cuoia

11 02 2020
“Birds of prey” al botteghino peggio di quanto si pensava.

Mi sono a lungo domandato se il movimento chiamato “Woke” — o PC (Politicamente Corretto), o in qualunque modo vogliate chiamarlo — non sia per caso un’operazione di controspionaggio vasta, insidiosa e auto-replicante ingegnosamente progettata non solo per sabotare ma per distruggere e disintegrare le aziende e le istituzioni di quelli che abboccano a questo amo.

Perché, anche se non è così, lo sembra proprio. E ora le fondamenta marce stanno cominciando a sgretolarsi…

Penso che Woke seminerà ancora molta più distruzione ma anche che siamo forse all’inizio della sua fine, quando persino il torrente di innumerevoli miliardi di cui molti di questi Woke sono dotati non riesce più a riciclarsi e rallenta fino a divenire un rigagnolo.

E’ come un applauso dopo un discorso di Stalin: a quei tempi nessuno osava applaudire in ritardo mentre qui nessuno osa correre il rischio di saltare giù per primo dal treno suicida. 

C’è una pressione insopportabile che porta non solo ad aderire a ogni singolo, diktat “Woke” – pena il “ban” da Twitter – ma c’è così impegno a mostrarsi costantemente più “Woke” degli altri tale che nessuno osa sottolineare come quasi l’intera infrastruttura dell’opinione pubblica nel mondo occidentale sta buttando centinaia di milioni– se non miliardi– nel cesso di “Woke”.

E ogniqualvolta a Hollywood gli gira di dar gas al “Woke”, le cose finiscono solitamente in lacrime e rovina.

Così vediamo l’attore Ewan McGregor affermare orgoglioso che il film “Birds of prey” affronta la MISOGINIA di tutti i giorni e queste tematiche sono sempre lì presenti a tal punto nella loro testa che lo stesso McGregor e il suo collega Chris Messina congetturano sui “cattivi” di “Birds of prey”, i quali sono probabilmente GAY. 

Così come abbiamo visto con altre catastrofi a nove cifre, la Warners ha speso un sacco di tempo e denaro nel “Woke-marketing” di Birds of Prey, e come tutte le volte sono finiti a bagno.

“Birds of prey” “crociata femminista contro il patriarcato” delude le aspettative finanziarie.
E’ questo il miglior modo di illustrare quanto sia suicida rischiare centinaia di milioni di dollari a caccia di un pubblico che non risponde all’appello sostenendo i prodotti commercializzati appositamente per loro?
 
Cooptando giornalisti e critici a cui comunque gli lasci visionare gratis i film? Dove sta qui la salute mentale?
 
Naturalmente, uno dei problemi è che molti contratti d’affari per questi film vennero chiusi anni fa e le penalità per averli infranti di solito sono piuttosto rigide, il risultato è che quindi ora sugli schermi scorrono tutti questi film lanciati da infallibili scialacquatori di denari.
 
Scommetto che nello specifico molti di quei contratti furono chiusi nel 2017, quando sembrava che l’America stesse avendo un crollo psicotico tale da poter essere vittima di una “rivoluzione colorata”.
 
Questo potrebbe essere stato il piano, ma sfortunatamente, i piani divengono pii desideri una volta che sono andati a bagno.
Elisabeth Banks, nonostante il crollo al botteghino del suo remake “Woke” di “Charlie’s Angels”, eccola lanciarsi di nuovo in una nuova impresa!

Non so voi, ma io non sono ottimista sul fatto che finirà presto. Hollywood è troppo abituata al denaro facile, ed è una tale serra soffocante, devota ipocritamente a questa ortodossia maoista del “Woke”, che i fallimenti catastrofici meritati vengono ricompensati con altre opportunità per spremere dagli investitori somme ancora più grandi di denaro. 

Lo vediamo con Elizabeth Banks consegnare un nuovo progetto che finirà in bancarotta, poche settimane dopo la bancarotta del suo remake politicamente corretto di Charlie’s Angels.

Allo stesso modo, Hollywood non sembra stancarsi mai di bruciare centinaia di milioni di dollari in olocausto all’altare pagano dell’appello al botteghino immaginario di Kristen Stewart.

Si noti che il risultato mondiale per il suo Alien è arrivato a una piccola frazione di ciò che serviva a raggiungere il pareggio di bilancio. Sono sicuro che ci sono paesi la cui cifra del PIL è più bassa dei soldi che Hollywood ha perduto provando a fare di questa tizia senza fascino una star.

 
Ma come ho detto, è del tutto possibile che i contratti per la sfilata di fallimenti della Stewart vennero chiusi quando le sue interpretazioni nei film di Twilight diedero un’aura scintillante di popolarità milionaria ai suoi sguardi senza carisma.
Il popolare sito d’intrattenimento “CollegeHumour” crolla dopo due decenni di sciocche battute virali.

Più di recente, abbiamo visto il crollo del sito College Humor, un tempo molto popolare, il quale si è suicidato auto-infliggendosi col “Woke”. Forse avrebbero dovuto rimanere fedeli allo spaccio di sciocche battute da far diventare virali e non assecondare il politicamente corretto in modo insincero e ipocrita.

Allo stesso modo, l’un tempo molto popolare cracked.com ha finito per soccombere alle inevitabili conseguenze della “wokeificazione”. 

Nessuno va più in quel sito. Ormai è come visitare una casa di riposo per millennials moribondi. 

Come la chiusura dei college americani sta devastando le famiglie – quando i college chiudono della gente soffre.
Potete visitare QUI una lista di “fabbriche di indottrinamento maoista” (una volta conosciute come “college di arti liberali”) che si sono negli ultimi anni lasciate assoggettare dal “Woke”. 
 
Per non dimenticare mai come le tendenze suicide di coloro che lavorano nel “Woke” hanno un prezzo devastante per delle famiglie innocenti.

I promotori di “Woke” non stanno scherzando con il loro proprio denaro, ma con il benessere e il livello di vita di persone comuni che non c’entrano nulla con quelle scorribande nella follia.

 
Quando arriverà la resa dei conti — perché arriverà, segnate le mie parole — i costi della Woke-mania in sangue e oro dovranno essere messi nel conto.
 
E ora che abbiamo internet, sapremo esattamente dove andare a cercare.

AGGIORNAMENTO: Questo è interessante. Salon, il quale ha permesso di farsi spogliare e ischeletrire dal cancro di “Woke”, sta ora immergendo le dita dei piedi nell’ anti-Woke

 
 
Versione originale di Christopher Knowles: