Diffidate di qualsivoglia interpretazione onirica e considerate invece questo (della serie – un cactus non è un tridente o una croce – trattasi di cactus ;) )

13 10 2017

image

Ogni volta che leggo di discussioni a scopo interpretativo dei sogni metaforicamente sbatto la testa contro un muro perchè la gente non si rende conto di scrivere interpretazioni che NON hanno senso logico. Ci sono quelli che vanno a cercare i significati più astrusi e SCONNESSI e poi ci sono gli altri balordi che minimizzano e ridicolizzano tutto, facendo tanti giri di parole per dirti che le emozioni che scaturiscono dai tuoi sogni sono banali e poco interessanti senza rendersi conto dell’ egoismo e della noncuranza che scaturisce dalle loro frasi. I sogni, amici miei, sono le cose più misteriose e mistiche che ci appartengono e dovrebbero essere studiati a fondo ma senza quelle ridicole interpretazioni che gli attribuiamo. Ci sono diverse categorie di sogni, e alcuni possono riguardare sì le nostre paure e la nostra interiorità, ma altri invece sembrano una finestra su altre realtà e sottolineo realtà, e non centrano nulla con il nostro essere.

CATEGORIE DI SOGNI:

  •  SOGNO LA PAURA: sono connessi alle nostre paure interiori ma non si celano dietro a chissà quale simbologia. Sono molto diretti. Sono sogni dove morite o affrontate un pericolo.
  • SOGNO MESSAGGERO : di solito centra un parente scomparso che riappare in sogno, quando questo succede, anche se si accompagna a persone vive, si tratta di qualcosa che vogliono farvi sapere. E’ l’ unico modo che hanno per comunicarvi qualcosa.
  • SOGNO MULTIVERSO: e se i sogni aprissero finestre su un’ altra realtà? Che esiste, certamente esiste, ma in un luogo irraggiungibile che rappresenta un universo parallelo? Quando nei sogni le cose sembrano stranamente simili ma allo stesso tempo diverse probabilmente siete riusciti ad aprire una finestra su un universo parallelo. Se ci pensate spesso i sogni ci mostrano versioni e scelte alternative rispetto alla nostra realtà e ci sono esperti scienziati che si sono dedicati allo studio della fase REM che sono aperti a questa eventualità e ipotizzano un trasferimento di percezioni e dati fra due individui di due universi differenti – https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwi32uOVie7WAhVLVxQKHRqQBQ0QFggwMAE&url=https%3A%2F%2Fwww.psychologytoday.com%2Fblog%2Fdream-catcher%2F201407%2Fdreams-and-the-many-worlds-interpretation-quantum-physics&usg=AOvVaw0omISO4EaeQaXarRKZfThv
  • SOGNO PREMONITORE: per esempio sognare una persona prima di conoscerla e rendersi conto che è uguale a quella in sogno, oppure sognare di un evento che dopo un certo tot di tempo si realizza , anche se non proprio allo stesso modo, anche solo una parte di esso.
  • SOGNO LUCIDO : è un sogno nel quale avete coscienza di star sognando e di solito appare con colori più vividi del solito. Attenzione quando vi svegliate, potreste trattenere per un istante il sogno e vedere un cane sul comodino come è successo a me 😉
  • SOGNO DILATATO NEL TEMPO: quando sognate periodi di giorni o settimane in pochissimo tempo.
  • SOGNO LA TV: non so voi, ma a me capita spesso di guardarmi film o show televisivi in sogno.
  • SOGNO L’ INVENZIONE: fatevi una ricerca su Google e scoprite quanti famosi inventori hanno avuto l’ ispirazione in sogno.

Ora che sapete come stanno le cose buttate via tutto ciò che riguarda o tratta delle interpretazioni dei sogni, perché fanno collegamenti assolutamente sconnessi e non hanno senso. NON HANNO SENSO. La realtà è che i sogni andrebbero studiati, e non è ammissibile che metaforicamente la gente vi dica che 2+2 fa 5, perché è così che vi raccontano dei significati dei sogni. Le cose sono evidenti. E diffidate anche degli scettici e dei disinteressati, perché non hanno capito niente. Non sono in grado di apprezzare il mistero che rappresenta l’ onirica. Non lasciate che vi dicano che le vostre emozioni scaturite dai sogni sono banali e poco interessanti.

 

  

Annunci




Tutto il contrario di tutto – formazione reattiva Freudiana

23 02 2015

image

La formazione reattiva Freudiana e’ un meccanismo di difesa del’ Io personale molto interessante. Ci spiega che siamo affascinati da ciò che ci tormenta e da ciò che ci fa paura, ma ne neghiamo l’ evidenza assumendo opinioni, posizioni e comportamenti opposti a quello che in realtà crediamo.

Esistono casi curiosi, come razzisti conclamati che finiscono per stare assieme a una extracomunitaria, persone attentissime a quello che dicono e a come lo dicono, che non si scompongono mai che finiscono per buttare all’ aria tutto quanto in poche ore quando hanno raggiunto il limite, fondamentalisti atei che finiscono sempre immischiati in dibattiti di religione, alcolisti che decantano le Lodi del’ astinenza, che si vantano di avere finalmente deciso di averne abbastanza.

Normalmemte ci si dovrebbe aspettare che persone che si auto dichiarano con forza e convinzione appartenenti a una certa posizione nei confronti di tale cosa, che se ne stiano bene alla larga dalle categorie di persone da loro disprezzate, per un vero sentimento di avversione o semplicemente pura indifferenza.
Ma spesso rimaniamo sorpresi.

Quante volte vi è’ capitato di assistere ad amici e familiari che si accaniscono contro una certa cosa, magari un qualche vizio, o una scelta di vita, per poi scoprire che in realtà c’è un desiderio celato e combattuto di imitarli e partecipare? O che magari in passato hanno invece praticato, di qualunque cosa si stia parlando.

Una volta ho letto su uno stupido libro di profezie qualcosa che in un certo senso un nesso logico ce l’ ha.
La autrice descriveva un personaggio che avrebbe cercato di unire tutti i popoli, tutti i credo, che si sarebbe messo a fare grandi ed eclatanti progetti per il bene dell’ umanità, ammaliandola con discorsi di pace e collaborazione globale, per poi uscire allo scoperto rivelandosi un affamato di potere che finanziava terribili progetti, magari torture, grandi guerre, qualcosa di fortemente distruttivo, tutto rivolto verso i suoi singolari interessi.
Il classico esempio del lupo che si introduce come una pecorella.

Si’ perché le persone spesso sono coscienti di sentire tanta rabbia e avversione dentro e quindi coprono il tutto con eclatanti e invasivi atti di grande bontà, generosità e accoglienza, poi magari per una piccola cosa si accanisce con un improvviso eccesso di rabbia.

Le persone moraliste si accaniscono in ” modo dolce ” contro i violenti e gli incivili, ma credono sempre di essere nel giusto, si ritengono qualcosa in più degli altri e cercano di convincere gli altri che la loro opinione e’ quella più corretta, diventando quindi pseudo- missionari e attuando un ” pacifismo aggressivo ” .

Adottando in maniera esagerata il comportamento opposto a quello temuto, in una sorta di scaramanzia mentale, l’individuo cerca di conservare il suo equilibrio.

Questo studio a livello psicologico mostra il livello di finzione e negazione che esiste nella realtà. Viene da chiedersi quanto conosciamo davvero le persone.

Da sempre la vera dimostrazione di disinteresse e’ l’ indifferenza. Ci sono quelli che non si fanno scrupoli e fanno quello che fanno senza tanti problemi. Si presentano subito esattamente come sono, non hanno interesse a fingere. E poi ci sono quelli che si accaniscono per qualcosa, che si auto dichiarano appartenenti a una certa categoria, che dichiarano forte avversione verso un tipo di categoria. Questa non è’ indifferenza, ma il rendersi conto che c’è un segreto interesse o semplice curiosità alla quale reagiamo come a una invasione interiore, contro la quale tale accanimento e’ l’ antibiotico.

E’ una specie di ” peer pressure ” auto- indotta, una crociata contro una parte di se stessi.