Il 25 ottobre sulla timewave: il punto di rottura

9 10 2017

16649377_10210749026874645_2997101867826516308_n gStatisticamente questa timeline è quella più probabilmente corretta, visto che ha dato come risultati ben 17 esempi di ripetizioni storiche fra due coppie di eventi, ben al di sopra di ogni altra data zero possibile.

Ciò vorrebbe dire che siamo arrivati al punto di rottura: il 25 ottobre si ipotizza un evento di grandissima magnitudo che farà cambiare rotta al grafico e farlo puntare sempre più verso il basso. Il Grande Picco che stiamo per raggiungere starebbe a indicare l’ ultimo punto di fattore abitudine – stabilità in frizione con il fattore novità – instabilità, e quindi vorrebbe indicare che siamo nella quiete prima della tempesta e che i tempi storici futuri non raggiungeranno mai più questo livello di attuale abitudine – stabilità. Più importante di un Cambio Ciclo, che rappresenta un Primo Finale ( Finale che ha tre mandate di apertura – il Cambio Ciclo del 19 giugno 2017 – il Grande Picco del 25 ottobre 2017 sono le prime due ) viene il Grande Picco che anticipa direttamente gli eventi del Gran Finale ( che non è una fine vera e propria ma un nuovo inizio ).

Quali eventi possiamo ipotizzare per il punto del 25 e 26 ottobre 2017? Ecco quali eventi storici avranno una finestra di tempo per ripetersi:

  • Watergate , il più grande scandalo politico Statunitense
  • La morte di Bruce Lee
  • Gli Stati Uniti bombardano la Cambogia
  • Colpo di stato in Cile
  • Nazioni Unite accolgono le 2 Germanie
  • Guerra dello Yom Kippur ( Egitto e Siria contro Israele )
  • Il vice presidente Usa si dimette
  • Embargo petrolifero da parte dell’ Iran contro i sostenitori di Israele
  • L’ Austerity Italiana

Sull’ altra timeline indicata da Peter Meyer, realizzatore del software grafico questo punto di rottura avviene fra il 13 e il 14 dicembre 2017.

  Cosa era successo nelle altre date indicate nella immagine?

21 aprile 2017:     

Arts and culture
Business
Disasters and accidents
Law and crime
Politics and elections
Science and technology

3 maggio 2017:

Armed conflicts and attacks

Arts and culture
Business and economy
Disasters and accidents
  • An explosion at a coal mine near Azadshahr, Iran, kills at least 35 miners and traps 39 others, according to state media. (BBC)
  • A car crash at an auto auction in Billerica, Massachusetts, kills at least three and injures nine, two critically. (CNN)
Politics and elections

19 giugno 2017:

Armed conflict and attack

Disasters and accidents
International relations
Law and crime
Science and technology
  • Personal information of about 200 million U.S. citizens has been exposed on the Internet since January when unsecured files were uploaded by Republican contractor Deep Root Analytics. The data, available via publicly accessible providers such as Amazon Web Services, included birth dates, home addresses, telephone numbers, religious affiliations, ethnicities, and political views. The problem was discovered by an UpGuard analyst. (BBC) (Salon)
Annunci




Iperdisordine, punto di rottura e caos

16 02 2015

fibonacci_a_mano

Caos, dal latino Chaos e dal greco antico Khaos. In teologia, il caos è la «confusione generale degli elementi prima della loro separazione e della loro sistemazione per formare il mondo». Nella mitologia greca, Khaos precede tutto : «Nella mitologia greca, il Caos (in greco antico Khaos, letteralmente “Apertura, spalancatura”, dal verbo kainô, “spalancare, essere spalancato”) è l’elemento primordiale della teologia esodiaca. Esso designa una profondità spalancata…[…] Secondo la “Teogonia” di Esiodo, esso precede non solo l’origine del mondo, ma quella degli Dei…» Ci appoggiamo su questo possente riferimento per considerare che “il caos”, nelle nostre concezioni, è assolutamente differente dal disordine. Il caos è uno stato superiore del disordine, un sovra-disordine se vogliamo ; mentre il disordine comprende “degli elementi, dei dati, delle informazioni, delle variabili, di cui la disposizione è improvvisamente rovesciata”, il caos comprende, in disordine, tutti gli elementi, tutti i dati, tutte le informazioni e tutte le variabili possibili… Cioè, è un sovra-disordine, secondo il nostro giudizio in questa nostra epoca, un disordine che si stacca in modo decisivo dall’epoca da cui è tratto poichè contiene tutti gli elementi (tutte le informazioni) per la creazione di un’epoca nuova, di una nuova era, – ma no, ancora meglio, è decisamente meglio dire, – per un nuovo ciclo meta-storico… (Al tempo stesso, è evidente che il caos è “creatore” per definizione, o “necessariamente creatore”, ma in un senso che è il nostro, senza alcun rapporto con le dialettiche [di oggi.]

L’iperdisordine è uno sporgersi decisivo e di rottura nei confronti del disordine nella misura in cui apre il disordine a tutti gli elementi possibili, quindi apre la possibilità alla creazione di un ordine che sarà completamente differente dall’ordine [quello di prima] che precede il disordine, aprendo le porte al CAOS.

http://www.dedefensa.org/article-glossairedde_hyperd_sordre_d_sordre_et_chaos_16_02_2015.html

cop

ed-d14536e163ce636308195770d09a618b