Gocce perlacee di rugiada e rubini

30 05 2019

[Come promesso, ecco la versione italiana di due post di “The Secret Sun” che al tempo mi erano sfuggiti, uno l’ottobre scorso e l’altro l’aprile scorso.

Seguendo tutta la successione degli elementi mostrati in quei due post, più di una volta mi ci sono ritrovato, ciò che veniva fatto vedere riconoscevo avere dei collegamenti anche con esperienze della mia stessa vita.

La prima parte analizza una sincro-sequenza incentrata sulle risonanze tra elementi del gruppo dream pop Cocteau Twins (e la loro cantante “sibilla” Elisabeth Fraser) ed eventi cosmici e metereologici attraverso i mass media, la seconda parte fa notare la stranezza di come in un videoclip di Jennifer Lopez uscito quest’anno (“Medicine”) si ritrovino visibili riferimenti a miti e misteri dell’antichità…e non solo.]

 

https://secretsun.blogspot.com/2018/10/sync-or-swim-you-know-this-much-is-true.html

OK, vi presenterò tutto questo così com’è. Se siete dei lettori abituali, potete già intuire la somma finale. Se siete lettori occasionali, tutto quello che posso dirvi è che potreste trovare tutto ciò che segue interessante da leggere per il fine settimana. Per tutti gli altri, mi dispiace, al momento non ho idea di cosa dirvi. E’ più forte di me.
 
Se vi sentite totalmente perduti e pensate che sia tutta una pazzia, non preoccupatevi. È un ottimo segno. Perché tutto è infatti assolutamente folle.
“L’uragano Michael è ufficialmente più potente dell’uragano Katrina”.
Perché l’uragano Michael è un mostro diverso da ogni altro.
L’uragano Michael fu il terzo più intenso mai registrato, una location senza precedenti per una categoria 4.
“I raggi cosmici potrebbero far saettare i fulmini” — Tutti i fulmini terrestri potrebbero avere la loro origine nello spazio, suggeriscono nuove ricerche.
5 marzo 2018: i raggi cosmici sono cattivi e stanno diventando sempre peggio. — Tale è la conclusione del nuovo studio appena pubblicato sul giornale di ricerca “Space weather”. Gli autori, guidati dal prof. Nathan Schwadron dell’università del New Hampshire, mostra che la radiazione dallo stato profondo è pericolosa e si intensifica più velocemente di quanto precedentemente atteso.
Cambiamento climatico – impatti osservati sul pianeta Terra. — Capitolo 3 – Il ruolo dell’effetto del clima spaziale e dei raggi cosmici nel cambiamento climatici.
“Flash misteriosi dallo spazio profondo: trovate più di 19 radio-esplosioni”.
“Gli alieni potrebbero usare le collisioni stellari per mandarci dei messaggi”.
“Una stringa di ‘perle cosmiche’ circonda una stella che esplode”.
“Stelle rubino rubiconde”…”E’ una goccia di rugiada perlacea”
“Una supernova rilasciò dei raggi cosmici che hanno cambiato il DNA e stimolato l’emergere della coscienza”.
 
ARIANA GRANDE- “THE LIGHT IS COMING” VIDEO

“PEARLY DEWDROPS’ DROPS”- SINGLE COVER ART

Immaginate la mia sorpresa quando Mer-Minaj ha iniziato a rappare su “strawberry” qui “strawberry” là e “strawberry” che escono da nessuna parte. No, seriamente. — O quando Ariana Grande passeggiava sullo schermo con un piatto di “les fraisiers” con cui lei doverosamente nutriva un cretino reclinato. — Sirene, “les fraisiers”? Chi avrebbe mai pensato a quella combinazione, eh? Tutto casuale.
“Un fulmine nell’occhio dell’uragano diffondeva l’anti-materia verso il terreno” — L’uragano Patricia, il quale nel 2015 spazzò la costa ovest del Messico fu il più intenso ciclone tropicale mai registrato nell’emisfero ovest. In mezzo all’estrema violenza della tempesta, gli scienziati hanno osservato qualcosa di nuovo: un fascio di positroni (la controparte anti-materica degli elettroni) che andavano verso il basso creando esplosioni di potenti raggi gamma e raggi X.
“Lei mise le mani nell’uragano & stava mentendo…”

ARIANA GRANDE- “GOD IS A WOMAN”

“Sbirciando nell’ipnotico occhio dell’uragano Michael in questo enigmatico lasso di tempo”.

MINIATURA DEL VIDEO UFFICIALE

“Raggi cosmici misteriosi che eruttano dall’Antartide potrebbero rompere le leggi della fisica” Degli strani raggi cosmici osservati mentre sono sparati fuori dall’Antartide potrebbero essere delle particelle mai viste prima le quali sfiderebbero le leggi della fisica […]”
“Dei raggi cosmici impossibili vengono sparati dall’Antartide” Nessuna particella da noi conosciuta può spiegare ciò che sta succedendo — 1) Dei raggi cosmici sono stati scoperti uscire fuori dall’Antartide; 2) Nessuna particella ad alta velocità di cui abbiamo conoscenza potrebbero entrare in un angolo della Terra e uscire dall’altro; 3) Tutte le spiegazioni proposte sono eccitanti, specialmente la più probabile.

Poi c’è questo articoletto sui raggi cosmici che escono dall’Antartide.

Al momento non riesco a capacitarmi di tutto questo, ma posso farvi sapere dove sono stati esattamente registrati questi fenomeni, cioè alla stazione di McMurdo, che si trova …

…proprio al largo della costa della Terra di Vittoria, la quale è…

“Victorialand” dei Cocteau Twins.

RELEASED TOMORROW (11 OTTOBRE 2018)

“TRANQUIL EYE”
“VIOLAINE” – LAST COCTEAU TWINS SINGLE- TWO VERSIONS
 
FROM MILK & KISSES – RELEASED 3/13/96
Perché un uragano ha un occhio nel suo centro? Non è ancora sicuro. Eppure ciò che accade dentro e intorno all’occhio dell’uragano è piuttosto documentato. […] bla bla bla […] fino ad arrivare alla riga di testo in cui c’è scritto “TRANQUIL EYE”, che è uno dei due brani dell’ultimo singolo dei Cocteau Twins.

TRANQUIL EYE- EYE OF A HURRICANE

“Circling girl” sempre dal singolo “Violaine”.
“Tropical” si riferisce all’origine geografica di questi sistemi, la quale si forma esclusivamente sopra i mari tropicali. “Cyclone” si riferisce ai loro venti che si muovono in circolo, spiralando intorno al loro occhio centrale

“CIRCLING” 

“Perché gli uragani e le tempeste tropicali hanno solo nomi femminili ” — Vendette personali giocano un ruolo nella scelta del nome.

“GIRL”

Tifone Jebi: vento devastante spazza via palazzi in Giappone. — Jebi, che significa “ingoio” in corano, nell’ultima settimana si è rafforzato diventando un super tifone.
“Vortici di piume: rondini che migrano”

SI. Voi ora sapete che molto di questo è vero.

STRAWBERRY CRISIS

Ai tempi di Kavanaugh candidato trumpiano come giudice della corte suprema USA.
Chi è il dottor Strawberry?

https://civiltascomparse.wordpress.com/2018/10/03/triangolo-del-diavolo-e-linguaggio-del-crepuscolo/

“Strawberry crisis: cosa sta succedendo adesso?”, in Australia.

EYE OF THE SIBYL    OCCHIO DELLA SIBILLA

“Si dice che siano stati i primi testi di fiction di Dick in seguito alla sua esperienza del 3 marzo 1974, la quale fu la base per la sua ‘Esegesi’ e più tardi per i romanzi del ciclo di VALIS, il precursore di VALIS e pubblicato postumo ‘Radio free albemuth’ e ‘Divina invasione’…

La primissima menzione del famigerato “Pink Beam”, “raggio rosa” in “Eye of the Sybil” del 1975:

“Come sapevi che era chiamato ‘caduceo’ ?” mi domandò YSABEL (ora stavamo vivendo insieme e lei sempre mi diceva do fare più soldi facendo sì di somigliare alla sua facoltosa famiglia). — “Non lo so”, dissi, e lo trovai divertente. Quindi iniziai a vedere agitarsi violentemente dell’attività fosfenica colorata in entrambi i miei occhi, somiglianti a quelle moderne grafiche astratte dipinte da Paul Klee e altri. Vidi i fosfeni in colori vividi in flash molto veloci. “Qual è la data?” urlai a YSABEL, che era seduta ad asciugarsi i capelli leggendo “Harvard lampooon”
ISABEL, forma occitana medievale di ELISABETH.
3 marzo, 1982.
2 marzo, 1982
Scaletta dei Cocteau Twins.
 
On the Third Day, Cocteau Twins play first major showcase, opening for Birthday Party in London.
 
 
Nel terzo giorno, i Cocteau Twins suonarono nella prima più importante suite, in apertura del birthday party a Londra.

THE ORACLE

L’ORACOLO

Fino a che non viene dopo di te.
Morton quindi le fa scadere un certo numero di album di ogni tempo da lei favoriti includendo gemme come gli orfani di Tom Waits: Brawlers, Bawlers & Bastards, gli “Abattoir blues” di Nick Cave, gli Astral Weeks di Van Morrison, il debutto degli Stone Roses, i Talking Heads, “GARLANDS” DEI COCTEAU TWINS.
La tenera Agatha,

HERE IS WISDOM

QUI E’ LA SAGGEZZA

 

The Oracle’s mother <-> the Sibyl’s lover 
 
La madre dell’oracolo <-> l’amante della sibilla.

Different shaped faces, but identical eyes, brow, nose, lips, chin. Very, very similar ears.

Forma differente dei visi ma identici occhi, sopracciglia, naso, labbra, mento. Orecchie molto molto simili.

YES. You know this is true now.

SI. Voi ora sapete che questo è vero.

[ https://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Las_Vegas ]

Mermaid = sirena.

THIS CALLS FOR A MIND WITH WISDOM.

QUESTO RICHIEDE UNA MENTE CON SAGGEZZA.

YES. You know this is true now.

SI. Ora voi sapete che questo è vero.

Un sacco di collegamenti tra Brian Eno e Philip Dick.
[…] film visionari come “Blade runner” e “Minority report”. Nel romanzo di Dick del 1981 “Valis”, l’autore è apparentemente contattato da un satellite orbitante divino, detto anche “Vast Active Living Intelligence System” [VALIS]. Incontriamo un personaggio complesso chiamato Brent Mini, un “maestro di hardware elettronico” e compositore di “MUSICA SINCRONISTICA”, il quale fa parte di una setta che adora VALIS.
Mentre la Fraser e Guthrie trovarono il loro percorso con “Head over heels”, portando una valida aggiunta con Simon Raymonde, un importante step nello stabilire il loro riconoscibile sound che li avrebbe fatti divenire così influenti. A quei tempi, i Cocteau avevano sperimentato qualche successo nelle classifiche ma “Treasure” cambiò tutto. Fatto originale, Watts e Russell provarono a contattare Brian Eno per produrre, assieme all’apporto di Daniel Lanois ma Eno avvertì che non avevano bisogno di lui e Guthrie alla fine lo produsse lui soltanto. Sebbene l’idea di “Treasure” come una “produzione Eno-Lanois” suonava allettante, è impossibile pensare come quest’album avrebbe potuto funzionare.
I Cocteau Twins hanno speso gran parte degli ottanta passando da una specie di pop da camera a un sound più profondamente astratto e sensuale e questo tipo di estetica è evidente in “The moon and the melodies”, il loro album di collaborazione con il compositore minimalista Harold Budd. Eppure, “Blue bell knoll” del 1988 è tuttora avvertito come pietra miliare. 4AD suggerì di far produrre il disco a Brian Eno, ma la band rigettò tale idea, optando invece di produrlo tutto da soli.
Philip Dick e la sua faccenda riguardante l’Aeon Sophia.
Elisabeth Fraser che canta “Sofia” al “Millennium show” di Peter Gabriel.

ttps://secretsun.blogspot.com/2019/04/addendum-jlo-makes-secret-sunniest.html

Che dire, sono stupefatto. Se l’avesse fatto un’artista indipendente, che so, come Grimes così stupefatto magari non lo sarei stato, ma cosa diamine dite voi se lo vedete fare da una delle più grandi superstar del mondo intero questo videoclip esplosivo con tutti quei Emergent Archetypal Dominants® a causa dei quali sono anni che mi sto picchiando la testa sul muro per cercare di far aprire gli occhi della gente?

Immagino che dovrò sbattere la testa sul muro ancora per un po’.

Non avevo intenzione di imbattermi nuovamente in questo clip, ma quella sua bassline malata non ha fatto che rosicchiarmi le orecchie. E nonostante tutto, Jenny from the block è ancora molto divertente da guardare. Mentre io potrei sbadigliare fino alle lacrime di fronte a questa decadente “settimana della moda”, milioni di altre persone non sembrano esserlo.

I lettori di Secret Sun si rendono conto che le PERLE sono una grande, grande fetta della Nuova Messaggistica [mass-mediatica]. Abbiamo visto Cardi B decorata con collane di perle (che altro c’è di nuovo?) Ma sembra che voi abbiate bisogno di qualcuno con un alto Q.I. per incorporare i simbolismi nelle basse menti delle masse. Quindi la star dello show in questione è piuttosto bardata di perle.

Il video si apre con questa giovane foxy lady, la quale sembra identica a qualsiasi sacerdotessa in un rituale misterico antico scelto a caso. […]

E NATURALMENTE, è incoronata con una ghirlanda di perle che poi cadono. Con queste sue perle cadute perlate si è poi svegliata per accendere quei fuochi?
 
Bene, con perle cadute e fuochi accesi, che altro ci serve?
 

Che ne pensate di questi TWINS qui sopra? 
No, dico. i TWINS. Non state sognando.

E qui ci sono quelle labbra rubino con piccoli strass che sembrano stelle– rubiconde. Significano l’8 o l’infinito? Ci sto ancora lavorando.

Ecco la saggezza extra-credit: Those Eyes, That Mouth.

Naturalmente è il bianco il colore della storia nel video. E’ un bianco pallido nebuloso? Non mi pare, ma sono pronto a eventuali correzioni.

E abbiamo ancora il motivo della PERLA GIGANTE. Ha il significato di simboleggiare quel super neutrino dalla stringa di perle che emerge con una pulsazione di ghiaccio che è emerso lo scorso anno dalle nevi dell’Antartide? La domanda risponde a se stessa.

La luce sta arrivando per restituire tutto ciò che l’oscurità ha rubato.

Perché ricordo che Ariana Grande (AKA “Mini-JLo”, la mini Jennifer Lopez) non molto tempo fa aveva fatto vedere la stessa identica icona.

E JLo [Jennifer Lopez] usa la Perla Gigante alla stregua di una sfera di cristallo mentre interpreta un indovino di Carnevale. Significa che finge di essere un oracolo. O una Sibilla. O un precog o altro.

Nel caso in cui vi suoni un campanellino , cosa vi ricordano i gemelli e i rubini e le perle e tutto questo insomma?
Capite adesso?  

Sincro-credit extra iniziatico: Mensa – Dorado.

Qui abbiamo la stessa icona, solo gemellata.

E poi viaggiamo attraverso lo stargate. Oppure attraverso il Supervoid, qualunque cosa sia.
(Ho già detto che “Supervoid” è il nome di una band metal?)

Sull’altro lato dello stargate abbiamo questa giostra curiosamente decorata. Notate che la nostra supernova 1987A sembra qui ben rappresentata . Così come Regulus.

Una stringa di “perle cosmiche” circonda una stella esplosa.

Confrontare e contrapporre.

Notate che tutte le donne stanno cavalcando un cavallo pallido.

Questo richiede una mente saggia. E un’abbondanza di cautela.

Così abbiamo la Supernova, poi quale altro motivo troviamo?

Con quelle corna di ariete e tutto i resto? Dove ho già visto questo prima?

Oh, naturalmente, si tratta di Giove Ammone. Chi altri sennò?

Voglio dire, quale giostra NON E’ decorata con fregi di antiche divinità greco-siriano-egizio-libiche rappresentanti la conquista mondiale e la lussuria sfrenata, dico bene?

Qualche volta vediamo questa posa.

Qui la vediamo di lato

E poi qui abbiamo questa giovane contorsionista, colpisce questa posa.

Una figura che anche questa sembra stranamente familiare.

Extra messaggio per gli iniziati.

I lettori fedeli di Secret Sun e i framassoni o aspiranti tali riconosceranno questa iconografia presa in prestito dal libro di testo per diventare un fratello di secondo grado, raffigurante la scala per Sirio.

Anche la maschera qui sopra ci sembra stranamente familiare.

Al momento, non posso facilmente collocarla.

E così come abbiamo visto prima, qui abbiamo la raffigurazione di Lira, assieme a una figura che sembra un cosplayer interpretante un arcangelo proveniente dalla corte del re Sole. Quest’altra donna sembra simboleggiare Vega?

Ad ogni modo, ci sono le nostre stringhe di perle. Notate anche i suoi polsini che sembrano fatti di piume.

[…]

Quindi c’è questo oggetto, che appare molto familiare…

…o dovrebbe esserlo.

Soprattutto per ciò che riguarda la fraserologia avanzata.

Ed ecco il vecchio, affidabile riff “Cristo massonico”. Penso che abbiano lavorato ben bene a quest’osso in modo da farlo poi ritrovare a quelli di Vigilant Citizen. O forse è solo un caso?

E notate che il regista qui – Jora Frantzis — non è nuovo nel lanciare ossa massoniche rudimentali destinate a quella gente che non legge Secret Sun.

I molti messaggi di Jora Frantzis nel clip “Money” sono piuttosto intelligenti. — Il video di “Money” include anche omaggi ai più memorabili look di Cardi come i numeri floreali visti nel video di “I like it” e nella cover di “Invasion of privacy”

E così succede che la Frantzis non sia nuova nel mettere “molti messaggi nascosti” nei suoi video. ça va sans dire.

Tecnologia EHT dei buchi neri – una porta a senso unico fuori dal nostro universo.

Petizione lanciata perché il buco nero venga chiamato col nome del cantante dei Soundgarden Chris Cornell.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Notare che la prima di “Medicine” è avvenuta alla vigilia del centoquindicesimo anniversario della dettatura di Liber Al Vegis e la prima di “Black Hole Sun” nel centoquindicesimo anniversario del suo completamento. 
Ricordate anche che la prima di “Medicine” è avvenuta nel venticinquesimo anno della scoperta del cadavere di Kurt Cobain e della prima volta alla tv USA di “Our Lady” assieme ai suoi musicanti, ed entrambe le cose avvennero nel novantesimo anniversario della prima sessione di Liber Al Vegis.

Oh, e guardate un po’ qui…

…il “black hole sun” è stato annunciato per la prima volta il 2 aprile…

2 aprile 1984

…il trentacinquesimo anniversario della prima uscita di “Pearly Dewdrops’ Drop.” [gocce di rugiada perlacea o perlacee].

Notare che il “Black Hole Sun” non appare tanto differente da un occhio di gallina. Penso di stare delirando abbastanza da ritenere di credere che sia in qualche modo tutto collegato e io sto iniziando a capirci qualcosa. Per qualche ragione, tutto sembra essere legato a eventi cosmici come supernove, piogge di meteoriti e buchi neri.


Le immagini del “Black Hole Sun” sono state catturate da un network di telescopi, inclusi quelli di Atacama (dove la “collana di perle” intorno alla supernova venne vista per la prima volta nel 1987) e i telescopi antartici della base Amundsen-Scott, dove lo scorso anno fu rilevata un’apparizione di “perle di rugiada” intorno alla cintura di Orione.


Penso che sia una coincidenza che un video che mostra palesemente queste stesse tematiche quali le “Pearly Dewdrop’s Drop” sia uscito questa settimana? Suppongo che sia possible, ma che diamine di coincidenza! 

Annunci




Un articolo che vi ipnotizzerà

10 02 2013





Appunti tratti dal mio quaderno (5)

15 10 2012

Un nuovo articolo, ricavato da diversi brani di ciò che scrivo sui miei quaderni. Come di consueto, le associazioni mentali riportate sono allo stato grezzo. Alcuni potrebbero lamentare la loro dispersività. Non fateci caso. I brani sono corti e penso possano avere il fascino della gemma non lavorata.

Quando nel filmato della “dichiarazione di guerra” di Mussolini (e dunque dell’Italia intera, visto che egli era l’incarnazione della Nazione, non dello Stato) agli “ambasciatori di Gran Bretagna e di Francia”, compaiono le FOLLE sulle piazze di tutte le città italiane, sembra un po’ di assistere allo STRAPAESE tipico, per esempio, dell’Intervallo RAI, il quale aveva come musichetta un brano secentesco, come succedeva per l’Almanacco del giorno dopo fino al 1993.

Oppure le immagini delle città italiane aventi i nomi in sovrimpressione, sempre nel filmato della “dichiarazione di guerra”, è qualcosa di somigliante ai quadretti delle varie località d’Italia che si trovano in certe stazioni della penisola, oppure sui vagoni dei treni. E questo lo associo ai dipendenti pubblici, agli impiegati statali. Ad Andreotti, “uomo della previdenza”, come lo chiamava Montanelli, e all’INPS.

La globalizzazione non poteva coesistere col mondo di Andreotti. Non ci poteva essere nessuna “coesistenza pacifica” tra loro. 1994: la “gioiosa macchina da guerra” guidata da Achille Occhetto.

Un giorno verrà scoperto che i  Beatles erano stati sopravvalutati.

La globalizzazione diceva: “E’ finita la storia, la democrazia liberal-capitalistica ha fatto crollare il comunismo – URSS e Patto di Varsavia – e tutto ciò che importa adesso è comprare e vendere, adoperando solo la nostra struttura finanziaria e il fascismo della perfezione high tech.” L’autoritarismo della perfezione high tech.

Durante l’epoca eroica, ardita, inquadrata, militarista, del ventennio fascista, di Mussolini, Storace, “tireremo diritto”, l’Impero e il Regno d’Albania, il saluto e il passo romano, vi erano i borghesissimi filmetti interpretati da un Amedeo Nazzari tutto in tiro, la cui dizione italiana impeccabile aveva come dei cedimenti in certe vocali, a causa dell’accento sardo represso. Impercettibili cedimenti strutturali.

A proposito di tutti gli annunci e le profezie riguardanti il 2012, ho scritto come la più grande catastrofe sia che non accada nulla, che tutte le cose rimangano uguali a come sono sempre state negli ultimi anni. Per esempio, con le giornaliste televisive che parlano dei nuovi morti ammazzati in Palestina (tra le righe, sempre alludendo al fatto che “Israele ha diritto all’autodifesa”), della diretta Tv da Montecitorio. E quel giornalista del Tg3 dall’aspetto invecchiato, ma SEMPRE LI’, sempre in quegli studi Tv. E’ quel tipo di informazione, simboleggiata da una foto all’inizio del capitolo del libro di storia che studiavo nel 2004, per l’esame di “storia contemporanea”…e questa immagine, appunto, mostrava uno di quei mezzobusti televisivi, una di quelle giornaliste del Tg1, quasi un’ipostasi della prosaicità, della banalità totale dei nostri tempi.

Il sistema di ipnosi televisiva sta girando a vuoto. E sono particolarmente irritanti quei “sopravvissuti” come Renzo Arbore, che cianciano “di com’era bella la televisione di un tempo.”

Ciò che crediamo essere l’attuale civiltà, l’attuale società, è una specie di condizionamento ipnotico. La mente è INNOCENTE (non date retta a espressioni come quella che dà nome a questo sito), è la mente condizionata a non esserlo.

Quell’impressione di ordine, pulizia, solidità culturale, che si poteva ancora respirare ai tempi del ventenno fascista. Non si erano ancora affacciati sulla scena i PROBLEMI DI ORDINE PLANETARIO, come la crescita esponenziale della popolazione terrestre, l’inquinamento provocato da un’industrializzazione massiva che utilizza le energie prodotte da materiali estrattivi, le armi di distruzione di massa. Comunque, ritorniamo all’impressione di ordine e pulizia nel ventennio fascista, ben visibile nel filmato della “dichiarazione di guerra” da parte di Mussolini nel giugno 1940, e le scritte delle varie città ITALIANISSIME sovrimpresse a una loro immagine significativa.

Successivamente, un bel po’ di tempo dopo, paragonando quelle scritte a un arredamento urbano ben tenuto, a panchine, marciapiedi, monumenti, fontanelle pubbliche, “littorine” dei tram, tutti immacolati; un bel po’ di tempo dopo, il degrado, l’abbandono, le scritte adolescenziali sui muri dei sottopassaggi urbani. Scrittacce disincantate (si potrebbe scrivere ENTROPICHE) su quadretti delle varie località d’Italia pittoresche nei vagoni dei treni. Ancora “incantate.”

Fellini poteva appartenere solo all’epoca storica in cui  vissuto [scrivo di lui perchè so essere uno degli artisti italiani più rimpianti della storia recente.] Erano inseparabili, due facce della stessa medaglia. Non ci potrà mai più essere un “nuovo Fellini”, così come non ci potrà mai più essere il periodo storico in cui è vissuto. Impronte digitali irripetibili che è inutile e dannoso commemorare, ricordare, rimpiangere. Sono pesi che inchiodano la mongolfiera del futuro a terra.





L’inizio della primavera visto allo specchio

11 09 2012

C’è stato un momento, qualche settimana fa, di sera, che ho pensato come luglio e agosto non rappresenti affatto una specie di coppia di mesi uguali, contraddistinti dall’estate e dalle vacanze, come molti tendono a pensare.

Agosto è più metafisico di luglio, in particolare dalla terza decade in poi. Il momento dopo ferragosto in cui la “piena estate”, la “mezza estate” inizia il suo lento crepuscolo verso quella transizione verso l’inverno chiamata autunno. Ovvero, quando il processo iniziato un bel po’ di tempo prima, il 21 giugno – giorno in cui le ore di sole raggiungono il loro massimo annuale per poi diminuire – inizia a farsi decisamente sentire.

Poi, qualche giorno fa, ho letto un passo del romanzo “Il piacere” riguardante il mese di settembre. Ovvero quando gli influssi esoterici di agosto – aumentati dal 25 in avanti – raggiungono il loro picco.

Una specie di primavera vissuta specularmente, come i nastri ascoltati alla rovescia.

D'Annunzio Il_piacere settembre





Le pecore, i pastori e i lupi

18 08 2011

E’ inutile che ce la raccontiamo. Possiamo far vedere di essere coloro che parlano con un certo distacco dei complotti secolari-millenari dietro le istituzioni del mondo (servizi segreti, organismi internazionali mondialisti, sionisti, gesuiti, famiglie al potere da millenni che mantengono determinate linee di sangue, condizionamento delle masse attraverso i mass media – tra cui internet – progetti segreti per la riduzione della popolazione mondiale, religioni uniche mondiali, banche uniche mondiali, vaccini, microchipRFID, scie chimiche e tanto altro), possiamo pensare di esserne estranei, lucidi, nel pieno della nostra integrità di coscienza mentre svisceriamo notizie – in grandissima parte prese da internet – che parlano dei “mostri dietro le quinte” di cui non parlano i giornali, la televisione e la radio.

Possiamo penasare di essere i BUONI e di avere il compito di informare più gente possibile del fatto che essi sono schiavi senza sospettarlo, ipnotizzati dal mattino alla sera, e anche durante la notte. Possiamo, dunque, pensare di essere dalla parte della VERITA’. Tanti Morpheus che provano a svegliare tanti Neo. Le PECORE sono LORO. Sono mio papà che si informa solo attraverso la TV, sono mia sorella che compra solo abiti firmati, sono mia mamma che va sempre in chiesa tutte le domeniche senza domandarsi nulla, sono mio fratello che non si perde una partita della sua squadra del cuore. Non siamo certo noi, che ci informiamo solo negli scantinati più pericolosi della Rete, così smaliziati da capire davvero che tutto ciò che ci raccontano sono una ricca collezione di menzogne. E invece, cari ragazzi, anche noi SIAMO TRA LE PECORE. Anche se ci pensiamo fuori dal gregge. Certo, pecore più raffinate, magari con la lana più lucida, ma siamo sempre ovini belanti, guidati da pastori misteriosi SENZA VOLTO.

Cosa ci separa in fondo dal papà, dalla mamma, dalla sorella e dal fratello citati prima? Qualcosa di sostanziale? Abbiamo meno paura della morte o non ne abbiamo affatto paura? Riusciamo ad amare qualunque nostro prossimo ESATTAMENTE come noi stessi? Riusciamo a spostare una montagna se solo vogliamo? Leggiamo nelle menti, muoviamo gli oggetti con il pensiero, viaggiamo nel tempo, riusciamo a guarirci istantaneamente?
E, soprattutto, non ci facciamo MAI dominare dai pensieri, essendone sempre fieramente distaccati?
Niente di tutto questo.
Siamo tra il gregge belante formato da miliardi di esemplari.
Noi non possiamo decidere quando sarà il momento di rompere le righe, e sparpagliarci fuori dai recinti, da tutti i limiti. Solo fino a che i pastori non lo decideranno. Quando faranno in modo di essere stanati. Aprendo il sipario, mostrando le quinte, ILLUMINANDOSI.
Allora ci incazzeremo, li vorremo vedere morti per tutto il male che ci hanno fatto, per tutti i limiti in cui ci hanno imprigionati per millenni.

Ma succederà come col lupo che, vittorioso nella zuffa con un altro lupo, sta per azzannare al collo il suo avversario. E questo si ferma, si arrende, si butta a terra offrendogli la gola da azzannare. Ma anche l’altro lupo si ferma richiudendo le fauci e le zanne, e poi se ne va con la coda tra le zampe.
Il rivale, l’avversario, lo sfidante a terra si rialza. Entrambi i lupi vanno ora per la loro strada, pieni di rispetto l’uno per l’altro.





Cinema

10 07 2010

Il cinema è la propaganda del tempo.





Tunnel

2 07 2010

L'infelicità è come una galleria, un tunnel dentro cui entrandoci non si riceve la frequenza divina.