Protetto: La follia di Christopher Knowles – parte terza

20 06 2020

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:





La più letterale presentazione immaginabile come "oracolo dell'Apocalisse"

24 03 2020

Dylan Dog n°77, febbraio 1993.

Da un post di “The Secret Sun” di aprile 2018: […] Ma il fatto è che “Five Ten Fiftyfold” dei Cocteau Twins cantata da Elisabeth Fraser, è in effetti la canzone più terrificante mai registrata. Anche solo una rapida occhiata al testo lo indica:

Wheezing and Sneezing
Tenfold it blew apart
It halved it in half
And went gushing gust wind

Respiro sibilante e starnuti
Dieci volte è esploso
Lo ha dimezzato a metà
E cominciò a soffiare forte vento

Tiziano Sclavi, papà di Dylan Dog, fa un video in cui dice di restare a casa per evitare di contrarre-diffondere il virus.

Come promesso, ecco la mia personale versione di un post di “The secret sun” apparso nel settembre 2019, in cui il gestore del blog Christopher Knowles fa il resoconto di uno spettacolo dei Massive Attack assieme alla ex cantante dei Cocteau Twins Elisabeth Fraser, che Knowles da anni e anni mostra di considerarla una “Sibilla”, una figura oracolare dalle capacità profetiche. Oltretutto, Knowles ritiene di non essere il solo a essersi reso conto di ciò ma anche potenti figure influenti nell’ombra e lo spettacolo presentato nel settembre scorso potrebbe apparire come una “presentazione ufficiale”.

Bene, il giorno è finalmente giunto e sono andato a sentire le profezie della Sibilla al tempio solare nel più grande tempio mitraico all’aperto nella “Nuova Roma”.
 
O è la “Nuova Bisanzio” ed è invece Londra la “Nuova Roma”? O è Londra la “Nuova Babilonia” e New York la “Nuova Roma”? Mah.
 
Comunque sia, non sono rimasto deluso. Anzi, ho ricevuto molto più di quello che ho speso.
Il palco e la platea sono dentro un sole gigante.
Manifesto comparso a Genova a partire da settembre-ottobre 2019.
Ho preso il mio biglietto all’ultimo minuto.  La verità è che Mezzanine non è mai stato uno dei miei album favoriti dei Massive Attack, e non sono mai stato certo se gli incantesimi della Sibilla inerenti a quell’album dovrebbero essere considerati canonici (Mi considero uno di quei canonici, ortodossi, irritanti tipi i quali credono che l’età delle profezie uniche della Sibilla si concluse nell’anno 1996.)

Inoltre, temevo che la Sibilla, avendo ora oltre vent’anni di più, avrebbe magari avuto maggiori problemi alle corde vocali aggravati dalla paura del palcoscenico e la sua voce nell’album era già un’ottava al di sopra della sua gamma naturale. Perdipiù, i prezzi dei biglietti erano ridicoli finché i bagarini hanno cominciato ad alzarli man mano che si ci avvicinava allo show.

Oltretutto, non hanno fatto “Silent Spring” il vero capolavoro della Sibilla assieme ai Massive.
 
Tuttavia, gli eventi del giorno hanno complottato nel forzarmi di cercare misericordia e guida dalla “Our Lady”, la “Nostra Signora”, e sono stato molto lieto di averlo fatto.

PRIMA DI TUTTO

Ero nei posti molto indietro, di mezzo — in “Mezzanine”, ironicamente– e potevo vedere e sentire tutto perfettamente.
 
Inoltre, per questo spettacolo, non c’è nulla sul palco da guardare se non un gruppo di musicisti in piedi nel buio. L’azione era in uno spettacolo di luci coi collage video di Adam Curtis. Meno male che m’è parso non ci fossero epilettici nel pubblico.
 
Avevo visto diversi video on-line ma non si avvicinano all’esperienza che si ha “dal vivo”. Le luci erano molto, molto accese, la musica era molto, molto forte e i video erano bizzarramente tridimensionali, come ologrammi. Se ci fosse qualche verità sui metodi visti in The Parallax View, ognuno nella folla avrebbe potuto essere un candidato manciuriano.
 
Devo dire che con i video, quegli accordi e tutto il resto, lo spettacolo mi ha ricordato molto di più un concerto dei Clash di qualsiasi cosa mi aspettassi i Massive Attack mettessero su.
 
E’ stato molto divertente sentire i Massive fare una cover di una delle mie canzoni dei Bauhaus preferite come “Bela Lugosi’s Dead.”
 
Mi hanno ricordato un sacco anche i Clash, quando Mikey Dread or Ranking Roger hanno agguantato il microfono.
Così come da me detto tante volte, i video di Adam Curtis sono usciti da The Parallax View e Clockwork Orange. Insieme allo spettacolo di luci, l’ho trovato anche somigliante al suo lavoro nel balletto MKULTRA del 2017.
 
Ironicamente, pensando a tutti i messaggi “anti-nostalgia” di Adam Curtis, è invero una forma di nostalgia per un tempo in cui le persone credevano sul serio che poche semplici visualizzazioni di immagini disturbanti– naturalmente accompagnate da testo– erano in grado veramente di fare il lavaggio del cervello alle masse.
 
Sappiamo meglio le cose adesso.
 
Il climax dello spettacolo ha dimostrato la mia folle illusione tesi singolare che quella timida, modesta, schiva e piuttosto androgina casalinga di mezza età suscita in qualche modo l’ interesse per un sacco di potenti e influenti personaggi. Gente che sembra veramente sapere il fatto suo quando si tratta di esoterismo e occulto. 
 
Così come mi è sembrato di intuire molto molto tempo fa, pare esserci una connessione simbolica ripetuta tra questa piccola voce di soprano scozzese e l’Apocalisse, che è così consistente e così presente da essere innegabile.
 
Non chiedetemi il perché.
 
Comunque, dopo un catalogo d’immagini distopiche c’è stato un “crescendo” del “Group Four” (potete vedere una completa performarce della canzone qui. )
 
Robert Del Naja (o Banksy, se preferite) e la Sibilla hanno condiviso le voci, quindi Del Naja ha lasciato il palco alla Sibilla, che silenziosamente s’è lasciata abbagliare dalle luci.

O silenziosamente Lei ha canalizzato, dipende dal vostro punto di vista. 

Poi la band ha suonato a squarciagola un riff particolarmente rumoroso mentre scene di rivolte a Parigi, Mosca e Hong Kong riempivano gli schermi assieme ad altri flash da incubo.
 

Tutto quanto mi ha anche ricordato una strana visione da me avuta di un antico misterioso rituale in una mattina di prima estate del 1986, mentre all’incrocio di James Street con Harter Road ascoltavo “Great Spangled Fritillary.” 

Qualcosa che sembrava uscita dai misteri di Delfi ed Eleusini.

La venerata sacerdotessa poi s’è messa a cantare qualcuno dei suoi oracoli mentre le torce ardevano e gli stendardi svolazzavano.

Naturalmente tutto è iniziato nel 2013, quando lo stesso cast mise in scena il prototipo di questo tour. Amo questo video perché è la sola registrazione degli scorsi 23 anni in cui il cantare della Sibilla si avvicina di più alla sua gamma armonica naturale.
 
Prendete nota dell’immagine finale della performance nel video sopra.
E’ tutto così folle, no? Voglio dire, perché? Perché continuiamo a vedere questo genere di cose? Perché sentiamo la sua voce risuonare nel cielo del rituale “Clarion Call”, a sua volta uno “spin” dello stesso produttore di “Siren Song” in Australia? 
 
Perché questa timida donnetta– sostanzialmente in pensione decenni dopo i suoi gloriosi giorni rock/indie negli Ottanta — affascina così tanto certuni a tal punto da farli spendere un sacco di soldi per mettere in piedi queste accese esibizioni ritualistiche?
 
E’ del tutto pazzesco, e sta andando avanti da due decenni.
I Massive Attack si esibiscono sul palco nel settembre 2019 davanti a video di pozzi di petrolio in fiamme.

Magari per il fatto che grandi eventi esterni sembrano così spesso essere in sincro con eventi significativi della vita di Lei e del suo lavoro. 

Come il super-tifone e i super-branchi di delfini che l’anno scorso hanno annunciato il suo ritorno in pista. O il fatto che l’uragano Dorian abbia colpito nello stesso momento in cui Lei tornava a esibirsi in America dopo sei anni (e a fare un tour per la prima volta in 13 anni.)

O che l’ultimo rituale di “impeachment” contro Trump è iniziato proprio poche ore prima che Lei si esibisse in quel di Washington DC. 

Ormai ne abbiamo viste di cose che ci fanno stare lì fermi a pensare, giusto?

Sto a teorizzare ma posso solo dire che sapevo c’era qualcosa di unico e inconoscibile in lei 36 anni fa, poco dopo i primi secondi del brano “From the Flagstones.”
 
Mi manca molto il senso di abbandono che mi suscitavano quei vecchi dischi dei Cocteau Twins, nonostante non sia mai stato un grande fan del suo alto soprano, ma qualche macro-sincro sicuramente è riuscita a smuovermi delle rotelle nel cervello grazie a quella performance.
 
Vedete, avevo perduto il significato sottostante di “flowers”, “fiori”, fino alla canzone successiva. Sono stato così colpito dagli strazianti filmati di guerra che scorrevano sugli schermi che mi c’è voluto un po’ prima di capire.
 
Dove sono andati a finire tutti i fiori? Bene, lo vedete dalle grafiche alla fine del clip dove esattamente sono finiti i fiori, figurativamente e letteralmente.

Take Time to Smell the Roses Because Losing Your Sense of Smell Could Be One of the First Signs You Have COVID-19?

Prenditi tempo ad annusare le rose perché la perdita del senso dell’olfatto potrebbe essere uno dei primi sintomi del COVID-19.

Ma adesso dovrei spiegare perché ho iniziato a essere fissato con Lei. Vedete, ha salvato la mia vita, piuttosto letteralmente. E, sebbene in modo figurato, mi ha tirato fuori dall’inferno.

O forse anche letteralmente.

 

FARMACI SONICI

Christopher Knowles, infatti, anni fa è stato molto male, a causa di sofferenze fisiche dovute a infiammazioni muscolari (sindrome infiammatoria miofasciale); dal momento che le cure a base di farmaci quali Celebrex e Vioxx non funzionavano (anzi peggioravano la situazione) e l’unico farmaco di una certa utilità, il Prednisone, aveva dei brutti effetti collaterali, l’unica strada da percorrere rimaneva quella dei cocktail di oppiodi, una strada infernale durata molto tempo.

Knowles non riusciva più a fare niente, nemmeno a muoversi e pensare, imbottito di psicoattivi, lidocaina e gel Voltaren.

Grazie alla pericolosa assunzione di più medicine in contemporanea (Oxymorphone, Tapentadol, Klonopin) in qualche modo, fortunatamente, il suo stato infiammatorio non peggiorava anche se i suoi medici gli dicevano che sarebbe stato meglio si ricoverasse in ospedale e che era da pazzi affrontare la malattia da soli contando soltanto sulle proprie forze.

E infatti, se non fosse stato per la voce della “Sibilla”, a dire dello stesso Knowles, egli forse non ne sarebbe uscito, perlomeno in tempi ragionevolmente brevi. Torniamo alle sue parole.

E’ una che toglie i veleni. Non ho ancora capito bene come ci riesca ma c’è qualcosa nelle sue melodie e armonie che funziona sulla chimica del cervello in modi che non abbiamo ancora capito, in modi simili agli oppiodi ma senza costipazioni e la bocca secca. Così ebbe modo di dire Prince: ti fa piombare in uno stato onirico.

Anche se non mi spingo certo a dire che sia davvero una fata elfo aliena capace di mesmerizzare in un incantesimo i suoi ascoltatori, è indubbio che qui abbiamo a che fare con qualcosa di inusuale.

 

PHILIP K. DICK

Tradizionalmente, il test per spiriti e oracoli non era solo la profezia, era anche la capacità di guarire. Questo è un punto molto importante.

Vedete, avevo finalmente tirato fuori tutta la mia roba dall’appartamento di Satana restituendogli la chiave quando morì Chris Cornell.

Non chiedetemi di spiegarvi. Niente di ciò possiede un senso oggettivo. Ogni giorno che passa comincio a chiedermi sempre più spesso se sono solo un personaggio dentro una storia di Philip K. Dick che fa solo finta di essere un essere umano reale. Spero un giorno o l’altro di riuscirmi a spiegarmi meglio.

Come ho detto molte volte, PKD sarebbe stato molto più fissato di me con questa donna. E gli avrebbe ispirato la scrittura di almeno venti libri.

Ad ogni modo, ora come ora, le prove sono abbastanza conclusive da pensare che non c’è più solo un blog come il mio a rendere conto di ciò che sta succedendo. Non posso dire di essere felicissimo che certe persone abbiano usato Lei per le loro imprese, ma è tutta questione di Potere. Un po’ come quando i produttori volevano infilare sempre Tony Bennett e Johnny Clash nei dischi dei loro artisti.

Il talento è economico, ma il carisma è caro. E il vino non va confuso con la bottiglia che lo contiene.

Posso non essere d’accordo con l’ideologia neo-fabiana di Adam Curtis, ma non posso onestamente dire che lui non pensi davvero di star facendo la cosa giusta.

Non sono d’accordo con le filosofie che molte persone potrebbero sostenere e posso credere che quelle filosofie portino quasi inevitabilmente a un disastro, ma sono poche le persone che si organizzano e agiscono con intenzioni maliziose.

Al contrario, penso che i maggiori crimini storici vengano spesso commessi da persone convinte di stare agendo “per il bene dell’umanità.”

Probabilmente le cinque parole più pericolose del mondo.





Gocce perlacee di rugiada e rubini

30 05 2019

[Come promesso, ecco la versione italiana di due post di “The Secret Sun” che al tempo mi erano sfuggiti, uno l’ottobre scorso e l’altro l’aprile scorso.

Seguendo tutta la successione degli elementi mostrati in quei due post, più di una volta mi ci sono ritrovato, ciò che veniva fatto vedere riconoscevo avere dei collegamenti anche con esperienze della mia stessa vita.

La prima parte analizza una sincro-sequenza incentrata sulle risonanze tra elementi del gruppo dream pop Cocteau Twins (e la loro cantante “sibilla” Elisabeth Fraser) ed eventi cosmici e metereologici attraverso i mass media, la seconda parte fa notare la stranezza di come in un videoclip di Jennifer Lopez uscito quest’anno (“Medicine”) si ritrovino visibili riferimenti a miti e misteri dell’antichità…e non solo.]

 

https://secretsun.blogspot.com/2018/10/sync-or-swim-you-know-this-much-is-true.html

OK, vi presenterò tutto questo così com’è. Se siete dei lettori abituali, potete già intuire la somma finale. Se siete lettori occasionali, tutto quello che posso dirvi è che potreste trovare tutto ciò che segue interessante da leggere per il fine settimana. Per tutti gli altri, mi dispiace, al momento non ho idea di cosa dirvi. E’ più forte di me.
 
Se vi sentite totalmente perduti e pensate che sia tutta una pazzia, non preoccupatevi. È un ottimo segno. Perché tutto è infatti assolutamente folle.
“L’uragano Michael è ufficialmente più potente dell’uragano Katrina”.
Perché l’uragano Michael è un mostro diverso da ogni altro.
L’uragano Michael fu il terzo più intenso mai registrato, una location senza precedenti per una categoria 4.
“I raggi cosmici potrebbero far saettare i fulmini” — Tutti i fulmini terrestri potrebbero avere la loro origine nello spazio, suggeriscono nuove ricerche.
5 marzo 2018: i raggi cosmici sono cattivi e stanno diventando sempre peggio. — Tale è la conclusione del nuovo studio appena pubblicato sul giornale di ricerca “Space weather”. Gli autori, guidati dal prof. Nathan Schwadron dell’università del New Hampshire, mostra che la radiazione dallo stato profondo è pericolosa e si intensifica più velocemente di quanto precedentemente atteso.
Cambiamento climatico – impatti osservati sul pianeta Terra. — Capitolo 3 – Il ruolo dell’effetto del clima spaziale e dei raggi cosmici nel cambiamento climatici.
“Flash misteriosi dallo spazio profondo: trovate più di 19 radio-esplosioni”.
“Gli alieni potrebbero usare le collisioni stellari per mandarci dei messaggi”.
“Una stringa di ‘perle cosmiche’ circonda una stella che esplode”.
“Stelle rubino rubiconde”…”E’ una goccia di rugiada perlacea”
“Una supernova rilasciò dei raggi cosmici che hanno cambiato il DNA e stimolato l’emergere della coscienza”.
 
ARIANA GRANDE- “THE LIGHT IS COMING” VIDEO

“PEARLY DEWDROPS’ DROPS”- SINGLE COVER ART

Immaginate la mia sorpresa quando Mer-Minaj ha iniziato a rappare su “strawberry” qui “strawberry” là e “strawberry” che escono da nessuna parte. No, seriamente. — O quando Ariana Grande passeggiava sullo schermo con un piatto di “les fraisiers” con cui lei doverosamente nutriva un cretino reclinato. — Sirene, “les fraisiers”? Chi avrebbe mai pensato a quella combinazione, eh? Tutto casuale.
“Un fulmine nell’occhio dell’uragano diffondeva l’anti-materia verso il terreno” — L’uragano Patricia, il quale nel 2015 spazzò la costa ovest del Messico fu il più intenso ciclone tropicale mai registrato nell’emisfero ovest. In mezzo all’estrema violenza della tempesta, gli scienziati hanno osservato qualcosa di nuovo: un fascio di positroni (la controparte anti-materica degli elettroni) che andavano verso il basso creando esplosioni di potenti raggi gamma e raggi X.
“Lei mise le mani nell’uragano & stava mentendo…”

ARIANA GRANDE- “GOD IS A WOMAN”

“Sbirciando nell’ipnotico occhio dell’uragano Michael in questo enigmatico lasso di tempo”.

MINIATURA DEL VIDEO UFFICIALE

“Raggi cosmici misteriosi che eruttano dall’Antartide potrebbero rompere le leggi della fisica” Degli strani raggi cosmici osservati mentre sono sparati fuori dall’Antartide potrebbero essere delle particelle mai viste prima le quali sfiderebbero le leggi della fisica […]”
“Dei raggi cosmici impossibili vengono sparati dall’Antartide” Nessuna particella da noi conosciuta può spiegare ciò che sta succedendo — 1) Dei raggi cosmici sono stati scoperti uscire fuori dall’Antartide; 2) Nessuna particella ad alta velocità di cui abbiamo conoscenza potrebbero entrare in un angolo della Terra e uscire dall’altro; 3) Tutte le spiegazioni proposte sono eccitanti, specialmente la più probabile.

Poi c’è questo articoletto sui raggi cosmici che escono dall’Antartide.

Al momento non riesco a capacitarmi di tutto questo, ma posso farvi sapere dove sono stati esattamente registrati questi fenomeni, cioè alla stazione di McMurdo, che si trova …

…proprio al largo della costa della Terra di Vittoria, la quale è…

“Victorialand” dei Cocteau Twins.

RELEASED TOMORROW (11 OTTOBRE 2018)

“TRANQUIL EYE”
“VIOLAINE” – LAST COCTEAU TWINS SINGLE- TWO VERSIONS
 
FROM MILK & KISSES – RELEASED 3/13/96
Perché un uragano ha un occhio nel suo centro? Non è ancora sicuro. Eppure ciò che accade dentro e intorno all’occhio dell’uragano è piuttosto documentato. […] bla bla bla […] fino ad arrivare alla riga di testo in cui c’è scritto “TRANQUIL EYE”, che è uno dei due brani dell’ultimo singolo dei Cocteau Twins.

TRANQUIL EYE- EYE OF A HURRICANE

“Circling girl” sempre dal singolo “Violaine”.
“Tropical” si riferisce all’origine geografica di questi sistemi, la quale si forma esclusivamente sopra i mari tropicali. “Cyclone” si riferisce ai loro venti che si muovono in circolo, spiralando intorno al loro occhio centrale

“CIRCLING” 

“Perché gli uragani e le tempeste tropicali hanno solo nomi femminili ” — Vendette personali giocano un ruolo nella scelta del nome.

“GIRL”

Tifone Jebi: vento devastante spazza via palazzi in Giappone. — Jebi, che significa “ingoio” in corano, nell’ultima settimana si è rafforzato diventando un super tifone.
“Vortici di piume: rondini che migrano”

SI. Voi ora sapete che molto di questo è vero.

STRAWBERRY CRISIS

Ai tempi di Kavanaugh candidato trumpiano come giudice della corte suprema USA.
Chi è il dottor Strawberry?

https://civiltascomparse.wordpress.com/2018/10/03/triangolo-del-diavolo-e-linguaggio-del-crepuscolo/

“Strawberry crisis: cosa sta succedendo adesso?”, in Australia.

EYE OF THE SIBYL    OCCHIO DELLA SIBILLA

“Si dice che siano stati i primi testi di fiction di Dick in seguito alla sua esperienza del 3 marzo 1974, la quale fu la base per la sua ‘Esegesi’ e più tardi per i romanzi del ciclo di VALIS, il precursore di VALIS e pubblicato postumo ‘Radio free albemuth’ e ‘Divina invasione’…

La primissima menzione del famigerato “Pink Beam”, “raggio rosa” in “Eye of the Sybil” del 1975:

“Come sapevi che era chiamato ‘caduceo’ ?” mi domandò YSABEL (ora stavamo vivendo insieme e lei sempre mi diceva do fare più soldi facendo sì di somigliare alla sua facoltosa famiglia). — “Non lo so”, dissi, e lo trovai divertente. Quindi iniziai a vedere agitarsi violentemente dell’attività fosfenica colorata in entrambi i miei occhi, somiglianti a quelle moderne grafiche astratte dipinte da Paul Klee e altri. Vidi i fosfeni in colori vividi in flash molto veloci. “Qual è la data?” urlai a YSABEL, che era seduta ad asciugarsi i capelli leggendo “Harvard lampooon”
ISABEL, forma occitana medievale di ELISABETH.
3 marzo, 1982.
2 marzo, 1982
Scaletta dei Cocteau Twins.
 
On the Third Day, Cocteau Twins play first major showcase, opening for Birthday Party in London.
 
 
Nel terzo giorno, i Cocteau Twins suonarono nella prima più importante suite, in apertura del birthday party a Londra.

THE ORACLE

L’ORACOLO

Fino a che non viene dopo di te.
Morton quindi le fa scadere un certo numero di album di ogni tempo da lei favoriti includendo gemme come gli orfani di Tom Waits: Brawlers, Bawlers & Bastards, gli “Abattoir blues” di Nick Cave, gli Astral Weeks di Van Morrison, il debutto degli Stone Roses, i Talking Heads, “GARLANDS” DEI COCTEAU TWINS.
La tenera Agatha,

HERE IS WISDOM

QUI E’ LA SAGGEZZA

 

The Oracle’s mother <-> the Sibyl’s lover 
 
La madre dell’oracolo <-> l’amante della sibilla.

Different shaped faces, but identical eyes, brow, nose, lips, chin. Very, very similar ears.

Forma differente dei visi ma identici occhi, sopracciglia, naso, labbra, mento. Orecchie molto molto simili.

YES. You know this is true now.

SI. Voi ora sapete che questo è vero.

[ https://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Las_Vegas ]

Mermaid = sirena.

THIS CALLS FOR A MIND WITH WISDOM.

QUESTO RICHIEDE UNA MENTE CON SAGGEZZA.

YES. You know this is true now.

SI. Ora voi sapete che questo è vero.

Un sacco di collegamenti tra Brian Eno e Philip Dick.
[…] film visionari come “Blade runner” e “Minority report”. Nel romanzo di Dick del 1981 “Valis”, l’autore è apparentemente contattato da un satellite orbitante divino, detto anche “Vast Active Living Intelligence System” [VALIS]. Incontriamo un personaggio complesso chiamato Brent Mini, un “maestro di hardware elettronico” e compositore di “MUSICA SINCRONISTICA”, il quale fa parte di una setta che adora VALIS.
Mentre la Fraser e Guthrie trovarono il loro percorso con “Head over heels”, portando una valida aggiunta con Simon Raymonde, un importante step nello stabilire il loro riconoscibile sound che li avrebbe fatti divenire così influenti. A quei tempi, i Cocteau avevano sperimentato qualche successo nelle classifiche ma “Treasure” cambiò tutto. Fatto originale, Watts e Russell provarono a contattare Brian Eno per produrre, assieme all’apporto di Daniel Lanois ma Eno avvertì che non avevano bisogno di lui e Guthrie alla fine lo produsse lui soltanto. Sebbene l’idea di “Treasure” come una “produzione Eno-Lanois” suonava allettante, è impossibile pensare come quest’album avrebbe potuto funzionare.
I Cocteau Twins hanno speso gran parte degli ottanta passando da una specie di pop da camera a un sound più profondamente astratto e sensuale e questo tipo di estetica è evidente in “The moon and the melodies”, il loro album di collaborazione con il compositore minimalista Harold Budd. Eppure, “Blue bell knoll” del 1988 è tuttora avvertito come pietra miliare. 4AD suggerì di far produrre il disco a Brian Eno, ma la band rigettò tale idea, optando invece di produrlo tutto da soli.
Philip Dick e la sua faccenda riguardante l’Aeon Sophia.
Elisabeth Fraser che canta “Sofia” al “Millennium show” di Peter Gabriel.

ttps://secretsun.blogspot.com/2019/04/addendum-jlo-makes-secret-sunniest.html

Che dire, sono stupefatto. Se l’avesse fatto un’artista indipendente, che so, come Grimes così stupefatto magari non lo sarei stato, ma cosa diamine dite voi se lo vedete fare da una delle più grandi superstar del mondo intero questo videoclip esplosivo con tutti quei Emergent Archetypal Dominants® a causa dei quali sono anni che mi sto picchiando la testa sul muro per cercare di far aprire gli occhi della gente?

Immagino che dovrò sbattere la testa sul muro ancora per un po’.

Non avevo intenzione di imbattermi nuovamente in questo clip, ma quella sua bassline malata non ha fatto che rosicchiarmi le orecchie. E nonostante tutto, Jenny from the block è ancora molto divertente da guardare. Mentre io potrei sbadigliare fino alle lacrime di fronte a questa decadente “settimana della moda”, milioni di altre persone non sembrano esserlo.

I lettori di Secret Sun si rendono conto che le PERLE sono una grande, grande fetta della Nuova Messaggistica [mass-mediatica]. Abbiamo visto Cardi B decorata con collane di perle (che altro c’è di nuovo?) Ma sembra che voi abbiate bisogno di qualcuno con un alto Q.I. per incorporare i simbolismi nelle basse menti delle masse. Quindi la star dello show in questione è piuttosto bardata di perle.

Il video si apre con questa giovane foxy lady, la quale sembra identica a qualsiasi sacerdotessa in un rituale misterico antico scelto a caso. […]

E NATURALMENTE, è incoronata con una ghirlanda di perle che poi cadono. Con queste sue perle cadute perlate si è poi svegliata per accendere quei fuochi?
 
Bene, con perle cadute e fuochi accesi, che altro ci serve?
 

Che ne pensate di questi TWINS qui sopra? 
No, dico. i TWINS. Non state sognando.

E qui ci sono quelle labbra rubino con piccoli strass che sembrano stelle– rubiconde. Significano l’8 o l’infinito? Ci sto ancora lavorando.

Ecco la saggezza extra-credit: Those Eyes, That Mouth.

Naturalmente è il bianco il colore della storia nel video. E’ un bianco pallido nebuloso? Non mi pare, ma sono pronto a eventuali correzioni.

E abbiamo ancora il motivo della PERLA GIGANTE. Ha il significato di simboleggiare quel super neutrino dalla stringa di perle che emerge con una pulsazione di ghiaccio che è emerso lo scorso anno dalle nevi dell’Antartide? La domanda risponde a se stessa.

La luce sta arrivando per restituire tutto ciò che l’oscurità ha rubato.

Perché ricordo che Ariana Grande (AKA “Mini-JLo”, la mini Jennifer Lopez) non molto tempo fa aveva fatto vedere la stessa identica icona.

E JLo [Jennifer Lopez] usa la Perla Gigante alla stregua di una sfera di cristallo mentre interpreta un indovino di Carnevale. Significa che finge di essere un oracolo. O una Sibilla. O un precog o altro.

Nel caso in cui vi suoni un campanellino , cosa vi ricordano i gemelli e i rubini e le perle e tutto questo insomma?
Capite adesso?  

Sincro-credit extra iniziatico: Mensa – Dorado.

Qui abbiamo la stessa icona, solo gemellata.

E poi viaggiamo attraverso lo stargate. Oppure attraverso il Supervoid, qualunque cosa sia.
(Ho già detto che “Supervoid” è il nome di una band metal?)

Sull’altro lato dello stargate abbiamo questa giostra curiosamente decorata. Notate che la nostra supernova 1987A sembra qui ben rappresentata . Così come Regulus.

Una stringa di “perle cosmiche” circonda una stella esplosa.

Confrontare e contrapporre.

Notate che tutte le donne stanno cavalcando un cavallo pallido.

Questo richiede una mente saggia. E un’abbondanza di cautela.

Così abbiamo la Supernova, poi quale altro motivo troviamo?

Con quelle corna di ariete e tutto i resto? Dove ho già visto questo prima?

Oh, naturalmente, si tratta di Giove Ammone. Chi altri sennò?

Voglio dire, quale giostra NON E’ decorata con fregi di antiche divinità greco-siriano-egizio-libiche rappresentanti la conquista mondiale e la lussuria sfrenata, dico bene?

Qualche volta vediamo questa posa.

Qui la vediamo di lato

E poi qui abbiamo questa giovane contorsionista, colpisce questa posa.

Una figura che anche questa sembra stranamente familiare.

Extra messaggio per gli iniziati.

I lettori fedeli di Secret Sun e i framassoni o aspiranti tali riconosceranno questa iconografia presa in prestito dal libro di testo per diventare un fratello di secondo grado, raffigurante la scala per Sirio.

Anche la maschera qui sopra ci sembra stranamente familiare.

Al momento, non posso facilmente collocarla.

E così come abbiamo visto prima, qui abbiamo la raffigurazione di Lira, assieme a una figura che sembra un cosplayer interpretante un arcangelo proveniente dalla corte del re Sole. Quest’altra donna sembra simboleggiare Vega?

Ad ogni modo, ci sono le nostre stringhe di perle. Notate anche i suoi polsini che sembrano fatti di piume.

[…]

Quindi c’è questo oggetto, che appare molto familiare…

…o dovrebbe esserlo.

Soprattutto per ciò che riguarda la fraserologia avanzata.

Ed ecco il vecchio, affidabile riff “Cristo massonico”. Penso che abbiano lavorato ben bene a quest’osso in modo da farlo poi ritrovare a quelli di Vigilant Citizen. O forse è solo un caso?

E notate che il regista qui – Jora Frantzis — non è nuovo nel lanciare ossa massoniche rudimentali destinate a quella gente che non legge Secret Sun.

I molti messaggi di Jora Frantzis nel clip “Money” sono piuttosto intelligenti. — Il video di “Money” include anche omaggi ai più memorabili look di Cardi come i numeri floreali visti nel video di “I like it” e nella cover di “Invasion of privacy”

E così succede che la Frantzis non sia nuova nel mettere “molti messaggi nascosti” nei suoi video. ça va sans dire.

Tecnologia EHT dei buchi neri – una porta a senso unico fuori dal nostro universo.

Petizione lanciata perché il buco nero venga chiamato col nome del cantante dei Soundgarden Chris Cornell.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Notare che la prima di “Medicine” è avvenuta alla vigilia del centoquindicesimo anniversario della dettatura di Liber Al Vegis e la prima di “Black Hole Sun” nel centoquindicesimo anniversario del suo completamento. 
Ricordate anche che la prima di “Medicine” è avvenuta nel venticinquesimo anno della scoperta del cadavere di Kurt Cobain e della prima volta alla tv USA di “Our Lady” assieme ai suoi musicanti, ed entrambe le cose avvennero nel novantesimo anniversario della prima sessione di Liber Al Vegis.

Oh, e guardate un po’ qui…

…il “black hole sun” è stato annunciato per la prima volta il 2 aprile…

2 aprile 1984

…il trentacinquesimo anniversario della prima uscita di “Pearly Dewdrops’ Drop.” [gocce di rugiada perlacea o perlacee].

Notare che il “Black Hole Sun” non appare tanto differente da un occhio di gallina. Penso di stare delirando abbastanza da ritenere di credere che sia in qualche modo tutto collegato e io sto iniziando a capirci qualcosa. Per qualche ragione, tutto sembra essere legato a eventi cosmici come supernove, piogge di meteoriti e buchi neri.


Le immagini del “Black Hole Sun” sono state catturate da un network di telescopi, inclusi quelli di Atacama (dove la “collana di perle” intorno alla supernova venne vista per la prima volta nel 1987) e i telescopi antartici della base Amundsen-Scott, dove lo scorso anno fu rilevata un’apparizione di “perle di rugiada” intorno alla cintura di Orione.


Penso che sia una coincidenza che un video che mostra palesemente queste stesse tematiche quali le “Pearly Dewdrop’s Drop” sia uscito questa settimana? Suppongo che sia possible, ma che diamine di coincidenza!