Era scritto su una roccia di marmo nero…

16 09 2012

Per un sincromisticista (ovvero per uno interessato alle coincidenze significative nel microcosmo che si riflettono nel macrocosmo e viceversa), è quantomeno curioso che un evento house-progressive-hard di musica da rave party – a cui partecipano un mucchio di rappresentanti della scena italiana di questo tipo di musica degli ultimi anni – venga chiamato ULTIMO IMPERO e, su uno dei suoi volantini affissi o distribuiti in giro, compaiano le due date 1992 e 2012. Altrettanto curioso il fatto che questo evento avvenga il giorno dopo l’equinozio d’autunno, e che abbia una grande, voluta, epicità di fondo sia nelle immagini simboliche sia nelle parole.

Ultimo Impero civiltà scomparse

A proposito del celeberrimo calendario Maya, la cui fine è stata  posizionata nel solstizio invernale di quest’anno (anche se per diversi altri si è concluso invece il 28 ottobre 2011), e delle due date citate, leggiamo a questo indirizzo web: http://www.ilpuntozero.com/il-2012-e-le-varie-profezie/i-maya/il-katun-e-le-profezie-di-cilam-balam-2/

Nel sistema di calcolo del lungo computo, viene utilizzata una precisa unità di misura, il katun, che consiste in un ciclo di 20 anni.
Di conseguenza, 20 haab rappresentavano un katun.

Questa unità di misura ci è molto importante per comprendere come il lasso di tempo ultimo del ciclo in cui viviamo, iniziato nel luglio del 1992, si concluda il 21 dicembre 2012, a termine dell’ultimo katun della nostra era, in coincidenza con il termine dell’ultimo ciclo, di 5.125 anni, e del Giorno Galattico di 25.625 anni, comunemente ricondotto a 26.000 anni.

Ultimo Impero Civiltà Scomparse

Annunci