“Woke” è una Jonestown al rallentatore

19 11 2019

Un velenoso razzismo molto nascosto è la quintessenza di “Woke”, come voi saprete.

Christopher Knowles

Per la sorpresa di assolutamente nessuna anima esistente sulla Terra, l’ultimo remake di Charlie’s Angels è un clownesco disastro senza limiti. 
 
Peggio ancora, è seguito all’ancora più notevole cancellazione di Terminator: Dark Fate, l’ultima di una serie di catastrofi al botteghino per l’ Hollywood post-#MeToo
Il casting di questo film– persino nel contesto della Hollywood del 2019– è assolutamente inspiegabile. 
 
Le “Angels” originali erano bellezze idealizzate della vecchia scuola del varietà e la loro versione filmica era paragonabile a una “hipster” della 
generazione x da ragazza, ma queste nuove foto dei promo appaiono meno da film d’azione e più come un’insegnante di ginnastica del liceo che posta inavvertitamente sul web una fuga non autorizzata nel deserto assieme alle sue allieve di pallavolo preferite.
 
Voi tutti conoscete la mia esasperazione verso Hollywood e il suo spacciare vecchie baldracche come eroine d’azione, però qui si raggiungono veramente nuovi limiti.

Spero solo di non essere mai testimone di un combattimento reale di una di queste silfidi. Anche il più mediocre dei boxeur visti finora sul grande schermo distruggerebbe con un solo pugno le loro facce da folletti, se non fare cadere le loro teste dal collo.

I film dei super-eroi sono una cosa, ma questa roba rasenta l’incitamento al caos.
 
 
 
E’ TUTTO A PEZZI

Il problema più importante è che Hollywood è in un pasticcio molto molto serio, qualunque voce possiate voi sentire che dica il contrario. 

Le stars non funzionano più, i vecchi successi non funzionano più, i giganteschi investimenti sugli effetti speciali in computer grafica non funzionano più. Se a qualcuno gli spunta un’idea originale nel cervello ha il terrore di farlo sapere a qualcuno.

Sempre più film stanno perdendo sempre più denaro e nessuno ha il più vago indizio di come cambiare marcia. A rendere le cose peggiori, il diluvio di certi studi culturali  delle majors che ha invaso la città ha portato con sè tensioni particolarmente virulente incentrate su “WOKE”.

Il regista di “Terminator destino oscuro” dice che il film farà paura ai “troll misogini”.

E così avete assistito alle piacevolezze sulla razza, sul “gender”, sul femminismo come una tattica bizzarra consistente nello scagliarsi contro i “troll” e gli omini di paglia su internet utilizzando le seghe mentali politicamente corrette riciclando il lavoro creativo di qualche vecchia gloria del passato che magari non può più lamentarsene.

“Terminator destino oscuro” è sulla buona strada per perdere 120 milioni di dollari mettendo a repentaglio la sua casa di produzione.

Perlopiù questa tattica ha portato a cataclismi finanziari senza freni. Il che significa che sarà utilizzato per sempre.

Il fallimento finanziario non è mai punito a Hollywood. Se perdete centinaia di milioni di dollari per le giuste ragioni, verrete anzi in qualche modo ricompensati.

Elisabeth Banks: “Il mio film è pieno di subdole idee femministe” — Attrice, scrittrice e regista, Elisabeth Banks è una rarità a Hollywood: una donna che fa sentire forte e chiara la sua voce. Aprofittando dell’uscita del suo remake di “Charlie’s Angels” in uscita nei cinema, parla del fatto che le donne di cinema devono essere pagate come gli uomini, e che cosa ha imparato da Julia Roberts.
Kristen Stewart contro la cultura patriarcale“.
E così la retorica pseudo-femminista proveniente da Hollywood si è scatenata in modo burrascoso quanto bizzarro con queste stars iper-privilegiate, vestite costosissimamente, a parlare di diritti delle minoranze nelle loro lussuose stanze davanti a reggi-microfono annuenti pronti a catturare ogni singola sillaba.
 
Questa è la quintessenza della prerogativa del capitalismo pre collasso imperiale. Le contraddizioni non sono eccezioni, sono dettami nascosti imposti da punizioni che potrebbero schiacciare una carriera.
La Kristen Stewart di “Pirati dei Caraibi” avrebbe potuto essere una delle “Charlie’s Angels”, veniva preannunciato. E infatti…
Ma essere un “produttore d’azzardo” a Hollywood significa che non dovrai mai e poi mai doverti prendere un singolo brandello di responsabilità per aver perso centinaia di milioni di soldi di qualcun altro.
 
Prendete Kristen Stewart, la star di Charlie’s Angel , per esempio. Ha perduto un incalcolabile cifra dalla fine della serie Twilight e probabilmente perderà altri $ 50 milioni con questa bomba.
 
Importa a qualcuno? Ovviamente no. Gli studi cadranno l’uno sull’altro per sacrificare ai loro altari un mucchio di altri milioni non dichiarati.
Kristen Stewart, la star di Charlie’s Angels, parla di come affrontare la misoginia — L’attrice Kristen Stewart dice che i misogini potrebbero non essere furbi abbastanza da arrabbiarsi per il nuovo film di Charlie’s Angels.
La serie ininterrotta di fallimenti disastrosi della Stewart dall’ultimo film di Twilight non ha minimamente fatto abbassare la cresta all’attrice e dunque non ha domato queste sue compulsioni che alienano i potenziali spettatori del film.
 
E perché mai sarebbe dovuto avvenire il contrario?
Si, va be’…
Kristen Stewart è delirantemente ricca, tanto che potrebbe permettersi di non lavorare più un solo giorno delle sue prossime cinquanta vite e lo sa che ci sarà sempre una processione di produttori a portata di mano, la quale non vede l’ora di gettare nel cesso i milioni dei loro investitori.

E poi comunque a chi davvero importa? Gran parte del settore attende che i cinesi acquistino la maggior parte degli studios, un processo già ben avviato. Perché dunque non godersi la festa prima di una brusca frenata?

Ciò mi ha fatto pensare. Cosa che, visto il mal-funzionamento del mio cervello, è sempre pericolosa.
 
Nel web esistono molti dibattiti e discussioni su “Woke” da parte di gente assai più intelligente di me.
 
E se discutessero delle cose sbagliate?
 
[cos’ è “Woke”? In America si definisce così un tipo di comunicazione sociale mediatica basata sul mostrare (o meglio sull’ostentare) di stare al fianco di gruppi umani visti come “minoranze oppresse” vuoi per l’etnia, la religione, l’orientamento sessuale. Questo premere così forte sul sottolineare l’importanza dei diritti delle minoranze rischia spesso di sfociare in partigianerie e bigottismi di segno opposto a quelli dei conservatori, ai nazionalisti, ai cultori della purezza etnico-sessuale-culturale, ma altrettanto perniciosi.
Spesso sono i ricchi considerati “di sinistra” a mostrarsi “Woke” e secondo i critici tale loro atteggiamento serve anche e soprattutto a lavarsi la coscienza e sviare l’attenzione sulle loro responsabilità nel provocare impoverimento ed esclusione sociale a causa di politiche economico-finanziarie predatorie generatrici di crisi pagate dai più poveri, magari non considerati dai “Woke” proprio perché non facenti parte di gruppi minoritari considerati come “oppressi”.]
 
CONSIDERATE QUESTO …
 
E se “Woke” NON fosse un’eruzione spontanea di fervore rivoluzionario, o persino un piano insidioso da parte di George Soros e i sorosiani, per far scoppiare una “rivoluzione colorata” in America?
 
E se “Woke” fosse un tipo di virus artificiale, scatenato da forze sconosciute che desiderano far crollare tutte le istituzioni che formano l’opinione pubblica in America?
 
Considerate che mentre alcuni americani potrebbero vedere queste istituzioni come bastioni del liberalismo, molte altre persone in tutto il mondo le vedono come nient’altro che armi di propaganda per le brutali macchine statunitensi di guerra e debito.
 
E se “Woke” fosse stato davvero progettato per distruggere Hollywood, i media, le università e la Silicon Valley dall’interno?
 
Suona pazzo, vero?
 
Bene, sembra folle solo finché non vi accorgete del monte Everest di cadaveri che “Woke” ha lasciato sulla sua scia.
 
 
LO CONOSCERETE (“WOKE”) DALLA SCIA DEI SUOI ​​MORTI
 
Cominciamo con il “brodo primordiale” di “Woke” ossia i college e i programmi scolastici di “arti liberali”, dei “liberals”. Fu qui che alle istanze più sfrenate originate dagli anni sessanta gli fu permesso di trovare un santuario dopo che COINTELPRO decimò il movimento.
 
Ed è stato letteralmente in queste stesse scuole “liberals” che le basi per l’inter-sezionalismo, il post-modernismo e tutti gli altri contagi “proto-‘Woke’ ” sono apparsi per la prima volta. Le cose sono andate alla grande per un po ‘, ma il pifferaio viene sempre a raccogliere i suoi debiti.
 
Prima di proseguire distogliete gli occhi se siete tipi schizzinosi.
Colleges di arti liberali in crisi — Chiudono le porte dopo tanti anni.
Entro il 2030 più del cinquanta per cento dei colleges sarà sparito.
I piccoli colleges di arti liberali sopravviveranno al prossimo decennio?
Meno di uno su venti di ogni diploma scolastico sono di discipline umanistiche associate alle arti liberali secondo l’accademia americana delle arti e delle scienze. Prima della caduta erano uno su cinque nel 1967. Il numero dei baccalaureati in storia è piombato del 25 per cento solo dal 2007, del 22 per cento in linguistica, letteratura e composizione, del 15 per cento filosofia e religione; questo secondo i calcoli della Burning Glass Technologies.

Diamo un’occhiata alle zone più infiammate dal movimento “Woke” come Oberlin, Antioch, Evergreen e Mizzou …

Oberlin è costretta a controllare il suo “privilegio ‘Woke’ “.
Una giuria dell’Ohio ha identificato una varietà completamente nuova, il “privilegio ‘Woke’ ” e ha deciso di trattenere le persone che credono di essere protette da essa — La giuria ha impugnato uno stupefacente verdetto da 11 milioni di dollari contro Oberlin per una campagna contro il business locale e ha preso altri 33 milioni punendo il target dei negozi pop e per mamme così come fornai e alimentari.
Il bollettino di Oberlin ci dice che l’Edmonia Lewis Center per donne e transgender chiude i battenti.
Calo catastrofico delle iscrizioni dopo il crollo della giustizia sociale.
Il crollo delle iscrizioni di Mizzou continua: un numero di più di tre dormitori sparirà l’anno prossimo.
Dopo le proteste gli studenti schivano l’università del Missouri.
Crollo d’iscrizioni e finanziamenti.
Potrebbero essere enormi gli effetti politici dovuti allo svuotamento delle chiese “mainline”.
Le cosiddette “Chiese ‘Mainline’ ” furono le prime ad “adottare” “Woke” e i risultati furono uniformemente infernali.
 
Quasi tutti loro bussano alla porta del Cielo, dopo aver perso decine di milioni di parrocchiani. Buona fortuna, gente.
 
 
LO SPARGIMENTO FINALE DI SANGUE STA ARRIVANDO, È SOLO DIETRO L’ANGOLO
 
Successivamente, diamo un’occhiata a quello che è stato il principale vettore infettivo per il virus “Woke” negli ultimi anni: i siti di media on line.

Il sangue scorrerà come un fiume per questi “Wokelords” e “Wokeladies”.

I tagli di duemila posti di lavoro nei providers di news sul web: il libero mercato uccide il giornalismo digitale — più i commercials girano sui social network più i posti di lavoro vengono tagliati.
I tagli di posti di lavoro nel giornalismo non sono mai stati così accentuati dai tempi della Recessione — i giornalisti licenziati sono ora costretti a improvvisarsi baristi.
Secondo quanto riferito, “The HuffPost” è bloccato all’asta.
Il crollo di Splinter.
Il “Bustle Digital Group” colpito da una nuova ondata di licenziamenti.
Vi ho mostrato solo un piccolo campione. E le cose potranno solo peggiorare man mano che si prosciuga il denaro.
 
Che dire di Tumblr, il più “Wokest Woke” che abbia mai svegliato? Il paziente zero della pandemia “Woke”.
Tumblr ,una volta venduto per un bilione di dollari, il proprietario di WordPress lo ha comprato per una frazione di quella cifra.
Anche nel mondo dei fumetti collassa l’editoria “Woke”, la DC comics sta buttando già la Vertigo, che presenterà solo fumetti adatti a determinate età.
Perdite, perdite, perdite…

E che dire del flagello degli “awards”, degli spettacoli di premiazione, dove ora è richiesto che i multimilionari “mind-controlled” salgano sul palco per molestare i comuni americani che sperano di riuscire a pagare l’affitto il prossimo mese?

Gli “awards” raggiungono un nuovo basso livello di popolarità.
Gli Emmy vanno a fondo, appena sei milioni di spettatori.
I “grammys” raggiungono uno storico basso livello di popolarità.
I “video music awards” di MTV raggiungono uno storico basso livello di seguito popolare.
Gli spettacoli politicamente corretti in spirale declinante verso il fondo.
Anche il “The wall street journal” è costretto ad ammettere che gli “academy awards” (ovvero “gli oscar”) vanno giù a picco.

[…]

Le cose non vanno meglio per i programmi tv che spingono “Woke” al pubblico televisivo. “Batwoman potrebbe essere cancellato a causa dei bassi ascolti”.
Questo Chris Rock che ‘twitta’ a proposito dell’insopportabile “wokeness” è accusato di “insufficiente wokeness”.
Da Bill Maher al regista del Joker, gli intrattenitori dicono che il “wokeness” ha ucciso la commedia.

Nemmeno i critici televisivi mostrano apprezzamento verso le cose “Woke” che vanno in tv e le cose non girano poi bene alle multinazionali quali “Procter & Gamble”, per esempio, quando i loro “executivers” s’ingollano manciate di pasticche blu di “Wokeodin”

Procter & Gamble: forti vendite ma svalutazioni borsistiche di 8 bilioni di dollari.
Il “super Woke” Canada, col suo premier Justin Trudeau che non si ricorda il numero delle volte in cui s’è dipinto la faccia di nero. Le cose a livello sociale vanno così bene nel paese di cui è premier da permettere attualmente ai movimenti secessionisti e separatisti di emergere come non mai.
“Paint him black”…
Esempi di come stanno andando le cose nel “Wokestan” conosciuto precedentemente come “Svezia”.
Questi sono solo piccoli campioni del potere suicida di quella Jonestown al rallentatore nota come “Woke”. Odio dirlo, ma nonostante il gioco al massacro del carattere auto-fagico del “Wokeness”, non vedo la sua fine in vista.
 
Le pandemie bruciano i loro percorsi. Ahimé, le élite cognitive americane hanno ben dimostrato di non avere né l’astuzia né i mezzi per opporsi efficacemente al “Wokeness”. Ironia della sorte, poiché sono stati loro in primis a scatenare questo virus, illudendosi che avrebbe decimato i loro nemici lasciando però in piedi le loro stesse cittadelle.
 
E se non riescono nemmeno a resistere a una manciata relativamente piccola di chiusure su Twitter, pensate davvero che possano resistere agli uomini di ferro i quali attualmente gestiscono la Cina?
 
Immagino che la morale di questa storia sia iniziare a studiare il mandarino, ragazzi.
 
 
 

 





La carrellata di immagini di Secret Sun prima dei giochi del “Super Baal”

3 02 2019

https://secretsun.blogspot.com/2019/02/secret-sun-super-baal-liii-pregame.html

E’ il Grande Gioco e oggi è una giornata pienotta. Ecco quindi per voi alcune immagini random e non connesse tra loro che hanno recentemente incrociato il mio cammino, per meditarci sopra…

I gesti del governatore di New York Andrew Cuomo mentre parla lunedì 7 gennaio 2019 al Bernard College di New York, dove ha fatto richiesta di una codifica del diritto di aborto nelle leggi dello stato di New York.

“Hail Satan? Recensione del film: gli eroi satanisti usano il diavolo per separare chiesa e stato — Sundance 2019: documentario fa luce sull’incompreso Tempio Satanico.

Mai più vite sacrificate all’idolatria del feto.

Clicca per ingrandire.

Clicca per ingrandire.

Il vento non s’è mai sentito meglio.

Il dio del tempo atmosferico, conosciuto anche come dio delle tempeste, è una divinità mitologica associata ai fenomeni climatici quali il tuono, il fulmine, la pioggia e il VENTO. — Giove, re degli dei e dio del clima nell’antica Roma.

Ossa misteriose risalenti all’antica Grecia potrebbero essere quelle di un adolescente sacrificato a Zeus.

#MAGAkids nel tritacarne, i loro cappelli per primi, e che urlino!

Sacrifici a Baal, dio superiore dei fenici.

Clicca per ingrandire.

 

Clicca per ingrandire.

 





E’ la nuova Zeus-rassegna, fatta apposta per voi

28 01 2019

https://secretsun.blogspot.com/2019/01/its-new-zeus-revue-coming-right-at-you.html

Bene, è stata un’altra settimana entusiasmante e frenetica, non credete?

Avere cervelli difettosi come i miei tende a far intrappolare in una sincronia sempre più insidiosa con tutti i simboli e i significanti che ti svolazzano attorno, quindi vedrò se i miei eruditi lettori vorranno provare a volare tra le più ampie (ed empie) stranezze in giro per l’Etere …
In tutto questo, non voglio entrare troppo in profondità nella melma nella politica, e ringrazierò tutti i miei bravi commentatori a non farlo, visto che quello è un buco sincronico (sinkhole) a parte.
Ma ho raccolto un sacco di dati con difficoltà e visto che ritengo svegli un mucchio di miei lettori, ho pensato di buttar giù un po ‘di queste cose per vedere se vi rivelano patterns significativi.
Ho cercato di rintracciare le orme di divinità [cornute] nascoste da un po ‘di tempo ormai, ma dato che si tratta di un mix sincretico di culture e figure molto diverse, è molto più facile a dirsi che a farsi.
Anche così, il Cornuto sembra essere una sorta di jolly in tutte le notizie importanti della settimana scorsa o giù di lì, dato alcuni dei simboli molto evidenti sono connessi alle sue varie incarnazioni come Zeus e Giove Ammon.
Quindi non so se mi trovo in coma o se siamo morti tutti nel 2012  […], so solo che gli dei sono tornati e hanno fame.
Perciò indossate i vostri cappucci pensanti e guarda cosa potete fare di tutte queste sciocchezze che vi propongo…
CIBO DEGLI DEI

Un meteorite impatta sulla “Luna lupesca di sangue” E’ stata la prima volta che un impatto è stato catturato da una ripresa durante una eclisse totale di luna.

Una start-up controversa [Ambrosia] investe 8.000 dollari per iniettare nei vostri vasi sanguigni sangue giovanile adesso dichiarano di essere pronte e in attività in 5 città degli USA.

Cibi sacri: Ambrosia e il nettare degli dei. Nell’antica Grecia, agli dei del monte Olimpo piaceva un fragrante snack chiamato Ambrosia. Qualcuno pensa fosse un drink, altri un cibo, ad ogni modo sembrava conferire immortalità. salute e una buona igiene in seguito al suo consumo.

Super luna lupesca di sangue: quelli che osservano il cielo hanno l’ultima chance di vedere un’eclisse lunare totale.

Nella mitologia greca, il Licaone era un re dell’Arcadia che, nella più popolare versione del mito. testava l’onniscienza di Zeus servendogli carne arrostita di suo figlio Nittimo, allo scopo di vedere se davvero Zeus sapesse veramente tutto. Per ricambiare questo raccapricciante atto, Zeus trasformò Licaone in un lupo, assieme alla sua progenie, compreso Nittimo, che ritornò alla vita.

Il rituale era notturno, a giudicare dal nome NITTIMO (da nyx, notte) che fu dato al figlio di Licaone, il quale fu ucciso e servito come parte del banchetto destinato a Zeus. Voci della cerimonia che circolarono tra i greci giravano intorno al tema del sacrificio umano e del cannibalismo: secondo Platone, un particolare clan si raggruppava sulla montagna per fare un sacrificio a Zeus Licaone ogni nove anni e un singolo boccone di frattaglie umane sarebbe stato mescolato con quelle degli animali.

In che modo allora un protettore inizia a trasformarsi in un tiranno? Chiaramente quando fa ciò che l’uomo si dice che faccia nel racconto del tempio arcadico di Zeus Lycaean. . . Il racconto è che chi ha assaggiato le viscere di una singola vittima umana macinata con le viscere di altre vittime è destinato a diventare un lupo. . .
E il protettore del popolo è come lui; avendo una folla interamente a sua disposizione, non è trattenuto dallo spargere il sangue di parenti; col metodo preferito di falsa accusa li porta in tribunale e li uccide, facendo sparire la vita dell’uomo, e  assaporando il sangue dei suoi concittadini con lingua e labbra empie; alcuni uccide e altri bandisce, al tempo stesso alludendo all’abolizione dei debiti e alla spartizione delle terre: e quale sarà dopo il suo destino? Platone, Repubblica

Le ossa potrebbero appartenere ad adolescenti sacrificati a Zeus.

DURO ARIETE

Belus o Belos, nei testi greci classici o latini classici (e nel tardo materiale basato su di essi) in un contesto che si riferisce al dio babilonese Bel Marduk. Sebbene spesso identificato con il dio greco Zeus – corrispondente al dio latino Giove come Zeus Belos o Giove Belus, in altri casi Belus è evemerizzato come un antico re che fondò Babilonia e costruì le ziqqurat. E’ riconosciuto e adorato come dio della guerra.

PROPRIO GIU’ DALLA STRADA

Procter & Gambler sfida degli uomini a radere la loro “mascolinità tossica” in uno spot pubblicitario della Gilette. Lo spot che fa il verso a #MeToo domanda “E’ questo il meglio che un uomo può prendere?”

Ciò sembra un pochetto strano a qualcuno? #CovingtonCatholic è a meno di dieci miglia di distanza dal quartier generale della #Gillette? Forse la realtà si sta accartocciando su se stessa o forse sono io a essere in coma.

@Gillette Quanto presto voi ragazzi scenderete lì?

Dico quello che penso e ognuno di questi ragazzi lo sto trovando un pezzo di merda.

Io, no, non posso ancora proprio credere di stare difendendo uno spot di rasoi ma la nazi-gioventù del 2019 mi costringe a farlo. #nonsiamomaistaticosìviciniallafinedeigiorni

“Avendo una folla completamente a sua disposizione, non è trattenuto dal versare il sangue di parenti e col metodo preferito della falsa accusa li porta in tribunale e li uccide …”

CITTA’ DI CONGREGA [DELLE STREGHE?]

A New York passa la legge che permette gli aborti in ogni momento della gravidanza se la salute della madre è a rischio.

 

Lo stato di New York “celebra” la legalizzazione dell’aborto fa sì che il vescovo cattolico metta in questione la fede del governatore Cuomo.

Il governatore di New York Andrew Cuomo fa sì che l’one world trade center e altri luoghi degni di nota brillino di rosa questo giovedì per celebrare la promulgazione del “reproductive health act”.

La marcia per la vita è un differente tipo di uscita didattica per le scuole come i Covington Catholic.

SATANISTI: DEGLI EROI

“Hail Satan?” Recensione del film: gli eroi satanisti usano il Diavolo per separafre Chiesa e Stato” Sundance 2019: un documentario fa luce sull’incompreso Tempio Satanico”.

ANDANDO AL SUPER B’AAL

Molte circostanze fanno sì di connettere la lontana storia di questo paese con quella dei fenici. Al tempo della congiunzione di Venere con la Luna, si svolgevano sacrifici solenni tra i druidi, in cui delle vittime umane erano immolate; in quel particolare periodo i babilonesi, da cui i fenici derivano la loro teologia, avevano costume di offrire sacrifici umani a Giove Belus nella sala di Astarte, la cui adorazione fu introdotta in Giudea da una delle concubine di Salomone, chiamata Ashtareth in ebraico, e dal momento che questa lingua non possiede parole per indicare il divino, nelle scritture viene indicata come la regina del paradiso, e l’abominazione dei zidoniani.

Costruito presso una palude che dava sul fiume Potomaca e il cimitero nazionale di Arlington, il memoriale onorario del sedicesimo presidente degli USA […] il memoriale è stato costruito ispirandosi al tempio di Zeus a Olimpia, e altri capolavori dell’antica Grecia. […]

Statua di Zeus e statua di Lincoln.

 

Uno scheletro della Grecia antica può essere ciò che rimane di umani sacrifici a Zeus.

Un sacrificio umano dell’epoca della Grecia antica in un altare sulla cima di un monte? Un seppellimento umano in un altare a Zeus diffonde congetture sui sacrifici umani della Grecia antica. Su un picco montano della Grecia del sud, gli archeologi hanno fatto una scoperta inusuale: un seppellimento umano in un antico altare dedicato a Zeus. La scoperta fu recentemente riportata dal ministro greco della cultura.

 

Misteriose ossa risalenti alla Grecia antica potrebbero essere quelle di un adolescente sacrificato a Zeus.

MAI DIRE MAI

“True detective” stagione 3 episodio 3 “The Big Never”.

 

Il Grande Mai — Hays ricorda la sua lontana relazione con Amelia, così come la rottura della loro relazione emersa dopo che si sono sposati; dieci anni dopo i crimini Purcell, nuove evidenze emergono, dando ad Hays una seconda chance per vendicarsi.

WOLF LIKE ME

“Avendo una folla completamente a sua disposizione, non è trattenuto dal versare il sangue di parenti, col metodo preferito di falsa accusa li porta in tribunale e li uccide …”

Domanda onesta. Avete mai visto una faccia più da prendere a pugni di quella di questo ragazzo?

E’ un deplorabile. Anche qualche ppl può essere preso a pugni in faccia.

“Falli urlare, prima i cappelli nel tritacarne” […] inclusa Kathy Griffin, il produttore Disney Jack Morrissey e Ron Perlman si sono affrettati a cancellare dei tweets furiosi a proposito dei ragazzi di Covington dopo che un nuovo video suggerisce che il confronto non era equa”. — Alcuni liberals importanti di Hollywood sono arrabbiati a proposito di certi studenti della Catholic high school del Kentucky mentre erano filmati a confrontarsi con vecchi nativi americani — Immagini virali hanno mostrato dei ragazzi che sembravano prendere per i fondelli Nathan Phillips sabato vicino al memoriale di Lincoln — Ma il nuovo video saltato fuori dall’incidente mostra mostra una timeline degli eventi più sfumata — Phillips, il vecchio nativo americano, è intervenuto nel litigio tra i ragazzi dell’high school e una bizzarra setta religiosa — Ciononostante, celebrità liberal compresi Debra Messing, Kathy Griffin, Rosie O’Donnell, Ed Asner e altri hanno espressamente oltraggiato i ragazzi — Griffin, ha voluto anche “nominare e svergognare” i ragazzi — Il giovedì, Griffin ha cancellato un tweet che mostrava dei giocatori di baseball di Covington “fare un saluto nazista” sebbene la foto li mostri mentre alzano tre dita — Anche Ron Perlman, l’attore dei “figli dell’anarchia”, ha cancellato un tweet sui ragazzi di Covington, anche se ancora si riferisce a uno di loro dandole della “puttanella” — Il produttore cinematografico ha cancellato un tweet in cui ai “MAGA kids” gli si augura di finire dentro un tritacarne assieme ai loro cappelli.

erik “paga gli insegnanti, amico” abriss @AbrissErik — Non so cosa dice di me ma io ho davvero perso la capacità di articolare la rabbia isterica, la nausea e il mal di testa che mi procura questa roba. Voglio solo che questa gente muoia. Semplicemente. Ognuno di loro preso singolarmente. E i loro genitori.

Fuoco sui “MAGA” cazzoni. In vista.

 

 

 

 

 

  • Beffardo. Condiscendente. Irrispettoso. STRONZO. #CovingtonShame.

    Sto tifando per una totale e completa disfatta di questi teenagers che vestono cappelli MAGA fino a che possiamo seguire ciò che sta succedendo. Sembra che avvelenino le giovani menti. — Rep. John Yarmuth @RepJohnYarmuth Il comportamento che abbiamo visto in questo video è più che raccapricciante ma non succede per caso. E’ il diretto risultato dell’odio razzista dispiegato quotidianamente dal presidente degli USA che, tristemente, qualcuno scambia per un modello da seguire.

    Kathy Griffin @kathygriffin — Ps. La replica dalla scuola è stata patetica e impotente. Voglio i NOMI di questi ragazzi. Ho vergogna di loro. Se pensate che questi coglioni non vi fotterebbero in un batter d’occhio pensateci meglio.

    Pink non si scuserà per la condanna degli studenti coinvolti in un faccia a faccia con un vecchio nativo americano.

    Dal momento che erano a Washington DC, dovrebbero prendere i loro berretti rossi e le loro stronzate MAGA e fare la stessa cosa al congresso. La reazione non sarebbe così dignitosa. Gli stamperebbero nel deretano quel loro sorrisetto idiota.

    C’è sempre qualche stronzo di internet che mi informa che non ho visto ciò che ho visto. Queste piccole puttanelle bianche coi berretti rossi simboleggianti i più bassi istinti. Vaffanculo.

    Do drop it, Perly.

    i #MAGAkids voglio vederli urlanti inghiottiti dal tritacarne, preceduti dai loro berretti.

    MAI DIRE NEVERLAND

    Bryan Singer, direttore di Bohemina Rhapsody, è accusato di violenza sessuale da quattro uomini, quando erano minorenni.

     

    “Lasciando Neverland”: un documento della Sundance di Michael Jackson fa scioccare il pubblico. — Premiere delle due parti di Dan Reed, un exposure di quattro ore in cui due uomini affermano di essere stati abusati dal re del pop […] — Michael Jackson con Jimmy Safechuck, allora di dieci anni, sull’aereo del tour di Michael Jackson nel 1988.

    Cercando Neverland.