Post ufficiale che spiega il significato dell’ evento 8 LUGLIO – Da postare in caso di evento ESCHATON

8 07 2018

 

Visualizza immagine di origine

  • Okay, cosa sta succedendo? Oggi stanno succedendo determinate cose perché la teoria del tempo frattale è riuscita a mappare il tempo sia nel passato che nel futuro e ha calcolato esattamente la DATA ZERO o ESCHATON
  • Ma in cosa consiste questo ” Eschaton ” ?  L’ Eschaton è un evento di magnitudo gigantesca, calcolato dalla timeline per la versione ” Meyer ” della Timewave Zero. A questo punto il livello del fattore ” Novelty ” è arrivato al grado zero.
  • Ma tutto questo cosa significa? Significa che abbiamo attraversato la transizione insita nella struttura stessa dello spazio – tempo e la struttura del tempo è cambiata. Questa transizione era stata prevista dallo sviluppatore del software Timewave Zero, Peter Meyer, ma soprattutto dall’ ideatore della teoria del tempo frattale, Terence Mckenna.
  • Perché il pubblico non è stato informato? Perché la teoria era considerata pseudoscienza, e la verifica sperimentale si è sempre fatta online. Io stesso ho scoperto questa teoria nel 2009 online e da allora ho cominciato una ricerca per verificare l’ efficacia della teoria. Nel 2011 e 2012 si parlava molto di questa teoria, ma a causa di un errore di giudizio sulla finestra temporale dell’ Eschaton, da parte di Terence Mckenna, ha compromesso la credibilità della teoria. Ma Peter Meyer ha riconsiderato la teoria e ha corretto l’ errore. Ironicamente nessuno se ne è accorto, a parte i veri appassionati dell’ argomento.
  • Chi sarebbe questo Terence Mckenna? A questo punto? Probabilmente l’ uomo più famoso del mondo. Terence Mckenna era un Americano, etnobotanico, mistico, psiconauta, oratore eccezionale , scrittore, e massimo esperto mondiale di argomenti psichedelici. Ha vissuto 53 anni ed è morto il 3 aprile del 2000. Nel 1971, dopo un esperimento psichedelico a La Chorrera, nella foresta amazzonica, ha cominciato a ideare una teoria sulla struttura del tempo, e la mappatura è cominciata nel 1974.
  • Ma questo Terence Mckenna si può trovare online? Se conosci l’ inglese troverai – centinaia di video – su di lui. I suoi workshop e le sue lectures andavano alla grande all’ epoca. Ha cominciato nel 1982 e ha continuato fino al 1999. Tutti questi argomenti che centrano con gli eventi attuali, lui aveva previsto tutto.
  • E invece Peter Meyer chi sarebbe? Peter Meyer è meno conosciuto, è il realizzatore del software della Timewave, e dal 2017 il sito ufficiale del grafico frattale, che mappa la storia umana, è gemellato con questo blog. Infatti sono rimasto in contatto con Meyer via mail. Lui mi diceva di non dedicare tanto tempo alla teoria, ma, siccome ha indovinato la data dell’ Eschaton, diventerà presto famoso anche lui. Dovrebbe entrare in scena e proclamare il successo della teoria di Mckenna. Lui stesso ci ha dedicato tanti anni, a perfezionare la mappatura del tempo.
  • Ma cosa significa ” mappare il tempo e la storia umana ” ? Significa che il tempo è frattale, ciclo, autoripetente, ricorsivo, e quindi grazie a formule matematiche di alto livello, si può mappare su un grafico frattale, sia nel passato che nel futuro, perché la storia umana si ripete per davvero, attraverso 8 cicli.
  • Ad esempio? Abbiamo attraversato un ciclo di 2 ore e 25 minuti, uno di 6 giorni, uno di 384 giorni ( un anno lunare ), uno di 1967 anni ( dal 1951 ), uno di 4306 anni (  dal 2300 a. C. ) e uno di 275.000 anni, ad esempio. In ognuno di questi cicli sempre più rapidi abbiamo ripercorso l’ intera storia umana, in versione moderna.
  • Se tu conoscevi la teoria e ritenevi fosse ancora credibile, perché non hai informato ” le persone importanti ” ? Le persone importanti non credono in quella che viene generalmente considerata, ed etichettata, come pseudoscienza. Ad ogni modo ho cercato di diffondere attraverso articoli per questo blog, almeno i postulati e le informazioni di base sulla teoria. Ma siccome la data esatta del PUNTO OMEGA/ ESCHATON / DATA ZERO non era certa ho preferito non concentrarmi su una determinata data nelle mie ricerche fino allo scorso mese, quando mi sono reso conto che era necessario cominciare a rendere nota la POTENZIALITA’ dell’ evento. Ma per evitare ulteriore confusione e per non abbassare la credibilità della teoria, già inesistente per chi ha vissuto il flop del 2012, ho preferito non diffonderla troppo.
  • Adesso cosa mi consigli di fare? Innanzitutto, rimani calmo e diffondi questo articolo allo scopo di informare quanta più gente possibile. Parla con la gente attorno a te, e annuncia che Terence Mckenna aveva previsto questo evento ( in questo momento non so quanto precisamente può averlo descritto, ma con tutta probabilità è accaduto esattamente quel che ha detto lui ) già negli anni ’80. Terence Mckenna merita di essere accreditato con il successo della teoria del tempo frattale e merita di essere riconosciuto come eccezionale oratore, filosofo, e teorico – scientifico – .
  • C’è dell’ altro, vero? Sì, Mckenna riteneva che il corso della storia andasse in questo modo perché c’ era uno scopo dietro, quindi non credere a quelle cavolate del paradigma scientifico secondo il quale il genere umano non è importante in questo universo ” indifferente e ostile ” . E’ ora che venga riconosciuto che il genere umano vive per uno scopo, è stato creato per uno scopo, e si trova ad essere la creatura centrale nella storia del progresso dell’ universo. La centralità dell’ uomo deve essere rimessa in discussione.
  • Quanto durerà questa transizione, ufficialmente? E’ difficile rispondere, con tutta probabilità, il periodo principale post – evento durerà 64 giorni, e la transizione è definitiva. La mappatura del tempo non è più possibile con i metodi tradizionali, la struttura del tempo ha subito una trasformazione radicale, e nuovi metodi per calcolarla devono essere ancora scoperti e messi in pratica. E’ come quando era nato Gesù Cristo, siamo passati ad una epoca tutta nuova.
  • Sembra quasi di trovarsi nel libro / serie tv Flashforward, anche questo effetto collaterale era prevedibile? Allora, Mckenna non ha mai fatto riferimento alla storia del libro Flashforward, però in una lecture ha detto che ” sarebbe stato come se un intero periodo di tempo venisse rimosso e il futuro si sovrapponesse al presente “, ma questo effetto collaterale, e tutto ciò che ne deriva, non erano scientificamente ritenuti credibili, finora. Realisticamente, nessuno poteva immaginare e proporre motivazioni scientifiche, riguardo a questa eventualità. Io sono molto intuitivo, e ho fatto presente via mail a Meyer che la storia di Flashforward sembrava descrivere l’ evento Eschaton. Come minimo, però, Mckenna faceva spesso presente che realizzare il viaggio nel tempo avrebbe comportato conseguenze imprevedibili.
  • Puoi assicurarci che non hai nessun ruolo nella realizzazione del viaggio nel tempo e nella transizione della struttura spazio – tempo che ne è conseguita? Fisicamente e intellettualmente non ho avuto alcun ruolo nella realizzazione degli eventi che hanno portato alla transizione, e al viaggio nel tempo. Sono solo un semplice blogger che si è interessato a una ” bizzarra teoria pseudoscientifica underground liberamente consultabile dal pubblico “. Non saprei nemmeno da dove cominciare per iniziare una serie di eventi che portino alla transizione e al viaggio nel tempo.
  • Come hai fatto a verificare la credibilità e l’ efficacia della teoria? La teoria implica che gli eventi storici si ripetono in forma moderna e magnitudo di intensità differente, nel corso del tempo, in finestre di tempo prevedibili esattamente. Bisognava cercare di trovare una timeline sufficientemente precisa che si allacciasse alla maggior parte degli eventi storici. Ho associato   coppie di eventi di epoche diverse e ho calcolato la data zero che ne deriva attraverso una formula matematica rivelatami da Meyer. ( che è anche visualizzabile pubblicamente sul sito ufficiale ) C’ erano diverse possibilità, e secondo me l’ Eschaton poteva verificarsi fra il 2014 e il 2024. Ovviamente ho cercato di verificare l’ efficacia della timeline calcolata da Meyer.
  • Mi trovo qui a leggere, ma nel corso degli anni, quando mi parlavi della teoria della Timewave, ridevo sotto i baffi, incredulo che qualcuno potesse credere a una simile cavolata senza senso … hai qualcosa da dirmi a riguardo? Sì, ho da dirti che avresti potuto considerare almeno l’ idea che una teoria di questo tipo avesse una qualche minima credibilità, avresti potuto ascoltare e considerare l’ intera faccenda, ma hai preferito prendermi in giro e mantenere una mentalità chiusa. Hai perso la possibilità di conoscere una teoria che avrebbe cambiato il mondo, prima delle altre persone. Già che sei qui, ti consiglierei di leggere gli articoli del blog a riguardo, per capire quanto lavoro di ricerca c’ era dietro, mentre pensavi che stavo perdendo tempo dietro a una faccenda inutile.
  • Sono una persona che svolge un ruolo importante, un geopolitico, un politico, un atleta, uno psicologo, uno storico, un attore, un attivista, un insegnante, un professore universitario, un medico, uno scienziato, un fisico, un artista, un diplomatico, un ambasciatore, un capo di stato, un esperto di tecnologie, un dirigente per un social network noto, un filosofo, un oratore, uno scrittore. Ora che cosa dovrei fare? Informa il pubblico su quanto hai letto, e dimostra che Terence Mckenna aveva compreso che questo evento si sarebbe verificato. Fai in modo che Terence Mckenna diventi una figura nota al popolo mondiale, perché si merita che gli venga riconosciuto il suo ruolo. Informati su come sia potuto avvenire un viaggio nel tempo senza che tu ne sia venuto a conoscenza. Chiedi il perché. Se si è trattato di un evento naturale, indipendente dalle azioni degli uomini, cerca di capire se può verificarsi nuovamente, e in che modo, e quando, allo scopo di rendere noto quanto scoperto al pubblico. Allo stato attuale non si può più tenere il mondo all’ oscuro. E’ importante che tutti conoscano la verità. Informati sui discorsi delle lectures di Mckenna, e aiuta i tuoi clienti a capire il significato di questo evento. Fai in modo che la filosofia e il pensiero di Mckenna diventino noti al mondo. Qualora il mondo si trovi ora in uno stato di disordine, cerca di riportare le persone e i popoli all’ ordine, in modo non violento, e rassicura che tutto quanto verrà spiegato.  
  • LEGGI QUANTO SCRITTO SOTTO PER CAPIRE ESATTAMENTE LA TEORIA DEL TEMPO FRATTALE DI TERENCE MCKENNA:
  • C’è una teoria che esiste dal 1974 e che quasi nessuno conosce ma che nei prossimi anni sarà riconosciuta come una delle teorie più importanti del secolo. Ideatore un uomo straordinario e dalla capacità oratoria ineguagliabile , Terence Mckenna. Terence McKenna (Colorado, 16 novembre 1946 – 3 aprile 2000) è stato uno scrittore, naturalista e filosofo statunitense. La “Timewave zero” è un software grafico basato su formule matematiche. Secondo McKenna dovrebbe calcolare il flusso e riflusso della “novità”, definita come aumento nel tempo dell’interconnessione. Basandosi sull’interpretazione di McKenna della sequenza “King Wen” delle tessere dell’ I Ching cinesi, che a loro volta si collegano al DNA, il grafico sembra mostrare grandi periodi di novità, corrispondenti con i maggiori cambiamenti nell’evoluzione biologica e nei cambiamenti socioculturali dell’umanità. Secondo Mckenna il tempo e’ in eterno conflitto fra una situazione statica, stagnante, abitudinaria e conservativa, e una situazione turbolenta, inusuale, progressiva e caotica, e quest’ ultima situazione è destinata a prevalere sulla prima sempre di più col passare del tempo fino all’ annullamento della prima. La teoria si chiama Timewave Zero, ed è un grafico frattale. ( le sue onde si ripetono, e a seconda dei cicli temporali, si comprimono ) Il grafico è stato realizzato mettendo insieme rappresentazioni grafiche dell’ I- Ching cinese, che si dice racchiuda in sè un DNA della storia. Infatti gli esagrammi dell’ I- ching, sono 64, come 64 sono i codoni dell’ RNA. Terence Mckenna diceva che saremmo passati dallo spazio-tempo al tempo-spazio, e secondo lui sarebbe stato come attivare tutti i trucchi di un videogioco e ” completare ” il gioco, diceva che sarebbe seguita subito un’ anticipata singolarità tecnologica.
    Diceva che il viaggio nel tempo non implicherà un vero e proprio macchinario che il pubblico potrà usare per viaggiare fra le epoche, ma che causerebbe una modifica delle leggi della natura causando la trasformazione della epoca presente nella versione più evoluta immaginabile del futuro. Per evitare ogni paradosso tipico dei viaggi nel tempo sarà il futuro stesso a sovrapporsi al presente e ad arrivarci incontro. Lui diceva che tutta la storia va verso una specie di ” Grande Attrattore ” , e che la storia ha un proprio scopo ” spirituale-mistico “.
    Diceva che questo evento che deve ancora venire ha scaturito delle interferenze nel passato, facendo venir fuori la storia come è adesso. le ripetizioni degli eventi avvengono secondo tematiche: il grafico è in grado di descriverci una sorta di orologio biologico-storiologico umano, cioè è in grado di dirci quando ci sono maggiori potenziali per determinate tipologie di eventi. Ne consegue che esiste un fenomeno sincronicistico secondo il quale epoche diverse hanno la stessa struttura grafica per cui gli eventi si ripresentano in forma moderna e in maniera sempre più compressa tanto è che un anno del passato viene compresso in sei giorni del presente.
    Terence Mckenna in molte interviste ha detto che l’ evento finale molto probabilmente riguarda un cambiamento nel nostro modo convenzionale di misurare/ concepire il tempo, e ha detto che implicherebbe l’ attivazione del primo viaggio nel tempo.
    Il concetto di I-Ching vede il tempo come un numero finito di distinti e irriducibili elementi, nello stesso modo in cui gli elementi chimici compongono il mondo della materia. Tali elementi sono 64. Il grafico è un modello di tempo che incorpora la conservazione e l’ ingresso della novità.
    Mckenna è partito dal calcolo del numero delle linee che cambiano dal passaggio da un esagramma al successivo in una serie elaborando una sequenza di base.
    Zero
    2 ore e 25 minuti
    6 giorni
    384 giorni
    67 anni – 1951
    4306 anni ( 67 X 64 ) – 2300 a. C.
    275.000 anni ( 4300 X 64 ) – l’ emergere dell’ homo sapiens
    18 milioni di anni ( 275.000 X 64 ) – l’ inizio dell’ era dei mammiferi
    1.3 miliardi di anni – l’ inizio della vita sul pianeta
  • Terence Mckenna descriveva il conflitto e contrasto principale insito in tutti i processi della natura umana e universale, quello fra il fattore di abitudine        ( Habit ) e Novità ( Novelty ) come un processo secondo il quale il fattore di novità avrebbe gradualmente prevalso sul fattore di abitudine, e che quest’ ultimo avrebbe cessato di esistere lasciando il mondo come lo conosciamo totalmente diverso.
    Si definisce così un evento che fa parte del fattore novità :
    un evento inusuale di qualsiasi genere; qualsiasi genere di evento bizzarro e imprevisto
    un evento senza precedenti; un breakthrough ( aggiornamento ) scientifico, una scoperta nel campo tecnologico e scientifico
    l’ intensità della interconnessione globale, l’ aumento del fattore sincronicistico della realtà
    l’ aumento graduale della complessità generale di tutti i processi
    un cambiamento che scaturisce da una certa tradizione, una interruzione delle normali dinamiche
    Si definisce così un evento che fa parte del fattore abitudine :
    una sequenza di eventi consueti e routinari
    periodi in cui vengono affrontati temi ben conosciuti, periodi di tempo in cui sembra che tutto proceda staticamente, senza cambiamenti di sorta
    l’ ordine ristabilito dopo una situazione di caos e disordine; il ritorno alla normalità
    ogni sequenza e genere di eventi in cui vengono mantenute forti e stabili le tradizioni e lo status quo
    Secondo la teoria che si propone di mappare il corso del tempo secondo una formula frattale in cicli di sempre minore durata ma maggiore intensità, vi sono periodi di 64 giorni ogni qualche anno in cui il fattore novità interrompe il normale flusso degli eventi con due mesi di intensissima novità ( Novelty valleys ) e vi sono picchi di fattore abitudine durante i quali l’ abitudine sale per poi scaturire in una graduale discesa verso la tendenza opposta.
    Primo postulato: il tempo ha una struttura mappabile ( frattale ) su un software, è costituito da elementi che ne determinano la qualità e la direzione ( in senso verticale non orizzontale perchè sì il tempo va avanti sempre dal presente verso il futuro ) La qualità è determinata da questo software realizzato con la collaborazione di alcuni matematici e si può verificare nel passato, presente e futuro. Esistono principalmente due fattori: ” consuetudine ” e ” novelty ” ( inconsuetudine, cambiamento, progresso ) Secondo la teoria uno di questi fattori sta gradualmente perdendo di valore e si sta dissolvendo.
    Secondo postulato: il tempo è ciclico. La sua struttura grafica presenta segmenti di lunghezza di tempo variabile ( 250.000 anni, 3406 anni, 67 anni, 384 giorni, 6 giorni ) ma costituiti dalla stessa sequenza di ordine dei ” tasselli ” del grafico che si ripetono sempre nello stesso modo, ma appunto a velocità variabile. Da qui deriva l’ altro aspetto del tempo, tempo che influenza la realtà, tempo che influenza gli eventi umani e naturali, e ne deriva una risonanza degli eventi storici. E’ possibile calcolare con la formula da me data sopra, e attraverso la consultazione del grafico, quando un determinato evento ha una ” finestra temporale ” dove quel particolare segmento si ripete. Teoricamente prevedibile fino a ora e minuto. Solamente in quella determinata finestra è possibile che questo evento ritorni in versione moderna. ( Esempio: 28 Giugno 1914 e 19 Dicembre 2016 — 7 Gennaio 2015 e Luglio 1794). Con la formula si arriva a capire che collegando due date e mettendole in una formula si arriva a un risultato che rappresenta ” la data finale / di transizione quindi ” che l’ accoppiamento di questi eventi storici determina. Più volte si ottiene lo stesso risultato, tanto più è probabile che quella sarà la data di transizione perchè vuol dire che gli eventi si stanno effettivamente ripetendo nell’ ordine che la teoria ci propone.
    Terzo postulato: la struttura del tempo ha una data di scadenza. Secondo la teoria, la perdita graduale del fattore di consuetudine rappresenta un cambiamento graduale delle dinamiche tempo – storia che ci porterà a un momento che rappresenterà tutto il tempo – passato e presente e futuro nello stesso giorno – una vera e propria singolarità, e Mckenna ha interpretato questo giorno posizionato nel prossimo futuro come l’ invenzione e attivazione del primo tentativo di viaggiare nel tempo. Secondo lui sarebbe possibile solamente viaggiare nel futuro e non nel passato, ma l’ attivazione di un primo viaggio nel tempo avrebbe comportato una sorpresa imprevista: secondo lui a quel punto la realtà come la conosciamo cesserà di esistere e verrà sovrapposta da una differente dove ci approcceremo in modo differente allo spazio – tempo. Come se avessimo trovato un codice definitivo che sblocca tutto il futuro, e per questo la struttura del tempo cesserà di avere validità.

     

  • Sul grafico timewave sei giorni di tempo corrispondono alla ripetizione storica di un anno di storia, e un mese corrisponde a cinque anni di storia rievocata. Di conseguenza ogni anno che passa vengono rievocati sessanta anni di storia. Questo vuol dire che in 5 anni si ripetono 300 anni di storia ( 2018/13 – 1718 ) , ogni 10 anni 600 anni di storia ( 2018/08 – 1418 ) , ogni 15 anni si ripetono 900 anni di storia ( 2018/ 2003 – 1118 ) e ogni 25 anni equivalgono a 1500 anni ( 2018 / 1993 ) e quindi se i cicli storici finiscono nel 2018 vorrebbe dire che intorno al 1983 cominceremmo a ripetere gli anni antecedenti a Cristo ( 82 a. C. per esempio ), nel 1978 saremmo al 380 a. C, nel 1968 al 980 a. C, e nel 1943 saremmo ai limiti della storia conosciuta, nel periodo dell’ Antico Egitto.
    Nella teoria della Timewave Zero c’è uno e uno solo punto in cui il valore della timewave è zero e in tutti i punti prima di questo il valore è positivo (e generalmente più alto per i punti della linea del tempo precedenti al punto associato al punto zero) Allo scopo di far sì che i punti nella timewave corrispondano ai punti nella linea temporale storica, deve essere scelto qualche punto nel tempo che corrisponda al punto zero. La data (assumendo il fuso orario GMT-5, quello di La Chorrera in Colombia [dove McKenna visse l’esperienza estrema, “di picco” a inizio anni Settanta, che gli ispirò l’idea del tempo come “paesaggio invisibile”) del giorno in cui è situato questo punto zero, è chiamata DATA ZERO. Nonostante l’opinione comune del contrario, la teoria della Timewave Zero non implica qualche particolare data come data zero.
    La timewave basata sui numeri di Kelley mostra una maggior discesa del grafico, che inizia 16.384 giorni prima della data zero. Ciò è vero per ogni scelta della data zero. In questo modo possiamo notare un evento di grande novità in qualche punto della linea temporale 1969-1979 e quindi aggiungere 16.384 giorni a questa data per raggiungere una data zero da qualche parte del grafico tra il 2014 e il 2024.
    Quando esaminiamo la matematica della timewave troviamo, sorprendentemente, che ogni coppia di due date che hanno grande (cioè geometrica) risonanza l’un l’altra, implica una particolare data zero. Perciò se possiamo trovare due eventi che abbiano la prima maggiore risonanza l’un l’altro, ecco che i numeri giuliani di questi eventi ci daranno una data zero. Così (senza assumere alcuna data zero particolare, dal momento che è ciò che stiamo provando a determinare) abbiamo bisogno di trovare due eventi che sono così simili o analoghi da essere molto probabilmente in prima grande risonanza l’un l’altro.
    Una scelta plausibile per una data zero revisionata potrebbe basarsi sulle assunzioni:
    Il picco all’inizio di una grande discesa del grafico timewave corrisponde a un evento di grande novità (i cui effetti si manifestano nel successivo periodo).
    La data zero è presumibilmente una data della prima metà del ventunesimo secolo.
    L’attacco al World Trade Center e al Pentagono dell’11-09-2001 è l’evento di più grande novità della nostra memoria più recente.
    Esso fu un evento di tale novità abbastanza da giustificare il ri-calibramento della timewave così da dare primaria importanza all’11-09-2001 come maggior evento di novità, se non in tutta la storia, almeno il maggior momento di novità degli ultimi venti anni. E come potremmo vedere ciò nella timewave? Semplicemente trovando una data zero in rapporto a cui l’11 settembre 2001 sia il picco di una grossa discesa del grafico.
    Perciò le assunzioni #1 – #3 danno modo di essere considerate plausibili e dunque l’8 luglio 2018 è un candidato plausibile per una data zero revisionata e (a causa delle obiezioni che possono essere avanzate agli altri candidati menzionati in questo articolo) è la data più plausibile. Quindi questa data zero è adesso implementata nel calcolatore timewave on line del sito.
    Resta da mostrare che usando questa data zero revisionata ci sono delle corrispondenze tra le altri grandi discese del grafico e i grandi eventi e periodi di novità nella storia. Una corrispondenza molto chiara avviene con la data 17-10-1973, la data dello “shock petrolifero”.
    McKenna considerava che il tempo presente veniva “tirato dal futuro verso uno scopo così inevitabile, come una biglia che invariabilmente raggiungerà il fondo di una tazza, quando la si rilascia vicino al bordo finendo a riposo, nello stato con minore energia, ossia in fondo alla tazza stessa.
Annunci




Protetto: Rivivremo la storia dell’ uomo in 384 giorni – comincia a breve

12 06 2017

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: