Osservatorio sulla Grande Restaurazione: la misura di un ariete

24 01 2019

https://secretsun.blogspot.com/2019/01/great-restoration-watch-measure-of-ram.html

Così tanti rituali, così poco tempo. Un sacco di argomenti di cui discutevamo nel precedente post sono saltati fuori  la scorsa settimana, quindi concedetemi un po ‘di tempo mentre lancio qualche pepita d’oro in polvere nella vostra padella virtuale …


E’ stato alla fine completato un restauro durato decenni della tomba di re Tutankamon in Egitto.

Il progetto – portato avanti dal Getty Conservation Institute di Los Angeles e il ministero egiziano delle antichità – è coinvolto sia nella stabilizzazione delle pitture murali che decorano le tombe vecchie di tremila anni sia nelle nuove barriere e nel nuovo sistema di ventilazione che ridurrebbe in futuro i danni del sito.

La conservazione e la preservazione è importante per il futuro[…]ha detto Zahi Hawass in una dichiarazione.

Questa roba parla da sola, no? I lettori di lunga data sanno tutto sulla potente sincronizzazione di Getty, quindi prendete in considerazione questo oggetto per il vostro turno alla giocata a Scarabeo-The Secret Sun.

LA CIOTOLA DI GIOVE (The jupiter blow)

Bene, dopo un entusiasmante Bloody Moony Sunday-y, il conto finale per il Super Bowl LIII è pagato da due simboli cornuti : gli Amuns di Los Nephilim con la testa di un caprone, simbolo usato anche per Brady e i suoi New Atlantis Baphomets.
Ora, sapete tutti che grande fan dei Pats sono per essere un malvagio Pissah Masshole, ma non scommetterei contro gli Amuns …
…per ovvie ragioni. Questo sicuramente è l’anno del Dio cornuto e nascosto, quindi gli apostoli più ovvi sembrerebbero la scelta più appropriata.

Beh, in entrambi i casi so chi vincerà alla grande in modo simbolico e questo è … l’avete indovinato … Freemery. Notate che gli Amuns volavano con i colori Freemly e i Baphomets sono di proprietà di Robert “The” Kraft.

I Baphomets suonano anche allo stadio Gillette, che prende il nome dal re Gillette. Il quale non era solo un Eccellente nell’Antica Framassoneria e nell’Ordine Accettato, ma anche uno dei primi banchieri pianificatori per il movimento governativo globale.
In una storia correlata, so che molte persone hanno ancora problemi con le questioni di Mitra e del mitraismo, anche se ne ho parlato solo come Howard Beale per 12 anni o giù di lì. Ma va bene, ho fiducia in voi. Alcuni sono studenti lenti ma sono un insegnante molto paziente.
Confrontate  l’immagine più in alto con questi piccoli incantatori di Masked Singer:
Lo trovo divertente ma anche un po’ triste.
Abbiamo parlato del tempio di Mitra costruito nel nuovo quartier generale di Bloomberg a Londra, ma il nostro amico Tracy Twyman mi ha detto di un piccolo fatto che quasi mi sono dimenticato mentre mi picchiavo con i simboli per tutta la giornata.

Il sito originale della banca si trovava a Wallbrook, una strada della City di Londra dove, durante la ricostruzione nel 1954 degli archeologi trovarono le vestigia di un tempio di Mitra risalente all’epoca dei Romani.

(Mitra si dice sia stato adorato come, tra le altre cose, il Dio dei Contratti), le rovine mitraiche sono forse le più celebri di tutte le scoperte di epoca romana fatte nel XX secolo nella City di Londra e possono essere visitate dal pubblico.

 

… e quindi questo piccolo negozietto chiamato Bank of England è stato infatti costruito sopra un Mitreo. In effetti, la città di Londra fu probabilmente la roccaforte mitraica nei vecchi tempi romani.

Perché il logo di papa Francesco sul Nuovo Marocco implica la sottomissione all’Islam? Una sentimentalità pan-religiosa sopravvive nell’apparente abbracciare l’Islam dell’attuale papa, come moralmente equivalente all’ethos e alla cultura giudaico cristiana.

La prima legge di Knowles dice che ogni volta che una polemica esplode sul simbolismo nei media, in realtà sta mascherando un messaggio simbolico completamente diverso.

Potrebbe essere un esempio di ciò …

… poiché il simbolo in questione assomiglia un po ‘a una nostra vecchia conoscenza, il Circolo X …

 

… un simbolo mitraico ben attestato di cui ancora esiste una curiosa quantità di piccole prove visive.
Forse qualcuno lo stava solo mettendolo via nel caso di un giorno di pioggia. O una grande restaurazione, o qualsiasi altra cosa.

Devo ammetterlo, sono affascinato dal Kazakistan. È solo una gigantesca scheda di Scarabeo-Secret Sun, per quanto ne so, almeno lo è la capitale Astana. Mi piace che il loro sigillo incorpori il Cerchio X, il Blu e l’Oro, e possibili Ippocampi se non Pegasi. Questo è il tipo di roba che mi fa ridere.

 

[…]

Parlando di programmi spaziali totalmente reali …

SAPETE CHE È FALSO, PERCHE’ SEMBRA COSI’ FALSO

Il test dello Starship appena finito di assemblare nella rampa di lancio Space X nel Texas. Questa è un’immagine reale, non una ricostruzione.

Shot.

Annuncio a sorpresa: Space X lascia in sosta il 10% di forza lavoro. Neanche una parola finora dal CEO Elon Musk.

Chaser.

La Space X, compagnia di veicoli spaziali di Elon Musk, ha costruito un prototipo di un razzo di acciaio inossidabile nel Texas del sud.
Le persone che vivono vicino al sito hanno riportato mercoledì pomeriggio che il veicolo, conosciuto come “test hopper”è stato spazzato via da poderose raffiche di vento.

Postumi della sbornia.

WOLFMOON, FAMMI IL TUO INCANTESIMO

Un meteorite si sfracella nella “Super Blood Wolf Moon”. Fu la prima volta che un impatto lunare è stato catturato in video durante un’eclissi totale.

L’impatto fu confermato ufficialmente da José Maria Madiedo, astronomo dell’università di Huelva in Spagna. Madiedo e i suoi colleghi hanno monitorato l’eclisse lunare per anni tramite il MIDAS (Moon Impacts Detection and Analysis System) network di telescopi, specificatamente impostati per osservare gli impatti.

Questa cosa qui ho visto che è stata sopraffatta da un’ondata di commenti annoiati.

Beh, l’esilarante acronimo MIDAS, oltre a prendere il nome da una casa reale di Frigia, lo prende anche da quello di una regione della moderna Turchia che ci ha dato anche Mitra e Cibele, assieme a tutti gli altri picchiatori.

Eclisse 2018: la “luna di sangue” capace di scatenare rituali di sesso satanico e sacrifici umani/animali. La Luna di sangue di stasera sarà accompagnata da una massiccia crescita di rituali satanici, coi satanisti che promettono sacrifici umani e animali e atti bizzarri di promiscuità sessuale.

Diversamente dall’anno scorso, la stampa dozzinale non era pervasa dal ridicolo sacrificio umano di clickbait, cosa da me trovata leggermente deludente a causa del fatto che posso sempre usare una risatina occulta.

Ma questo non ha impedito agli abitanti demoniaci posseduti della Mega-Coven Blue Check di strillare, avere convulsioni e strappare i loro indumenti per qualche spargimento di massa di quel delizioso, nutriente, sangue di ragazzo adolescente …

Henry Bacon collaborò a costruire il memoriale, di cui è stato preso a modello il tempio di Zeus a Olimpia e altri capolavori greci…

… su quello che sembrava a tutti gli occhi stanchi e tristi come una pianificata e coordinata psy op psicopatica al Tempio di Giove Ammon a Masonington, DC.

Forse ho bisogno di occhiali, non lo so.

Niente c’è oltre la speranza,
niente che possa essere giurato impossibile,
niente di meraviglioso, dal momento che Zeus,
padre degli dei dell’Olimpo,
fatta notte dal mezzogiorno,
nascondendo la luce del sole splendente,
e la paura dolente venne sugli uomini.

Archiloco (circa 680-645 aC)

 

Però mi conoscete; Ho visioni di eclissi, templi, cripto-satanisti di Twitter, CNN; Mi limito a saltare a volte conclusioni affrettate. Forse vedo troppi film hammer horror su Creature Double Feature..

Va bene, ci sto lavorando con un terapista.

Il vescovo cattolico di Covington ancora non si scusano per aver insidiato ragazzi innocenti. Questo è un argomento molto serio. [l’inferno non ha fretta.]

Ovviamente non posso dire che questo sia stato un sacrificio simbolico pianificato tra reti sataniche in posizioni di alta influenza, ma devo ammettere che mi sento sempre un po’ ‘nervoso quando vedo “Vescovo” e “ragazzi innocenti” nello stesso titolo. Magari per via del fatto di essere di Braintree e da sempre.

Sto pensando di trovare ognuno di questi ragazzacci e dare loro una bella porzione della mia mente.

 

Anch’io non posso credere di stare difendendo un’azienda di rasoi ma questa nazi-gioventù del 2019 mi porta a farlo.

Ma devo ammettere che il tempismo è stato un po ‘strano: Gillette fa uno schifo di se stessa con il suo merdoso show di Valerie Solanas e quasi subito dopo questo (presumibilmente) incidente sceneggiato e questo (presumibilmente) blitz dei media coordinati fanno apparire (presumibilmente) confermato tutto ciò che la pubblicità stava (presumibilmente) dicendo.

E così, il grido di battaglia fu sollevato tra sociopatici iper-privilegiati di tutto il paese: Più veloce, Pussyhat! Kill! Kill!”

Ciò era strano, ma questo …

A qualcuno sembra strano questo? La covington catholic sta a meno di cinque miglia dalla Gillette? Forse la realtà veramente si sta ripiegando su se stessa. […]

… ciò è strano. Voglio dire, la Covington Catholic sta letteralmente in fondo alla strada rispetto alla sede mondiale di Procter & Gamble. Giusto? L’effetto Mandela riscrive anche il presente o mi sto solo trovando in coma? Forse qualcuno dovrebbe darmi un pizzicotto.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci




La Scozia riuscirà ad annettere l’Inghilterra?

25 04 2015
La copertina del quaderno usato come ricettario da mia mamma, che da piccolo attirava stranamente la mia attenzione.

La copertina del quaderno usato come ricettario da mia mamma, che da piccolo attirava stranamente la mia attenzione.

Le elezioni britanniche del prossimo mese saranno particolarmente insolite. Non vi sarà solo l’UKIP del Nigel Farage totalmente contro l’Unione Europea e i laburisti di Ed Milliband che bloccarono l’operazione militare USA contro la Siria nel settembre 2013, ma anche il partito indipendentista scozzese di Nicola Sturgeon che, dopo il fallimento – quasi di misura – dei si all’indipendenza nel settembre scorso, é diventata una forza elettorale in grado di poter essere influente nel prossimo governo britannico, chiunque vinca.

Pensiamo che una possibile discontinuità nella linea spaziotemporale storica occidente-centrica in cui ci stiamo tuttora dibattendo, un possibile “cigno nero”, possa venire proprio da Oltremanica. In quel quadrante si stanno, infatti, accumulando molti segnali premonitori già da un bel po’ di tempo, pensando anche alle recenti inchieste-scandalo sulle reti pedofile ad alto livello insabbiate dalle strutture politiche dell’era Thatcher (la quale, guarda caso, iniziò la sua paradigmatica parabola politica venendo eletta a capo dei Tory esattamente quarant’anni fa.)

Cosa succederebbe alla popolarissima Union Jack se la Scozia riuscisse a essere indipendente dal Regno Unito? Già il fatto che circolano riflessioni del genere (sul “The Guardian”) è degno di nota.

http://www.williampfaff.com/modules/news/article.php?storyid=726

I Britannici potrebbero votare per uscire dall’Unione Europea e dalla politica estera degli Stati Uniti?

Le elezioni generali britanniche all’inizio del mese prossimo potrebbero rivelarsi significative per l’Europa, e anche per gli Stati Uniti, come per lo stesso Regno Unito. L’elettorato britannico deve fare una scelta senza precedenti tra i conservatori, i laburisti, i liberaldemocratici, i nazionalisti scozzesi, gli indipendentisti dell’ UKIP, che vogliono lasciare l’UE e i Verdi, per citare solo i partiti che possono avere qualche influenza sul risultato.

Questo emozionante caleidoscopio di scelta politica, per elettori abituati da quasi un secolo a votare solo per i conservatori, i laburisti, i liberali e una sinistra ineleggibile, offre un enigma per coloro che vorrebbero prevedere l’esito di quest’anno. Mentre scrivo, i conservatori e i laburisti sono così strettamente abbinati nei pareri degli elettori da rendere praticamente nulla alcuna differenza. Vincendo coi margini minuscoli suggeriti oggi, è quasi certo che chiunque vinca avrà bisogno di un partner di coalizione per costruire un governo. I candidati per questo ruolo sono i liberaldemocratici, che hanno condiviso il posto con i conservatori nell’attuale esecutivo uscente, ma che hanno sempre nutrito simpatie di sinistra e non sarebbe così scioccante se si unissero a un ipotetico nuovo governo di Ed Milliband con un riformato partito Laburista.

Tuttavia, ciò che i commentatori britannici trovano interessante è la possibilità che i nazionalisti scozzesi, di recente guidati da Nicola Sturgeon, potrebbe essere terzi (o anche secondi, ma senza un risultato abbastanza grande per essere l’opposizione ufficiale). E ‘ ora comunque il terzo partito in Gran Bretagna, con 110.000 membri, e potrebbe quindi pretendere un posto nella coalizione, ed essere abbastanza forte per marchiare le politiche del nuovo governo. In questo caso, la Scozia, dopo aver perduto l’occasione per l’indipendenza lo scorso anno, avrebbe però un’influenza irresistibile in un governo di coalizione britannico.

Poi abbiamo l’UKIP, il partito anti Unione Europea. O, per meglio dire, una dei due partiti anti-europei in Gran Bretagna, se contiamo le posizioni molto critiche verso l’UE del partito conservatore. La finanza, la City di Londra, e la pressione degli Stati Uniti mantengono il partito Tory un po’ scollegato dalla sua tradizionale posizione ortodossa pro-establishment: i suoi membri, in genere, detestano l’Unione europea, ma i suoi leader accettano le argomentazioni pragmatiche che l’economia manifatturiera britannica ha bisogno dell’Europa e sarebbe improbabile per l’alta finanza britannica tenere la sua posizione come principale concorrente al mondo di Wall Street, senza l’adesione all’UE. Infine, qual è il ruolo della Gran Bretagna se cessa di essere il cavallo di Troia di Washington in Europa e l’agente della sua influenza a Bruxelles?

David Cameron, Tony Blair, e tutti i loro predecessori del dopoguerra, han subordinato l’ orgoglio nazionale ai desideri di Washington. Lo hanno fatto perché ciò è quello che il loro Grande Uomo, Winston Churchill, aveva detto loro che devono fare, e perché Dwight Eisenhower minacciò gravi danni per la sterlina inglese se la Gran Bretagna, quando invase l’Egitto per il controllo del canale di Suez nel 1956, non avesse fermato il suo tentativo di libertà militare dall’America.

Churchill era convinto che la Gran Bretagna dovesse inventare e nutrire la special relationship con gli USA, anche se il suo paese aveva vinto la seconda guerra mondiale in Europa. Tenne contro Hitler, vinse la battaglia d’Inghilterra, controllò Rommel in Nord Africa, e vinse la battaglia di El Alamein, nel momento in cui i russi conquistarono Stalingrado; Dopo di ciò, Hitler non vinse più una sola battaglia.

Ma Churchill riconobbe che furono le masse di uomini e materiali americani a produrre il D Day in Europa (anche se l’impero britannico mise più uomini a terra in Normandia durante il D-Day rispetto agli Stati Uniti). Inoltre, Churchill prevedeva la special relationship come una relazione tra eguali dal punto di vista morale, come la Grecia con Roma. Washington vedeva ciò solo come una subordinazione essenziale della Gran Bretagna. Per questo motivo è molto interessante il fatto che il co-autore della biografia politica del leader laburista Ed Miliband, il corrispondente Mehdi Hasan, scrive nel New York Times che, nonostante l’infanzia di Miliband negli Stati Uniti e il tempo passato a insegnare ad Harvard, è stato un avversario coerente della politica estera degli USA e di Israele.

Dunque le elezioni di maggio potrebbero produrre uno (o più) esiti drammatici nelle relazioni transatlantiche e trans-canale della Manica. Il primo è il ritiro dall’UE da parte dei britannici. Questo è ciò che vuole il leader dell’UKIP Nigel Farage. Ma dopo una pre-campagna molto pubblicizzata, Farage sembra oggi più indebolito. Il suo dibattito alla BBC della scorsa settimana non è stato un successo. I critici hanno detto che è stato completamente oscurato dalla grintosa Nicola Sturgeon del Partito nazionale scozzese. Il leader Tory David Cameron, se vince, promette un eventuale referendum nazionale sul ritiro dall’Europa. Il sostegno popolare in Gran Bretagna per lasciare l’Europa è notevole, ma può svanire quando è il momento di confrontarsi con la realtà di un passo così drastico

Se vincono i laburisti, e formassero una coalizione con i nazionalisti scozzesi o liberaldemocratici, le principali conseguenze sarebbero domestiche, in politica economica e sociale, e nel ruolo della Gran Bretagna a Bruxelles.

Se Mehdi Hasan ha ragione, un governo guidato dai laburisti potrebbe produrre un serio cambiamento nelle relazioni tra UK e UE e tra UK e politica estera degli USA. Ciò potrebbe essere drammatico, infatti, dal momento che si inizia a capire negli Stati Uniti, così come in Europa, che la configurazione post-Seconda Guerra Mondiale delle  organizzazioni internazionali, e il potere sia economico che politico, sta spostandosi a est per via dell’influenza della Cina e della Russia di Vladimir Putin, e per via degli errori di calcolo dell’amministrazione Obama

William Pfaff