Predizione 2019: mari in tempesta di fronte a noi?

2 01 2019

Nota bene: sto traducendo questo testo da https://brizdazz.blogspot.com/2019/01/2019-prediction-stormy-seas-ahead.html proprio mentre fuori dalla finestra il vento è fortissimo.

Coerenze multi-contestuali di fine inizio anno.

Trump’s Tower?-)

A inizio 2019 Donald Trump ha emesso un bizzarro richiamo alla calma  in un tweet allarmante scritto interamente in lettere maiuscole.

Ray Sawyer di o dei Dr. Hook muore all’età di 81 anni l’ultimo giorno del 2018.

Trump ha anche messo in pensione il generale Stanley McChrystal , il quale aveva etichettato Trump disonesto e immorale in un’intervista domenicale alla CNN.

Il generale McChrystal venne licenziato  da Obama dopo il suo ultimo incarico. Fan di Hillary e conosciuto per uno che tiene la bocca chiusa.

McChrystal, il cui ultimo posto di lavoro fu come capo delle forze USA e NATO in Afghanistan, venne costretto a dimettersi dopo che la rivista Rolling Stone pubblicò un profilo contenente commenti poco lusinghieri da lui fatti sui funzionari dell’amministrazione dell’ex presidente Barack Obama, incluso il vicepresidente Joe Biden.

Tornado di fuoco.

Il falò della spiaggia di notte di San Silvestro diventa un “tornado di fuoco” nei Paesi Bassi.

[ulteriori immagini e video aggiunti da Civiltà Scomparse:

Risultati immagini per trump in deep

]

Synch, Swim or Shimmer? Part 1

L’uomo fuori bordo?

Altre notizie di intrattenimento di Capodanno:
Miley Cyrus ha condiviso le foto delle sue celebrazioni di capodanno durante una “luna di miele in famiglia” con il clan Hemsworth

Miley sirens?

“Some Christmas ham anyone?” [“Qualcuno ha del prosciutto di Natale?”, strano messaggio di Kevin Spacey.]

Let Me Be Frank and Merry Christmas?! [“Consentitemi di essere franco e Buon Natale” altro post del blog in cui viene mostrata una notizia in cui Donald Trump parla al telefono con un bambino di sette anni dicendogli in sostanza che Babbo Natale non esiste.]

 

 





Persino tu, che ti senti così, sei sicuramente pensato/a da qualcuno, là fuori

2 01 2019

Visualizza immagine di origine

Sto affondando dentro i miei pensieri e nessuno se ne accorge. La mia voce sembra perdersi per strada

C’è troppo silenzio, nessuno sa chi sono, la sincerità non basta mai. Rivoglio indietro quel che ho perso

altrimenti so già che passerò la vita a cercare le persone passate in quelle presenti. Il silenzio sta agitando tutto qui dentro.

Chi mi conosce non ha idea dell’ ansia che provo di fronte ai silenzi, l’ insicurezza mi manda in panne il cervello. Mi sveglio la notte e la mia mente desidera compagnia. Dentro di me c’è una creatura irrequieta che gira, gira come una trottola impazzita, e non può parlare, esclama, geme, mormora, è spaesato

e non può parlare, e io non posso fare altro che assistere a queste scene interiori e guardarmi attorno e c’è solo silenzio. Sono io la mia unica compagnia, e non riesco a calmare me stesso.

E tutto questo non si vede, non si nota da fuori, ma c’è, si divincola dentro di me e non può uscire, non chiede aiuto perché non sa chi potrebbe rispondere, perché ho detto le cose in ritardo, i tempi erano sbagliati, e forse quella creatura interiore prima non c’ era. Ma ora c’è e mi implora di uscire e andare a cercare. Sono succube di questa creatura che non si ferma mai

Se pensate che ci possa essere qualcuno che si sente così, aiutatelo/ la, perché nessuno dovrebbe vivere così.

Questi sentimenti non sono mai unici, chiunque può aver vissuto un periodo di questo genere

e io, pur messo in queste condizioni, non posso fare a meno di pensare che là fuori ci possa essere qualcuno che si sente proprio come me.

Io non mi arrenderò mai. Se stai leggendo e ti senti come me, dillo a qualcuno.

Le persone vere sono sempre più rare, ma qualcuno saprà ascoltarti, e ti resterà accanto.

E presto ti sentirai meglio. Quando ho scritto queste parole, prima le ho scritte pensando a me, poi le ho copiate, pensando a te, anche se non so chi sei.

C’è sempre qualcuno nei nostri pensieri privati, che non ha idea di essere nei pensieri di qualcun altro. Persino tu, che ti senti così, sei sicuramente pensato/a da qualcuno. Se sollevate lo sguardo dal cellulare, ve ne renderete conto prima o poi.