Diversi livelli di COSCIENZA

3 09 2010

Il tipo di società in cui viviamo attualmente è mossa, in genere, da un equivoco colossale: la sensazione di indipendenza del “MONDO ESTERNO” dalla nostra realtà psicofisica. Ovvero la separazione netta tra il MONDO MATERIALE e il MONDO PSICHICO.
A questo proposito, in precedenza avevamo trattato del fenomeno della SINCRONICITA’, uno studio sugli avvenimenti correlati tra loro non da un rapporto deterministico causa-effetto ma da una relazione che riguarda le vicende psichiche del soggetto il quale percepisce gli avvenimenti, di cui ne è magari partecipe e protagonista.
Il complesso mente-corpo è fatto di vibrazioni energetiche, le quali sono costantemente in risonanza con il CAMPO in cui qualsiasi cosa si può manifestare, dove ogni mondo è IN POTENZA. A noi ci capita esattamente quello che vogliamo, e nessuno, ripetiamo nessuno, può dare la colpa al “MONDO ESTERNO” di quello che gli succede, poichè la sua condizione psicofisica più intima e profonda attira – come se fosse una specie di ELETTROMAGNETE – un universo intero, IN CUI è compreso egli stesso.
Come abbiamo scritto una volta, “ogni punto dell’universo sa della nostra esistenza” e si comporta di conseguenza, adeguandosi allo stato psicofisico che trova incontrandoci (= incontrando la nostra identificazione in un determinato spaziotempo). E non c’entra per niente in tutto questo la volontà superficiale, la volontà della condizione ordinaria dello stato di veglia (il cosiddetto “LIBERO ARBITRIO” tanto equivocato), ma quella più nascosta e inconscia, legata ai moti del Sistema Neuro-Vegetativo.
Dal canto suo, il Sistema Nervoso Centrale elabora gli input provenienti dai sensi e organizza – seguendo quali schemi? – un intero mondo all’interno dei circuiti neuroelettrici delle sinapsi cerebrali, costruito DENTRO il nostro cervello. Questo sistema di misurazione istantaneo lo chiamiamo poi “MONDO ESTERNO” (e gli tributiamo generalmente una fede cieca, anzi di più visto che riesce a guidarci come burattini).
Salvatore Brizzi cerca di far capire l’origine di questa aquiescenza al Dio “MONDO ESTERNO” – padrone della felicità o dell’infelicità dell’essere umano – mostrando come la nostra identificazione LOCALE che costituisce il flusso spaziotempo in cui siamo inclusi, sia dovuta a due FORZE (= livelli vibrazionali dell’energia/materia) con cui ci siamo confusi fin dalla più tenera infanzia: una di queste forze è legata all’aspetto MENTALE, alla costruzione-misura che il computer biologico svolge con una rapidità e una precisione assolute (“l’infinito della complessità” è stato chiamato), inserendoci nello stesso universo che ha costruito alla velocità della luce grazie ai miliardi di miliardi di connessioni neuronali. Quest’aspetto vibrazionale è chiamato da Brizzi ASMODEUS, utilizzando un determinato linguaggio demonologico. La parte vibrazionale legata al collegamento tra l’attività circolatoria, quella muscolare e il Sistema Neuro-Vegetativo che le controlla, è chiamata da Brizzi DANTALIAN. Asmodeus è il livello vibrazionale mentale, Dantalian il livello vibrazionale emotivo (immaginiamoli come due DIAPASON che risuonano col suono del CAMPO), non farebbero molta strada presi a se stanti, ma assieme sono come quei ragazzi che quando si uniscono sono una forza della natura; infatti Asmodeus + Dantalian (attività mentale + attività emotiva) sono in pratica i creatori degli EGO, ovvero l’identificazione locale e terrestre della Coscienza NON LOCALE, non terrestre, e svincolata dallo spaziotempo.
Gli ego sono ottimi servitori della Coscienza per quanto riguarda gli aspetti pratici, logici e materiali della vita sul pianeta, ma mostrano la loro IGNORANZA e la loro STUPIDITA’ (travestite da buon senso, naturalmente) quando si occupano di aspetti che esulano da una percezione ristretta della realtà, limitata dai confini del linguaggio, il quale costruisce tutto il mondo degli ego.
La parte superiore della Coscienza di questo corpo con cui ci siamo identificati totalmente – fin dai tempi della prima infanzia quando ci SCIOGLIEMMO nelle acque vibrazionali di Asmodeus e Dantalian – non è limitata dal range legato ai movimenti cosmo-cronologici del pianeta Terra, è legata a un CAMPO computazionale basato sui simboli e gli archetipi, e in quel luogo-non luogo (NON LOCALE) i simboli e gli archetipi hanno una realtà fortissima, trascendentale. Vi è una parte di noi che non può essere raggiunta dalle frequenze basse e materiali degli ego, sempre e completamente preoccupati della loro transitorietà, e di combattere per sopravvivere. Per questo livello vibrazionale di Coscienza, gli EGO non sono altro che PEDINE da muovere secondo un certo disegno evolutivo, seguendo percorsi e circuiti misteriosi, del tutto ignoti alle nostre identificazioni sulla Terra, e non di rado visti come INGIUSTI dagli ego. Qualsiasi punto di un certo spaziotempo viene mosso in una certa maniera a seconda di come si sta comportando qualsiasi altro punto dello stesso spaziotempo, per cui ogni elemento è sempre costantemente sotto controllo di un’intelligenza e una Coscienza così incommensurabilmente titaniche che gli ego possono averne solo un’idea sbiadita, filtrata dal setaccio del linguaggio.
Annunci

Azioni

Information

One response

3 09 2010
DarumaFly

Complimenti per l'approfondito trattamento di argomenti molto attuali e che mi affascinano per l'apertura mentale che una simile visione offre…ripasserò a rileggere con calma… i post precedenti.sorrisi…Fly

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: