La teoria dell’ ONDA TEMPORALE (TimeWave theory)

29 06 2010

La civilizzazione sono 6 miliardi di persone che provano a rendersi felici stando l’uno sulle spalle dell’altro e tirandosi calci nei denti l’un l’altro. Non è una situazione piacevole.E ancora, potete allontanarvi guardando verso questo pianeta e vedere che abbiamo denaro, il potere, il sapere medico, il know-how scientifico, l’amore e una comunità che può produrre un tipo di paradiso terrestre. Tuttavia, siamo guidati dai MENO tra noi – il meno intelligente, il meno nobile, il meno visionario. Siamo guidati dai MENO tra noi e non reagiamo contro i valori deumanizzanti che si tramandano come ICONE DI CONTROLLO.

Questo è quanto, la cultura non è vostra amica. La cultura è convenienza per le altre persone, è convenienza per le istituzioni, chiese, aziende, sistemi di raccolta fiscale, ciò che avete. Non è vostra amica. Vi insulta. Vi succhia potere. Vi usa e vi abusa. Nessuno di voi è trattato bene dalla cultura.

Noi glorifichiamo ancora il potenziale creativo dell’individuo, i diritti degli individui. Comprendiamo che la presenza percettiva dell’esperienza è qualcosa di più importante. Ma la cultura è una perversione. Feticizza gli oggetti, crea la mania del consumo, predica forme senza fine di falsa felicità, forme senza fine di falsa comprensione nella forma di decadenti religioni e sciocchi culti, i quali invitano la gente a diminuirsi e disumanizzarsi comportandosi come macchine – processori di memi trasmessi da Madison Avenue e Hollywood…

Terence McKenna

http://erocx1.blogspot.com/2007/12/terence-mckenna-culture-is-not-your.html

Un comportamento emergente dai sistemi complessi, sostanzialmente fondati su elementi indivisibili e subatomici, presenta uno schema (pattern) che se lo fissiamo quanto basta possiamo vederci impressa dentro ogni realtà. A un certo livello, ogni cosa ha proprietà analoghe, mostrando elementi di somiglianza, all’interno di una famiglia di attributi autosomiglianti. Il modo in cui gli occidentali contemporanei organizzano il tempo è quello di frazionarlo in segmenti: millisecondi, secondi, minuti, ore, giorni, mesi, anni. Sappiamo come questo sistema sia viziato; nel nostro modello di 365 [-366] giorni per anno, c’è richiesto saltuariamente di modificare un mese con un dato giorno extra qui e là. Dire che la nostra misura del tempo è viziata differisce dal dire che lo stesso tempo è un’impostura. Il tempo appare come qualcosa di mutabile, o perlomeno talvolta propenso a esserlo; eppure il tempo non è una cosa, non è materiale— incontrando nella cuspide dello spazio in un universo frazionale, esercitando una forza sempre diretta in avanti [per la nostra percezione]. Il caos si rivela come la forza dominante nell’universo, coi suoi strani attrattori consente il più ammirabile e splendido fenomeno naturale che si verifica. [a questo proposito] C’è forse qualche attrattore che sta spingendoci in avanti attraverso il tempo?I moderni fisici e gli antichi filosofi dell’oriente sono d’accordo – il tempo è cambiamento. Il tempo è un flusso, da Eraclito al Tao Te Ching. Gli I Ching, (chiamati anche “Il libro dei mutamenti”), originari della Cina, sono stati per lungo tempo una delle guide per le culture orientali. Sebbene di concezione umana – e quindi artificiale – se le caratteristiche matematiche e qualitative degli I Ching sono validate (oltre alla loro efficacia nelle opere di artisti e poeti), ciò è una diretta conseguenza delle complesse interazioni delle persone le quali li hanno creati e [soprattutto] della loro comprensione del tempo.

La sequenza del re Wen degli I Ching divide in 64 esagrammi ogni combinazione di sei linee aventi le proprietà dello ying o dello yang. Ogni esagramma, secondo la tradizione, rappresenta gli archetipi delle interazioni umane. Dando per buono il fatto che il mondo sia governato da eventi apparentemente fortuiti e da casualità, il caos nella selezione degli esagrammi dai divinatori dell’I Ching omaggia la caotica natura della realtà, dunque toccando così la sua vera natura, consentendo di intuire le possibilità della vita. Gli I Ching hanno influenzato e sconcertato moderni intellettuali mistici e psicologi come Carl Jung, Philip K. Dick – autore di una personale cosmologia – e Terence McKenna, più rilevante per le teorie qui esposte.

Terence McKenna è un esploratore psiconautico, un tipo speciale di genio che crede nel potere degli psichedelici allo scopo di scatenare le abilità della mente per scoprire i segreti dell’universo. Se qualcosa si può imparare attraverso le teorie della complessità, è l’interconnessione e la gestalt attraverso tutte le cose. Grazie all’uso di funghi contenenti psilocibina e misture aborigene contenenti DimetilTriptamina (DMT), McKenna inizia a formulare una teoria del tempo che all’inizio era molto intuitiva e astratta. Grazie all’aiuto di suo fratello etnobotanico, Dennis McKenna, di Rupert Sheldrake, teorico del campo morfogenetico, e dello scienziato della teoria del caos Ralph Abraham, McKenna chiarifica ulteriormente la sua Teoria delle novità grazie a una base matematica raffinata.

Qualche terminologia di base deve essere stabilita affinchè faccia acquistare senso alle descrizioni qui presenti. Anzitutto, per prima cosa, la mia conoscenza della matematica è limitata. La mia conoscenza della teoria del caos e dei frattali si riconduce a una manciata di libri e corsi che ho preso sull’argomento. Non sono un fisico— sono solo un tipo con un interesse sincero verso [la natura della] realtà, forse più aperto di mente di quanto dovrei essere. Non mi domando se queste teorie abbiano l’aria di essere totalmente scientifiche o meno, e nemmeno credo in esse più che a un modello del tempo senza struttura. Come umani, siamo creature con una mente strutturata in schemi, e per la nostra personale comodità tendiamo a inventare razionalizzazioni dell’universo per adattarsi a un modello che può farci felici — il quale dice come qualcosa accada oltre la casualità. Per come ho capito la teoria delle complessità, soltanto aumentando gli argomenti che si possono produrre qui e ora, il tempo e l’impronta frattale è possibile che impongano la causalità [e non la casualità?].

Flusso temporale (TimeWave) Uno è una teoria evoluta, così com’è attualmente. Attraverso molte revisioni compiute da meticolose investigazioni dei matematici Matthew Watkins e John Sheliak, è evoluta in qualcosa di più di un astratto psichedelico ghiribizzo. Considerato che il tempo – così come la luce – fluttua in una forma a onda, benchè un po’ più complicato di un qualcosa di così semplice come una curva a seno. Questa onda è un frattale, il quale quando viene tracciato nel corso del tempo (X) rimane della stessa forma, senza considerare se il tempo è visto come una larga porzione dello stesso o una piccola unità. In questo grafico verrebbero rappresentate le novità, gli eventi [nuovi] nel corso del tempo.

Secondo Alfred North Whitehead la creatività è il principio delle novità. La creatività introduce novità nella capacità della moltitudine, la quale è [lo stesso] universo dagli elementi disgiunti. Il progresso creativo è l’applicazione di questo principio fondamentale della creatività per ogni novità che origina. Il principio metafisico fondamentale è il progresso dalla disgiunzione alla congiunzione, la creazione di una nuova entità diversa dalle entità disgiunte da cui origina. Subito la nuova entità è l’insieme dei molti che si ritrovano, ed è anche una tra le moltitudini disgiunte che lascia; è una nuova entità, disgiunta tra le moltitudini di cui è sintesi. I molti diventano uno, incrementando da quest’uno. Nelle loro nature [singole], le entità disgiunte sono molte nel processo di passaggio nell’unità congiunta. Perciò la produzione di insiemi di novità è la nozione definitiva, incorporata nei termini di concrescenza. Queste fondamentali nozioni di produzione di novità e insiemi concreti sono entrambi inesplicabili sia in termini superiori universali sia in termini dei componenti che partecipano alla concrescenza. Nell’analisi dei componenti astratti dalla concrescenza si può fare appello alla sola intuizione.

Sul grafico dell’Onda Temporale (TimeWave), periodi di alto livello di novità coincidono dove hanno preso posto eventi chiave della storia. Il tracciato grafico di McKenna, attraverso il programma informatico Onda Temporale Zero (TimeWave Zero) sviluppato da John Sheliak, indica ai suoi più alti livelli di novità punti chiave del processo [prei]storico, come la formazione del sole, della terra, e così via.

Guardando a una scala del tempo più piccola, il grafico ripete se stesso con nuovi punti chiave. Il grafico presenta il tempo su una scala di 6 miliardi di anni, oppure lo stesso illustra gli ultimi 94 milioni di anni. Oppure si può saltare avanti nei passati 360 anni; l’Onda Temporale rimane la stessa, come gli eventi chiave tracciati secondo McKenna (i quali ammetto possano essere più soggettivi, un difetto arbitrario della teoria):

il più convincente pezzo di informazione in questi grafici è il punto finale nel 2012. Secondo il software che McKenna ha usato, e l’informazione al riguardo che si suppone rilasciata dall’inconscio collettivo (o LOGOS) c’è una futura data finale in quell’anno, per la precisione nel dicembre 2012. Questa data finale non è la data dell’ARMAGEDDON, come di solito viene detto in certe teorie sulla fine del mondo; è invece il punto di più alto livello di novità in tutto il corso del tempo. Questo potrebbe essere interpretato come il maggior paradigma del cambio [di era] che abbiamo mai conosciuto, e limitandolo SOLO all’umanità sarebbe folle. McKenna ha teorizzato che potrebbe essere l’anno in cui ci sarà qualche tipo di CONTATTO, o verrà implementato qualche mezzo per attraversare il tempo e lo spazio, oppure vi sarà la realizzazione di una [vera] intelligenza artificiale che diventa un PUNTO OMEGA – o qualcosa del genere – per l’universo [a noi conosciuto]. La sua personale convinzione, e anche ciò che sottoscriverei se fossi iscritto a qualcosa del genere, è un ritorno al Paesaggio Invisibile (Invisible Landscape), ciò significa lasciarsi il corpo di carne alle spalle e diventare UNO col cosmo.

La teoria di Rupert Sheldrake del campo morfogenetico entra qui nella presente ricerca. Il campo morfogenetico è l’idea di un inconscio collettivo coniugato alla fisica, qualcosa di altamente sperimentale e senza una prova verificabile. Qualcuno che ha seriamente avuto esperienze con piante psichedeliche, “spirituali” [contenenti] DMT, Salvia Divinorum, e psilocibina è entrato in contatto con questo campo, e la sua risonanza morfica in noi stessi è stata più reale di come suggerirebbe ogni modello allucinatorio. E’ una vergogna che la maggior parte delle ricerche psichedeliche USA siano state soffocate nel corso degli anni, tale stigma sociale è stato posto come consuetudine.

Si ha bisogno solo di menzionare la parola “Psichedelia”, e tutte le ricerche correlate vengono incredibilmente gettate dalla finestra. Ralph Abraham pensa al 2012 come a uno STRANO ATTRATTORE che il tempo ha seguito per tutta la sua estensione [a noi conosciuta], che siamo stati tirati verso questo punto attraverso la complessità.

Un mezzo per scoprire questa spinta [attrattiva] potrebbe trovarsi nella supposta natura riflettente degli I Ching. Si potrebbe attribuire questa abilità a controverse sperimentazioni, molto probabilmente false. La teoria del campo morfogenetico è, però, infalsificabile. Da questo campo, si potrebbe ipotizzare, gli antichi avevano tratto le loro conoscenze codificandole in strumenti divinatori.E’ interessante notare come, indipendentemente dalle speculazioni di Terence McKenna sull’argomento, anche il Calendario Maya vede come data ultima il 2012. Questa evidenza corrobora e suggerisce ulteriormente la possibilità di una risonanza morfica di tale punto ultimo.

La teoria dell’Onda Temporale (TimeWave) non è libera da critiche. Nel 1994, Matthew Watkins sollevò una questione con cui pensava la costruzione matematica di McKenna come qualcosa di arbitrario. In seguito, almeno secondo McKenna, l’errore matematico fu corretto nel programma del computer. Secondo Watkins, “L’Onda Temporale è una funzione matematica definita dall’applicare una “trasformazione frattale” in una funzione lineare definita per porzioni. Questa funzione è un’espressione di 384 “punti dati” (valore positivo di un numero intero) derivata dalla sequenza di Re Wen degli I Ching. L’obiezione di Watkins è che in qualche punto matematico, i numeri sono portati all’ennesima potenza, ma vede non chiari motivi del perchè. I matematici che hanno scritto il programma del computer chiamano ciò “mezza torsione”. Nonostante i suoi dubbi sul significato dell’Onda Temporale, Watkins dice: “Non mi sorprenderebbe se una mappa frattale di risonanza temporale fosse codificata nella sequenza I Ching di Re Wen, così come non mi sorprenderebbe se qualcosa di molto rilevante accadesse il 21 dicembre 2012. Il mondo può essere un posto molto strano, e tutti quanti abbiamo molto da imparare. La speculazione iper-immaginativa di McKenna ha infiammato l’immaginazione di molti. Con questa particolare ‘teoria’ [inoltre] ha diffuso consapevolezza degli I Ching e del calendario Maya, entrambi ricchi di fascino e sistemi scarsamente compresi di un’antica sapienza umana. Devo però finire suggerendo che il resto del suo pensiero pubblicato non deve essere respinto, come il risultato delle mie conclusioni le quali sono state qui discusse.”

Ma queste sono solo parole; queste non necessariamente sono convinzioni.Trovo queste idee incredibilmente affascinanti, e solo vorrei poter capire la matematica a ogni livello. Il concetto di Onda Delle Novità, orientata col tempo, è ancora un’altra attrattiva alternativa a Dio e al destino; un punto finale terrorizzante ed eccitante, perchè è la fine di una cosa e l’inizio di un’altra.

Civiltà Perdute ha tradotto-elaborato in italiano il testo al seguente indirizzo:

http://www.december212012.com/articles/I-Ching/Timewave_Theory.htm

Annunci

Azioni

Information

3 responses

19 08 2010
anonimo

Ciao volevo sapere come reperire il software time wavezero ,se possibile freeware.grazieun sognatore

20 08 2010
Rossegal

Ciao Anonimo,hai già guardato a questo indirizzo:http://www.timewave2012.com/?

29 10 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: