Qualche breve riflessione sull’élite al potere nel mondo, il comunismo e Zeitgeist Addendum

28 01 2010
"Gli arconti vollero ingannare l'uomo, perchè essi videro che egli aveva la stessa origine di quelli che sono veramente buoni. Essi presero il nome delle cose che sono buone, e lo diedero alle cose che non sono buone, in modo da, per mezzo dei nomi, ingannare gli uomini e legarli alle cose che non sono buone. E poi, se essi fanno loro un favore, li allontanano da ciò che non è buono e li collocano in ciò che è buono, ciò che essi conoscono. Perchè essi hanno deliberato di prendere l'uomo libero e fare di lui un loro schiavo per sempre."
Vangelo apocrifo di Filippo (67 – 13)

Speriamo che rivelino pubblicamente che gli UFO esistono sul serio, e che vi sono stati davvero dei contatti con gli extraterrestri.
Questa sarebbe una notizia che cambierebbe definitivamente il mondo.
Sapere con certezza che non si è soli nell'universo…questa società alla "The Truman show" andrebbe probabilmente a farsi friggere.
Una società basata sulla coscienza e sulla maggiore integrazione tra emisfero destro ed emisfero sinistro del cervello è auspicabile.
Una civiltà basata solamente sulle limitazioni della mente dello stato ordinario di veglia è fragile, mentre è solidissima se basata sulla coscienza.
Coscienza del fatto che, senza anche uno soltanto dei suoi elementi, il tutto non potrebbe esistere.

Naturalmente, chi è fortemente critico nei confronti delle multinazionali che mangiano le culture, chi è contro l'ampliamento delle basi NATO nel mondo, durante gli anni 00 del XXI secolo è stato generalmente definito "terrorista" o "comunista".
L'ultimo grande scontro pubblico tra "comunisti" e "anticomunisti" c'è stato in Italia nell'aprile 2006. Il solito referendum (uff…) pro o contro Berlusconi.
Tutti i partiti sono profondamente in crisi. E hai voglia stampare manifesti, utilizzare strategie di marketing politico!
Quei manifesti cinici a Bologna nell'estate delle europee 2009; poster elettorali del PD sponsorizzati dal faccione di Enrico Berlinguer…
Quando una cosa non funziona più e ha fatto il suo tempo… Questi partiti non fanno che essere autoreferenziali, esprimono soltanto la loro limitatezza, le proprie vedute ristrette, la loro testa dura.
Il concetto di "appartenenza politica" si sta disgregando.
Gli anni zero del XXI secolo sono stati quelli del "precariato".
Durante la campagna elettorale del 2006, il centrosinistra dava la colpa al centrodestra per la presenza del precariato di massa.
Volendo cercare di far dimenticare che è stato proprio il centrosinistra, alla fine degli anni 90, a smantellare un sistema occupazionale che durava da decenni, e a inaugurare il cosiddetto lavoro "a tempo determinato", "a progetto", "coordinato e continuativo", "interinale", insomma quella che poi sarebbe stata chiamata "flessibilità", ovvero una perdita di diritti e garanzie senza un abbattimento reale dei costi del lavoro.
Comunque, tutta l'ondata delle privatizzazioni negli anni 90 e 00 si inseriva all'interno di un processo molto, molto più ampio – al di là degli angusti confini nazionali – globalista, mondialista, il "Nuovo Ordine Mondiale" a guida USA-Nato-Zion insieme all'ONU (e i suoi derivati come il WTO e il FMI), il quale doveva rafforzarsi ed emergere definitivamente nei venti anni successivi al 1990.
Per esempio, pensiamo al progressivo assorbimento dei marchi nazionali da parte delle corporation globali – la Perugina e la Motta inglobate dalla Danone e dalla Nestlè – finanziate prevalentemente da gruppi anglosassoni (l'economia parla solo inglese).
L'obbiettivo sarebbe dovuto essere la distruzione delle sovranità nazionali attraverso il cosiddetto "turbocapitalismo" (deregulation) per poi instaurare un rigido comunismo globale (Governo mondiale = NWO) con a capo le multinazionali – tecnocrazia industriale – guidate dai "re filosofi" platonici impersonati dai criptocrati dei gruppi ombra che stanno dietro le quinte delle organizzazioni mondialiste e che guidano i governi del mondo come se questi fossero marionette.
Non a caso, la "falce e martello" é un simbolo che odora di massoneria lontano un miglio..
Il progetto degli "Illuminati" – sia la fazione dei Rothschild sia quella dei Rockefeller? – sarebbe quello di attuare un comunismo rigoroso, la proprietà (non più privata) dei mezzi di produzione industriale diventerebbe proprietà del Governo Mondiale, vi sarebbe l'abolizione globale del plusvalore, l'abolizione del capitale (o una nuova distribuzione del capitale?), l'abolizione del denaro liquido in moneta, banconote e carte di credito sostituito da microchip RFID impiantati sottopelle senza cui non si potrebbero compiere transazioni.
Da ciò che abbiamo visto brevemente, il comunismo senza l'abolizione del controllo centralizzato diventa semplicemente tirannia. In effetti, il potere vessatorio e burocratico imposto con la forza (esplicita o implicita), trova nel comunismo il terreno ideale per germogliare ed espandersi.
Il comunismo è una religione laica, atea e materialista, coi suoi dogmi e la sua "teologia della liberazione", la quale ha sostituito lo spazio (la "terra promessa", il "paradiso") col tempo (il "sol dell'avvenire", sempre e soltanto in un futuro imprecisato).
Karl Marx si sarebbe messo le mani nei (pochi) capelli, lui che disprezzava qualunque religione e la vedeva, giustamente, come "oppio del popolo"!

Affine a un certo tipo di visione del comunismo è forse il Venus Project presentato dal video intitolato Zeitgeist Addendum, il quale viene visto da alcuni critici come tecnocrazia, attuabile solo attraverso un ricondizionamento psicologico.
Secondo il Venus Project, creato dallo scienziato Jacque Fresco, l'attuale economia basata su un tipo di finanza che poggia su un indebitamento costante alle banche il quale genera un'inflazione perenne e un'altrettanto perenne povertà di molti e ricchezza eccessiva di pochi, andrebbe sostituita da un'economia (presumibilmente globale) basata sulle risorse del pianeta condivise in modo equo, organizzate da un sistema informatico sofisticato, che rimpiazzerebbe le attuali istituzioni decadenti, e prenderebbe i dati forniti – all'interno di una struttura internet – per elaborare le richieste economiche e sociali provenienti da ogni parte del mondo, finalmente unito senza conflitti e tensioni, dovuti alla scarsità (artificiale) delle risorse.
Fantascienza?
In effetti, le città del Venus Project elaborate da Jacque Fresco sono iperfuturibili. Forse soltanto negli USA potrebbero davvero funzionare, ma nelle città europee ricche di testimonianze artistiche secolari?
"Tutte le macchine al potere, gli uomini a pane e acqua" diceva una vecchia canzone di Battiato. E' il caso della visione del mondo futuro presentata in Zeitgeist Addendum?!
Ad ogni modo, dobbiamo sempre considerare che, senza una reale evoluzione della coscienza collettiva, non vi può essere una reale evoluzione politica.

(continua…)

 

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: