Tre considerazioni

16 12 2009

1) Gran parte dell’alimentazione umana è inutile e dannosa.
Per non parlare dell’alcool, della combustione di carta e tabacco respirata, e anche del caffè.
Pure il latte e i formaggi non sono salutari.

2) Gran parte degli autori dei reality sono grigi funzionari della società dello spettacolo, pagati dalla Endemol.
Quali sono le motivazioni di chi fa i reality? Distruggere le menti delle nuove generazioni?
Come si fanno a dire stupidaggini come queste:
"I miei genitori, quando mi hanno accettato al Grande Fratello sono stati fieri di me"
?

3) La mediocrità vince, le cose patinate di plastica vincono, e senza un briciolo di anima.
Dietro alle cose patinate, dietro all’ anninovantismo, vi è qualcosa che ha preso forma dal 1971 al 1975.
Il cambiamento che era nell’aria tra la fine degli anni 60 e l’inizio degli anni 70 doveva essere velocemente disinnescato.
La "gente comune" doveva essere inserita e interagire nel e con il sistema dei mass media, essere dedita principalmente al consumo, politicamente apatica. Interessarsi di politica solo tramite i mezzi di comunicazione di massa – finanziati e guidati dalle lobby  – e occuparsene personalmente solo alle scadenze elettorali.