Tigre del Mar Caspio

24 04 2009

La Tigre del Caspio era un tipo di tigre (una sottospecie) diffusa in Anatolia – Turchia -, nella Persia e lungo le sponde del Caucaso.
Era una tigre tra le più grandi e imponenti dell’occidente (320 kg il più pesante esemplare conosciuto) e rivaleggiava con quella siberiana.
Pare fosse utilizzata per i cruenti giochi nelle arene dell’antica Roma.
Le sue caratteristiche principali erano le guance molto pelose ed orecchie piccole.
A causa di politiche sconvenienti per la sua sopravvivenza (nei paesi in cui era presente) la sua diffusione cominciò a scemare sempre di più.
L’ultimo esemplare vivo di cui si abbia effettiva notizia fu visto (e purtroppo ucciso) nel 1970, ma suoi possibili avvistamenti si prolungano in un lasso di tempo che arriva quasi ai giorni nostri, e c’è chi dice che tracce rinvenute nelle steppe dell’Asia Caspica (quali ruggiti,  impronte di unghie e feci) appartengano a esemplari  di Tigre del Caspio.
Altri confutano queste affermazioni, tirando in ballo la presenza di altre specie di felini nella stessa zona.