Questa poesia aveva un altro titolo

3 02 2009

Piegare i cucchiaini
Con la forza della mente
E' sempre stato un mio desiderio.

Vedo un mondo di cartapesta
Che si ostina a credersi reale

Villaggi Potemkin
I quali dettano legge

Esagero col mettermi in bocca
Troppi chewingum
E alla fine mi stanco di
Masticare

La paura della morte
E' stata inculcata ad arte
Per dominarci meglio

La nostra civiltà
La nostra società
Sono basate sulla
Paura della morte

L'Ego senza coscienza
Consapevolezza
E' una catastrofe per l'umanità
Una ferita che distrugge il mondo
Facendo franare tutto intorno

L'essere umano è obsoleto
E non vuole accettare

Questo

Il mio Ego
E' una cacchetta di pollo

L'energia che fa andare
L'orologio dell'Universo
E' il solo Dio
Motore immobile di tutto quanto

Con questo la poesia non è finita qui
.